VolleyMania

Abbonamento a feed VolleyMania VolleyMania
La voce della pallavolo di Roma e del Lazio
Aggiornato: 6 ore 1 min fa

Showy Boys Galatina: Giancarlo Scheri, uno di noi

6 ore 10 min fa

Cologno Monzese – Galatina. Dagli studi Mediaset, o sarebbe meglio dire dagli uffici direzionali Mediaset, a Piazza San Pietro, sede della Showy Boys, il contatto è diretto. A tenerlo ben saldo è Giancarlo Scheri, ex atleta biancoverde, oggi direttore di Canale 5, rete ammiraglia del colosso mondiale radiotelevisivo della famiglia Berlusconi, che dopo 40 anni “riabbraccia” i colori sociali del club galatinese con grande gioia del presidente Daniele G. Masciullo. Squilla il telefono. E’ proprio il direttore Scheri che, tra un impegno e l’altro in vista dell’avvio del nuovo palinsesto tv, si è ritagliato qualche minuto per una chiacchierata che ha riportato la mente indietro nel tempo, alla stagione sportiva 1981-1982, quando la Showy Boys disputò la serie B e un campionato che da lì a poco sarebbe diventato un’autentica cavalcata verso la serie A. Uno scambio di considerazioni e un tuffo nel passato che Giancarlo Scheri, oggi affermato dirigente d’azienda, ripercorre con grande piacere in quanto “anni bellissimi e molto importanti per la crescita come atleta e come uomo”.
In quella stagione la Showy Boys era un rullo compressore, con il risultato finale di 3-0 che era diventato “scontato” in ogni gara. Dopo aver trionfato con una meritatissima promozione, raggiunta con ben due settimane di anticipo, Scheri fu riconfermato nel roster che partecipò al campionato di A2.
“Una stagione sicuramente indimenticabile – aggiunge l’ex atleta biancoverde – che ricordo ancora oggi, a distanza di 40 anni, come fosse ieri, così per il precedente torneo di serie B”.
Ricordi ed emozioni che Giancarlo ha avuto modo di rivivere grazie al libro “Showy Boys la Gloriosa” che racconta, appunto, la storia del club galatinese.
“Persona riservata, giocatore dall’attacco veloce e con in più grandi doti in fase difensiva, Scheri ha scritto pagine importanti della storia dell’associazione – dichiara il presidente Daniele G. Masciullo – due anni in cui la Showy Boys ha ottenuto prestigiosi risultati come la promozione e il successivo buon piazzamento in serie A2. In tutti questi anni ho conservato gelosamente nel cassetto una foto della squadra, tutta vestita di verde. Una foto che guardavo con curiosità e grande ammirazione. Nonostante il trascorrere degli anni ho sempre avuto bene in mente quella immagine. Sono cresciuto con quella idea di squadra e oggi poter parlare con Giancarlo, che è stato uno dei componenti di quel team, portabandiera di un progetto, di una realtà sportiva vincente come quella della Showy Boys, mi rende felice e sempre più orgoglioso di essere biancoverde”.

www.showyboys.com

Print PDF

A1F> Da domenica in 700 all’E-Work Arena

6 ore 14 min fa

E’ tempo di tornare a vivere lo sport dal vivo, è tempo di tornare all’e-work arena per tifare le farfalle della UYBA volley!
E’ notizia di sabato che l’Ordinanza numero 610 della Regione Lombardia apre i palazzetti al pubblico per un massimo di 700 persone e dunque la società biancorossa è già al lavoro per aprire il proprio impianto al pubblico già per la prima gara casalinga di campionato, domenica 27 settembre alle 16 contro l’Imoco Conegliano.
Per ovvie ragioni numeriche la campagna abbonamenti #UYBA1000 non potrà essere attuata, così come non sarà possibile, per i tempi strettissimi e per la situazione Covid in continua evoluzione, pensare ad una nuova e diversa idea di sottoscrizione stagionale.
UYBA Volley metterà a disposizione dei tifosi 700 biglietti, tutti numerati e nominali, acquistabili solo online, per ogni singolo evento, a partire appunto dal big-match di domenica contro Egonu e compagne. Verranno controllati gli ingressi e le uscite per evitare assembramenti, verrà misurata la temperatura corporea in entrata, tutto secondo i dettami dell’Ordinanza.
Tagliandi in vendita solo online da giovedì 24 settembre alle 12 su https://www.vivaticket.it/ita/extsearch/uyba-volley ai seguenti prezzi:
Parterre numerato: 25 euro
Primo e secondo anello numerati: 15 euro

Disabili, pass solo giornalieri: elena.colombo@volleybusto.com entro venerdì 25 ore 18
Stampa, pass solo giornalieri (un accredito a testata): giorgio.ferrario@volleybusto.com venerdì 25 ore 18. Scrivere nella richiesta nome, cognome, data di nascita, telefono, e-mail di riferimento.
Foto, pass giornalieri (solo 4 posti per testate nazionali e principali locali): giorgio.ferrario@volleybusto.com venerdì 25 ore 18. Scrivere nella richiesta nome, cognome, data di nascita, telefono, e-mail di riferimento.

Così il Presidente Giuseppe Pirola: “Siamo molto dispiaciuti che il nostro progetto UYBA 1000 non possa prendere vita, anche se rimaniamo convinti della bontà della nostra idea, la prima in assoluto in Italia pensata per la ripartenza in totale sicurezza. Accogliamo comunque in maniera positiva l’Ordinanza della Regione Lombardia, anche se avremo davvero poco tempo per riorganizzare gli spazi e preparare l’e-work arena: in ogni caso, grazie al lavoro di tutto il nostro staff arriveremo pronti e domenica saremo in 700 a tifare UYBA. Sarà una stagione particolare, in cui consideriamo già un onore e un privilegio poter scendere in campo. Ci auguriamo che tutti considerino egualmente speciale avere la possibilità di partecipare dal vivo ai nostri eventi. Che sia dunque una stagione non più solitaria, bensì elitaria, per tutti”.

Questo infine il programma di allenamenti delle farfalle in vista della partita di domenica con Conegliano. Da segnalare l’allenamento congiunto di mercoledì pomeriggio alla e-work arena con Casalmaggiore (a porte chiuse):

Lunedì 21/09
16:00 – 18:30 all tecnico
Martedì 22/09
9:00 – 12:00 pesi
16:30 – 19:00 all tecnico
Mercoledì 23/09
09:30 – 11:30 all tecnico
16:30 allenamento con Casalmaggiore
Giovedì 24/09
16:00 – 18:30 all tecnico
Venerdì 25/09
9:00 – 12:00 pesi
16:30 – 19:00 all tecnico
Sabato 26/09
15:30 – 18:30 video + all tecnico
Domenica 27/09
9:30 – 11:45 video + all tecnico
16:00 UYBA – Imoco Conegliano

Ufficio Stampa UYBA – Giorgio Ferrario

Print PDF

A1F> Millenium: Trento continua ad essere la besta nera

6 ore 15 min fa

Finalmente al via il campionato dopo tanti mesi di attesa. Davanti alle Leonesse di Brescia si prospetta la bestia nera Delta Despar Trentino, che tanto ha fatto soffrire nelle passate stagioni e si conferma ancora una volta tabù per Veglia e compagne.

La Banca Valsabbina non riesce a contenere l’enfasi delle padrone di casa, rimanendo contratte per tutto l’arco della gara. D’Odorico MVP, mentre per le Leonesse buona la prestazione di Angelina; il risultato evidenzia che c’è ancora molto su cui lavorare.

Mazzola schiera Bechis-Decortes, Veglia-Berti, Angelina-Jasper con Parlangeli libero. Nicoletti ancora ferma ai box per noie muscolari. Bertini risponde con Cumino-Piani, Fondriest-Furlan, Melli-D’Odorico e Moro libero.

Inizio pari nella partita, dove al break bresciano di Jasper risponde prontamente la Delta, capace di riprendere e sorpassare col muro di Fondriest: 10-8 e time-out Mazzola. Il tempo ospite non sembra avere particolari effetti. Trento continua a fare gli onori di casa e scappa: il 22-15 è ad opera Melli. Divario ormai ampio che, nonostante il tentativo di Angelina, si chiude in favore delle padrone di casa sul 25-18.

Banca Valsabbina che ritrova il giusto spirito nel secondo parziale. 4 punti consecutivi, di cui l’ultimo ad opera Berti (muro), di fatti, portano il risultato sul 10-13. Leonesse che continuano a ruggire: Jasper firma il 14-18, e Bertini è obbligato al tempo. Il riposo serve eccome alla Despar. Al rientro, infatti, tre muri consecutivi bloccano gli attacchi delle bresciane, col risultato che si porta sulla parità: 19-19. Il trend gialloblu continua imperterrito. L’enfasi ed il supporto dei 154 spettatori presenti spingono Trento ai vantaggi, i quali vengono chiusi con D’Odorico sul 26-24.

L’onda del 2-0 spinge le trentine anche in avvio di terzo set. Due ace di Furlan valgono il 4-0 e Mazzola chiama il tempo. Jasper dà segnali di ripresa sull’8-6, ma la continuità della Delta ha la meglio, con Furlan che mette giù il pallone del 12-7. Angelina e Jasper tentano di suonar la carica per le loro, e ci riescono. Il divario viene ricucito sino al 18-16 (Jasper), con time-out Bertini. Il tempo calma le agitazioni delle trentine e le mette in casa bresciana. Piani sale le scalinate e Melli la segue a ruota. La chiusura automatica viene dall’ace di Ricci, che porta il 3-0 e la prima storica vittoria in casa Delta Despar Trentino.

Francesca Parlangeli: “Merito soprattutto loro, dato che lavorano sodo da anni, La loro identità è ormai consolidata da tempo e tanto ha fatto anche i pochi spettatori presenti, tutti per Trento, che si sono fatti sentire molto. Purtroppo su questi livelli contano molto gli errori, che oggi sono stati davvero tanti, sia in fase di difesa che in battuta”.

Tabellino: Delta Despar Trentino – Banca Valsabbina Millenium Brescia 3-0 (25-18, 26-24, 25-19)

Delta Despar Trentino: D’Odorico 10, Furlan 8, Piani 16, Melli 12, Fondriest 3, Cumino; Moro (L). Trevisan, Ricci 1, Pizzolato, Bisio. N. E. Marcone. All. Bertini.

Banca Valsabbina Millenium Brescia: Jasper 9, Veglia 2, Decortes 13, Angelina 16, Berti 4, Bechis; Parlangeli (L). Pericati, Cvetnic, Botezat. N. E. Sala (L), Bridi, Biganzoli, Nicoletti. All. Mazzola.

Arbitri: Davide Prati e Maurina Sessolo.

MVP: Sofia D’Odorico (Delta Despar Trentino).

Infine, ricordiamo l’appuntamento settimanale con “Millenium Zone” che andrà in onda martedì alle ore 19:00 sui canali Facebook e YouTube di Millenium.

Ufficio Stampa
La Banca Valsabbina Brescia (foto © Muliere x Rm Sport)

Print PDF

La Vero Volley Monza doma Verona e vola ai quarti di finale della Del Monte® Coppa Italia

6 ore 18 min fa

I lombardi si impongono al tie-break contro gli scaligeri e archiviano il discorso passaggio del turno. Mercoledì contro Milano in palio il primo posto del girone A. Orduna: “Prova di carattere. Avanti così”.

NBV Verona – Vero Volley Monza 2-3 (16-25, 15-25, 25-22, 28-26, 8-15)
NBV Verona: Asparuhov 2, Caneschi 5, Spirito, Kaziyski 23, Aguenier 8, Boyer 18; Bonami (L). Peslac, Jaeschke 5, Donati (L). Ne. Magalini, Zanotti. All. Stoytchev
Vero Volley Monza: Dzavoronok 29, Galassi 5, Lagumdzija 24, Sedlacek 19, Holt 11, Orduna 4; Federici (L). Calligaro, Brunetti, Beretta 1. Ne. Falgari, Ramirez Pita. All. Soli

Arbitri: Frapiccini Bruno, Luciani Ubaldo

Durata: 22′, 23′, 31′, 34’, 15’. Tot. 2h05’

NOTE

NBV Verona: battute vincenti 3, battute sbagliate 12, muri 5, errori 20, attacco 47%
Vero Volley Monza: battute vincenti 5, battute sbagliate 24, muri 14, errori 31, attacco 54%

Impianto: Agsm Forum di Verona

Spettatori: 250

MVP: Donovan Dzavoronok (Vero Volley Monza)

VERONA, 20 SETTEMBRE 2020 – Parte subito col piede giusto la stagione 2020-2021 della Vero Volley Monza. Con la vittoria per 3-2 firmata all’AGSM Forum di Verona contro la NBV Verona, la prima squadra maschile del Consorzio Vero Volley si qualifica ai quarti di finale della Del Monte® Coppa Italia. Prestazione maiuscola quella messa in campo dalla squadra di Soli nel secondo match della Pool A della competizione nazionale. I lombardi sono capaci di approcciare col turbo i primi due parziali, trainati da un gioco fluido e divertente. La ricezione e la difesa tengono il servizio e l’attacco scaligero, Holt mura con tempismo i tentativi dei padroni di casa e Sedlacek e Lagumdzija martellano con continuità. Sembra che i veneti siano in down, ed invece con Kaziyski e Boyer si galvanizzano andando a conquistare il terzo e quarto parziale con generosità. Monza però è brava a mantenersi lucida e a non sciupare le occasioni capitategli nel tie-break. Guidata da un incontenibile Dzavoronok (MVP finale con 29 punti, 3 ace ed il 62% in attacco), la squadra rossoblù si regala il successo ed il matematico passaggio del turno (la gara di mercoledì contro Milano metterà in palio il primo posto nel Girone A).

LE DICHIARAZIONI POST PARTITA
Santiago Orduna (Vero Volley Monza): “Da come era cominciata la gara ci aspettavamo di chiuderla in tre set e con i tre punti. Loro però nel roster hanno giocatori fortissimi e la resistenza che hanno fatto era da aspettarsela. Siamo stati molto bravi a tornare in partita nel quarto set e ad approcciare il tie-break con determinazione dopo aver subito una rimonta. Oggi siamo stati davvero in palla in attacco, sbagliando poco e non abbiamo mollato mai: queste sono state le chiavi che ci hanno regalato il passaggio ai quarti di finale e che saranno fondamentali durante tutta la stagione”.

LA CRONACA IN BREVE
PRIMO SET
Soli sceglie la formazione della prima stagionale: Orduna in diagonale con Lagumdzija, Dzavoronok e Sedlacek in banda, Holt e Galassi al centro, Federici libero. Subito break Vero Volley Monza con il velenoso turno al servizio di Dzavoronok (anche un ace per lui), 3-0. Palla out di Boyer, giocata di Lagumdzija e Stoytchev chiama time-out sul 7-3 per i lombardi. Asparuhov e Caneschi cercano di riavvicinare i veronesi (10-6), ma tre lampi di Lagumdzija intervallati da due muri di Holt (su Caneschi e Boyer) portano la Vero Volley sul 17-8. Boyer e Kaziyski firmano il break NBV (18-11) ma i monzesi continuano a macinare gioco e punti, allontanandosi con Dzavoronok e grazie alla palla out di Kaziyski, 20-11. Invasione di Verona dopo il punto di Sedlacek, poi Caneschi dal centro per i padroni di casa (22-13). Monza non sbaglia quasi nulla, sfrutta il vantaggio e chiude il primo gioco, 25-16, con Holt.

SECONDO SET
Jaeschke in campo al posto di Asparuhov per Verona e si parte in equilibrio (4-4). Nuovamente monzesi più lesti a firmare il break con due assoli di Sedlacek e una magia di Dzavoronok (7-4). Muro di Sedlacek su Boyer, poi giocata di Jaeschke a tenere in corsa Verona, ma Lagumdzija in evidenza a regalare il più cinque Monza (12-7) e costringere Stoytchev al time-out. Invasione del muro di Verona dopo la fiammata di Sedlacek, con Monza che continua a martellare con precisione,16-9. I padroni di casa si appoggiano all’ace di Kaziyski e al lampo centrale di Aguenier per provare a rincorrere, ma i monzesi sono davvero in giornata di grazia (muro di Orduna su Jaeschke), 20-12. Dentro Peslac per Spirito in regia tra i veronesi: ancora muro di Orduna su Jaeschke (23-13). Kaziyski a bersaglio per gli scaligeri ma Lagumdzija chiude il primo gioco per la Vero Volley, 25-15.

TERZO SET
Nuovo set e questa volta break di Verona con Kaziyski e l’errore di Holt (4-1). L’americano di Monza però si rifà prontamente, Sedlacek lo imita bene per due volte, Boyer sbaglia e Lagumdzija piazza l’ace: filotto di cinque punti degli ospiti e sorpasso, 6-4. Sedlacek a consolidare il break Vero Volley per due volte (9-7 e 11-8), ma Kaziyski mura Lagumdzija (11-9). La NBV infila tre punti consecutivi con Boyer e Kaziyski e passa avanti, 13-12, ma i monzesi non perdono lucidità e tornano in vantaggio con il primo tempo di Holt, 14-13 e Stoytchev chiama time-out. Alla ripresa del gioco ace di Lagumdzija, poi attacco centrale di Holt al quale risponde Jaeschke per Verona, ma i monzesi sono avanti con Dzavoronok (18-16). Caneschi tiene viva Verona (20-18), brava prima a piazzare la parità con Kaziyski e Boyer (20-20) e poi il sorpasso con il fallo di Galassi, 21-20 e Soli chiama time-out. Alla ripresa del gioco Verona sale d’intensità con Boyer, Beretta prende il posto di Galassi, ma gli scaligeri chiudono il gioco 25-22.

QUARTO SET
Si riparte con i sestetti iniziali del set precedente: Boyer e Caneschi piazzano il break Verona, 5-3. Boyer sale d’intensità in fase offensiva trainando i suoi (7-5), Dzavoronok risponde per i monzesi, accompagnandoli alla parità con due giocate importanti, 8-8. Mani fuori di Boyer e nuovo più due NBV Verona (10-8), capace di allungare con Kaziyski (12-9) e Soli chiama time-out. Dzavoronok inizia a pungere in attacco, ma Kaziyski gli risponde sia in attacco che al servizio (ace), 14-10. Sedlacek suona la carica dei lombardi in attacco e a muro, poi Beretta prende il posto di Galassi (14-12 Monza). Qualche errore in battuta per parte accompagna il gioco sul 17-15 per Verona, poi dentro Brunetti per Sedlacek. Dzavoronok martella bene, Kaziyski fa lo stesso ed è 19-16 NBV. Dzavoronok e Holt portano la Vero Volley a meno uno, 19-18, e Stoytchev chiama la pausa. Holt mura Boyer ed è 19-19, poi punto a punto fino al 26-26 (Dzavoronok e Lagumdzija annullano quattro set-point ai veneti), momento in cui il muro di Jaeschke su Lagumdzija regala il gioco i padroni di casa, 28-26.

TIE-BREAK
Beretta confermato al centro per Galassi tra le fila di Monza e Dzavoronok apre il quinto gioco con due ace consecutivi (2-0). Sedlacek e Dzavoronok martellano bene per i lombardi (4-2), capaci di chiudere in vantaggio al cambio di campo nonostante la reazione scaligera guidata da un super Kaziyski e Jaeschke, 8-6. Dentro anche Brunetti per Sedlacek a rinforzare la ricezione lombarda. Due assoli di Dzavoronok valgono il 10-6 Vero Volley ed il time-out NBV Verona. Finale tutto monzese con Orduna e Lagumdzija a regalare set, 15-8, e gara 3-2 alla squadra di Soli.

CLASSIFICA GIRONE A
Allianz Milano 6, Vero Volley Monza 5, NBV Verona 1, Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 0.

Formula della Del Monte® Coppa Italia
Partecipano le 12 formazioni iscritte al Campionato di SuperLega 2020/21. Le migliori 4 classificate della stagione 2019/20 (Cucine Lube Civitanova, Leo Shoes Modena, Sir Safety Conad Perugia e Itas Trentino) vanno direttamente ai Quarti di Finale. Le rimanenti 8 squadre sono divise in due gironi di 4 squadre ciascuno, formati secondo il criterio della serpentina, sulla base della classifica della stagione 2019/20. Queste otto squadre disputano un girone all’italiana con partite di sola andata per un totale di tre incontri per squadra (13, 20 e 23 settembre). Le due migliori di ogni girone disputano due partite in casa e una in trasferta. Le prime due squadre classificate di ciascun girone raggiungono le quattro già qualificate ai Quarti di Finale.

Ufficio Stampa

Print PDF

Cv Volley: battuta di inizio stagione

6 ore 39 min fa

Il Palazzetto di Tolfa torna ad ospitare le atlete della Cv Volley. Trasferta pomeridiana per le cv volline della Serie D, dell’under 17 e dell’under 15 eccellenza in occasione di un allenamento congiunto tenutosi sabato 19 settembre.
Presenti all’allenamento oltre alla Presidente Viviana Marozza, anche la Presidente del Tolfa Volley Barbara Pasquini e il Sindaco Luigi Landi, che ancora una volta hanno accolto la Cv Volley con grande ospitalità.
Il Sindaco Landi si è unito simbolicamente all’attività battendo il primo pallone della sessione di allenamento.
Ad affiancare le ragazze coach Cristiano Cesarini e Alessio Pignatelli, che sono molto soddisfatti delle prestazioni delle atlete.
Obiettivi ambiziosi e indirizzati verso la crescita delle competenze tattico-tecniche e soprattutto umane.
Il pomeriggio di sport si è concluso con un momento conviviale a Villa Poggio della Stella, location che aveva già ospitato la famiglia rosso nera durante il campo residenziale “Ripartiamo Insieme”.

“Si comincia a vedere il lavoro che stiamo svolgendo quotidianamente in palestra- ha affermato il direttore sportivo Cristiano Cesarini- Abbiamo avuto delle indicazioni importanti su alcuni interventi tecnici da inserire nel lavoro settimanale.”

A.S.D. Civitavecchia Volley
Sara Sansone
Addetto Stampa

Print PDF

Del Monte Coppa Italia la Top Volley Cisterna cede a Ravenna in tre set.

6 ore 41 min fa

Tubertini: «Abbiamo fatto molti errori, dobbiamo lavorare e crescere di ritmo»

CISTERNA DI LATINA – La Top Volley Cisterna non ripete la prestazione di Piacenza e cede in casa con il Consar Ravenna in tre set nel match valido per la seconda giornata degli ottavi di finale della Del Monte Coppa Italia. Alla luce di questo risultato la classifica del girone B vede Padova al primo posto con cinque punti, Ravenna al secondo con quattro, la Top Volley al terzo con tre e Piacenza ultima a zero. Quella con Ravenna è stata una sfida in cui i pontini non sono mai riusciti a restare avanti nel punteggio e hanno commesso parecchi errori che hanno agevolato la grande prestazione di Ravenna guidata da un ottimo Redwitz, votato a fine partita miglior giocatore in campo. «Non voglio che venga presa come una giustificazione ma è un po’ di tempo che non riusciamo a dare intensità all’allenamento per la mancanza di alcuni elementi, ma rispetto a Ravenna avevamo un ritmo di gioco inferiore, abbiamo fatto molti errori e non siamo riusciti a fare una cosa positiva – analizza coach Lorenzo Tubertini a fine match – Li temevo molto per la loro organizzazione difensiva, servono molto bene e hanno portato a casa molto di più di quello che mi aspettavo. Ora voglio stare tranquillo e analizzare molte cose e pensare che ci potremo riprovare e continuare a lavorare con quel ritmo di lavoro che eravamo riusciti a ottenere fino a una settimana prima della partita con Piacenza. Un lavoro da sviluppare in palestra che ci ha dato la possibilità di esprimerci a quei livelli. La battuta è stata estremamente fallosa, ci aspettavamo di brillare ancora di più e invece ci siamo caricati di errori dai quali non siamo riusciti a recuperare Gli avversari hanno giocato con il braccio libero e la partita s’è messa subito bene per loro».

Il palleggiatore brasiliano di Ravenna, Rafael Redwitz, è stato votato migliore in campo. «Dopo la partita che avevamo giocato a Padova volevamo fare passi avanti e fare una buona partita, sapevamo che la Top Volley può mettere in difficoltà con il suo livello di gioco e poi manca Sabbi, l’opposto titolare, è stata una bellissima partita per noi e con questi risultati ci sarà molta suspence nell’ultima partita del girone. Spero si possa tornare presto con il pubblico nei palazzetti, servirà un po’ di pazienza, ma io come Sottile sono qui per giocare e divertirci, questa volta è andato bene per noi in futuro si vedrà».

Senza Sabbi Tubertini schiera Sottile in palleggio in diagonale con Onwuelo, di banda Tillie e Randazzo, al centro Szwarc e Krick, con Cavaccini libero.

La Top Volley parte molto contratta e subisce Ravenna cedendo16-25 nel primo set con i pontini che vanno subito sotto 4-9, uno svantaggio che poi i padroni di casa provano a ricucire (11-12 e 13-16) ma Ravenna si stacca e sul 14-16 coach Tubertini manda in campo Cavuto al posto di Onwuelo, ma Ravenna continua a martellare con la battuta (tre ace nel primo parziale) e sul 15-22 sale a +7 trascinata da Pinali, Grozdanov e Recine (16 punti in tre), in chiusura è sempre Ravenna che si guadagna il set Point (16-24) e la chiusura è immediata con il 16-25 che sottolinea la migliore efficienza in attacco degli uomini di Bonitta (58% contro il 29%).

I pontini subiscono anche nella seconda frazione con il 23-25 che porta Ravenna avanti 0-2. Randazzo e compagni crescono in attacco (47%) e i ravennati mantengono il passo in questo fondamentale (56%). Tubertini rimanda in campo Onwuelo in posto due e la Top resta in scia a Ravenna (6-7, 8-9 e 10-12) ma Randazzo e i suoi non riescono mai a piazzare un break e sul 14-15 Tubertini alterna ancora Onwuelo con Cavuto. Sul 19-19 entra in campo il giovane Rossato (classe 2001) per Sottile, giusto il tempo del servizio ma una grande soddisfazione per il laterale pontino. Nel finale di set Cisterna è vicina 21-22, Bonitta sul meno uno chiama il time out e al ritorno in campo arriva la chiusura 23-25. Nel secondo set per la Top il miglior realizzatore è stato il centrale Szwarc (40%) mentre dall’altra parte della rete ha risposto Pinali con 6 punti e il 60% in attacco.

Nel terzo Ravenna completa l’opera e si prende la partita vincendo 20-25 al termine di 31 minuti di gioco in cui i pontini sono stati sempre sotto (4-6, 5-10) anche di otto lunghezze (8-16) ma Ravenna è riuscita a mantenere sempre il vantaggio anche a metà set (15-22) con i pontini che riescono a recuperare piazzando un mini break che porta i pontini dal 15-22 al 18-22, nel mezzo il time-out chiamato da Bonitta e l’errore di Szwarc che regala il 18-23 a Redwitz e compagni spianando di fatto la strada alla vittoria finale.

TOP VOLLEY CISTERNA – CONSAR RAVENNA 0-3
TOP VOLLEY CISTERNA: Cavuto 4, Cavaccini (lib.), Sottile 1, Tillie 8, Seganov ne, Rossato, Rossi 2, Onwuelo 9, Rondoni ne, Randazzo 9, Krick 3, Szwarc 5. All. Tubertini
CONSAR RAVENNA: Mengozzi 6, Giuliani ne, Loeppky 9, Redwitz 3, Stefani ne, Arasomwan, Recine 11, Zonca, Grozdanov 7, Batak, Kovacic (lib.), Pinali 16, Koppers 1, Pirazzoli. All. Bonitta
Arbitri: Zavater e Canessa (3° Mannarino)
Parziali: 16-25 (25’), 23-25 (31’), 20-25 (31’)
Note: Top Volley: ricezione 58% (33%), attacco 39%, ace 1 (err.batt.12), muri pt. 5; Ravenna: ricezione 47% (31%), attacco 49%, ace 4 (err.batt.13), muri pt. 4;

Giuseppe Baratta
communication manager of Top Volley Cisterna

Print PDF

A2F> Una doppia rimonta Sigel alla prima di campionato!

6 ore 44 min fa

Vincente è l’esordio nel 76° Campionato Nazionale di serie A2 per la squadra di Amadio impegnata oggi in Sardegna, al culmine di una partita avvincente, aperta a tutti i risultati. Fondamentalmente, una partita cui è regnata estrema incertezza fino all’avvento del tie-break. La vivacità e il mai perdersi d’animo della Sigel Marsala hanno inciso sull’esito finale nel match che la vedeva contrapposta alla Geovillage Hermaea Olbia, valevole come anticipo della 1^giornata nel girone “Ovest”. Le sigelline, da collettivo unito, hanno dato prova a Olbia di possedere valide contromisure atte a controbattere ad ogni risposta o reazione delle valenti avversarie di casa capitanate dall’ex bandiera e centrale della Nazionale Italiana, Jenny Barazza. Questa la progressione set registratesi al PalaAltoGusto del Geovillage: [25/22; 18/25; 25/27; 25/23; 10/15].

Starting-six: Emiliano Giandomenico, tecnico delle padroni di casa, propone questo sestetto nella prima uscita ufficiale: in palleggio Stocco, opposto Kohronen, Barazza e Angelini al centro, schiacciatrici Ghezzi e Joly, libero Caforio. Marsala risponde con le seguenti diagonali e Amadio si affida nel sestetto base alla statunitense Gillis: Demichelis/Soleti; Caruso/Parini; Pistolesi/Gillis, libero Vaccaro.

La cronaca:

Le galluresi nel set di avvio infatti si erano portate, momentaneamente, davanti nel computo dei set, essendosi conquistate e con non poche difficoltà, il gioco per 25-22 (con Marsala che nel finale si era portato a due lunghezze dalle biancoblu, 19-21). Nel secondo atto, la prima rimonta di marca Sigel che annulla il vantaggio iniziale di Olbia. Demichelis & Company, dopo primi scambi punto a punto, pigiano il piede sull’acceleratore (4-6, 8-12, 10-16, 15-21 i punteggi intermedi) e tengono a debita distanza la squadra allenata da Giandomenico. Il finale di secondo parziale si conclude per 18-25. Bellissimi ed emozionanti i restanti tre set. I set intermedi, terzo e quarto, giocati sul filo dell’equilibrio e col batticuore, ma conclusi con l’aggiudicazione di uno per parte. Con tanto di stravolgimenti, avendo le squadre fatto valere alcuni break e controbreak. Il terzo vede la Sigel avanti per 5-8 e mantenere i tre punti di distanza però sui passaggi del 13-16 (il diagonale vincente di Aurora Pistolesi) e del 17-21. La Sigel si imbatte in un finale sofferto, Olbia non lascia la presa sul match e si rifà sotto 20-21 e raggiunge il pari per la prima volta sul 22-22. Le biancoblu di casa hanno l’opportunità di affacciarsi davanti (23-22) e di completare la rimonta (24-23), la Sigel però porta all’esito dei vantaggi il parziale: (24-24). Olbia va avanti 25-24 e serve la palla per il set-point, ma la Sigel risponde immediatamente per il 25-25. Le due azioni seguenti premiano Marsala che fissano il punteggio sul 27-25. Arriviamo al quarto set con risvolti “noir” per come si è concluso, ma le squadre arrivano da pesanti carichi originati dal precampionato. La Sigel con il naso davanti tra inizio e metà di parziale (5-8, 6-10, 10-13), poi la Geovillage Hermaea si porta a -1: 13-14. La Sigel torna sul +3: 13-16. Non affronta un finale agevole la squadra di Amadio con Olbia che si dimostra solida in ricezione ed efficace a muro nello smorzare i palloni nei tentativi d’attacco ospiti: 19-21 e 21-21. Olbia con un doppio punto (23-21) si porta avanti e si aggiudica il set mediano per 25-23. Si gioca il quinto con una partenza decisa di Olbia che dalla linea del servizio fa male: 5-0. Poi la Sigel reagisce e si rende protagonista di un controbreak sostanziale di otto punti a due e così al cambio campo Marsala è avanti per 7-8. Non ci saranno ulteriori sorprese perchè la Sigel chiude per 10-15 il singolo set e l’incontro.

Tabellino. Geovillage Hermaea Olbia-Sigel Marsala: 2-3 [25/22; 18/25; 25/27; 25/23; 10/15]

Geovillage Hermaea Olbia: Stocco 3, Ghezzi 18, Barazza 1, Korhonen 26, Joly 23, Angelini 5, Caforio (L), Coulibaly. ne : Ciani, Poli, Zonta. All. Giandomenico.

Sigel Marsala: Gillis 20, Parini 7, Soleti 18, Pistolesi 25, Caruso 11, Demichelis 4, Vaccaro (L), Colombano, Mazzon. ne: Nonnati, Caserta, Mistretta (L)

Arbitri: Stefano Nava di Monza e Michele Marconi di Pavia

Daris Amadio, allenatore della Sigel Marsala, contento per il primo acuto di stagione, analizza la partita delle sue azzurre:

“Nel primo set ci abbiamo messo tempo a carburare per via dell’emozione e della tensione del momento. Decisamente meglio nel secondo set e terzo dove ho visto buone soluzioni, uscite interessanti e gioco godibile da parte delle mie ragazze. Siamo stati bravi a non scomporci emotivamente ai vantaggi del terzo set. Nel quarto, perso da noi, ci è mancata quel poco in più di aggressività con Olbia, a cui vanno i miei complimenti, che era ed è rimasta in carreggiata con la loro ricezione e attacco che ha fatto bene. Un pò sull’onda di come si era concluso il set precedente nel quinto, dopo avere subito un break pesante quasi da spettatori passivi, devo dare atto alla mia squadra che, nonostante il black/out, ha saputo risollevarsi grazie all’episodio risolutorio di un punto di Adelaide (Soleti, ndr) che ci ha caricato e aperto la strada a diversi punti in sequenza e al nostro successo. Per ritmi che non possono essere altissimi e per espressione di gioco ho assistito a una tipica partita da prima di campionato”

Si rinnova quindi l’appuntamento con la vittoria alla prima giornata per la Sigel (cosa che è successa nelle ultime tre edizioni di serie A2) e che oggi in Sardegna è stata onorata della presenza del presidente Massimo Alloro. Adesso, è in arrivo la settimana più emozionante dall’arrivo delle nostre atlete in città. Infatti, si avvicina con passi da gigante il giorno della presentazione della Prima Squadra alla città di Marsala. Un appuntamento annuale pieno di emozione per tutte le parti in causa e che avverrà venerdì 25 settembre alle ore 18:00 al Museo Archeologico (Nave Punica) nel rispetto scrupoloso di tutte le procedure anti-contagio e prevenzione dalla Sars-Cov2. Evento aperto ma con limitazioni di posti per le misure anti-assembramento. Per quanto riguarda gli affari di campo, domenica 27 esordio al PalaBellina ospitando una delle “big” del girone: Acqua&Sapone Roma Volley Club di capitan Valeria Papa ed allenata da coach Luca Cristofani (ex Volleyrò CdPazzi Roma e Savino del Bene Scandicci).

Serie A2 femminile girone “Ovest”. 1^Giornata
Acqua & Sapone Roma Volley Club 3; Club Italia Crai 3; Barricalla Cus Torino 2; Sigel Marsala 2; Green Warriors Sassuolo 2; Futura Volley Giovani Busto Arsizio 1; Geovillage Hermaea Olbia 1; Lpm Bam Mondovi’ 1; Exacer Montale 0; Eurospin Ford Sara Pinerolo 0.

Legenda: [in grassetto Sigel Marsala]

Emanuele Giacalone

——————————————————–

UFFICIO STAMPA SIGEL MARSALA VOLLEY

Print PDF

Supercoppa> Una Cucine Lube Civitanova dal grande cuore supera Trento al golden set

6 ore 47 min fa

Una Cucine Lube da urlo all’esordio stagionale all’Eurosuole Forum di Civitanova Marche, davanti a 529 spettatori. Nella semifinale di ritorno della Del Monte Supercoppa 2020 la squadra di Ferdinando De Giorgi batte l’Itas Trento al tie break (25-18, 22-25, 25-19, 20-25, 15-11), pareggiando la sconfitta rimediata sette giorni fa in trasferta, e si aggiudica poi il decisivo golden set (15-12) staccando dunque il biglietto per la finale che venerdì sera all’AGSM Forum di Verona assegnerà il primo trofeo della nuova stagione agonistica.

Nella città scaligera i campioni del mondo, oggi trascinati da un super Robertlandy Simon (Mvp e autore di 18 punti, con 5 ace, 4 muri e il 64% di efficacia sui primi tempi), se la dovranno vedere con la Sir Safety Perugia.

La partita

Biancorossi senza Diamantini, out per un problema ad un occhio, dopo una pallonata ricevuta in allenamento, che sarà valutato nella giornata di domani. Il parziale di apertura è un dominio dei padroni di casa, che prendono subito le misure a Nimir con il muro, ma soprattutto pigiano sull’acceleratore dai nove metri, con Simon nel ruolo di primo pilota. Il primo turno in battuta del cubano (3 servizi vincenti) regala alla Cucine Lube il 7-4, vantaggio che si consoliderà grazie ai successivi ace di De Cecco e Rychlicki, ed al cambio palla puntuale come un orologio svizzero (67% in attacco con Juantorena top scorer a 5 punti), i cui ingranaggi sono mossi a dovere del neo regista De Cecco. Trento, in campo con il medesimo sestetto dell’andata (Lucarelli è in panca, Lisinac in tribuna), si arrende definitivamente a quota 18, dopo un servizio errato dell’ex Marko Podrascanin.

Decisamente più equilibrato il secondo set nel quale Trento, che attacca col 59% di efficacia contro il 33% dei cucinieri (Nimir al 75% con 7 punti), sorpassa i campioni del mondo proprio al rush finale (da 17-20 a 23-21) con uno strepitoso turno al servizio del giovane Alessandro Michieletto, sul quale l’altro ex di turno, Dick Kooy, riesce con costanza a trovare soluzioni vincenti per la fase di contrattacco. L’ultimo punto è ancora di Podrascanin, che stavolta fissa il 25-22 per i suoi.

Il terzo parziale è pressoché la fotopia del primo, con i marchigiani che prendono il largo in avvio appoggiandosi sull’efficacia del muro (15-11, 4 i blocchi vincenti), ed il servizio di Robertlandy Simon (4 ace) a spegnere ogni speranza di rimonta da parte degli uomini di Lorenzetti, che sul 12-16 fa esordire nel campionato italiano anche Lucarelli, per la battuta. Il centralone cubano della Lube firma rispettivamente il 23-19 e 24-19 dai nove metri, il pallone che chiude il set (25-19) lo metterà invece a terra Rychlicki (75% in attacco per lui), bocca di fuoco di una diagonale con De Cecco già ben affiatata.

Il quarto set è un vero e proprio monologo di Trento (10-16), che sale di livello in tutti i fondamentali, al cospetto di una Cucine Lube che vede svanire il sostegno della battuta, e fatica oltremodo anche a trovare soluzioni positive in attacco, pure pescando dalla panchina (spazio a Yant e anche Hadrava, utilizzato con costanza nel doppio cambio). Finisce 20-25, con un servizio in rete di Simon.

Nel tie break sono due ace di Rychlicki e un muro di Simon a mettere la situazione sul binario di casa (7-3). Chiuderà proprio il centralone cubano sul 15-11, portando la semifinale al golden set.

Che si decide con un muro vincente di Juantorena su Nimir: Cucine Lube sul 14-12, e match point subito trasformato da un errore in attacco di Michieletto.

Il tabellino

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Kovar, Marchisio (L) n.e., Juantorena 16, Balaso (L), Leal 19, Larizza n.e., Rychlicki 13, Simon 18, De Cecco 2, Anzani 9, Falaschi, Hadrava , Yant. All. De Giorgi.

ITAS TRENTINO: Cortesia 7, Argenta, Michieletto 13, Sperotto, Rossini (L), Lucarelli 1, Giannelli 9, Kooy 22, Acuti n.e., Bonatesta (L) n.e., Abdel Aziz 22, Sosa Sierra, Podrascanin 7, De Angelis. All. Lorenzetti.

ARBITRI: Cesare (RM) – Vagni (PG).

PARZIALI: 25-18 (23’), 22-25 (31’), 25-19 (26’), 20-25 (25’), 15-11 (19’). Golden set: 15-12 (17’).

Robertlandy Simon: “Ce l’abbiamo messa tutta e ora andiamo a Verona a dare il massimo. Stasera è stata molto dura, Trento ha dimostrato di essere in grande forma, non ha mollato una palla: il campionato italiano è bellissimo anche per questo. Ma stasera ce l’abbiamo fatta noi. Abbiamo lavorato bene tutta la settimana per farci trovare pronti stasera: ora abbiamo cinque giorni per preparare bene la finale di Supercoppa dove ci aspetta Perugia”.

Osmany Juantorena: “Una vittoria di cuore, di anima, di voglia di vincere. Il golden set è stato tiratissimo fino alla fine, dobbiamo essere orgogliosi di cosa abbiamo fatto stasera. In Finale c’è ancora Perugia? Ormai sta diventando un classico, sicuramente sarà una battaglia ma ora ci siamo e ci faremo trovare carichi per l’appuntamento”.

Fefè De Giorgi: “Dopo il quarto set la squadra ha ritrovato intensità e ritmo, giocando punto su punto senza avere sbalzi dal punto di vista tecnico o caratteriale. Con Trento sono state due grandi battaglie, oggi ci sono voluti sei set: sono importanti anche per la nostra crescita, per metterci alla prova in nuove situazioni. Siamo contentissimi di andarci a giocare questa Supercoppa, dopo il lunedì di riposo proseguiremo il nostro lavoro con l’obiettivo sul match di venerdì sera”.

UFFICIO STAMPA A.S. Volley Lube
ufficiostampa@lubevolley.it

Print PDF

Supercoppa> Modena vince, ma à Perugia che stacca il pass per la finale

6 ore 50 min fa

Partita durissima e di grande sofferenza al PalaPanini. I padroni di casa scappano 2-0, poi la remuntada bianconera guidata dall’Mvp Leon e Plotnytskyi. Proprio il caraibico chiude il pallone del 2-2 che manda Perugia alla finale della Del Monte®Supercoppa di venerdì sera. Il tie break, con entrambe le squadre rimaneggiate, è dei padroni di casa -

PERUGIA – Mai sconfitta fu più dolce!
La Sir Safety Conad Perugia esce battuta al tie break dal PalaPanini di Modena nella semifinale di ritorno della Del Monte®Supercoppa ma, in virtù proprio dei due set conquistati e del risultato del match d’andata, si prende il biglietto per la finalissima di Verona dove venerdì sera, alle ore 21:30 e diretta tv su Raidue, affronterà ancora una volta la Cucine Lube Civitanova che, nell’altra semifinale, ha avuto la meglio al Golden Set sull’Itas Trentino.
Grande sofferenza e grande prova di carattere stasera per i Block Devils capaci di risalire dopo i primi due parziali vinti con merito e con un bel gioco dalla formazione di coach Giani. Ma, con lo spettro del Golden Set a farsi minaccioso, i ragazzi di Heynen si scuotono, cominciano a tessere le proprie trame di gioco, a lavorare con qualità nella correlazione muro-difesa ed a trovare soluzioni importanti e vincenti con i propri attaccanti.
Il terzo set è tutto di marca bianconera, il quarto, quello decisivo, è un vero stillicidio di energie fisiche e nervose. Perugia resta attaccata a Modena, tiene botta ai vantaggi, annullando due match point, poi mette la freccia. Leon chiude il pallone del 26-28 e sigilla la finale. Nel tie break, ormai ininfluente per il passaggio del turno e con entrambe le squadre rimaneggiate, Modena si impone 15-12.
In un match sempre sul filo, Perugia fa la voce grossa dai nove metri con 7 ace ed a conti fatti trova percentuali maggiori nei propri contrattacchi, aspetto che cambia dal terzo set in poi la storia della partita. Leon, Mvp di stasera, ne mette 21 col 52% e con 4 ace, doppia cifra anche per Solè (85% in primo tempo), Vernon-Evans e Plotnytskyi tutti con 12 punti. Travica e Colaci danno serenità tengono unito il gruppo nei momenti di difficoltà usando tutta la loro esperienza, Ricci chiude con 6 punti ma trova, nel finale caldissimo di quarto set, un fondamentale muro vincente su Stankovic che cambia totalmente l’inerzia.
Sarà dunque finale per i Block Devils. Parte l’attesa per venerdì, parte l’attesa per l’ennesima sfida con Civitanova, parte il conto alla rovescia per l’assegnazione del primo trofeo stagionale. E Perugia c’è!

IL MATCH

Parte meglio Modena spinta da un positivo Petric (8-5). Pallonetto a segno di Stankovic (10-6). Il muro di Ricci dimezza (11-9). Due ace di Leon pareggiano (12-12). Contrattacco vincente di Leon e Perugia va avanti (15-16). Il primo tempo di Mazzone capovolge (19-18). Ancora Mazzone a muro (21-19). Stankovic porta i suoi a +3 (23-20). È il break decisivo con l’errore al servizio di Vernon-Evans che manda le squadre al cambio di campo con Modena avanti (25-22).
È ancora la squadra di casa a partire meglio nel secondo parziale con Lavia che gioca bene sulle mani del muro (6-4). L’ace di Solè impatta (8-8), Petric ristabilisce subito (10-8). La pipe di Lavia mantiene invariate le distanze (13-11). Ace di Mazzone (15-12). Il muro di Modena ferma Leon (19-14). Perugia prova a rientrare con il turno al serivizo di Zimmermann (21-19), ma Mazzone e l’ace di Petric portano i padroni di casa al set point (24-19). L’errore al servizio di Vernon chiude (25-20).
L’ace di Leon apre la terza frazione (3-4). Il muro di Vernon-Evans (3-5). Altro muro del canadese, poi bordata di Leon da posto sei (4-8). Altri due, stavolta di Plotnytskyi (4-10). Mette anche l’ace il martello ucraino (6-13). Un paio di errori nella metà campo bianconera rimettono in posta Modena (12-15). Grande colpo di Plotnytskyi, poi Solè (13-19). Due errori in attacco di Modena (13-21). Ace di Ricci (13-23). Chiude Solè (14-25).
È subito 3-0 Modena con due muri vincenti. Perugia rientra con un ace imprendibile di Leon (6-6). Mazzone riporta a +2 i suoi (8-6). Leon tiene Perugia a contatto (11-10), poi attacco out (13-10). Perugia non sfrutta un paio di occasioni ed il divario resta immutato (16-13). Ricci ferma a muro Stankovic dopo uno scambio lunghissimo (19-18). Leon in contrattacco e parità (20-20). Plotnytskyi tiene in vita Perugia (23-24). Punto di Lavia (24-23). Out Christenson, si va ai vantaggi (24-24). Out anche Plotnytskyi (25-24). Leon (25-25). Muro di Ricci (25-26). Invasione di Perugia (26-26). Out Stankovic (26-27). Leon chiude lo smash, Perugia va a Verona (26-28).
Ad obiettivo raggiunto, Heynen ruota gli effettivi inserendo Sossenheimer, Zimmermann, Biglino e Piccinelli. Il primo tempo di Ricci porta avanti i suoi (4-5). Sossenheimer chiude la parallela (5-7). Con Porro al servizio (un ace) si torna in parità (9-9). Attacco out di Vernon-Evans (13-11). Muro di Mazzone, match point Modena (14-11). Chiude il muro di Estrada Mazorra (15-12).

IL TABELLINO

LEO SHOES MODENA – SIR SAFETY CONAD PERUGIA 3-2
Parziali: 25-22, 25-20, 14-25, 26-28, 15-12
LEO SHOES MODENA: Christenson, Karlitzek 9, Stankovic 11, Mazzone 12, Petric 15, Lavia 11, Grebennikov (libero), Vettori 4, Porro 1, Rinaldi 1, Bossi 3, Estrada Mazorra 1. N.e.: Iannelli (libero), Sanguinetti. All. Giani, vice all. Carotti.
SIR SAFETY CONAD PERUGIA: Travica, Vernon-Evans 12, Ricci 6, Solè 12, Leon 21, Plotnytskyi 12, Colaci (libero), Ter Horst 3, Piccinelli, Sossenheimer 1, Biglino. N.e.: Atanasijevic, Russo. All. Heynen, vice all Fontana.
Arbitri: Luca Sobrero – Andrea Pozzato
LE CIFRE – MODENA: 28 b.s., 4 ace, 49% ric. pos., 32% ric. prf., 44% att., 11 muri. PERUGIA: 23 b.s., 7 ace, 46% ric. pos., 16% ric. prf., 43% att., 8 muri.

UFFICIO STAMPA SIR SAFETY CONAD PERUGIA

Print PDF

Serie A1 Femminile: l’Imoco esordisce al PalaVerde con il 3-1 sulla VBC èpiù.

6 ore 56 min fa

Vittorie esterne per Bosca S.Bernardo e Savino Del Bene. Delta Despar, che debutto!

foto Alessio Marchi

Due vittorie interne e due esterne completano il quadro della 1^ giornata del Campionato di Serie A1 Femminile. Dopo i successi di Reale Mutua Fenera Chieri e Saugella Monza negli anticipi del sabato, parte con il piede giusto anche l’Imoco Volley Conegliano, che al PalaVerde si fa sorprendere dall’inizio spavaldo della VBC èpiù Casalmaggiore e poi alza i ritmi imponendosi per 3-1 con 25 punti di Egonu e un fantastico 87% offensivo di Fahr, in sestetto in luogo di Folie, che ha effettuato un intervento programmato al ginocchio destro e rientrerà ad ottobre dopo il periodo di rieducazione. Tra le rosa, ottimo esordio della brasiliana Montibeller, autrice di 20 punti.

L’altro successo casalingo porta la firma della Delta Despar Trentino, che al debutto assoluto in Serie A1 si regala una serata da ricordare: 3-0 alla Banca Valsabbina Millenium Brescia davanti ai 154 spettatori del Sanbàpolis. Piani, D’Odorico e Melli, il trio di palla alta che già l’anno scorso aveva fatto faville, mettono insieme 40 punti in tre set e piegano le lombarde, prive dell’infortunata Nicoletti e con una buona Angelina, ultima ad arrendersi con 16 punti.

Le due affermazioni esterne portano la firma di Bosca S.Bernardo Cuneo e Savino Del Bene Scandicci. Le gatte di Andrea Pistola hanno la meglio al Nelson Mandela Forum contro Il Bisonte Firenze al termine di una sfida combattuta, in cui sono brave a mantenere sempre la testa sul match, recuperando da 14-17 nel terzo e addirittura 11-17 nel quarto. Trascinatrice l’ex Degradi, autrice di 20 punti, mentre top scorer è l’opposta di casa Enweonwu (26).

Le toscane di Massimo Barbolini, infine, superano la Zanetti Bergamo dopo essere state in svantaggio per 2-1. Contro le coriacee rossoblù, che presentano nello starting six le due portoricane Valentin ed Enright e a partita in corso la statunitense Lanier, oppongono una incontenibile Stysiak (33 punti con il 51% in attacco) e la profondità di un roster di qualità, con Carocci e Markovic dall’inizio per Merlo e Pietrini e Lucia Bosetti a dare equilibrio alla seconda linea.

Le cronache delle gare della 1^ giornata nella sezione ‘I RISULTATI’.

LVF TV
Tutte le partite di Serie A1 in diretta e in modalità on demand sono su LVF TV, la web-tv della Lega Pallavolo Serie A Femminile. Highlights, interviste e contenuti speciali quando e dove vuoi. Registrati subito su LVF TV!

LIVESCORE
I risultati e le statistiche in tempo reale di tutte le gare di Serie A Femminile sono disponibili sull’homepage del sito ufficiale della Lega Pallavolo Serie A Femminile (www.legavolleyfemminile.it). I Campionati di Serie A1 e Serie A2 e tutti gli eventi della stagione 2020-21 si possono seguire in qualsiasi momento grazie all’App Livescore Lega Volley Femminile, compatibile con sistemi iOS e Android e scaricabile gratuitamente su Apple Store e Google Play Store.

SERIE A1 FEMMINILE
I RISULTATI DELLA 1^ GIORNATA
Sabato 19 settembre, ore 20.00 (diretta LVF TV)
Bartoccini Fortinfissi Perugia – Reale Mutua Fenera Chieri 0-3 (22-25, 18-25, 20-25)
Sabato 19 settembre, ore 20.30 (diretta Rai Sport HD)
Saugella Monza – Unet E-Work Busto Arsizio 3-1 (25-13, 25-22, 21-25, 25-22)
Domenica 20 settembre, ore 16.00 (diretta LVF TV)
Il Bisonte Firenze – Bosca S. Bernardo Cuneo 1-3 (23-25, 25-23, 21-25, 21-25)
Domenica 20 settembre, ore 17.00 (diretta LVF TV)
Imoco Volley Conegliano – VBC èpiù Casalmaggiore 3-1 (23-25, 25-12, 25-15, 25-19)
Zanetti Bergamo – Savino Del Bene Scandicci 2-3 (23-25, 25-22, 25-19, 21-25, 6-15)
Domenica 20 settembre, ore 18.00 (diretta LVF TV)
Delta Despar Trentino – Banca Valsabbina Millenium Brescia 3-0 (25-18, 26-24, 25-19)
Riposa: Igor Gorgonzola Novara

LA CLASSIFICA
Reale Mutua Fenera Chieri 3; Delta Despar Trentino 3; Imoco Volley Conegliano 3; Saugella Monza 3; Bosca S.Bernardo Cuneo 3; Savino Del Bene Scandicci 2; Zanetti Bergamo 1; Igor Gorgonzola Novara* 0; Il Bisonte Firenze 0; Unet E-Work Busto Arsizio 0; Vbc èpiù Casalmaggiore 0; Banca Valsabbina Millenium Brescia 0; Bartoccini Fortinfissi Perugia 0.
* una partita in meno

I TABELLINI
IMOCO VOLLEY CONEGLIANO – VBC E’PIU’ CASALMAGGIORE 3-1 (23-25 25-12 25-15 25-19) – IMOCO VOLLEY CONEGLIANO: Sylla 13, Fahr 14, Egonu 25, Adams 18, De Kruijf 9, Wolosz 1, De Gennaro (L), Caravello, Gennari. Non entrate: Omoruyi, Butigan, Gicquel. All. Santarelli. VBC E’PIU’ CASALMAGGIORE: Partenio 3, Melandri 2, Montibeller 20, Vasileva 11, Stufi 5, Bonciani 1, Sirressi (L), Bajema 1, Ciarrocchi 1, Kosareva, Vanzurova. All. Parisi. ARBITRI: Giardini, Mattei. NOTE – Durata set: 27′, 21′, 24′, 25′; Tot: 97′.

SAUGELLA MONZA – UNET E-WORK BUSTO ARSIZIO 3-1 (25-13 25-22 21-25 25-22) – SAUGELLA MONZA: Van Hecke 20, Orthmann 17, Heyrman 17, Orro 3, Meijners 10, Danesi 9, Parrocchiale (L), Squarcini, Davyskiba, Begic. Non entrate: Carraro, Obossa, Negretti. All. Gaspari. UNET E-WORK BUSTO ARSIZIO: Piccinini 1, Olivotto 1, Mingardi 23, Gennari 16, Stevanovic 9, Bonelli 1, Leonardi (L), Gray 5, Herrera Blanco. Non entrate: Bulovic, Poulter, Escamilla, Cucco. All. Fenoglio. ARBITRI: Bassan, Piperata. NOTE – Durata set: 21′, 28′, 33′, 29′; Tot: 111′.

ZANETTI BERGAMO – SAVINO DEL BENE SCANDICCI 2-3 (23-25 25-22 25-19 21-25 6-15) – ZANETTI BERGAMO: Valentin 3, Enright 10, Moretto 11, Luketic 18, Loda 14, Dumancic 9, Fersino (L), Lanier 6, Marcon, Prandi. Non entrate: Faraone, Mio Bertolo. All. Turino. SAVINO DEL BENE SCANDICCI: Camera 1, Courtney 11, Popovic 6, Stysiak 33, Markovic 10, Lubian 13, Carocci (L), Bosetti 2, Drewniok. Non entrate: Pietrini, Samadan, Malinov, Cecconello, Merlo. All. Barbolini. ARBITRI: Cerra, Selmi. NOTE – Durata set: 33′, 30′, 25′, 27′, 14′; Tot: 129′.

IL BISONTE FIRENZE – BOSCA S.BERNARDO CUNEO 1-3 (23-25 25-23 21-25 21-25) – IL BISONTE FIRENZE: Guerra 14, Alberti 4, Enweonwu 26, Van Gestel 10, Belien 11, Cambi 3, Venturi (L), Panetoni, Lazic, Nwakalor, Kone, Hashimoto. All. Mencarelli. BOSCA S.BERNARDO CUNEO: Ungureanu 9, Strantzali 14, Candi 11, Signorile 2, Degradi 20, Zakchaiou 12, Zannoni (L), Giovannini 4, Fava 1, Turco. Non entrate: Gay, Bici. All. Pistola. ARBITRI: Rossi, Carcione. NOTE – Durata set: 30′, 29′, 28′, 31′; Tot: 118′.

BARTOCCINI FORTINFISSI PERUGIA – REALE MUTUA FENERA CHIERI 0-3 (22-25 18-25 20-25) – BARTOCCINI FORTINFISSI PERUGIA: Mlinar 9, Koolhaas 2, Ortolani 6, Angeloni 9, Aelbrecht 4, Di Iulio 2, Rumori (L), Casillo 4, Havelkova 4, Agrifoglio 2, Cecchetto (L). Non entrate: Scarabottini, Carcaces. All. Bovari. REALE MUTUA FENERA CHIERI: Villani 16, Mazzaro 6, Grobelna 12, Perinelli 8, Zambelli 7, Bosio 3, De Bortoli (L), Frantti 3, Laak 1, Alhassan, Mayer. Non entrate: Marengo, Gibertini, Meijers. All. Bregoli. ARBITRI: Verrascina, Grassia. NOTE – Durata set: 25′, 24′, 24′; Tot: 73′.

DELTA DESPAR TRENTINO – BANCA VALSABBINA MILLENIUM BRESCIA 3-0 (25-18 26-24 25-19) – DELTA DESPAR TRENTINO: D’Odorico 13, Furlan 7, Piani 15, Melli 12, Fondriest 3, Cumino, Moro (L), Ricci 1, Bisio, Pizzolato, Trevisan. Non entrate: Marcone. All. Bertini. BANCA VALSABBINA MILLENIUM BRESCIA: Jasper 8, Veglia 1, Decortes 14, Angelina 16, Berti 4, Bechis, Parlangeli (L), Cvetnic, Botezat, Pericati. Non entrate: Biganzoli, Sala, Bridi, Nicoletti. All. Mazzola. ARBITRI: Prati, Sessolo. NOTE – Spettatori: 154, Durata set: 26′, 35′, 29′; Tot: 90′.

IL PROSSIMO TURNO
Sabato 26 settembre, ore 20.30 (diretta Rai Sport HD)
VBC èpiù Casalmaggiore – Delta Despar Trentino
Domenica 27 settembre, ore 16.00 (diretta LVF TV)
Unet E-Work Busto Arsizio – Imoco Volley Conegliano
Domenica 27 settembre, ore 17.00 (diretta LVF TV)
Savino Del Bene Scandicci – Bartoccini Fortinfissi Perugia
Bosca S.Bernardo Cuneo – Saugella Monza
Banca Valsabbina Millenium Brescia – Il Bisonte Firenze
Domenica 27 settembre, ore 18.00 (diretta LVF TV)
Igor Gorgonzola Novara – Zanetti Bergamo
Riposa: Reale Mutua Fenera Chieri

Print PDF

A2M> La prima uscita di questa Pre-Season va alla SIECO.

Dom, 20/09/2020 - 14:46

Fano (A3) battuta al Tie-Break

Sabato 19 settembre ha visto l’esordio in campo, seppur in allenamento
congiunto della nuova Sieco Service Impavida Ortona. Gli impavidi hanno
incontrato la Vigilar Fano (Serie A3 CredemBanca) sul campo neutro di
San Benedetto Del Tronto.

Si scaldano i motori, ancora un po’ imballati dai carichi di lavoro
quando si è in pratica a metà strada tra l’inizio degli allenamenti e la
prima di campionato. La SIECO parte forte con quello che dovrebbe essere
il sestetto base: Pedron in regia e Cantagalli opposto, Capitan Simoni e
Menicali al centro, Marinelli e Shavrak schiacciatori con Toscani nel
ruolo di libero.

Sebbene si tratti soltanto di un allenamento congiunto i ritmi sono già
alti e la SIECO deve lottare duro per avere la meglio dei propri
avversari. Gli abruzzesi vanno in vantaggio per due set a zero e i
parziali alti (25-22 / 25-20) dimostra tutto l’agonismo messo in campo
dalle due formazioni.

È la volta di cercare nuove soluzioni e tra gli impavidi trovano spazio
Dario Carelli e Felice Sette, rispettivamente per Cantagalli e Shavrak.
Gireranno molto, invece, i tre centrali così anche Fabi entra nei
meccanismi di gioco.

La stanchezza comincia a farsi sentire dalla sponda ortonese del gioco,
così la SIECO cala di intensità, a differenza dei colleghi fanesi, che
continuano a macinare gioco. La Vigilar prende in mano il pallino del
gioco dopo averla spuntata al fotofinish nel terzo set, che termina
23-25. Il quarto è solo una formalità per i marchigiani che vincono per
16-25 con una Sieco che tira il fiato.

Al rientro per il tie-break torna in campo anche la Sieco che sembra non
aver difficoltà a portare a casa il risultato. I ragazzi di Fano però
non sono proprio d’accordo e riescono a rosicchiare punti su punti
nell’ultimissima parte di gara, recuperando uno svantaggio che sul 12-9
per gli ortonesi, sembrava ormai fatale. Set ed incontro andranno invece
per le lunghe e i ragazzi di coach Lanci dovranno sudare fino al 16-14
per aggiudicarsi la prima uscita di questa pre-season.

«Come tutte le gare di pre-campionato è stata una gara strana.» Sostiene
Coach Nunzio Lanci. «La fase attuale della preparazione atletica ci
porta a pagare alla lunga perdendo di brillantezza. Questi sono giorni
importanti, oltre che per migliorare la condizione atletica, anche per
trovare le meccaniche e le intese di gioco»

Sieco Impavida Ortona – Vigilar Fano 3-2 (25-22 / 25-20 / 23-25 / 16-25
/ 16-14). Allenamento congiunto sul campo neutro di San Benedetto Del
Tronto.

Sieco Ortona: Fabi 4, Simoni 5, Pesare (L), Rovetto, Pedron 4, Toscani
(L), Del Frà, Cantagalli 8, Shavrak 4, Carelli 6, Marinelli 8, Sette 12,
Menicali 8.

Vigilar Fano: Silvestrelli 11, Cecato 1, Tallone 12, Lucconi 12, Roberti
11, Bertolucci 9, Ferraro 4, Durazzi 3, Cesarini (L), Ulisse, Mazzanti
5, Ruiz.

Errori al Servizio: Ortona 24, Fano 24.
Aces: Ortona 2, Fano 9.
Muri punto: Ortona 7, Fano 8.
Durata Incontro: 1h 37. (22’, 22’, 20’, 17, 16).


Ufficio Stampa Sieco Service Impavida Ortona

Print PDF

A2M> Altro 2-2 tra il Pool Libertas Cantù e la Conad Reggio Emilia

Dom, 20/09/2020 - 14:40

Finisce in parità anche il secondo allenamento congiunto tra il Pool Libertas Cantù e la Conad Reggio Emilia, questa volta disputato al PalaFrancescucci di Casnate con Bernate, la nuova “casa” dei canturini.

Anche questa volta Coach Matteo Battocchio ha ruotato tutti gli uomini a sua disposizione. Luca Butti e Romolo Mariano si confermano garanzie in ricezione (rispettivamente il 46% e il 50% di perfetta), ma in questo fonamentale il migliore è Alessandro Galliani con il 53% di perfetta. Top scorer è sempre Matheus Motzo (10 punti per lui), seguito a ruota da Alessandro Gianotti (9 punti, con ben 4 muri sui 15 di squadra).

Primo set con il Pool Libertas che scappa subito avanti (17-10), per poi gestire il vantaggio fino al 25-15 finale. Secondo set con strappi (11-7) e contro-strappi (17-20), che si risolve ai vantaggi in favore della Conad (24-26). Nel terzo set la Conad prova a scappare fin dall’inizio (3-5, 7-10), per poi venire agganciata a quota 12 e superata nel finale (19-16). Chiude il Pool Libertas con il minimo scarto (25-23). Quarto set con i reggiani che prendono subito 3 punti di vantaggio (3-6), per poi mantenerli fino alla fine (21-25)

“Oggi era il primo allenamento della stagione in cui eravamo presenti tutti – commenta Coach Matteo Battocchio –, e questo per noi è già un miglioramento. E’ stato bello vederli girare tutti e 14. Abbiamo fatto le cose molto bene, e sono contento per i ragazzi: stanno lavorando molto duramente e se lo meritano tutto. Siamo stati fortunati in un paio di situazioni, ma dobbiamo imparare ad essere un po’ più ‘cattivi’ in alcuni episodi, e capire meglio alcuni momenti della gara che in questo momento sono una sorta di handicap per noi”.

“Adesso ci godiamo questo giorno di riposo – conclude –, per poi martedì affrontare la Agnelli Tipiesse Bergamo. La considero una delle squadre più forti di questo campionato, e per noi sarà sicuramente utile confrontarci con loro per vedere a che punto siamo rispetto alla vetta della classifica, nonostante ritengo anche la Conad Reggio Emilia capace di fare una stagione di vertice. Poi giocheremo sabato contro la Gamma Chimica Brugherio. Però in questo momento non è tanto importante il risultato, quanto il capire a che punto siamo soprattutto per quanto riguarda la nostra metà del campo”.

Photo credit: Patrizia Tettamanti

Francesca Molteni – Ufficio Stampa Libertas Brianza ufficiostampa@libertasbrianza.it

Print PDF

Serie A1 Femminile: la Saugella si prende il derby, 3-1 sulla UYBA!

Dom, 20/09/2020 - 14:26

la Reale Mutua espugna il PalaBarton in tre set. Domenica tutte le sfide su LVF TV

E’ ufficialmente ricominciato il campionato di pallavolo femminile più bello del mondo, la Serie A1 femminile, e l’attesa lontano dal taraflex rosa non ha deluso le aspettative, con due bellissime sfide il sabato sera ad aprire le danze.

All’ Arena di Monza, le padroni di casa della Saugella Monza si prendono il primo derby della stagione, superando per 3-1 le farfalle della Unet e-Work Busto Arsizio. Dopo i primi due parziali vinti agevolmente per le padroni di casa, le bustocche riaprono la contesa nella terza frazione, riuscendo a combattere punto su punto e poi allungando nell’ultima parte del parziale, nonostante l’assenza di Poulter e gli acciacchi in corso della partita di Gennari e Bonelli.
La quarta frazione regala una sfida bellissima giocata a viso aperto da entrambe le parti, ma sono questa volta le ragazze di Gaspari a trovare il break decisivo ed a stoppare sul nascere la rimonta biancorossa, portandosi a casa l’intera posta ed iniziando nel migliore dei modi la nuova stagione.
MVP dell’incontro Lise Van Hecke con 20 punti, ben supportata dalle ex della sfida, Alessia Orro in cabina di regia e Floortje Meijners in posto quattro. Tra le fila delle ragazze di Fenoglio non bastano i 23 punti di Mingardi.

Al PalaBarton di Perugia invece, prova di forza della Reale Mutua Fenera Chieri, che con temperamento e compattezza piega in tre set una Bartoccini Fortinfissi Perugia che non riesce quasi mai a combattere punto su punto contro le ragazze di Bregoli. Le ospiti si dimostrano squadra ben oliata grazie ai pochi ma buoni nuovi innesti di stagione, e possono mettere subito fieno in cascina con una vittoria esterna importantissima per guardare in alto e dare continuità alle prestazioni già viste due settimane fa in Supercoppa. Per Angeloni e compagne ci sarà tempo per trovare ancora l’amalgama giusta e la correlazione muro-difesa, che in lunghi tratti della partita è venuta a mancare. Francesca Villani battezza l’esordio in campionato con la maglia chierese al meglio – 16 palloni messi a terra – , mentre per le ragazze di Bovari non sono sufficienti i 9 punti di Angeloni e Mlinar.

Domenica le altre quattro sfide che completeranno la prima giornata: le prime a scendere in campo alle ore 16 al Mandela Forum di Firenze saranno le padroni di casa de Il Bisonte Firenze che ospiteranno la Bosca San Bernardo Cuneo, mentre un’ora dopo toccherà alla campionesse del mondo dell’Imoco Volley Conegliano sfidare al PalaVerde la Vbc èpiù Casalmaggiore. In contemporanea al PalaAgnelli di Bergamo, la Zanetti troverà dalla parte opposta della rete le toscane della Savino del Bene Scandicci, mentre chiuderà la giornata la sfide delle ore 18, quando al Sanbapolis di Trento scenderanno in campo per l’esordio assoluto nella massima serie le ragazze della Delta Despar Trentino, che proveranno subito a trovare i primi punti del campionato contro la Banca Valsabbina Millenium Brescia, per una sfida da non perdere. Tutti i match saranno visibili su LVF TV, la nuova web tv ufficiale di Lega Pallavolo Serie A Femminile, in questi giorni in prova gratuita.

Le cronache delle partite nella sezione “PROGRAMMA”

LVF TV
Tutte le partite di Serie A1 in diretta e in modalità on demand sono su LVF TV, la web-tv della Lega Pallavolo Serie A Femminile. Highlights, interviste e contenuti speciali quando e dove vuoi. Registrati subito su LVF TV: le partite della 1^ giornata sono visibili gratuitamente!

LIVESCORE
I risultati e le statistiche in tempo reale di tutte le gare di Serie A Femminile sono disponibili sull’homepage del sito ufficiale della Lega Pallavolo Serie A Femminile (www.legavolleyfemminile.it). I Campionati di Serie A1 e Serie A2 e tutti gli eventi della stagione 2020-21 si possono seguire in qualsiasi momento grazie all’App Livescore Lega Volley Femminile, compatibile con sistemi iOS e Android e scaricabile gratuitamente su Apple Store e Google Play Store.

PHOTOGALLERY
Le più belle foto di Saugella Monza-Unet E-Work Busto Arsizio, a cura di Fiorenzo Galbiati, saranno disponibili sulla pagina Flickr e sul sito ufficiale di Lega. Le foto sono liberamente scaricabili e utilizzabili previa citazione del credito “Foto Galbiati x LVF”.

SERIE A1 FEMMINILE
IL PROGRAMMA DELLA 1^ GIORNATA
Sabato 19 settembre, ore 20.00 (diretta LVF TV)
Bartoccini Fortinfissi Perugia – Reale Mutua Fenera Chieri 0-3 (22-25 18-25 20-25)
Sabato 19 settembre, ore 20.30 (diretta Rai Sport HD)
Saugella Monza-Unet E-Work Busto Arsizio 3-1 (25-13, 25-22, 21-25, 25-22)
Domenica 20 settembre, ore 16.00 (diretta LVF TV)
Il Bisonte Firenze – Bosca S. Bernardo Cuneo ARBITRI: Rossi-Carcione ADDETTO VIDEO CHECK: Gianninò
Domenica 20 settembre, ore 17.00 (diretta LVF TV)
Imoco Volley Conegliano – VBC èpiù Casalmaggiore ARBITRI: Giardini-Mattei ADDETTO VIDEO CHECK: Scapinello
Zanetti Bergamo – Savino Del Bene Scandicci ARBITRI: Cerra-Selmi ADDETTO VIDEO CHECK: Bonzanni
Domenica 20 settembre, ore 18.00 (diretta LVF TV)
Delta Despar Trentino – Banca Valsabbina Millenium Brescia ARBITRI: Prati-Sessolo ADDETTO VIDEO CHECK: Miggiano
Riposa: Igor Gorgonzola Novara

I TABELLINI
SAUGELLA MONZA – UNET E-WORK BUSTO ARSIZIO 3-1 (25-13 25-22 21-25 25-22) – SAUGELLA MONZA: Van Hecke 20, Orthmann 17, Heyrman 17, Orro 3, Meijners 10, Danesi 9, Parrocchiale (L), Squarcini, Begic, Davyskiba. Non entrate: Negretti, Carraro, Obossa. All. Gaspari. UNET E-WORK BUSTO ARSIZIO: Piccinini 1, Olivotto 1, Mingardi 23, Gennari 16, Stevanovic 9, Bonelli 1, Leonardi (L), Gray 5, Herrera Blanco. Non entrate: Cucco, Bulovic, Poulter, Escamilla. All. Fenoglio. ARBITRI: Bassan, Piperata. NOTE – Durata set: 21′, 28′, 33′, 29′; Tot: 111′.

BARTOCCINI FORTINFISSI PERUGIA – REALE MUTUA FENERA CHIERI 0-3 (22-25 18-25 20-25) – BARTOCCINI FORTINFISSI PERUGIA: Mlinar 9, Koolhaas 2, Ortolani 6, Angeloni 9, Aelbrecht 4, Di Iulio 2, Rumori (L), Casillo 4, Havelkova 4, Agrifoglio 2, Cecchetto (L). Non entrate: Carcaces, Scarabottini. All. Bovari. REALE MUTUA FENERA CHIERI: Villani 16, Mazzaro 6, Grobelna 12, Perinelli 8, Zambelli 7, Bosio 3, De Bortoli (L), Frantti 3, Laak 1, Mayer, Alhassan. Non entrate: Gibertini, Meijers, Marengo. All. Bregoli. ARBITRI: Verrascina, Grassia. NOTE – Durata set: 25′, 24′, 24′; Tot: 73′.

CLASSIFICA
Reale Mutua Fenera Chieri 3*; Saugella Monza 3*; Igor Gorgonzola Novara 0; Il Bisonte Firenze 0; Imoco Volley Conegliano 0; Delta Despar Trentino 0; Bosca S.Bernardo Cuneo 0; Zanetti Bergamo 0; Vbc E’piu’ Casalmaggiore 0; Banca Valsabbina Millenium Brescia 0; Savino Del Bene Scandicci 0; Unet E-Work Busto Arsizio 0*; Bartoccini Fortinfissi Perugia 0*.
*una partita in più

Print PDF

Serie A2 Femminile: MegaBox Vallefoglia, Mega esordio in A2!

Dom, 20/09/2020 - 14:25

3-1 al PalaScoppa e primi tre punti del girone est! Domenica tutte le altre sfide su LVFTV

Esordio vincente e convincere e prima vittoria storica per la Megabox Vallefoglia, che non poteva iniziare in maniera migliore la propria avventura nel girone est del campionato italiano di Serie A2 Femminile.
Vittoria che arriva in trasferta, su un campo storicamente ostico per chiunque, il PalaScoppa di Soverato, dove le padroni di casa del Volley Soverato comandano il gioco solo nella prima ed unica frazione che le ragazze di Napolitano riescono a portarsi a casa. Da lì in poi il pallino del gioco è di marca ospite, con Lucia Bacchi e soprattutto Alice Pamio – miglior realizzatrice dell’incontro con ben 23 palloni messi a terra – che trascinano le proprie compagne al successo pieno, con Giulia Bresciani sempre decisiva in seconda linea.

Le ragazze di Bonafede, possono così guardare dall’alto dei primi tre punti conquistati tutte le altre squadre che scenderanno in campo domenica pomeriggio – tutti i match visibili in live streaming in prova gratuita su LVF TV – mentre Lotti e compagne devono ancora rivedere alcuni meccanismi che si sono persi nel corso della sfida.

LVF TV
Tutte le partite di Serie A1 in diretta e in modalità on demand sono su LVF TV, la web-tv della Lega Pallavolo Serie A Femminile. Highlights, interviste e contenuti speciali quando e dove vuoi. Registrati subito su LVF TV: le partite della 1^ giornata sono visibili gratuitamente!

LIVESCORE
I risultati e le statistiche in tempo reale di tutte le gare di Serie A Femminile sono disponibili sull’homepage del sito ufficiale della Lega Pallavolo Serie A Femminile (www.legavolleyfemminile.it). I Campionati di Serie A1 e Serie A2 e tutti gli eventi della stagione 2020-21 si possono seguire in qualsiasi momento grazie all’App Livescore Lega Volley Femminile, compatibile con sistemi iOS e Android e scaricabile gratuitamente su Apple Store e Google Play Store.

SERIE A2 FEMMINILE
IL PROGRAMMA DELLA 1^ GIORNATA
GIRONE EST
Sabato 19 settembre, ore 18.30 (diretta LVF TV)
Volley Soverato-Megabox Vallefoglia 1-3 (25-20, 19-25, 12-25, 20-25)
Domenica 20 settembre, ore 17.00 (diretta LVF TV)
Sorelle Ramonda Ipag Montecchio – Cuore di Mamma Cutrofiano ARBITRI: Licchelli-Serafin
CDA Talmassons – Omag S.G. Marignano ARBITRI: Sabia-Traversa
CBF Balducci HR Macerata – Itas Città Fiera Martignacco ARBITRI: Dell’Orso-Somansino
Riposa: Olimpia Teodora Ravenna

GIRONE OVEST
Domenica 20 settembre, ore 15.15 (diretta LVF TV)
Geovillage Hermaea Olbia – Sigel Marsala ARBITRI: Nava-Marconi
Domenica 20 settembre, ore 17.00 (diretta LVF TV)
Barricalla CUS Torino – LPM BAM Mondovì ARBITRI: Cavicchi-Pozzi
Futura Volley Giovani Busto Arsizio – Green Warriors Sassuolo ARBITRI: Scotti-Usai
Acqua&Sapone Roma Volley Club – Eurospin Ford Sara Pinerolo ARBITRI: Pasciari-Capolongo
Exacer Montale – Club Italia Crai ARBITRI: Mesiano-Clemente

IL TABELLINO
VOLLEY SOVERATO – MEGABOX VALLEFOGLIA 1-3 (25-20 19-25 12-25 20-25) – VOLLEY SOVERATO: Mason 12, Riparbelli 7, Bianchini 11, Lotti 10, Meli 7, Bortoli 2, Barbagallo (L), Piacentini 3, Ferrario, Nardelli, Salimbeni. Non entrate: Cipriani. All. Napolitano. MEGABOX VALLEFOGLIA: Pamio 23, Kramer 6, Balboni 5, Bacchi 20, Bertaiola 3, Saccomani 1, Bresciani (L), Costagli 10, Colzi 4. Non entrate: Stafoggia, Ricci, Durante. All. Bonafede. ARBITRI: Scarfo’, Stancati. NOTE – Durata set: 25′, 25′, 20′, 27′; Tot: 97′.

CLASSIFICA GIRONE EST
Megabox Vallefoglia 3*; Cbf Balducci Hr Macerata 0; Cda Talmassons 0; Omag S.Giov. In Marignano 0; Olimpia Teodora Ravenna 0; Itas Citta’ Fiera Martignacco 0; Cuore Di Mamma Cutrofiano 0; Sorelle Ramonda Ipag Montecchio 0; Volley Soverato 0*.
*una partita in più

Print PDF

EuroBeachVolley U18: quarto posto per le azzurrine Mattavelli – Tega

Dom, 20/09/2020 - 14:22

Nel Campionato Europeo under 18 in corso di svolgimento ad Izmir (Turchia), le azzurrine Aurora Mattavelli e Margerita Tega hanno chiuso al quarto posto. Dopo un bellissimo percorso la coppia tricolore questa mattina è stata superata in semifinale dalle ucraine Chechelnytska/Romaniuk 2-0 (21-10, 21-18) e poi ha ceduto nella finale 3°- 4° posto 2-0 (21-15, 21-18) contro le svizzere Kressler/Toschini .

Fipav

Print PDF

Beach> Europei: Nicolai – Lupo in campo per il Bronzo

Dom, 20/09/2020 - 14:20

Nel Campionato Europeo di Beach Volley, in corso di svolgimento a Jurmala, gli azzurri Paolo Nicolai e Daniele Lupo sono stati superati in semifinale 2-0 (27-25, 21-19) dai norvegesi Mol A./Sørum C. Contro la coppia più forte al mondo gli atleti dell’Aeronautica Militare hanno mostrato un gran beach volley, sprecando addiruttura una palla set nella prima frazione (25-27). I vice campioni olimpici sono stati sempre a contatto dei norvegesi anche nel secondo set, vinto per due lunghezze da Mol A./Sørum C. (19-21).
I ragazzi di Matteo Varnier dovranno superare velocemente l’amarezza della sconfitta, perchè ad attenderli c’è la finale per la medaglia di Bronzo (ore 16.30 italiane, diretta RaiSport Web) contro i russi Liamin/Myskiv. A giocarsi la medaglia d’Oro saranno Mol A./Sørum C. e i russi Krasilnikov/Stoyanovskiy.

Fipav

Print PDF

A1F> La Saugella Monza non sbaglia l’esordio: 3-1 contro Busto Arsizio

Dom, 20/09/2020 - 13:42

Bel successo per le monzesi nella prima giornata di Serie A1 femminile con una super Van Hecke. Gaspari: “Brave tutte. Oggi non era semplice. Siamo solo all’inizio ma godiamoci i tre punti”.

Saugella Monza – Unet E-Work Busto Arsizio 3-1 (25-13, 25-22, 21-25, 25-22) Saugella Monza: Van Hecke 20, Orthmann 17, Heyrman 17, Orro 3, Meijners 10, Danesi 9, Parrocchiale (L), Squarcini, Begic, Davyskiba. Non entrate: Negretti, Carraro, Obossa. All. Gaspari
Unet E-Work Busto Arsizio: Piccinini 1, Olivotto 1, Mingardi 23, Gennari 16, Stevanovic 9, Bonelli 1, Leonardi (L), Gray 5, Herrera Blanco. Non entrate: Cucco, Bulovic, Poulter, Escamilla. All. Fenoglio.

Arbitri: Bassan Fabio, Piperata Gianfranco

Durata set: 21′, 28′, 33′, 29′; Tot: 111′

Saugella Monza: battute vincenti 3, battute sbagliate 11, muri 9, errori 26, attacco 47%
Unet E-Work Busto Arsizio: battute vincenti 2, battute sbagliate 10, muri 4, errori 20, attacco 38%

Impianto: Arena di Monza

Spettatori: gara a porte chiuse

MVP: Lise Van Hecke (Saugella Monza)

MONZA, 19 SETTEMBRE 2020 – Subito bottino pieno per la Saugella Monza nella Serie A1 femminile 2020-2021. Le monzesi battono 3-1 la Unet E-Work Busto Arsizio sul mondoflex di casa dell’Arena di Monza, nella prima giornata di andata della stagione regolare, grazie ad una bella prova corale di squadra. Le ragazze di Gaspari inaugurano il campionato con una performance a tratti incontenibile, schiacciando subito sull’acceleratore con le bordate di Heyrman e Meijners, ben imbeccate da Orro, ed i muroni della rientrante Danesi (4 personali per l’azzurra). Sul 2-0 nel conteggio dei set sembra che il match sia quasi chiuso, ed invece Busto Arsizio rientra con generosità e grinta, nonostante la pesante assenza in regia di Poulter. Le fiammate di Mingardi e Gennari riportano in gara le ospiti che, dopo essersi aggiudicate il gioco, approcciano con lucidità anche il quarto. Dopo l’infinito equilibrio è però la Saugella Monza a fare la voce grossa, con degli ottimi turni al servizio e le giocate offensive di Orthmann e Van Hecke (MVP finale). Festa da tre punti per Monza dunque, con Busto Arsizio che torna a casa consapevole di averci comunque provato fino alla fine.

LE DICHIARAZIONI POST PARTITA
Lise Van Hecke (Saugella Monza): “Nel primo set siamo partite alla grande, calando poi nel terzo complice qualche errore. Nel quarto set siamo tornate ad esprimere il nostro gioco, difendendo molto e questa è stata la cosa importante che ha fatto la differenza. Siamo molto contente della prova e del risultato. Il nostro è un bel gruppo: andiamo tutte d’accordo e questo lo si vede anche in campo. E’ la prima gara e c’è tanto da lavorare, ma iniziare con i tre punti è un segnale positivo”.
Marco Gaspari (allenatore Saugella Monza): “Stasera non era semplice. Complimenti alle ragazze che hanno giocato una partita vera dopo tanto tempo con un avversario tosto. A loro mancava Poulter ma Bonelli non ha demeritato. Ottima la fase cambio palla, molto incisiva. Sono molto orgoglioso: è stato importante partire col piede giusto”.

LA CRONACA IN BREVE
PRIMO SET
Gaspari sceglie Orro al palleggio, Van Hecke opposta, Meijners e Orthmann schiacciatrici, Danesi ed Heyrman centrali, Parrocchiale libero. Break Saugella Monza grazie all’invasione di Bonelli dopo il muro vincente di Orro, 3-1. Due errori monzesi valgono però l’aggancio Busto Arsizio, 3-3, e gioco che prosegue punto a punto fino al 7-7 con i due sestetti che non riescono a trovare continuità al servizio e in attacco. Ancora più due Saugella Monza con Orthmann e Meijners (9-7), poi Orro ed Heyrman a trovare la via del punto e monzesi avanti 12-8 e Fenoglio chiama time-out. Stevanovic risponde a due lampi di Orthmann, ma sempre padrone di casa avanti con Heyrman, Danesi (muro su Mingardi) e Meijners, 17-10 e Fenoglio chiama time-out. Al ritorno in campo giocata di Danesi, magia di Orro e fuga Saugella Monza, 19-10. Meijners a bersaglio, Mingardi e Stevanovic interrompono il digiuno bustocco (20-12), ma Monza mette la quinta e chiude il gioco 25-13.

SECONDO SET
Sestetto confermato per Monza, Fenoglio preferisce invece Gray a Piccinini: equilibrio iniziale, 3-3. Ancora break Saugella Monza con una scatenata Meijners (6-4), Mingardi però tiene in corsa Busto Arsizio, brava a mettere la testa avanti con la pipe di Gennari, ed il mani fuori ancora di Mingardi, 9-7. Dopo il time-out chiamato da Gaspari le monzesi pareggiano con Heyrman e Van Hecke (ace) ed il gioco prosegue per un pò in equilibrio (12-12), fino a che Monza non vola sul più due con Orthmann, 16-14 e Fenoglio chiama time-out. Muro di Danesi su Gray, poi su Gennari e la Saugella vola sul 18-14. Ancora Danesi ed Heyrman, ben servite da Orro, martellano forte dal centro: la Saugella non si ferma, portandosi sul 21-17 con Heyrman. Stevanovic mura Van Hecke dopo l’errore in battuta di Orthmann (21-19) ma Monza non perde lucidità e si porta a casa il set 25-22 con le bordate di Van Hecke e Orthmann.

TERZO SET
Sestetti invariati e nuovo equilibrio nel prologo, con le due squadre brave nella fase break, 5-5. Questa volta sono le ospiti però a trovare l’allungo per prime con Mingardi e Stevanovic, 8-5. Le monzesi faticano a trovare continuità al servizio ma rispondono bene a muro, guidate da Heyrman, approfittando inoltre di qualche sbavatura delle ospiti per acciuffare la parità (10-10). Gennari riporta Busto Arsizio a più due, 12-10, Danesi mura Mingardi ma le rosablù sbagliano qualcosa di troppo in attacco e Gaspari chiama time-out sul 14-11 per la Unet E-Work. Le padrone di casa faticano a trovare brillantezza offensiva, Busto Arsizio ringrazia e allunga con Gennari, 17-13. Orthmann spezza il digiuno monzese, Orro va a bersaglio, Gray fa il contrario e la Saugella torna a meno uno, 17-16, con Fenoglio che chiama time-out. Mingardi per il nuovo break Busto Arsizio (19-17), Meijners a firmare prima la parità 19-19. Mingardi a segno per il nuovo vantaggio Unet E-Work che, con l’ace di Gray, vola sul 22-19 e Gaspari chiama time-out. Dentro Begic per Meijners tra le fila monzesi: Orthmann piazza due giocate di fila che portano Monza a meno due, 23-21. Mingardi regala il gioco alle sue, 25-21.

QUARTO SET
In campo gli stessi sestetti: equilibrio fino al 6-6, con la Saugella che si affida a Van Hecke e le ospiti che rispondono con Gennari, Mingardi e Bonelli. Si viaggia punto a punto fino al 9-9, con Gennari a firmare il break per le sue, 11-9, e Mingardi a confermarlo, 12-10. Van Hecke accompagna Monza alla parità (12-12), ma il muro di Stevanovic su Meijners e l’ace di Gennari riportano a più due la Unet E-Work, 14-12. Ancora parità monzese con Orthmann (15-15), ma nuovo break ospite con Gennari e time-out Gaspari sul 18-16 Busto Arsizio. Le monzesi tirano fuori le unghie e passano avanti con il duo Meijners e Orthmann, 19-18, ma Busto Arsizio non molla (19-19) con Piccinini che prende il posto di Gray. Van Hecke e Orthmann però spingono sull’acceleratore e Fenoglio chiama la pausa sul 21-19 per le monzesi. Si torna in campo: ace di Meijners, lungolinea di Mingardi (22-20), poi Monza chiude il set con Van Hecke ed Heyrman, 25-22, e la gara 3-1.

Ufficio Stampa

Print PDF

B1F> Chiara Tonini (Conad Alsenese): “I primi segnali positivi in campo arrivano dalla difesa”

Sab, 19/09/2020 - 15:25

L’opposta modenese della formazione piacentina analizza il periodo iniziale di preparazione delle gialloblù

ALSENO (PIACENZA), 19 SETTEMBRE 2020 – Sarà uno dei terminali offensivi più importanti della squadra rappresentando un punto di riferimento nel reparto laterale. Con il suo essere solare, inoltre, è anche una figura preziosa per un gruppo giovane e nuovo, essendo lei stessa oltretutto alla prima volta in maglia gialloblù. A fare il punto della situazione in casa Conad Alsenese è l’opposta Chiara Tonini, modenese classe 1998 e proveniente dal Nure Volley (B2), altra formazione piacentina “rosa”. Nella settimana agli sgoccioli, la Conad è tornata a lavorare al palazzetto ad Alseno agli ordini di coach Alessandro Della Balda dopo il positivo mini-ritiro di tre giorni a Pinzolo.

“Stiamo lavorando bene – spiega Chiara, originaria di Pavullo nel Frignano e cresciuta nella Scuola di pallavolo Anderlini – la progressività sta aiutando a crescere e al contempo a gestire gli acciacchi inevitabili del periodo. Abbiamo appena iniziato a fare i primi sei contro sei, si vedono i primi aspetti a livello fisico e si notano buone basi”.

Come giudichi il mini-ritiro in Trentino?

“A mio avviso il ritiro è servito per il gruppo a livello di conoscenza reciproca: si è creato un bel clima che abbiamo poi riportato anche nei giorni successivi in palestra ad Alseno ed è un buon inizio”.

Si inizia a vedere la “mano” di coach Alessandro Della Balda sulla squadra?

“Sì, ci sta aiutando a capire la sua visione di gioco, anche sotto l’aspetto mentale, e pian piano sta tirando fuori il meglio da ognuna di noi”.

E in campo quali sono i primi segnali tecnici della nuova Conad?

“Per ora si è vista un po’ la difesa, con tanta voglia di salvare i palloni e non farli cadere”.

Arrivi da un campionato di B2: cosa potrà cambiare per te nella categoria superiore?

“Il mio attacco contro un muro più alto sarà un punto interrogativo, ma sono contenta del salto di categoria: una volta uscita dal vivaio Anderlini mi ero riproposta di avere avventure ricche di stimoli pallavolistici per tirar fuori il meglio di me stessa”.

Nella foto di Massimo Dioni, Chiara Tonini (Conad Alsenese) con coach Alessandro Della Balda

Ufficio stampa Pallavolo Alsenese

Luca Ziliani

Print PDF

A2M> Al PalaGeorge il test amichevole che premia le finaliste di Coppa se lo aggiudica Bergamo

Sab, 19/09/2020 - 15:23

Allenamento congiunto tra Gruppo Consoli Centrale McDonald’s e Agnelli Tipiesse: le finaliste di Coppa Italia, premiate dalla Federazione per mano del Presidente regionale Piero Cezza e del Presidente provinciale e delegato CONI Tiziana Gaglione – hanno riacceso la contesa. Ha avuto la meglio Bergamo che, con tre settimane di preparazione in più, concede un solo set ai Tucani, ma solo dopo il 3-0 in suo favore

Montichiari (BS) 18/9/2020 – Test amichevole al PalaGeorge anticipato dalla premiazione delle finaliste di Coppa Italia voluta dalla Federazione: il presidente regionale Cezza ha ricordato il traguardo storico, perché raggiunto da due formazioni lombarde, che si sono contese con onore il Trofeo e ha testimoniato la difficoltà della ripresa per il mondo del volley, auspicando comunque una ripartenza nel segno della riscossa.La Gruppo Consoli Centrale del Latte McDonald’s parte con Tiberti e Bisi, Cisolla e Galliani, Esposito e Candeli con Franzoni libero. Coach Graziosi sceglieFinoli in regia con Santangelo opposto, Cargioli e Signorelli al centro, Terpin e Pierotti in banda e D’amico libero. Bergamo aggredisce e porta sul parquet del Palageorge più organizzazione, dovuta all’anticipo con cui gli atleti orobici hanno iniziato gli allenamenti, ma anche ad una maggiore attenzione. Bisi è il più continuo dei suoi e mette a terra 7 palloni, annullati dal pari numero di errori in battuta dei Tucani; Candeli si fa vedere a muro e in attacco con 4 punti personali, ma il set è degli ospiti, che ricostruiscono in maniera concreta e chiudono 25-20. Zambonardi riordina le idee dei suoi e la ripartenza è nel segno di Brescia che va avanti 5-3 con Esposito e Bisi. Terpin è velenoso dai nove metri e, assieme ai muri di Cargioli, riporta sopra gli ospiti (7-12). Tiberti prova a ricucire servendo le sue bocche da fuoco con alcune prodezze, ma è ancora la battuta – stavolta per mano di Finoli -, l’arma in più degli ospiti che staccano 13-21. Cogliati entra ed è efficace al servizio, ma anche il secondo parziale è rossoblù (18-25).Avvio spumeggiante con Gallo e Espo lanciati a muro su Santangelo e con Ciso che piega la ricezione per il 7-3. Tiberti vola in difesa e Bisi lo ripaga con attacchi poderosi e servizi potenti: la pressione sugli avversari li porta a sbagliare qualcosa (14-10). Terpin buca il muro con un pallonetto che ribalta l’equilibrio del set (20-21) e il turno al servizio di Pierotti rilancia (21-24); 22-25 è il finale che chiude la conta ufficiale, ma c’e spazio per un quarto parziale. Entrano in campo Cogliati, Tonoli, Orlando e Tasholli con Franzoni, Gallo e Espo fissi. Anche Graziosi fa girare i suoi giovani, con Pierotti e Signorelli a fare da navi scuola: Pietro Ghirardi si fa sentire dai nove metri, mentre Cogliati smista bene a banda e in posto due e guida la vittoria dei Tucani che conquistano il parziale 25-23.
“Stasera ho avuto ottime indicazioni, soprattutto dai giovani – commenta coach Zambonardi – Le amichevoli servono a questo, al di là del risultato, ed è bene farne perché velocizzano la crescita del gruppo.”
GRUPPO CONSOLI CENTRALE McDONALD’S – AGNELLI TIPIESSE 0-3 (3-1)
20-25; 18-25; 22-25 (25-23)

Tabellino
GRUPPO CONSOLI CENTRALE McDONAL’DS: Tiberti 2, Bisi 18, Cisolla 6, Galliani 18, Candeli 6, Franzoni (L), Esposito 5, Ghirardi 1, Orlando 3, Tonoli 2, Tasholli 3, Cogliati . Ne: Crosatti. All. Zambonardi.AGNELLI TIPIESSSE: Milesi 3, Mancin 2, Cargioli 7, Santangelo 16, Terpin 15, Pierotti 6, Signorelli 6, Umek 2, Ceccato, Sormani, Finoli 4. Ne. Rota. All.: Graziosi
Note: Ace Brescia 3, Bergamo 5.
Battute sbagliate Brescia 19, Bergamo 9
Muri Brescia 7, Bergamo 8
Attacco Brescia 47%, Bergamo 45%
Ricezione Brescia 43% (18% perfetta), Bergamo 66% (39% perfetta)
Durata: 23’ 22’ 27’ 24’ . Totale: 1h36.

Calendario amichevoli
24/09 Brescia – Fano (a Rimini)
03/10 Brescia – Reggio Emilia (trofeo Sferc a Lumezzane)
07/10 Bergamo – Brescia
09/10 Reggio Emilia – Brescia
14/10 Brescia – Diavoli Rosa

Località e orari precisi saranno comunicati in seguito.

Print PDF

A2M> Il derby al Pala George se lo aggiudica Bergamo per 3-0

Sab, 19/09/2020 - 15:15

Il match al Pala George di Montichiari si apre con la premiazione da parte di Piero Cezza di Fipav Lombardia e Tiziana Gaglione di Fipav Brescia per la prestazione di Coppa Italia, un premio simbolico per entrambe le squadre e città che hanno affrontato un periodo difficile a seguito della pandemia che le ha colpite nel periodo immediatamente successivo alla Finale all’Unipol Arena; un discorso toccante quello di Cezza, che ha riportato alla memoria tutte le difficili prove che sono state affrontate dalle due realtà lombarde.

Agnelli Tipiesse si aggiudica il derby per 3-0 (25-20, 25-18, 25-22), con una buona prestazione in tutti i fondamentali ma soprattutto una ricezione perfetta del 47%, mentre in attacco le due squadre si sono equivalse, con un insidioso Bisi con 18 punti e buon Galliani con 13 nel campo bresciano, e Terpin continua a essere il top scorer bergamasco con 14 punti.. Ottima anche la battuta con 5 ace e in generale forzata da parte degli orobici che hanno spinto sempre anche nel quarto dove Brescia era partita con un bel break, ma sul finale di set qualche imprecisione bresciana e la continuità bergamasca determinano la vittoria finale rotonda per Agnelli Tipiesse.

Signorelli: “Sempre bella la sfida con Brescia e anche stasera in questo palazzetto che ha fatto la storia del volley e in cui ho giocato con la Lorini Montichiari è stato un grande effetto. Noi stiamo lavorando bene, ci siamo rilassati nel terzo set ma bravi noi a non mollare e riuscire a chiudere, in generale sono soddisfatto”

Graziosi: “Oggi la battuta ha fatto un gran bel lavoro, stiamo cominciando a forzare, in generale la preparazione è a buon punto, un ottimo work in progress. La caratteristica di questi ragazzi è che non mollano mai, vogliamo trasformare sul campo la mentalità bergamasca”

IL MATCH

Agnelli Tipiesse parte con Pierotti e Terpin in posto 4, Cargioli e Signorelli al centro, la diagonale Santangelo- Finoli e D’Amico libero.

Gruppo Consoli Centrale del Latte Brescia schiera Cisolla e Galliani in banda, Esposito e Candeli al centro, Tiberti e Bisi in diagonale, Franzoni libero

Il primo set comincia con una convincente intesa al centro da parte di Bergamo con Signorelli e gli fa eco Cargioli che si porta subito in vantaggio sull’ 8-13, poi 10-14 con un pallonetto ben piazzato di Finoli. Dall’altra parte della rete Bisi si fa sentire firmando il 12-18. Il set procede con equlibrio ma il vantaggio è troppo per la formazione bresciana e il primo set lo chiude Pierotti 20-25.

Nel secondo parziale parte forte Santangelo, Terpin fa ace sulla ricezione bresciana, e fa il break del 5-8. Il muro di Cargioli decreta il time out di Brescia per il 7-12. Un bell’ace di Finoli decreta il 10-18. Cargioli e Santangelo continuano a battagliare e il servizio bergamasco fa breccia nella ricezione bresciana. Il set si chiude 18-25 con il primo tempo di Cargioli.

Formazione invariata anche nel terzo parziale nel campo orobico. Gruppo Consoli Centrale del latte Brescia questa volta parte sopra con un break di 7-4, complici anche un paio di bei servizi ben piazzati di capitan Tiberti. Risponde bene però l’Agnelli Tipiesse che si fa sentire con Santangelo e Terpin, quest’ultimo ottimo anche da seconda linea. Cisolla si prende però molte più responsabilità in questo parziale e determina il break del 14-10, ma Terpin dall’altra parte tiene botta per il 14-12. Il muro orobico con Cargioli accorcia il gap, poi Terpin piazza un pallonetto per il 21 pari. Una serie di imprecisioni nel campo bresciano permettono il sorpasso 21-23, poi l’errore di Bisi decreta il 21-24. Terpin porta a casa il match 22-25.

Si disputa un quarto set con l’ingresso di Ceccato e Mancin. Entra poi anche Umek sul 10-13 a rilevare Santangelo, e Rota su D’Amico, e Sormani su Signorelli, viene vinto da Brescia 25-23

AGNELLI TIPIESSE: Cargioli 8, Santangelo 10, Finoli 4, Terpin 14, Pierotti 6, Signorelli 5, Libero D’Amico, Umek, Rota, Mancin, Sormani, Ceccato

GRUPPO CONSOLI BRESCIA: Tiberti 2, Bisi 18, Galliani 12, Candeli 5, Esposito 5, Cisolla 6, Libero Franzoni, Ghirardi, Tasholli, Orlando, Tonoli, Togni.

Ace: Bergamo 5, Brescia 2

Muri punto: Bergamo 5, Brescia 5

Linda Stevanato- Ufficio stampa Agnelli Tipiesse

Print PDF

Pagine

VNews

VolleyPlayers e Sport System hanno stretto un accordo che consente alle società iscritte al portale uno sconto extra del 5% per l’acquisto di attrezzature ed articoli per il volleyball. Dal 1979 Sport System progetta, produce, installa e commercializza in Italia e nel resto del mondo attrezzature ed articoli per la ginnastica, l’atletica, gli sport individuali e di squadra oltre ad una linea articolata di arredi ed accessori destinati ai vari locali annessi al campo di gioco quali spogliatoi, infermerie, sale stampa o sale riunione.

Volleyplayers.it, il più grande social database sulla pallavolo italiana, inaugura una nuova fase del progetto partito nel settembre 2014 e inaugura la sezione dedicata al beachvolley: si parte con il profilo “beacher” e con le schede dedicate alle Scuole di beachvolley.

Più di 1.000 players, 2.000 utenti  e più di 300 Società sportive hanno già fatto la loro scelta: essere sul database della Pallavolo più grande d'Italia. 
Potremmo darvi tanti motivi (è gratis, è una vetrina unica di promozione e visibilità, è un mercato sempre aperto,...) ma uno su tutti è l'essenza del nostro portale: "Facciamo girare la nostra Pallavolo"