Legavolley AF

Abbonamento a feed Legavolley AF
Aggiornato: 1 ora 44 min fa

Vittoria anche a Montale!!!

Dom, 11/04/2021 - 23:25

Montecchio Maggiore, 11 aprile 2021

Tre punti che valgono oro sono quelli ottenuti oggi dalle ragazze del S.lle Ramonda-Ipag che espugnano il campo di Montale, portando a casa una meritatissima vittoria.

Il primo punto va a Montecchio con Cagnin (0-1) per poi proseguire sul filo dell’equilibrio (3-3). Si porta a + 2 Montale con un ace di Fronza (7-5). Ci pensa Battista da seconda linea a riportare il punteggio in parità (7-7). Qualche difficoltà in attacco per Montecchio che porta l’Exacer sul 13-9 e Fangareggi chiama time out. E’ di Mangani il punto numero tredici (17-13), mentre il quattordicesimo punto è di Bartolini (18-14). Scacchetti porta Montecchio a -2 (18-16) e Tamburello chiama time out. Attacca ancora forte Battista (21-19), ma sul 23-19 Fangareggi chiama nuovamente tempo. Il primo set va alle padrone di casa con il punteggio di 25-20.

 

Si parte 4-0 per Montale ma Cagnin sblocca la situazione (4-1). Spingono ancora le padrone di casa (6-1), ma il S.lle Ramonda-Ipag non abbassa la testa e con un muro di Battista si ristabilisce la parità (6-6). Ancora parità con Bartolini in fast (9-9), ma Montale allunga sul 15-13. Vanno a -1 le castellane con un muro di Bovo (16-15) per poi trovarsi in vantaggio 18-20 grazie ad un muro di Bartolini. Tamburello chiama time out. Entra Canton in battuta sul 19-21 che mette prima in difficoltà la ricezione di Montale (19-22) e poi realizzando un ace (19-23). Chiude Montecchio il set 21-25.

 

Spinge sull’acceleratore ora il S.lle Ramonda-Ipag portandosi prima 1-3 e poi 2-5. Scacchetti mette a terra una palla delle sue, con astuzia, a fondo campo (3-6) e Bartolini ferma Aguero per il +3 (5-8). Sul 5-9 Tamburello chiama time out ma Montecchio non molla ed è 6-10 con Battista da seconda linea. Ancora muro di Bovo che mette una distanza importante tra se e le avversarie (8-15) e costringe Tamburello a chiamare ancora time out. E’ granitica la difesa delle rosso-nere e Battista abbate Bici (10-18). Mangani segna il 10-20 con un ace e sul 12-23 rientra Canton nuovamente in battuta. Si chiude il parziale in favore di Montecchio con Bovo (13-25).

 

Anche nel quarto set Scacchetti e compagne partono con il piede giusto (1-3) e sul 3-6 arriva il time out per coach Tamburello. Punto numero nove per Cagnin (6-9) e allunga ancora con due ace consecutivi portandosi (7-13). Torna a -3 Montale con qualche errore di Montecchio (11-14) ma Battista risolve la situazione (11-15). Complice una buona battuta di Scacchetti, Cagnin mette palla a terra di prima intenzione (14-21), ma Montale non molla e si porta a -4 costringendo Fangareggi a chiamare time out. Entra Canton sul 18-23 in battuta e Battista trova la palla del primo match point. Annullate le prime due palle match Fangareggi chiama time out (21-24). E’ Cagnin a regalare la vittoria al S.lle Ramonda-Ipag che chiude la gara 1-3 e conquista tre punti pesantissimi.

 

Commenta così la gara coach Fangareggi:

“Siamo estremamente contenti. Era una partita fondamentale perché questi, fatti contro la nostra diretta avversaria per la salvezza, erano punti doppi. Siamo soddisfattissimi di questi tre punti, frutto della consapevolezza che stiamo pian piano maturando, di poter credere di mettere in difficoltà l’avversario. Sono felice per le ragazze che si stanno togliendo delle soddisfazioni e se lo meritano per tutto il lavoro che hanno fatto e stanno facendo in palestra. Godiamoci il momento e da martedì cominceremo a pensare alla prossima partita perché, ricordiamoci, il campionato non è ancora finito”.

 

EXACER MONTALE – S.LLE RAMONDA-IPAG MONTECCCHIO 1-3 (25-20; 21-25; 13-25; 22-25)

EXACER MONTALE: Cigarini 0, Bici (L), Blasi 0, Pinali 1, Gentili 4, Brina 12, Lancellotti 0, Rubini 1, Aguero11, Botarelli 17, Fronza 14, Saccani 0. Ne: Venturelli (L2). All.: Tamburello. 

S.LLE RAMONDA IPAG MONTECCHIO: Bovo 9, Bartolini 13, Scacchetti 2, Battista 21, Mangani 13, Cagnin 18, Monaco (L1), Canton 1. Ne: Covino, Imperiali (L2), Brandi, Rosso. All.: Fangareggi.

Arbitri: Fontini S., Marotta M.

Note: Durata set: 25 ’, 27’, 22’, 27’; totale 1.41’. Montale: battute sbagliate 5, vincenti 2, muri 6. Montecchio: battute sbagliate 11, vincenti 4, muri 9. Ricezione: Montale 49%. Montecchio 44%. Attacco: Montale 38%, Montecchio 42%

Serie A2 Femminile: Pool Promozione, Macerata sgambetta ancora Mondovì. Vincono Soverato e Sassuolo. Pool Salvezza, Ravenna consolida il primato. A Montecchio lo scontro diretto. Ok Futura e Talmassons. Lunedì replica in Sardegna

Dom, 11/04/2021 - 22:39

POOL PROMOZIONE
Per la terza volta in tre confronti diretti stagionali la CBF Balducci HR Macerata batte la LPM BAM Mondovì e dà una diversa fisionomia alla vetta della classifica della Pool Promozione. In virtù del ko interno, le pumine di Davide Delmati non riescono nel controsorpasso sull’Acqua&Sapone Roma Volley Club, che resta al primo posto con 56 punti (con due lunghezze di vantaggio e una gara in più da disputare rispetto alle monregalesi). Le marchigiane di Luca Paniconi si confermano bestia nera delle piemontesi, vincendo i primi due parziali ai vantaggi senza concedere palle set e stoppando il tentativo di rimonta delle padrone di casa nel quarto, chiuso dal punto numero 30 di Lipska.

La CBF Balducci sale al quarto posto sorpassando l’Eurospin Ford Sara Pinerolo, che perde l’imbattibilità casalinga nell’1-3 contro il Volley Soverato. Dopo il successo al tie break conquistato nella gara di andata mercoledì scorso le pinerolesi cadono sul campo di casa contro un’avversaria aggressiva, precisa e attenta in ogni fondamentale. A fare la differenza il muro: addirittura 21 per Soverato (10 di una straordinaria Riparbelli) contro i soli 4 delle biancoblù. Come nella gara di andata Shields è top scorer del match con 21 punti, seguita dalla stessa Riparbelli (18) e Mason (16). Tra le fila biancoblu le migliori sono Zago e Buffo.

Torna in quota Play Off la Green Warriors Sassuolo, che si impone per 3-0 sul Cuore Di Mamma Cutrofiano, ancora all’asciutto nella seconda fase. Le neroverdi di Enrico Barbolini cancellano il ko infrasettimanale con Vallefoglia e appaiono più brillanti in tutte le fasi del gioco. Dopo un primo parziale dominato, le ospiti alzano il livello di gioco e nel secondo annullano tre palle del 2-0 prima di cedere al primo tempo di Civitico, mentre nel terzo si avvicinano fino al 18-17 e poi si inchinano ad Antropova e Salinas.

POOL SALVEZZA
L’ottava giornata della Pool Salvezza porta con sé notizie importanti per la testa e la coda della classifica. Con l’affermazione esterna per 1-3 in casa del Club Italia Crai, l’Olimpia Teodora Ravenna consolida ulteriormente il primato: con 41 punti, ha bisogno di una sola altra vittoria per rendersi irraggiungibile da Martignacco, attualmente terza a quota 31. Le romagnole si impongono in rimonta sulle azzurrine, che rientravano in campo a più di un mese di distanza dall’ultima partita ufficiale e si rendono protagoniste di un ottimo primo set. Con l’andare dei minuti, le ragazze di Simone Bendandi prendono il controllo del match e le padrone di casa sbagliano molto (21 errori in attacco e ricezione perfetta al 21%). Grigolo e Guidi chiudono con 15 punti a testa.

Altro successo esterno fondamentale è quello della Sorelle Ramonda Ipag Montecchio, che anch’esso in rimonta passa per 1-3 sul campo dell’Exacer Montale e lo stacca: vicentine a quota 12 punti (e tre gare ancora da disputare), modenesi a 8 (e con 2 sole opportunità di mettere fieno in cascina). Come spesso accaduto in questa stagione, partono bene le nerofuxia di Ivan Tamburello che vincono il primo set ma poi si spengono, complice la crescita impetuosa delle ragazze di Mario Fangareggi. Battista, come nella gara di andata, quando aveva siglato trenta punti, si prende nuovamente la copertina di giornata con 21 marcature e il 49% di rendimento offensivo.

Negli altri due match di giornata, quarta vittoria consecutiva per la CDA Talmassons, che nella prima di due gare in due giorni a Golfo Aranci contro la Geovillage Hermaea Olbia ha la meglio per 0-3. A dispetto del punteggio, la gara vive lungamente in equilibrio, soprattutto nel primo set terminato 28-30 e deciso dall’attacco di Dalla Rosa. I pochi allenamenti nelle gambe si palesano nei successivi parziali, con Cutura (17 punti) e compagne a fare la gara senza eccessive sbavature.

Torna al successo dopo un periodo negativo la Futura Volley Giovani Busto Arsizio, che batte per 3-1 l’Itas Città Fiera Martignacco e conserva la seconda posizione. Match dall’andamento strano e con un finale di terzo set che avrebbe potuto cambiare il corso dell’incontro: le biancorosse sono perfette fino al 2-0 e 23-12 della terza frazione, spinte da una difesa asfissiante e dalla potenza di Latham, vera e propria mattartrice dell’incontro con i suoi 26 punti (MVP a fine gara). Quindi un completo blackout delle padrone di casa ha portato alla rimonta più improbabile della stagione, con un match già vinto inaspettatamente riaperto: il contraccolpo psicologico è però assorbito nel quarto e ultimo set, con le biancorosse brave a dimenticare la frazione precedente.

Nel corso della settimana si disputeranno alcuni recuperi delle passate giornate. Si comincerà già lunedì con il replay del match tra Geovillage Hermaea Olbia e CDA Talmasson. Quindi mercoledì tre gare, tra cui spicca il confronto tra Acqua&Sapone Roma Volley Club e Megabox Vallefoglia (che si ripeterà a campi invertiti nel weekend successivo). Infine giovedì la sfida tra Cuore Di Mamma Cutrofiano e Sigel Marsala.

Le cronache dettagliate dei match dell’ottava giornata nella sezione ‘I RISULTATI’.

LVF TV
Tutte le partite di Serie A2 in diretta e in modalità on demand sono su LVF TV, la web-tv della Lega Pallavolo Serie A Femminile. Highlights, interviste e contenuti speciali quando e dove vuoi. Registrati subito su LVF TV o scarica l’App ufficiale!

SERIE A2 FEMMINILE
I RISULTATI DELL’8^ GIORNATA
POOL PROMOZIONE
Sabato 10 aprile, ore 17.00 (diretta LVF TV)

Acqua&Sapone Roma Volley Club – Omag S.G. Marignano 3-0 (25-13 25-19 25-16)
Sigel Marsala – Megabox Vallefoglia 3-1 (25-21 25-21 29-31 25-23)
Domenica 11 aprile, ore 17.00 (diretta LVF TV)
LPM BAM Mondovì – CBF Balducci HR Macerata 1-3 (25-27 24-26 25-20 22-25)
Eurospin Ford Sara Pinerolo – Volley Soverato 1-3 (13-25 18-25 26-24 21-25)
Green Warriors Sassuolo – Cuore Di Mamma Cutrofiano 3-0 (25-17 25-23 25-20)

POOL SALVEZZA
Domenica 11 aprile, ore 17.00 (diretta LVF TV)
Club Italia Crai – Olimpia Teodora Ravenna 1-3 (26-24 21-25 22-25 17-25)
Geovillage Hermaea Olbia – CDA Talmassons 0-3 (28-30 21-25 22-25)
Futura Volley Giovani Busto Arsizio – Itas Città Fiera Martignacco 3-1 (25-11 26-24 23-25 25-22)
Exacer Montale – Sorelle Ramonda Ipag Montecchio 1-3 (25-20 21-25 13-25 22-25)
Riposa: Barricalla Cus Torino

LE CLASSIFICHE
POOL PROMOZIONE
Acqua & Sapone Roma Volley Club 56 (5); Lpm Bam Mondovì 54 (4); Megabox Vallefoglia 47 (6); CBF Balducci HR Macerata 46 (4); Eurospin Ford Sara Pinerolo 44 (5); Sigel Marsala 43 (5); Cuore Di Mamma Cutrofiano 38 (4); Green Warriors Sassuolo 37 (5); Volley Soverato 37 (3); Omag San Giovanni in Marignano 33 (7).
(tra parentesi le partite ancora da disputare)

POOL SALVEZZA
Olimpia Teodora Ravenna 41 (3); Futura Volley Giovani Busto Arsizio 35 (1); Itas Città Fiera Martignacco 31 (4); Cda Talmassons 27 (5); Geovillage Hermaea Olbia 27 (3); Barricalla Cus Torino 23 (3); Club Italia Crai 19 (6); Sorelle Ramonda Ipag Montecchio 12 (3); Exacer Montale 8 (2).
(tra parentesi le partite ancora da disputare)

I TABELLINI
POOL PROMOZIONE
LPM BAM MONDOVI’ – CBF BALDUCCI HR MACERATA 1-3 (25-27 24-26 25-20 22-25) – LPM BAM MONDOVI’: Tanase 17, Molinaro 11, Scola 3, Hardeman 16, Mazzon 6, Taborelli 14, De Nardi (L), Bonifacio 1, Bordignon 1. Non entrate: Serafini, Midriano, Mandrile. All. Delmati. CBF BALDUCCI HR MACERATA: Pomili 15, Mancini 7, Peretti 4, Lipska 30, Martinelli 4, Renieri 15, Bisconti (L), Pirro 1, Giubilato, Rita. Non entrate: Maruotti, Sopranzetti (L), Galletti. All. Paniconi. ARBITRI: Pozzi, Pasin. NOTE – Durata set: 27′, 29′, 24′, 28′; Tot: 108′.

EUROSPIN FORD SARA PINEROLO – VOLLEY SOVERATO 1-3 (13-25 18-25 26-24 21-25) – EUROSPIN FORD SARA PINEROLO: Gray 2, Zago 18, Buffo 18, Akrari 12, Boldini 2, Bussoli 2, Fiori (L), Fiesoli 8, Nuccio, Allasia, Casalis. Non entrate: Zamboni, Guelli (L), Pecorari. All. Marchiaro. VOLLEY SOVERATO: Mason 16, Riparbelli 18, Shields 21, Lotti 15, Meli 10, Bortoli 4, Barbagallo (L), Ferrario (L), Nardelli, Salimbeni, Bianchini. Non entrate: Cipriani, Piacentini. All. Napolitano. ARBITRI: Nava, Mesiano. NOTE – Durata set: 21′, 24′, 29′, 26′; Tot: 100′.

GREEN WARRIORS SASSUOLO – CUORE DI MAMMA CUTROFIANO 3-0 (25-17 25-23 25-20) – GREEN WARRIORS SASSUOLO: Pasquino 3, Salinas 12, Civitico 9, Antropova 17, Dhimitriadhi 4, Busolini 8, Falcone (L). Non entrate: Magazza, Montagnani (L), Spinello, Ferrari, Zojzi, Bisegna, Pelloni. All. Barbolini. CUORE DI MAMMA CUTROFIANO: Quarchioni 11, Menghi 6, Avenia, M’Bra 8, Caneva 8, Castaneda Simon 8, Ferrara (L), Provaroni 4, Gorgoni, Rizzieri. Non entrate: Di Coste, Morciano, Tarantino, Salviato (L). All. Carratu’. ARBITRI: Cecconato, Jacobacci. NOTE – Durata set: 22′, 27′, 25′; Tot: 74′.

POOL SALVEZZA
CLUB ITALIA CRAI – OLIMPIA TEODORA RAVENNA 1-3 (26-24 21-25 22-25 17-25) – CLUB ITALIA CRAI: Nervini 14, Nwakalor 6, Monza 1, Ituma 10, Marconato 3, Frosini 18, Armini (L), Giuliani 3, Pelloia 3, Barbero, Trampus. Non entrate: Gannar, Bassi, Gardini (L). All. Bellano. OLIMPIA TEODORA RAVENNA: Piva 13, Torcolacci 14, Guasti 5, Grigolo 15, Guidi 15, Morello 3, Rocchi (L), Giovanna, Candolfini, Kavalenka. Non entrate: Fontemaggi, Assirelli, Bernabe’ (L). All. Bendandi. ARBITRI: Giglio, Marconi. NOTE – Durata set: 27′, 28′, 28′, 23′; Tot: 106′.

GEOVILLAGE HERMAEA OLBIA – CDA TALMASSONS 0-3 (28-30 21-25 22-25) – GEOVILLAGE HERMAEA OLBIA: Stocco 5, Ghezzi 12, Poli 4, Korhonen 7, Joly 11, Angelini 8, Caforio (L), Coulibaly 2, Zonta. Non entrate: Barazza, Ciani, Nenni. All. Giandomenico. CDA TALMASSONS: Vallicelli 4, Tirozzi 9, Barbazeni 6, Cutura 17, Bartesaghi 12, Mazzoleni 7, Norgini (L), Dalla Rosa 5, Pagotto, Ponte (L). Non entrate: Nardini, Cristante, Feruglio. All. Barbieri. ARBITRI: Capolongo, Morgillo. NOTE – Durata set: 31′, 26′, 27′; Tot: 84′.

FUTURA VOLLEY GIOVANI BUSTO ARSIZIO – ITAS CITTA’ FIERA MARTIGNACCO 3-1 (25-11 26-24 23-25 25-22) – FUTURA VOLLEY GIOVANI BUSTO ARSIZIO: Michieletto 14, Veneriano 5, Latham 26, Carletti 17, Lualdi 9, Nicolini 4, Garzonio (L), Zingaro 2, Frigo, Lualdi. Non entrate: Sormani, Vecerina. All. Lucchini. ITAS CITTA’ FIERA MARTIGNACCO: Smirnova 9, Fiorio 8, Tonello 14, Carraro 5, Pascucci 13, Rucli 5, Scognamillo (L), Braida 5, Modestino 4, Rossetto, Cerruto. Non entrate: Cortella. All. Gazzotti. ARBITRI: Clemente, Scotti. NOTE – Durata set: 22′, 31′, 32′, 34′; Tot: 119′.

EXACER MONTALE – SORELLE RAMONDA IPAG MONTECCHIO 1-3 (25-20 21-25 13-25 22-25) – EXACER MONTALE: Aguero 11, Gentili 4, Lancellotti, Brina 12, Fronza 14, Botarelli 17, Bici (L), Pinali 1, Rubini 1, Saccani, Cigarini, Blasi. Non entrate: Venturelli (L). All. Tamburello. SORELLE RAMONDA IPAG MONTECCHIO: Scacchetti 2, Cagnin 18, Bovo 9, Mangani 13, Battista 21, Bartolini 13, Monaco (L), Canton 1. Non entrate: Brandi, Bastianello, Imperiali (L), Rosso, Covino. All. Fangareggi. ARBITRI: Fontini, Marotta. NOTE – Durata set: 25′, 27′, 22′, 28′; Tot: 102′.

IL PROSSIMO TURNO
POOL PROMOZIONE
Sabato 17 aprile, ore 18.00 (diretta LVF TV)
CBF Balducci HR Macerata – Green Warriors Sassuolo
Domenica 18 aprile, ore 17.00 (diretta LVF TV)
Megabox Vallefoglia – Acqua&Sapone Roma Volley Club
Omag S.G. Marignano – LPM BAM Mondovì
Cuore Di Mamma Cutrofiano – Eurospin Ford Sara Pinerolo
Volley Soverato – Sigel Marsala

POOL SALVEZZA
Domenica 18 aprile, ore 16.00 (diretta LVF TV)
CDA Talmassons – Barricalla Cus Torino
Domenica 18 aprile, ore 17.00 (diretta LVF TV)
Itas Città Fiera Martignacco – Exacer Montale
Olimpia Teodora Ravenna – Geovillage Hermaea Olbia
Mercoledì 28 aprile, ore 18.30 (diretta LVF TV)
Sorelle Ramonda Ipag Montecchio – Club Italia Crai
Riposa: Futura Volley Giovani Busto Arsizio

I RECUPERI DELLA SETTIMANA
POOL PROMOZIONE
1^ GIORNATA
Mercoledì 14 aprile, ore 20.00 (diretta LVF TV)
Eurospin Ford Sara Pinerolo – CBF Balducci HR Macerata

4^ GIORNATA
Mercoledì 14 aprile, ore 19.00 (diretta LVF TV)
Acqua&Sapone Roma Volley Club – Megabox Vallefoglia

5^ GIORNATA
Giovedì 15 aprile, ore 19.00 (diretta LVF TV)
Cuore Di Mamma Cutrofiano – Sigel Marsala

POOL SALVEZZA
3^ GIORNATA
Lunedì 12 aprile, ore 19.00 (diretta LVF TV)

Geovillage Hermaea Olbia – CDA Talmassons

5^ GIORNATA
Mercoledì 14 aprile, ore 18.00 (diretta LVF TV)
Itas Città Fiera Martignacco – Club Italia Crai

Pinerolo contro Soverato perde l’imbattibilità casalinga

Dom, 11/04/2021 - 21:10

La prima sconfitta interna per l’Eurospin Ford Sara Pinerolo arriva per mano del Volley Soverato. Dopo la vittoria al tie break conquistata nella gara di andata mercoledì scorso le pinerolesi cadono sul campo di casa contro un’avversaria aggressiva, precisa e attenta in ogni fondamentale. A fare la differenza il muro, 21 per Soverato (10 di Riparbelli) contro i soli 4 delle biancoblu. Come nella gara di andata Shields è top scorer del match con 21 punti, seguita da Riparbelli (18) e Mason (16). Tra le fila biancoblu le migliori sono Zago e Buffo

1️⃣ SET Buon avvio di gara delle ospiti che grazie all’ottima fase muro di Meli e Lotti portano subito avanti la squadra 3-5. Pinerolo rimane in scia fino al 7-9 poi Shields e Mason incrementano il vantaggio (7-11). Nella metà campo di Soverato tutto funziona alla perfezione, un break di 7 punti porta le calabresi a +10 (9-19) mentre tra le fila pinerolesi si riscontrano grandi difficoltà. L’opposta americana sigla il 12-22 poi ci pensa Bortoli a chiudere 13-25.

2️⃣ SET Parte ancora bene Soverato sempre con il muro a fare la differenza (4-7). La pipe di Zago vale il 6-8 ma la diagonale di Shields e il mani out di Lotti fanno salire le ospiti 7-10. Le padrone di casa provano a rientrare con Buffo che passa in mezzo alle mani del muro per il 9-12. Shields passa ancora una volta e Loti lavora bene con il muro (13-19). Al servizio la schiacciatrice di posto quattro firma l’ace del 16-22. L’ultimo punto è di Mason (18-25).

3️⃣ SET Più equilibrato il terzo parziale con Akrari e Fiesoli per il 4-4. Mason sigla il cambio palla poi mura Buffo per il 7-10. Marchiaro chiama time out. Al rientro Zago riporta palla nella propria metà campo poi Buffo mura la pipe di Mason ed è 10-10. L’invasione a rete delle ospiti regala il primo vantaggio pinerolese. La fast di Akrari e l’ace di Buffo portano la squadra 15-13. L’Eurospin continua a macinare punti tenendo a distanze le avversarie. Sul 24-20 va al servizio Shields e le calabresi accorciano per poi agganciare 24-24. Ci pensa Fiesoli a siglare il venticinquesimo punto. Il 26-24 arriva con un’invasione delle ospiti.

4️⃣ SET Punto a punto ad inizio quarto set. Due errori nella metà campo di casa regalano il +3 (5-8). Akrari accorcia e Zago attacca la palla del -1. Riparbelli manda out, Buffo invece non sbaglia un colpo e trascina le sue avanti 13-10. Pinerolo tenta di scappare ma Soverato rimane in scia. L’attacco da seconda linea di Shields non passa (19-15) e Boldini dai nove metri sigla il +5. Soverato non molla, si rifà sotto con Shields che attacca una diagonale imprendibile (20-19). Zago non passa, prima fermata da Mason poi da Riparbelli. Buffo pareggia i conti (21-21) ma le ospiti hanno qualcosa in più e chiudono il match 21-25.

Michele Marchiaro: “Se fosse stata una gara dei play off saremmo fuori quindi bene che ci è successo adesso. Come io ripeto sempre l’obiettivo non è arrivare ai play off ma arrivarci pronti perché se poi esci in gara 1 non ti rimane un bel ricordo. Oggi è giusto essere insoddisfatti tutti quanti per la prestazione, noi allenatori per primi. Ci aspettavamo una loro prestazione importante, l’hanno fatta con pochi errori e spingendo molto. Noi siamo riusciti a rispondere soltanto a tratti e questo non basta per vincere una gara di questo tipo”.

EUROSPIN FORD SARA PINEROLO-VOLLEY SOVERATO        1-3

(13/25, 18/25, 26/24, 21/25)

Eurospin Ford Sara Pinerolo: Boldini 2, Buffo, 18, Bussoli 2, Zago 18, Akrari 12, Gray 2 Fiori (L), Casalis, Fiesoli, Allasia. Non entrate: Nuccio, Zamboni, Pecorari Guesli (L). All Marchiaro.

Volley Soverato: Mason 16, Lotti 15, Shields 21, Riparbelli 18, Bertoli 4, Meli 10, Barbagallo (L), Nardelli, Ferrario (L), Bianchini, Salimbeni. Non entrate: Cipriani, Piacentini. All. Napolitano.

Arbitri: Stefano Nava, Marta Mesiano.

Note: 21’, 24’, 29’, 26’. Tot 100’

 

CBF Balducci extralusso, espugnato il Palamanera

Dom, 11/04/2021 - 20:56

La CBF Balducci HR Macerata ritrova i 3 punti e li ritrova al Palamanera di Mondovì, piegando 1-3 la capolista LPM BAM e confermando il trend positivo di questa stagione contro le ragazze di Davide Delmati, dopo la vittoria in finale di Coppa Italia ed i 2 punti conquistati nella gara del girone di andata.

Nessuna sorpresa nei sestetti con Delmati e Luca Paniconi a confermare gli starting six di Rimini. Macerata che approccia meglio il match: Taborelli va due volte out mentre 3 attacchi consecutivi di Lipska sanciscono il primo allungo ospite (8-4). Tanase prova a trascinare le sue compagne ma un suo errore al servizio apre la strada al turno in battuta di Lipska, autrice di 2 aces consecutivi. È 7-12 ma Macerata non riesce più a sfruttare il cambio palla e Mondovì trova il break che vale il primo vantaggio: attacco di Tanase, ace di Mazzon e Mancini out sulla fast. 16-15, primo vantaggio delle padrone di casa e time out chiamato da Paniconi. La pausa giova alla CBF Balducci che si risistema in difesa (bene Bisconti, coadiuvata da tutte le compagne) e confeziona un altro break con Lipska e Martinelli, prima che Taborelli vada ancora out per il 16-19 che ridà fiducia a Macerata. Il finale di set è un susseguirsi di sorpassi e controsorpassi: la LPM strappa con Hardeman e Molinaro; Lipska in pipe trova la parità (22-22) e Renieri (muro e attacco) trova i due punti che portano al set ball. La LPM ne annulla 3 portando il set ai vantaggi ma il quarto è quello buono quando Tanase si infrange sul muro ospite (25-27)

È però proprio Tanase a suonare la carica con 3 aces consecutivi ad inizio secondo set. Macerata si tiene in scia con gli attacchi di Pomili (4-3) e riassesta la ricezione migliorando di conseguenza anche il gioco offensivo; il set si protrae senza break rilevanti e la CBF Balducci ritrova la parità sull’11-11 con il muro di Lipska su Hardeman ed è proprio la stessa Lipska a trovare il primo vantaggio ospite (13-14), ma sull’out di Martinelli in fast è Molinaro ad esaltarsi a muro, su Lipska prima e su Renieri poi (16-14). Allora Paniconi chiama time-out e ancora una volta la pausa fa bene a Macerata che piazza un break di 4 punti, con gli attacchi di Renieri e Pomili e l’ace di Lipska (16-18). Hardeman cerca di caricarsi la LPM sulle spalle ma due attacchi di Pomili permettono alle ospiti di allungare (20-23). Taborelli e Tanase riportano in quota Mondovì e quando Lipska va out è tutto di nuovo in discussione, ma è proprio la schiacciatrice polacca della CBF Balducci a chiudere il set, con un attacco ed un muro vincente su Taborelli che aveva annullato il primo set ball di Macerata.

Veemente reazione della LPM nel terzo set, gli attacchi di Tanase e Taborelli e un ace di Mazzon mettono subito il parziale in discesa per Mondovì (8-3). La CBF Balducci fatica a mettere pressione alle avversarie e gira a vuoto in attacco, permettendo alle padrone di casa di prendere il largo (18-11). Sul 21-14 Macerata prova un accenno di reazione con il muro out trovato da Lipska ed un muro vincente su Taborelli. Scola va out e Mancini trova la fast vincente per il 23-20. Non basta però a rimettere in carreggiata le ospiti, con Taborelli che trova il primo set ball e Pomili che non trova il mano out. 25-20 e gara rimessa in discussione.

Il quadro psicologico ad inizio del quarto parziale sembra favorevole alle padrone di casa che partono forte a muro su Renieri (5-1). Il time out di Paniconi permette alla CBF Balducci di inquadrarsi di nuovo, ricominciando a mettere pressione alla difesa di Mondovì e sfruttando le free ball con un più cattiveria di quanto non avvenuto in precedenza. Così si tiene la scia dell’LPM e quando Mancini trova un’altra fast vincente (12-10) è Lipska a fare di nuovo la voce grossa in attacco e a muro, il resto lo fanno gli errori di Hardeman e Taborelli per il 12-15 che ribalta il set. Tanase e Hardeman conducono Mondovì al 19 pari ma quando Renieri trova il mano out entra Giubilato al servizio per lo scambio chiave, dove Macerata difende con le unghie e con i denti (grazie anche all’apporto della schiacciatrice siciliana) prima di trovare la palla sospinta vincente con Pomili. Molinaro va a rete e la pipe di Lipska è prologo all’ace di Renieri che firma il 20-24: Hardeman annulla il primo match ball e Mancini non supera il muro di Mondovì ma è l’immancabile Lipska a trovare il punto numero 30 della sua gran partita per il 22-25 che chiude i conti e che lancia la CBF Balducci al momentaneo quarto posto nella Pool Promozione.

La partita sarà trasmessa in differita da Studio 7 TV martedì alle 21 sul canale 611 e in simulcast sulla web tv al sito www.radiostudio7.net/tv. Il mercoledì alle 21 sarà trasmessa sul canale 14 (Video Tolentino).

LPM BAM MONDOVÌ – CBF BALDUCCI HR MACERATA 1-3

LPM BAM MONDOVÌ: Tanase 17, Molinaro 11, Scola 3, Hardeman 16, Mazzon 6, Taborelli 14, De Nardi (L), Bonifacio 1, Bordignon 1. Non entrate: Mandrile, Serafini, Midriano. All. Delmati.

CBF BALDUCCI HR MACERATA: Pomili 15, Mancini 7, Peretti 4, Lipska 30, Martinelli 4, Renieri 15, Bisconti (L), Pirro 1, Giubilato, Rita. Non entrate: Galletti, Maruotti, Sopranzetti (L). All. Paniconi.

ARBITRI: Pozzi, Pasin.

PARZIALI: 25-27 (27′), 24-26 (29′), 25-20 (24′), 22-25 (28′).

NOTE: LPM BAM 10 errori in battuta, 8 aces, 12 muri vincenti, 65% ricezione positiva (41% perfetta), 32% in attacco; CBF Balducci 10 errori in battuta, 5 aces, 7 muri vincenti, 48% ricezione positiva (29% perfetta), 40% in attacco.

Quarta vittoria consecutiva per la CDA Talmassons

Dom, 11/04/2021 - 20:33

RISULTATO: 0a3 (28-30)(21-25)(22-25)

Geovillage Hermaea Olbia: Joly, Angeli, Ciani, Ghezzi, Barazza, Coulibaly, Stocco, Korhonen, Cafario (L), Zonta e Poli.

Allenatore: Giandomenico Emiliano e Vice: Cadoni Stefano

CDA Talmassons: Barbazeni Karin, Norgini Maria Chiara (L2), Della Rosa Francesca, Nardini Daniela, Mazzoleni Monica, Vallicelli Cecilia, Feruglio Rebecca, Cutura Hana, Pagotto Sofia, Ponte Genni (L1), Bartesaghi Giulia e Tirozzi Valentina (K)

Allenatore: Barbieri Leonardo e Vice: Cinelli Stefano

Arbitri: Antonio Capolongo e Davide Morgillo.

CRONACA:

Per il primo incontro in terra sarda la CDA parte col sestetto: Barbazeni e Mazzoleni centri, Tirozzi e Bartesaghi bande, Cutura opposta e palleggiatrice Vallicelli con i liberi Ponte e Norgini in alternanza.

Inizio set punto a punto 3a2 per le padrone di casa. Grande attacco di Mazzoleni 3a4. Errori della CDA in battuta 6a4 per Olbia. Olbia più concreta 9a4. Entra Dalla Rosa per Bartesaghi. Muro di Barbazeni 10a6. Attacco di capitan Tirozzi 10a7. 12a7 Barbieri chiama il time out. Attacco fuori di Cutura 14a8. A questo punto si comincia a vedere un Talmassons più preciso e ordinato e che sembra aver preso le misure sull’attacco avversario. Attacco Dalla Rosa 14a10. Si gioca punto a punto. Attacco di Mazzoleni 17a14. Gran attacco di Cutura 18a15. Schiacciata di Tirozzi 18a16 e time out Olbia. Su un buon turno al servizio di capitan Tirozzi con un suo attacco e uno di Cutura c’è il sorpasso CDA 20 a 19 e secondo time out Olbia. Attacco Barbazeni 19 a 21 e a seguire un mani fuori per Talmassons che rimane avanti per 20 a 22. Le padrone di casa non mollano e recuperano 22 pari. Mazzoleni e Barbazeni annullano due set point per Olbia 25 pari. Bello e spettacolare il finale di set che sempre con Tirozzi al servizio è chiuso da Dalla Rosa in attacco con il punteggio di 30 a 28 per le ragazze di Barbieri.

Stessa formazione di inizio gara nel secondo set. CDA subito avanti per 3a1. Olbia recupera 4a4. Attacco di Bartesaghi 5a4 per CDA. Una gara piacevole prosegue in perfetto equilibrio fino al 15 pari.Barbazeni e Cutura a muro e in attacco regalano un break alla CDA 19 a 16 e time out per le padrone di casa. Talmassons gestisce con tranquillità e intelligenza il vantaggio e si porta sul 20a16. Entra in battuta Pagotto per Barbazeni. Attacco di Bartesaghi dopo una azione lunghissimo 22a18. Errore in battuta Olbia 23a19. Attacco fuori sardo 24a19. Sul 24a20 Barbieri chiama il primo time out. La CDA, poi, su un errore in battuta di Olbia si aggiudica anche il secondo set sul 25a21.

Nel terzo set la CDA, che non cambia formazione, parte subito con un ace di Vallicelli. Attacco fuori Olbia e 3a0 per CDA. Le padrone di casa su un paio di errori di Talmassons recuperano 3a3. Spettacolare pallonetto di Cutura 4a3. Muro di Barbazeni 5a4. Due attacchi di Bartesaghi e Cutura riportano Talmassons avanti per 7 a 4 e primo time out Olbia., che poi pareggia i conti 7 pari. A questo punto tutte l’attacco di Talmassons segna di nuovo un divario di 5 punti: 12 a 7. Ancora una volta le padrone di casa riescono a recuperare grazie ad un paio di errori di Talmassons 19 pari. Sul 20 pari entra Pagotto in battuta per Barbazeni. Olbia prova ancora a rimettere in discussione l’incontro ma anche oggi capitan Tirozzi e compagne, confermando quanto di buono visto nelle ultime tre vittorie, si dimostrano molto determinate e concentrate concedendo poco alle avversarie e chiudendo il match con un ace di Cutura, anche oggi top score dell’incontro con 17 punti, sul 25 a 22.

L’Exacer Montale con un piede e mezzo in Serie B1: Montecchio vince anche in Emilia (1-3)

Dom, 11/04/2021 - 20:29

CASTELNUOVO RANGONE (MO), 11 APRILE 2021 – Il Sorelle Ramonda Ipag Montecchio, nell’8ª giornata della Pool “Salvezza” di Serie A2, espugna il “PalaMagagni” di Castelnuovo Rangone e condanna, quasi matematicamente, l’Exacer Montale alla retrocessione in Serie B1.

L’Exacer Montale durante un time-out nella sfida contro Montecchio (foto: Buono)

Era una sfida da non sbagliare per l’Exacer Montale, quella in cui sarebbero serviti i tre punti pieni per darsi ancora una speranza. Invece, non solo non è arrivata la vittoria, ma i tre punti sono andati a Montecchio, che adesso si trova a più quattro sull’ultima posizione occupata proprio dalle nerofucsia. Una retrocessione che diverrebbe matematica nel caso in cui domenica prossima non arrivi la vittoria da tre punti a Martignacco, ma sono diversi i pianeti che dovrebbero allinearsi per evitare il ritorno in B1. Come spesso è accaduto in questa stagione, parte bene l’Exacer Montale che vince il primo set ma poi si spegne. Subisce la solita rimonta e alla fine del match sono le lacrime a padroneggiare sul taraflex emiliano. Battista, come nella gara di andata, quando aveva siglato trenta punti, si prende nuovamente la copertina di giornata con ventuno realizzazioni. Dall’altra parte Botarelli, al rientro dall’infortunio, si accende a metà e chiude con diciassette punti.

1° SET – Tamburello schiera Lancellotti e Botarelli sulla diagonale principale, Pinali e Brina in banda, Gentili e Fronza al centro con Bici libero. Sestetto base anche per Fangareggi con Scacchetti e Mangani sulla diagonale principale, Bovo e Bartolini al centro, Battista e Cagnin in banda e Monaco libero. Primo parziale equilibrato, almeno fino all’8-8. Da lì Montale mette il naso avanti fino alla fine, va su fino al 17-13 con Montecchio che ci prova ma si riporta a non meno di due punti di distanza. Set che si chiude 25-20 per Montale, con una buona percentuale in attacco per le nerofucsia. Cinque punti a testa per Brina, Fronza e Cagnin.

2° SET – Stesse protagoniste del primo parziale anche per l’inizio del secondo set, parziale in cui la musica cambia. In realtà a partire forte è l’Exacer Montale, che va subito sul 6-1 ma si fa immediatamente riagganciare (6-6). Si capovolgono le percentuali in attacco, con Montecchio in ascesa e Montale in calo. Sul 18-18 arrivano i soliti problemi di gestioni per l’Exacer, che va sotto 20-18. Tamburello chiama il time-out ma Fangareggi pesca dalla panchina Canton che va al servizio e sostanzialmente va a mettersi in proprio per la vittoria del set (25-21). Set in cui a mettersi in mostra Valeria Battista, con otto punti.

3° SET – Il terzo set, vede ancora una volta gli stessi sestetti che hanno aperto il match. Montecchio decolla sulle ali dell’entusiasmo dopo la vittoria del secondo set. Le venete salgono sullo schiacciasassi e dopo esser state avanti 7-5, in un batter d’occhio si ritrovano sopra 17-9. Botarelli (cinque punti) fa il possibile, ma è un’altra giornata difficile per l’opposto senese. Dall’altra parte si accende Bovo, anche lei cinque punti, per un parziale che si chiude 25-13 per le venete con le tre top scorer che risultano essere proprio Botarelli, Bovo e Battista, tutte con cinque realizzazioni.

4° SET – La sconfitta del terzo set è già una botta pesante per l’Exacer, e al ritorno in campo (sempre con gli stessi sestetti) deve nuovamente inseguire. A metà set Montecchio è già avanti 13-7. La spinta decisiva, tra le altre, la dà senz’altro Cagnin (nove punti e top scorer di questo parziale). Seppur le percentuali in attacco siano praticamente identiche, Montale perde decisamente smalto e va a sciogliersi punto dopo punto. Tamburello si gioca anche le carte Blasi e Saccani, ma il succo non cambia. Sul 21-14 per Montecchio arrivano tre punti d’orgoglio delle nerofucsia (17-21), ma dopo il time-out Montecchio è di nuovo 23-18 per le venete. Parziale che si chiude 25-22.

IL TABELLINO

EXACER MONTALE-SORELLE RAMONDA IPAG MONTECCHIO 1-3 (25-20; 21-25; 13-25; 22-25)

[Durata set: 25’, 27’, 22’, 28’; tot. 1h42’]

EXACER MONTALE: Lancellotti 0, Botarelli 17, Brina 12, Aguero 11, Gentili 4, Fronza 14, Bici (L1), Cigarini 0, Blasi 0, Pinali 1, Rubini 1, Saccani 0, Venturelli (L2) ne. All. Ivan Tamburello.

SORELLE RAMONDA IPAG MONTECCHIO: Scacchetti 2, Mangani 13, Bovo 9, Bartolini 13, Battista 21, Cagnin 18, Monaco (L1), Canton 1, Covino ne, Bastianello ne, Brandi ne, Rosso ne, Imperiali (L2) ne. All. Mario Fangareggi.

ARBITRI: Simone Fontini; Michele Marotta (segnapunti: Silvia Bianchini).

NOTE – Partita disputata a porte chiuse. Exacer Montale: 2 Ace, 5 Battute sbagliate, 6 Muri; Sorelle Ramonda Ipag Montecchio: 4 Ace, 11 Battute sbagliate, 11 Muri.

Le azzurrine non riescono nell’impresa, la capolista Ravenna vince 3-1

Dom, 11/04/2021 - 20:12

Non riesce l’impresa al Club Italia CRAI che, pur tenendo testa alla capolista della Pool Salvezza del Campionato di A2, cede 3-1 (26-24, 21-25, 22-25, 17-25) nel match contro l’Olimpia Teodora Ravenna. Le azzurrine, tornate in campo a più di un mese di distanza dall’ultima partita disputata, sono state protagoniste di un ottimo primo set, di una rimonta di carattere nel secondo, ma non sono riuscite ad esprimere al meglio il proprio gioco.
L’intenso finale di stagione vedrà il Club Italia CRAI nuovamente in campo mercoledì 14 aprile alle 18 a Martignacco per il recupero della quinta giornata di andata della pool Salvezza

CRONACA – Per l’avvio di questa gara, valida come terza giornata di ritorno della Pool Salvezza di A2, il tecnico federale Massimo Bellano si affida alla diagonale Monza-Frosini, alle schiacciatrici Nervini e Ituma, alle centrali Nwakalor e Marconato e al libero Armini. Dall’altra parte della rete coach Simone Bendandi si affida al sestetto composto da Piva, Torcolacci, Guasti, Grigolo, Guidi, Morello e al libero Rocchi.
E’ Ravenna che prova subito ad accelerare in avvio di gara (1-3), ma le azzurrine sono brave a ricucire e pareggiano i conti (3-3). Al nuovo allungo ospite (3-6) rispondono prontamente le giovani della formazione federale che ristabiliscono la parità (6-6) e con un ace di Giuliani si portano in vantaggio (7-6). Ravenna ristabilisce l’equilibrio e si viaggia sostanzialmente punto a punto (11-11). Gli attacchi vincenti di Frosini e Nervini, a cui si aggiunge un muro di Nwakalor spingono avanti le azzurrine che si portano sul +3 (15-12). Il time out chiamato da coach Bendandi non dà l’effetto sperato e Monza e compagne possono allungare ulteriormente (18-13). Ravenna ritrova buon rodine e accorcia le distanze (20-19). Un attacco di Ituma innesca la ripartenza azzurrina e la formazione federale torna sul +4 (23-19). All’uscita da time out un ace di Giuliani vale il 24-21. Ravenna annulla 3 palle set e si va ai vantaggi. Le azzurrine sono brave a trovare la giusta concentrazione e con un muro di Frosini chiudono a proprio favore il primo set (26-24).
L’avvio di seconda frazione è targato Ravenna: le ospiti si portano in vantaggio (3-6) e allungano il passo (5-13). Time out e cambio in regia per il Club Italia CRAI: Pelloia sostituisce Monza in palleggio. Con pazienza le giovani della formazione federale ritrovano ordine e buon gioco: tre attacchi vincenti di Frosini e una buona guardia in seconda linea permettono alle azzurrine di mettere a segno un break che assottiglia notevolmente lo svantaggio (12-14) e coach Bendandi chiama time out. Le giovani della formazione federale continuano a tenere testa alla capolista e si riportano sul -1 (16-17). Ravenna tenta una ripartenza (18-20), le azzurrine ristabiliscono la parità (20-20). Nel finale sono le ospiti a trovare lo spunto giusto per chiudere il parziale e riportare in parità il conto set (21-25).
Sono le azzurrine a dettare il ritmo in avvio di terza frazione e a portarsi in vantaggio (7-3). Coach Bendandi chiama time out e Ravenna si rimette in marcia riportandosi sul -1 (9-8). Le giovani della formazione federale mantengono alto il ritmo partita e restano avanti alle avversarie (12-10). Le ospiti piazzano il break che vale il pareggio (12-12) e l’allungo (12-15). Pronta la reazione azzurrina: le giovani allenate da coach Bellano accorciano con un ace di Giuliani (14-15) e pareggiano i conti con un muro di Nwakalor (17-17). La gara imbocca quindi i binari dell’equilibrio (21-21). E’ Ravenna a trovare lo spunto giusto nel finale per chiudere il set e portarsi in vantaggio (22-25).
Buon avvio di quarta frazione per il Club Italia CRAI che si porta sul +2 (3-1). Immediata la reazione di Ravenna che ricuce (3-3) e prova ad alzare il ritmo (4-6). Le azzurrine ristabiliscono la parità (6-6) e per un lungo tratto si procede punto a punto (12-12). Ravenna imprime maggiore intensità al proprio gioco e conquista un buon margine di vantaggio (13-18). Il time out chiamato da coach bellano non cambia l’inerzia: le azzurrine faticano a ricucire (15-19) e la capolista chiude set e partita (17-25) allungando la propria serie positiva.

SOFIA MONZA: “il primo set è stato molto positivo, ma dal secondo set in poi non siamo riuscite ad esprimere bene il nostro gioco. Siamo state brave nel secondo a rimontare dallo svantaggio, ma in generale dobbiamo ritrovare il nostro ritmo perché possiamo fare decisamente meglio. Da questa settimana giocheremo ogni tre giorni, siamo pronte per affrontare questo impegnativo finale di stagione. Piano piano ritroveremo sicuramente il nostro ritmo. Ci teniamo molto a chiudere bene questa annata”.

CLUB ITALIA CRAI-CONAD OLIMPIA TEODORA RAVENNA 1-3 (26-24, 21-25, 22-25, 17-25)
CLUB ITALIA CRAI: Nervini 11, Nwakalor 7, Monza 1, Ituma 10, Marconato 3, Frosini 21; Armini (L), Giuliani 3, Trampus, Barbero, Pelloia 2. Ne: Bassi, Gannar, Gardini (L). All. Bellano.
CONAD OLIMPIA TEODORA RAVENNA: Piva 10, Torcolacci 14, Guasti 4, Grigolo 16, Guidi 13, Morello 4; Rocchi (L), Kawalenka, Candolfini, Giovanna. Ne: Fontemaggi, Bernabè (L), Assirelli. All. Bendandi.
ARBITRI: Giglio-Marconi
DURATA SET: 27’, 28’, 28’, 24’
CLUB ITALIA CRAI: 3 a, 4 bs, 11 mv, 38 et
CONAD OLIMPIA TEODORA RAVENNA: 8 a, 11 bs, 7 mv, 28 et.

L’Itas Città Fiera Martignacco inciampa a Busto Arsizio

Dom, 11/04/2021 - 20:02

L’Itas Città Fiera Libertas Martignacco cade 3-1 (25-11, 26-24, 23-25, 25-22) a Busto Arsizio nella terza di ritorno della Pool salvezza di serie A2 femminile e, alla luce pure del successo di Ravenna sul Club Italia, vede complicarsi la corsa al sogno chiamato primo posto che significa play-off.

«Tralasciando il primo set nel corso del quale non siamo esistiti, ce la siamo giocata. C’è stata una grande reazione nel terzo parziale, ma la nostra poca continuità di prestazione ci ha impedito di strappare punti. Il primo posto è definitivamente sfumato, nonostante ciò vogliamo e dobbiamo dare il massimo nelle ultime partite per chiudere nel migliore modo possibile questo campionato. A partire dal recupero di mercoledì», dice il presidente Fulvio Bulfoni.­­­

Il tabellino friulano: Carraro 5, Fiorio 8, Modestino 4, Smirnova 9, Tonello 14, Rucli 5, Braida 5, Pascucci 13.

Mercoledì, alle 20, l’Itas Città Fiera ospiterà il Club Italia nel recupero della quinta e ultima d’andata.

tratto da www.libertasmartignacco.it

Reazione d’orgoglio biancorossa: 3-1 Futura contro Martignacco

Dom, 11/04/2021 - 19:44

Reazione d’orgoglio per la Futura Volley Giovani, che al San Luigi chiude la serie negativa e ritrova i 3 punti contro un’avversaria tosta come la Itas Città Fiera Martignacco. Match molto strano e con un finale di terzo set che avrebbe potuto cambiare il corso dell’incontro: le biancorosse sono state perfette fino al 23-12 della terza frazione, spinte da una difesa asfissiante e dalla potenza di Latham, vera e propria mattartrice dell’incontro con i suoi 26 punti (MVP a fine gara). Quindi un completo blackout delle padrone di casa ha portato alla rimonta più improbabile della stagione, con un match già vinto inaspettatamente riaperto: il contraccolpo psicologico è stato però assorbito nel quarto e ultimo set, composto da una battaglia ravvicinata che ha visto vincitrici le biancorosse brave a dimenticare la frazione precedente.
La vittoria odierna porta il team di coach Lucchini a 35 punti, non abbastanza per impensierire la capolista Ravenna; tra due settimane il campionato biancorosso si chiuderà ancora al San Luigi, a seguito della prevista visita di Talmassons.

PRIMO SET: La Futura inizia il match schierando Latham opposta a Nicolini, Veneriano e Giuditta Lualdi al centro, Carletti e Michieletto in posto 4 più Garzonio libero; Martignacco risponde con le diagonali Carraro-Smirnova, Fiorio-Pascucci, Tonello-Rucli e Scognamillo libero. Buona partenza per le biancorosse, che beneficiano dell’errore offensivo ospite per il 2-0; dopo il pareggio della Itas è Lualdi a piazzare il nuovo +2 in fast (5-3), Michieletto approfitta del tuffo in difesa di Garzonio per il mani fuori dell’8-4. Il distacco aumenta sull’affondo di Latham da posto 2 che porta al 12-7, la Futura concede molto poco in difesa (da urlo i due interventi consecutivi di Veneriano) e sul 14-9 Martignacco chiama la prima sosta del match. L’uscita dal timeout vede Latham come mattatrice, l’opposto americano piazza due conclusioni che portano al 16-11; le biancorosse continuano a macinare gioco, alle ospiti non basta chiamare il secondo timeout per spezzare la serie positiva di Latham al servizio e in fase offensiva (20-11). Busto non si guarda più indietro sul diagonale troppo ampio della Itas (22-11); Nicolini può chiudere in scioltezza un set dominato (25-11).

SECONDO SET: Martignacco trova il primo vantaggio del match grazie all’attacco dal centro di Tonello (2-3), la frazione resta molto combattuta e Busto controsorpassa con Carletti in pipe (5-4); è poi la solita Latham a firmare il doppio vantaggio biancorosso (8-6) e a mantenerlo con un mani-out anche nell’azione che porta al 10-8. Michieletto sfonda il muro in parallela per il 12-10, quindi è una nuova pipe di Carletti a permettere alla Futura di allungare (13-10); Martignacco cerca il pari ma viene punita da Latham in diagonale (14-12), l’equilibrio arriva sul muro subìto da Veneriano (15-15) e l’Itas trova il break grazie a Rucli che punisce la ricezione biancorossa (17-18). A seguito della sosta chiamata da coach Lucchini Busto rimonta 2 punti di svantaggio e con l’ace di Latham si ritrova di nuovo avanti (20-19, timeout Martignacco); Lualdi chiude una combinazione rapida con Nicolini per il 22-20, la Itas pareggia immediatamente con Tonello (22-22). La Futura arriva per prima al set-point con Michieletto (24-23) ma subisce il muro che porta le squadre ai vantaggi;

TERZO SET: Sprint biancorosso sin dalle prime battute, con Veneriano brava a piazzare il murone del 3-0; la Futura esce aggressiva anche dal timeout ospite e con la pipe di Michieletto si porta sul 6-1. Ancora un muro, questa volta della coppia Lualdi-Nicolini, mantiene le biancorosse sul +5 (8-3); la Itas tenta di tornare a contatto ma la retroguardia biancorossa lascia pochi spiragli, è quindi Michieletto a piazzare di potenza il 12-6. Le padrone di casa sono concrete come non mai e proseguono nell’allungo, ancora a firma Michieletto (14-7); Veneriano prende nuovamente le misure all’attacco ospite e le Cocche si portano avanti di 8 (16-8), reagendo poi a due muri subiti con il preciso lob di Carletti (19-10). La fase offensiva casalinga si appanna per la prima volta nell’incontro e Lucchini preferisce vederci chiaro (19-12); un altro “miracolo” di Garzonio propizia il 21-12 che sembra chiudere virtualmente la partita, Carletti sfonda più volte da posto 4 (23-12). Alla vista del traguardo la Futura perde mordente e subisce la più assurda delle beffe: dal 23-13 la Itas non perde più il servizio e piazza un parziale di 13-0 che riapre totalmente la gara, non bastano gli ingressi di Zingaro e Anna Lualdi per Nicolini e Latham (23-25).

QUARTO SET: l’avvio non può che essere favorevole a Martignacco, brava a chiudere la via alle avanti biancorosse (1-3); Zingaro prende il posto di Carletti, mentre il punteggio torna in equilibrio (5-5). Che l’inerzia dell’incontro sia totalmente cambiata lo si vede anche dalla tenacia difensiva messa in campo dalla Itas (5-7), la Futura però vuole dimenticare tutto e con Latham (diagonale + muro) ribalta il punteggio (9-7); il parziale prosegue a strappi e Martignacco approccia la parte centrale riportandosi avanti (10-11) per poi subire il nuovo sorpasso sul mani-out di Latham (12-11). Smirnova allunga troppo la traiettoria del suo attacco e le padrone di casa trovano un nuovo +2 (15-13); il timeout di Gazzotti rinvigorisce ancora le ospiti che con l’ace di Braida passano in vantaggio (15-16), ma la frazione esce da qualsiasi binario e vede la Futura andare nuovamente a condurre sull’errore offensivo di Pascucci (19-17). Il doppio vantaggio è confermato dal muro di Michieletto (21-19) e dall’affondo in diagonale di Latham (22-20); la fast di Lualdi porta al primo match point (24-21), Nicolini chiude l’incontro (25-22).

LE INTERVISTE

Rebecca Latham (opposto Busto Arsizio): “E’ stata una partita complicata e ci è servito mettere tutto il nostro impegno per riuscire a vincere; sappiamo che tutto ciò che possiamo fare sarà giocare al massimo e divertirci negli ultimi match, forse è questa la ragione per cui abbiamo giocato con questa chimica di squadra oggi”.
Marco Gazzotti (coach Martignacco): “Ce la siamo giocata dalla fine del terzo set in poi, peccato per il finale del quarto in cui abbiamo commesso un paio di ingenuità; ci siamo comunque divertiti, non credo ci sia la possibilità di agguantare l’ultimo posto playoff perché la partita di oggi è stata lo spartiacque della Pool”.
Matteo Lucchini (coach Busto Arsizio): “Stasera abbiamo impostato la partita molto bene, interpretando alla grande i primi due set e mezzo: in un anno così strano, in cui si perdono facilmente certezze, è subentrata quasi la paura di fare risultato e di completare l’opera. Sono però contento che nel quarto ci sia stata la reazione di nervi che ci serviva”.

TABELLINO:

Futura Volley Giovani – Itas Città Fiera Martignacco 3-1 (25-11, 26-24, 23-25, 25-22)

Futura Volley Giovani: Veneriano 5, Nicolini 4, Michieletto 14, Vecerina ne, Latham 26, A.Lualdi, Frigo, G.Lualdi 9, Sormani ne, Carletti 17, Garzonio (L), Zingaro 2. All. Lucchini. Battuta: errate 11, ace 2. Ricezione: 78% positiva, 53% perfetta, errori 2. Attacco: 37% positività, errori 7, murati 14. Muri: 10.
Itas Città Fiera Martignacco: Carraro 5, Fiorio 8, Modestino 4, Smirnova 9, Tonello 14, Rucli 5, Braida 5, Rossetto, Cortella ne, Pascucci 13, Scognamillo (L), Cerruto. All. Gazzotti. Battuta: errate 4, ace 2. Ricezione: 61% positiva, 39% perfetta, errori 2. Attacco: 30% positività, errori 14, murati 10. Muri: 14.

Dario Cordella
Futura Volley Giovani
(foto Giovanni Pini)

Vittoria meritata in Piemonte

Dom, 11/04/2021 - 19:21

Eurospin Pinerolo 1

Volley Soverato.    3

Parziali set: 13/25; 18/25; 26/24; 21/25

EUROSPIN PINEROLO: Casalis, Girello (L) Fiori (L), Nuccio, Allasia ne, Bussoli 2, Boldini 2, Pecoraro ne, Zamboni ne, Zago 17, Fiesoli 8, Buffo 18, Gray 3, Akrari 12. Coach: Michele Marchiaro

VOLLEY SOVERATO: Mason 17, Lotti 15, Cipriani ne, Nardelli, Shields 21, Salimbeni, Barbagallo (L), Piacentini 1, Bianchini, Riparbelli 16, Bortoli 5, Meli 10, Ferrario (L). Coach: Bruno Napolitano

ARBITRI: Nava Stefano – Mediano Marta

DURATA SET: 21′, 24′, 29′, 26′. Tot 1h40′

MURI: Pinerolo 4, Soverato 21

Sbanca il palasport di Pinerolo il Volley Soverato che con una prestazione maiuscola, vince meritatamente per tre set a uno. Prestazione ottima di tutte, con ben ventuno muri da parte delle biancorosse. Dunque, si interrompe il digiuno di vittorie per le ragazze di Napolitano che, con la prestazione raccolgono finalmente anche i tre punti. Una partita condotta sin dalle prime battute da Lotti e compagne che anche quando Pinerolo ha riaperto i giochi, ha saputo bloccare il tentativo di rimonta avversario. Soverato, sotto 20-15 nel quarto parziale, ha reagito alla grande, con carattere e determinazione, chiudendo il match. Passiamo all’incontro. Coach Marchiaro per l’ Eurospin schiera  Boldini in palleggio e Zago opposto, al centro Akrari e Gray, schiacciatrici Fiesoli e Buffo, il libero è Fiori.

Soverato,invece, in campo con Bortoli al palleggio e la statunitense Shields opposto, al centro Riparbelli e Meli, schiacciatrici capitan Lotti e Chiara Mason con libero Barbagallo. È buona la partenza delle calabresi che conducono 3-6 e 8-12 con le ragazze di coach Marchiaro che cercano subito di riagguantare le avversarie; sul punteggio di 9-14 time out locale. Gioca bene Soverato e allunga sul piú sette, 9-16. Chiude senza particolari difficoltà il parziale Soverato con il punteggio di 13/25 con pallonetto di Bortoli. Anche l’inizio del secondo set vede Riparbelli e compagne partire bene, contenendo molto gli attacchi dell’opposto Zago. Soverato conduce 1-4 e l’Eurospind è costretta al time out. Andento del gioco che vede sempre le biancorosse ospiti avanti nel punteggio, con Pinerolo che si riporta a meno due, ma le ragazze di Napolitano allungano andando sul piú sei, 13-19. Tenta Pinerolo di ricucire lo strappo, rosicchiando due punti, 16-20 ma Bortoli e compagne sono determinate e chiudono con merito a proprio favore anche questo secondo set, 18/25 il punteggio finale. Equilibrio ad inizio terzo set con il punteggio in paritá, 5-5, ma c’è il break delle “cavallucce marine” che con due muri consecutivi vanno sul piú tre, 7-10 con time out per le padrone di casa. Contro break e vantaggio Pinerolo adesso per 11-10; squadre in parità in questa fase, 13-13, con la squadra di Marchiaro che prova a scappare, 16-13, e coach Napolitano chiama subito time out. Fase decisica del set con Pinerolo sul più quattro, 21-17, ma Soverato non molla. Spingono Zago e compagne che sono vicine al set, 23-18; time out ospite e al rientro Soverato si rifá sotto annullando due palle set, 24-22, time out Pinerolo. Al rientro, Meli sigla il 24-23 e con Shields al servizio annulla anche il quarto set point  Si vá vantaggi, 24-24 e Fiesoli trova la quinta palla set; viene fischiato un fallo alle calabresi e così l’Eurospin chiude 26/24 riaprendo il match. Riaperta la partita, adesso Akrari e compagne ci credono, e a metà quarto set conducono 15-12 e 18-15; fase di gioco favorevole alle piemontesi e sul 19-15 time out per le ospiti. Soverato ha carattere e sotto 20-15 piazza un break di sei a zero, riportandosi avanti 20-21. Allungo calabrese, 21-23; Shields conquista tre palle match 21-24 e chiude con Riparbelli dal centro 21/25. Tre punti meritati con una grande prova che regalano alle ragazze del presidente Matozzo un successo importante. Adesso, nel prossimo incontro, sfida casalinga contro Sigel Marsala per dare seguito a questo successo.

Sfida salvezza a Montale per il S.lle Ramonda-Ipag.

Dom, 11/04/2021 - 12:11

Montecchio Maggiore 11 aprile 2021

Battaglia all’ultimo sangue oggi per le ragazze del S.lle Ramonda-Ipag che scenderanno in campo a Montale per giocarsi, probabilmente, la partita più importante del campionato in vista della salvezza.

Commentano così la gara mister Fangareggi e Isabella Monaco. “Chiaramente per noi questa è una partita importante perché giochiamo contro la nostra diretta rivale per la salvezza.” – dice Fangareggi- “Sappiamo che hanno dei buoni attaccanti, ma soprattutto hanno, rispetto a noi, giocatrici con molta esperienza. Noi dovremo essere incisive in battuta per provare a limitare il loro attacco e il loro gioco. Nelle ultime partite abbiamo ottenuto punti importanti e onestamente siamo determinati ad ottenere i punti che ci mancano per il nostro obbiettivo finale che è la salvezza”. “Questa Domenica affronteremo un match importante contro Montale,” – dice Monaco- “Siamo molto concentrate in questo periodo e stiamo lavorando molto, e il risultato contro Busto lo dimostra. Ora cercheremo di portare a casa il risultato sia per noi stesse sia per la società e per i tifosi. Non sarà sicuramente una partita facile, ma questo è il momento di mettersi in gioco e dimostrare tutto il nostro valore”.

La Saugella Monza tra le regine d’Europa: prossimo anno sarà Champions League

Dom, 11/04/2021 - 10:00

Ogni anno sempre più in alto. Per la Saugella Monza la graduale crescita verso il top, stagione dopo stagione, è condita da una smisurata voglia di stupire e puntare a migliorarsi. E anche questa volta il club monzese ce l’ha fatta, perchè nonostante l’amarezza per la sconfitta subita in Gara 2 della Semifinale Scudetto della Serie A1 femminile 2020-2021 contro la Igor Gorgonzola Novara e la conseguente chiusura dell’annata sportiva, per la prima squadra femminile del Consorzio Vero Volley è già tempo di preparare un futuro completamente nuovo e sempre più bello.

Al terzo posto in stagione regolare (miglior piazzamento di sempre nella massima serie), alla prestigiosa conquista della CEV Cup 2021, secondo titolo europeo per le rosablù dopo quello della Challenge Cup 2019, alla partecipazione alla terza Final Four di Coppa Italia, Monza aggiunge, tra i target centrati, un’altra importante novità: il pass per la Champions League 2022.

Con Conegliano che ha chiuso prima in regular season, archiviando automaticamente il discorso qualificazione alla Champions League, ed è ora in Finale Scudetto (altro modo di prenotarsi per la prima coppa europea) contro Novara, le venete hanno lasciato libero un pass che prenderanno le monzesi, dato che sono arrivate proprio dietro le piemontesi in regular season. Un altro passo in avanti quindi per il Consorzio monzese, che la prossima stagione potrà vantare, come nel 2019, due squadre in Europa, con la Vero Volley Monza nella CEV Cup e la Saugella tra le regine del continente.

Play Off Serie A1 Femminile: la Finale Scudetto sarà Imoco Volley Conegliano – Igor Gorgonzola Novara, Savino Del Bene Scandicci e Saugella Monza si fermano in semifinale. Definite le squadre partecipanti alla prossima CEV Champions League Volley.

Sab, 10/04/2021 - 23:38

Imoco Volley Conegliano e Igor Gorgonzola Novara si contenderanno lo Scudetto del Campionato 2020/21 di Pallavolo Femminile per la terza volta consecutiva, dopo le Finali 2018 e 2019. Si concludono a Gara-2 le Semifinali PlayOff, con la vittoria per 3-0 dell’Imoco Volley Conegliano in casa della Savino Del Bene Scandicci e il successo per 3-1 in trasferta dell’Igor Gorgonzola Novara contro la Saugella Monza. Continua, quindi, la “sfida infinita” tra Imoco Volley Conegliano e Igor Gorgonzola Novara: il primo appuntamento per le Finali Scudetto è fissato per Sabato 17 Aprile alle 20:30 al PalaVerde di Villorba, mentre Gara 2 verrà disputata al PalaIgor di Novara Martedì 20 alle 20:30, l’eventuale Gara-3 avrà luogo Sabato 24 Aprile alle 20:30 nell’impianto di casa dell’Imoco Volley Conegliano. Tutte le sfide saranno trasmesse su Rai Sport + HD, canale 57 del Digitale Terrestre e 121 della piattaforma TivùSat.

Considerando i risultati delle Semifinali Scudetto, le due finaliste e la Saugella Monza, in qualità di migliore classificata in Regular Season – escluse appunto Imoco e Igor che hanno occupato le prime due posizioni – prenderanno parte all’edizione 2022 della CEV Champions League Volley.

Battendo per 3-0 la Savino Del Bene Scandicci, l’Imoco Volley Conegliano ha conquistato la sua 61° vittoria consecutiva, ottenendo così l’accesso alla quinta Finale Scudetto nella sua storia. Dopo una fuga iniziale della Savino Del Bene nel primo set, Conegliano ricuce con Sylla e sorpassa definitivamente con Egonu per il 23-25. Nel secondo set, invece, le Pantere mantengono sempre una certa distanza dalle avversarie, soprattutto con gli attacchi di Hill, top scorer del parziale con 6 punti: il set termina 19-25. Anche nell’ultimo parziale Conegliano parte subito con l’acceleratore, spinta da una strepitosa Sylla, MVP della gara con 14 punti e 3 muri: De Kruijf sigla il punto del 15-25 e iniziano i festeggiamenti dell’Imoco Volley, una vittoria dedicata a “Paolone” Sartori, emblema del tifo gialloblù e scomparso esattamente un anno fa.

Nella gara dell’Arena di Monza, l’Igor Gorgonzola Novara bissa il successo di Gara-1 contro la Saugella e vola alle Finali Scudetto. Chirichella e compagne, sconfitte dalle rosablù nella regular season sia all’andata che al ritorno, vendicano così gli stop subiti imponendosi per due volte di fila sulle lombarde, anche stasera senza il loro allenatore Marco Gaspari (assente da Gara 1 contro Chieri dei Quarti di Finale). A fare la differenza per la Igor Gorgonzola nel confronto con le rosablù sono ancora una volta i meno errori commessi e la giornata di grazia di Bosetti (MVP con 17 punti, di cui 3 muri), ben supportata dalla precisa Daalderop e l’efficace Washington dal centro. A Monza, generosa e mai doma, nonostante la stanchezza per le tante gare giocate nell’ultimo periodo, non è bastata una partenza sprint, coronata dalla vittoria del primo set, e le rimonte convincenti delle metà di secondo e quarto set per riaprire il match. I 13 muri di squadra, di cui 6 di Heyrman e 4 di Danesi, e le bordate di Begic e Meijners, con i velenosi turni dai nove metri di Squarcini, sono i dati che certificano comunque la qualità della reazione delle padrone di casa, sconfitte per la seconda volta sul loro campo di gioco in tutta la stagione considerando Campionato, CEV Cup, Coppa Italia e Supercoppa Italiana.

La cronaca dettagliata dei match è disponibile nella sezione “NEWS” del sito di Lega Pallavolo Serie A Femminile

I TABELLINI
SAVINO DEL BENE SCANDICCI – IMOCO VOLLEY CONEGLIANO 0-3 (23-25 19-25 15-25)
SAVINO DEL BENE SCANDICCI: Stysiak 10, Vasileva 5, Lubian 6, Malinov 6, Pietrini 3, Popovic 4, Merlo (L), Courtney, Bosetti. Non entrate: Camera, Samadan, Cecconello, Carocci (L), Drewniok. All. Barbolini.
IMOCO VOLLEY CONEGLIANO: Sylla 14, Fahr 10, Egonu 16, Hill 10, De Kruijf 8, Wolosz 2, De Gennaro (L), Caravello, Gennari. Non entrate: Butigan, Adams, Gicquel, Omoruyi, Folie (L). All. Santarelli.
ARBITRI: Saltalippi, Brancati.
NOTE – Durata set: 26′, 25′, 24′; Tot: 75′.

SAUGELLA MONZA – IGOR GORGONZOLA NOVARA 1-3 (25-21 21-25 19-25 23-25)
SAUGELLA MONZA: Orro 4, Meijners 10, Danesi 8, Van Hecke 17, Begic 10, Heyrman 11, Parrocchiale (L), Obossa 3, Squarcini 2, Orthmann 2, Carraro, Negretti (L). Non entrate: Davyskiba. All. Parazzoli.
IGOR GORGONZOLA NOVARA: Bosetti 17, Chirichella 10, Smarzek 10, Daalderop 14, Washington 11, Hancock 3, Sansonna (L), Zanette 4, Herbots 2, Taje’ 1, Battistoni. Non entrate: Bolzonetti, Napodano (L), Bonifacio. All. Lavarini.
ARBITRI: Lot, Curto.
NOTE – Durata set: 29′, 29′, 28′, 32′; Tot: 118′.

LVF TV
Tutte le partite dei Play Off Scudetto di Serie A1 in diretta e in modalità on demand sono su LVF TV, la web-tv della Lega Pallavolo Serie A Femminile. Highlights, interviste e contenuti speciali quando e dove vuoi. Registrati subito su LVF TV! Da oggi è disponibile l’App ufficiale di LVF TV: avrai accesso a tutti i contenuti esclusivi di LVF TV sul tuo smartphone o tablet! La app di LVF TV è progettata appositamente per il tuo device e ti permetterà di navigare agevolmente tra tutte le sezioni della piattaforma: inoltre, potrai trasmettere il video sui tuoi dispositivi compatibili Chromecast presenti sulla tua rete. L’app è disponibile per smartphone e tablet con sistema operativo Android o iOs (iPhone o iPad), per dispositivi smart con sistema operativo FireOS (Amazon Fire TV) e per SmartTV e set-top-box basati su Android TV. Visita la pagina sul sito ufficiale e scarica la versione adatta a te!

RAI SPORT 
Il Campionato di Serie A1 Femminile è targato Rai Sport + HD. Il prossimo appuntamento sul canale 57 del digitale terrestre e 121 della piattaforma Tivùsat è per sabato 17 aprile alle 20.30 con Gara-1 delle Finali Scudetto tra Imoco Volley Conegliano e Igor Gorgonzola Novara. Telecronaca affidata a Marco Fantasia e Giulia Pisani.

IL TABELLONE DEI PLAY OFF SCUDETTO
(1) Imoco Volley Conegliano – (5) Savino Del Bene Scandicci 2-0
(2) Igor Gorgonzola Novara – (3) Saugella Monza 2-0

SEMIFINALI
I RISULTATI DI GARA-2
Sabato 10 aprile, ore 18.00 (diretta LVF TV)
Savino Del Bene Scandicci – Imoco Volley Conegliano 0-3 (23-25 19-25 15-25)
Sabato 10 aprile, ore 20.30 (diretta Rai Sport + HD)
Saugella Monza – Igor Gorgonzola Novara 1-3 (25-21 21-25 19-25 23-25)

FINALI
IL PROGRAMMA
GARA 1 – Sabato 17 aprile, ore 20.30 (diretta Rai Sport + HD)

Imoco Volley Conegliano – Igor Gorgonzola Novara
GARA 2 – Martedì 20 aprile, ore 20.30 (diretta Rai Sport + HD)
Igor Gorgonzola Novara – Imoco Volley Conegliano
Ev. GARA 3 – Sabato 24 aprile, ore 20.30 (diretta Rai Sport + HD)
Imoco Volley Conegliano – Igor Gorgonzola Novara

Alla Saugella Monza non riesce la rimonta: Novara va in Finale Scudetto

Sab, 10/04/2021 - 23:23
Saugella Monza – Igor Gorgonzola Novara 1-3 (25-21, 21-25, 19-25, 23-25)
Saugella Monza: Orro 4, Meijners 10, Danesi 8, Van Hecke 17, Begic 10, Heyrman 11, Parrocchiale (L), Obossa 3, Squarcini 2, Orthmann 2, Carraro, Negretti (L). Non entrate: Davyskiba. All. Parazzoli.
Igor Gorgonzola Novara: Bosetti 17, Chirichella 10, Smarzek 10, Daalderop 14, Washington 11, Hancock 3, Sansonna (L), Zanette 4, Herbots 2, Taje’ 1, Battistoni. Non entrate: Bolzonetti, Napodano (L), Bonifacio. All. Lavarini. Arbitri: Lot Dominga, Curto Giuseppe Durata set: 29′, 29′, 28′, 32′; Tot: 118′.

NOTE

Saugella Monza: battute vincenti 3, battute sbagliate 10, muri 13, errori 24, attacco 36%
Igor Gorgonzola Novara: battute vincenti 5, battute sbagliate 10, muri 8, errori 21, attacco 42%

Impianto: Arena di Monza

MVP: Caterina Bosetti (Igor Gorgonzola Novara)

Spettatori: gara a porte chiuse

MONZA, 10 APRILE 2021 – Si interrompe ancora una volta in Semifinale, come successo nella stagione 2018-2019, il cammino della Saugella Monza verso il tricolore. A fare festa all’Arena di Monza in Gara 2 del penultimo atto dell’annata sportiva è la Igor Gorgonzola Novara, brava a bissare il successo di Gara 1 in Piemonte e raggiungere l’Imoco Volley Conegliano nella Serie Finale che vale lo Scudetto. Chirichella e compagne, sconfitte dalle rosablù nella regular season sia all’andata che al ritorno, vendicano così gli stop subiti imponendosi per due volte di fila sulle lombarde, anche stasera senza il loro allenatore Marco Gaspari (assente da Gara 1 contro Chieri dei Quarti di Finale). A fare la differenza per la Igor Gorgonzola nel confronto con le rosablù sono ancora una volta i meno errori commessi e la giornata di grazia di Bosetti (MVP con 17 punti, di cui 3 muri), ben supportata dalla precisa Daalderop e l’efficace Washington dal centro. A Monza, generosa e mai doma, nonostante la stanchezza per le tante gare giocate nell’ultimo periodo, non è bastata una partenza sprint, coronata dalla vittoria del primo set, e le rimonte convincenti delle metà di secondo e quarto set per riaprire il match. I 13 muri di squadra, di cui 6 di Heyrman e 4 di Danesi, e le bordate di Begic e Meijners, con i velenosi turni dai nove metri di Squarcini, sono i dati che certificano comunque la qualità della reazione delle padrone di casa, sconfitte per la seconda volta sul loro campo di gioco in tutta la stagione considerando Campionato, CEV Cup, Coppa Italia e Supercoppa Italiana. Monza saluta dunque a testa alta la stagione, consapevole di aver fatto un ulteriore step in avanti per quella che verrà. Con l’approdo in Finale di Novara, infatti, la Saugella è comunque certa di aver prenotato un posto nella prossima Champions League 2022.

LE DICHIARAZIONI POST PARTITA


Anna Danesi (Saugella Monza): “Quella di stasera è stata un po’ la fotocopia della scorsa partita, con tanti alti e bassi che ci sono capitati perchè forse in questo finale di stagione abbiamo un po’ mollato. Questo dispiace, perchè volevamo la Finale. Novara a parer mio non sta giocando una grande pallavolo e noi potevamo metterla di più in difficoltà. Quando giochi i Play Off sai che devi spingere: dopo la vittoria della CEV Cup ci siamo adagiate, ma dobbiamo comunque essere contente per questa splendida stagione”.
Laura Heyrman (Saugella Monza): “Anche se finisce male, perchè volevamo di più, chiudiamo questa stagione con soddisfazione. Domani guarderemo a mente fredda tutto quello che abbiamo fatto in questi mesi e saremo felici. Credo che Novara sia stata brava, almeno oggi, a fare meno errori e a trovare una certa stabilità. Noi abbiamo avuto troppi alti e bassi, cosa che nei Play Off non aiuta. Adesso non sono lucida nel dire cosa non ha funzionato ma comunque questo rimane un grande gruppo”.
Beatrice Negretti (Saugella Monza): “Ci meritavamo di arrivare in Finale, anche se loro sono state più brave di noi in questa Serie. Abbiamo commesso tanti errori, anche perchè Novara ci ha messo sotto pressione. Siamo partite molto bene, vincendo il primo set con grande determinazione, ma poi siamo calate durante la sfida. C’è amarezza ma anche la consapevolezza che la vittoria della CEV Cup ha coronato il nostro impegno in palestra. Sono felice di aver vissuto questa stagione con questo gruppo fantastico”.

LA CRONACA IN BREVE
PRIMO SET
Parazzoli sceglie Orro al palleggio e Van Hecke opposto, Danesi ed Heyrman al centro, Begic e Meijners schiacciatrici e Parrocchiale libero. Lavarini schiera Hancock in diagonale con Smarzek, Chirichella e Washington centrali, Bosetti e Daalderop bande e Sansonna libero. Break Novara con Smarzek e Daalderop, 3-1, Begic accorcia le distanze per le monzesi, 4-3, che rincorrono con il muro di Heyrman su Bosetti, 5-4. Van Hecke e l’invasione di Smarzek valgono il pari Monza, 7-7,  ed è punto a punto fino al 10-10. Bosetti e Daalderop a spingere per Novara, Meijners e Begic a rispondere per le padrone di casa, brave a mettere la testa avanti 14-11 e Lavarini chiama time-out. Zanette, entrata per Smarzek, spezza il filotto delle lombarde, 14-12, ma la fast di Heyrman, l’ace di Squarcini e la fiammata di Meijners spingono le rosablù sul 17-12. Bosetti a tenere vive le sue, ma ancora Meijners a bersaglio (18-14 Saugella). Primo tempo di Danesi, risposta in diagonale di Zanette ma nuovamente Meijners a fare male alle piemontesi, 20-16 e Parazzoli chiama time-out. Zanette, palla out di Van Hecke e ace di Daalderop e pareggio di Novara, 20-20. Fuga Saugella con Begic e due muri di Heyrman, 24-21, poi ace di Begic e primo set di Monza, 25-21.

SECONDO SET
Sestetti confermati e break Saugella, 2-0. Novara recupera il break, 2-2, e passa avanti con Daalderop, 4-3. Muro di Heyrman su Daalderop (5-4) e punto a punto fino al 6-6 (Van Hecke). Giocata di seconda di Orro dopo il
lampo di Meijners e le monzesi scappano sull’8-6 e Lavarini ferma il gioco. Equilibrio fino al 10-10, poi break di Novara con due errori di Van Hecke e il mani fuori di Zanette, 13-10. Qualche sbavatura delle padrone di casa agevola la discesa delle piemontesi, che scappano sul 16-12. Dentro Carraro e Obossa per Orro e Van Hecke, poi un errore a testa di Zanette e Washington dopo due delizie di Begic (ottimo turno in battuta dai nove metri della bosniaca) a far rientrare nel set le rosablù, e Lavarini chiama time-out sul 17-16 per le sue. Dentro Herbots per Daalderop, poi Obossa a segno per le monzesi, ma due errori di Meijners ed il primo tempo di Chirichella spingono Novara sul 20-17 e Lavarini chiama la pausa. Torna in campo la diagonale titolare per Carraro e Obossa, con Van Hecke e Meijners lucide nel fare punto (22-19). Bosetti traina la Igor Gorgonzola, Meijners la Saugella, 23-20. Errore in battuta di Van Hecke dopo il punto di Heyrman e 25-21 per le novaresi.

TERZO SET
Torna Smarzek per Zanette e subito 2-0 Novara con Hancock e la palla out di Meijners. Van Hecke e Begic pareggiano i conti (2-2) e nuovo break Igor Gorgonzola con Smarzek, 5-3. Muro di Chirichella su Begic e diagonale di Smarzek, con le ospiti che continuano a scappare, 7-4 e Parazzoli ferma il gioco. Begic ok dal lato ma poi sbaglia dai nove metri, con Heyrman pronta ad andare a segno in fast (9-7), ma Bosetti continua a fare male sia in attacco che a muro (su Danesi), 12-8. Due assoli di Van Hecke scuotono la Saugella, 12-10, ma le novaresi si portano sul 14-10. Begic e Van Hecke per il nuovo meno due Monza, 14-12, brava a portarsi a meno uno con il muro di Heyrman su Chirichella, 14-13. Battistoni prende il posto di Hancock, poi Smarzek mura Begic ed Daalderop Heyrman (17-14 Novara) e Parazzoli chiama a raccolta le sue. Orthmann per Begic dopo le giocate di Daalderop e Smarzek, con Novara che si porta sul 21-14. Dentro anche Carraro e Obossa per Orro e Van Hecke, con l’opposto delle monzesi che traina le sue alla rincorsa, 21-17 sull’ottimo turno in battuta di Orthmann. Daalderop scatenata per Novara (23-18), poi ace di Tajè dopo l’errore di Squarcini e terzo gioco per le piemontesi, 25-19.

QUARTO SET
Dentro Negretti per Parrocchiale unica novità in campo. Break Saugella Monza con due muri di Danesi e la Saugella vola sul 3-0. Bosetti e Smarzek rispondono a Danesi e Novara accorcia, 4-3, ma Orro tiene avanti le sue (7-5). Punto a punto fino al 10-10, poi primo tempo di Chirichella, 12-10, ma l’invasione delle piemontesi coincide con 12-12. Errore di Orthmann dopo la giocata di Smarzek e quella di Daalderop, 16-13 e Parazzoli chiama la pausa. Due diagonali di Van Hecke a scuotere le monzesi e Lavarini ferma il gioco sul 17-15 per le sue. L’ace di Squarcini a valere il meno uno Saugella, 17-16, ma l’ace di Herbots e due sbavature monzesi valgono il nuovo più cinque ospite, 21-16 e Lavarini chiama time-out. Dentro Meijners per Begic, poi muro di Danesi e Van Hecke sempre su Bosetti, un errore a testa di Herbots e Washington e monzesi a meno uno, 21-20 e time-out Novara. Due punti di Bosetti allontanano le piemontesi, 23-20, ma Van Hecke spinge per la rincorsa Monza, 23-21. Invasione di Bosetti a tenere in corsa Monza, 24-23, ma primo tempo di Chirichella a regalare il set, 25-23 e la gara 3-1 alle novaresi.

Capolavoro azzurro: la Igor vince a Monza ed è in finale Scudetto!

Sab, 10/04/2021 - 23:23

Capolavoro azzurro: la Igor di Stefano Lavarini espugna dopo quattro stagioni l’Arena di Monza per 1-3 e conquista un posto nella finale Scudetto. Avversarie di capitan Chirichella e compagne, le venete di Conegliano, già affrontate in finale di Coppa Italia e in semifinale di Champions League.

Monza parte con Orro in regia e Van Hecke in diagonale, Heyrman e Danesi al centro, Meijners e Begic in banda e Parrocchiale libero; Igor in campo con Smarzek opposta a Hancock, Chirichella e Washington centrali, Daalderop e Bosetti schiacciatrici e Sansonna libero.

Buono l’avvio di Novara (1-3) con Daalderop, Bosetti scappa fino al 5-7 ma Monza impatta (7-7) e nel punto a punto successivo trova il break importante che vale il 16-12 con l’ace di Squarcini. Bosetti rientra in gioco (17-14), sul 20-18 Parazzoli ferma il gioco ma Novara impatta con il muro di Washington su Begic (20-20) riaprendo i giochi. Due errori azzurri, però, lanciano le brianzole (23-20) con Meijners che chiude poi il set in diagonale sul 25-21.

Novara con Zanette in sestetto, Washington fa il primo spunto (3-4) ma Orro trova il break che ribalta l’inerzia (8-6) e costringe al timeout Lavarini; Meijners sbaglia (8-8), Zanette concretizza una gran difesa (10-11) e poi allunga in maniout con Washington che poco dopo lancia le azzurre prima sull’11-16 e poi sul 12-17 con un gran primo tempo. Monza non si arrende e rientra 16-17, Lavarini chiama a raccolta le sue e Novara riparte, scappando 17-21 e poi avvicinando il traguardo con un maniout di Bosetti (19-23) e un diagonale di Herbots (20-24). Chiude un errore di Van Hecke in battuta (21-25).

Lavarini rilancia Smarzek e la polacca fa la differenza in avvio con quattro punti pesanti che valgono il 4-7, dopo una gran difesa di Bosetti; timeout brianzolo ma Novara allunga 8-12 mentre Monza trova ritmo e a muro fa 10-12, arrivando poi sul -1 con un’altra “stoppata” messa a segno da Heyrman (13-14). Sul turno in battuta di Smarzek, complice una gran Daalderop, Novara scappa 14-21 con un pallonetto dell’opposto azzurro, mentre Monza cambia diagonale, invano: Obossa non si arrende (19-23), Tajé firma l’ace che vale il 19-25 e l’1-2.

Con Orthmann e Negretti titolari, Monza reagisce (3-0) con due muri di Danesi, mentre Bosetti (4-3) e Chirichella (5-4) rimangono in scia, con un errore di Begic (7-7) che innesca un bel punto a punto, rotto da un ace di Hancock (9-10) e da un primo tempo di Chirichella (10-12). Monza rientra (12-12), Daalderop fa 13-17 ma la solita Squarcini riduce il gap (16-17, ace) mentre Lavarini lancia Herbots in battuta: sul servizio della belga (16-19, ace), Novara fa 16-21 e ipoteca il parziale. Le padrone di casa, però, non mollano e rientrano 20-21 con le azzurre fallose, Bosetti risolve uno scambio rocambolesco (20-23) e Novara arriva al match ball con un errore di Orthmann (22-24); chiude Chirichella, in primo tempo, per il 23-25.

Elisa Zanette (opposto Igor Gorgonzola Novara): “Abbiamo raggiunto un grandissimo obiettivo e per di più in un campo come Monza che è difficilissimo. L’obiettivo in squadra è darsi sempre una mano l’una con l’altra e questa sera si è visto. Ora ci aspettano due partite molto toste e dovremo essere precise e lucide per affrontare una corazzata“.

Stefano Lavarini (allenatore Igor Gorgonzola Novara): “Abbiamo fatto un gran ben lavoro, abbiamo giocato una bellissima regular season ma per due volte non abbiamo battuto Monza; il calendario play off ha voluto che ci incontrassimo di nuovo e questo ulteriore bel risultato ci rende ancora più felici. Andiamo a giocarci la finale, che per altro non ho mai disputato in Italia“.

Cristina Chirichella (centrale Igor Gorgonzola Novara): “Abbiamo lottato su tutti i palloni, oltre al gioco è stato importante lo spirito con cui siamo state in campo, ce lo eravamo dette a inizio partita. Sapevamo che sarebbe stata difficile, Monza gioca bene e ha giocatrici di altissimo livello, ma noi abbiamo dimostrato che ci siamo, volevamo arrivare in finale. Con Conegliano? Ce la metteremo tutta, giocheremo la nostra pallavolo e vedremo, di sicuro non saremo in campo con l’idea di perdere“.

Saugella Monza – Igor Gorgonzola Novara 1-3 (25-21, 21-25, 19-25, 23-25)
Saugella Monza: Carraro, Squarcini 2, Heyrman 11, Van Hecke 17, Orro 4, Begic 10, Danesi 8, Orthmann 2, Meijners 10, Obossa 3, Davyskiba ne, Parrocchiale (L), Negretti (L). All. Parazzoli.
Igor Gorgonzola Novara: Herbots 2, Napodano (L) ne, Zanette 2, Battistoni, Bosetti 17, Chirichella 10, Sansonna (L), Hancock 3, Bonifacio ne, Tajè 1, Washington 11, Smarzek 10, Bolzonetti ne, Daalderop 14. All. Lavarini.
MVP Caterina Bosetti

Gara-2 Semifinali 10-04-2021 – Play Off Campionato di Serie A1 – RISULTATI

Sab, 10/04/2021 - 22:50

Formato HTML (a seguire formato txt)

Gara-2 Semifinali 10-04-2021 18:00 – Play Off Campionato di Serie A1

Play Off Campionato di Serie A1
RISULTATI Casa   Trasferta   Set   Parziali   Data SAVINO DEL BENE SCANDICCI IMOCO VOLLEY CONEGLIANO 0-3 (23-25, 19-25, 15-25) SAUGELLA MONZA IGOR GORGONZOLA NOVARA 1-3 (25-21, 21-25, 19-25, 23-25) 10-04-2021 20:30

Play Off Campionato di Serie A1 PROSSIMO TURNO
17-04-2021 20:30
IMOCO VOLLEY CONEGLIANO IGOR GORGONZOLA NOVARA

>Formato TXT

Play Off Campionato di Serie A1
RISULTATI
Savino Del Bene Scandicci-Imoco Volley Conegliano 0-3 (23-25, 19-25, 15-25)
Saugella Monza-Igor Gorgonzola Novara 1-3 (25-21, 21-25, 19-25, 23-25)

Play Off Campionato di Serie A1
PROSSIMO TURNO
17-04-2021 20:30
Imoco Volley Conegliano – Igor Gorgonzola Novara

Gara-2 Semifinali 10-04-2021 – Play Off Campionato di Serie A1 – TABELLINI

Sab, 10/04/2021 - 22:43

Gara-2 Semifinali 10-04-2021 – Play Off Campionato di Serie A1

SAVINO DEL BENE SCANDICCI – IMOCO VOLLEY CONEGLIANO 0-3 (23-25 19-25 15-25) – SAVINO DEL BENE SCANDICCI: Stysiak 10, Vasileva 5, Lubian 6, Malinov 6, Pietrini 3, Popovic 4, Merlo (L), Courtney, Bosetti. Non entrate: Camera, Samadan, Cecconello, Carocci (L), Drewniok. All. Barbolini. IMOCO VOLLEY CONEGLIANO: Sylla 14, Fahr 10, Egonu 16, Hill 10, De Kruijf 8, Wolosz 2, De Gennaro (L), Caravello, Gennari. Non entrate: Butigan, Adams, Gicquel, Omoruyi, Folie (L). All. Santarelli. ARBITRI: Saltalippi, Brancati. NOTE – Durata set: 26′, 25′, 24′; Tot: 75′.

SAUGELLA MONZA – IGOR GORGONZOLA NOVARA 1-3 (25-21 21-25 19-25 23-25) – SAUGELLA MONZA: Orro 4, Meijners 10, Danesi 8, Van Hecke 17, Begic 10, Heyrman 11, Parrocchiale (L), Obossa 3, Squarcini 2, Orthmann 2, Carraro, Negretti (L). Non entrate: Davyskiba. All. Parazzoli. IGOR GORGONZOLA NOVARA: Bosetti 17, Chirichella 10, Smarzek 10, Daalderop 14, Washington 11, Hancock 3, Sansonna (L), Zanette 4, Herbots 2, Taje’ 1, Battistoni. Non entrate: Bolzonetti, Napodano (L), Bonifacio. All. Lavarini. ARBITRI: Lot, Curto. NOTE – Durata set: 29′, 29′, 28′, 32′; Tot: 118′.

Alla Omag non basta il Cuore

Sab, 10/04/2021 - 22:19

Tanto cuore e tanta voglia di lottare non bastano alla Omag, che cedendo il passo all’Acqua e Sapone Roma, la guarda consolidare la seconda posizione in classifica, complice la sconfitta esterna di Vallefoglia a Marsala.

Dopo un lungo stop per COVID-19, la “rosa” del Presidente Stefano Manconi, che ha quasi recuperato tutte le atlete, sta oliando di nuovo quegli ingranaggi che l’avevano portata a guadagnarsi l’accesso alla Pool promozione.

Roma vince in tre set ma la Omag merita un plauso per essere rimasta comunque attaccata al match con le unghie e con i denti, nel tentativo di allungare il più possibile la contesa.

Dopo un primo set tutto in salita, l’approccio al secondo parziale delle ragazze di coach Saja ha fatto ben sperare. Meno fallose, Bonvicini e compagne sono riuscite a tenere testa alle avversarie fino al punteggio di 16-18. Poi con un parziale di 9-1, le Capitoline, guidate dai servizi micidiali di Rebora e della ex di turno Clara Decortes, hanno rovesciato il risultato chiudendo il set con autorità.

Il terzo set, sulla falsa riga del primo, si è concluso con la soddisfazione di aver ricominciato a giocare e con la consapevolezza di dover tornare in palestra pronte a lavorare con il massimo impegno.

Da domenica 18 aprile inizierà, per staff e atlete, un tour de force di sette gare da giocarsi nei successivi venti giorni.

 

 

Acqua & Sapone mura anche la Omag.

Sab, 10/04/2021 - 21:30

Secondo successo del mese per l’Acqua & Sapone Roma Volley Club ai danni dell’Omag S.Giovanni in Marignano. Fra le mura amiche del Pala Fonte, le giallo-rosse guidate da coach Luca Cristofani risolvono la sfida contro le romagnole in tre set secchi (25-13; 25-19; 25-16), senza lasciare nulla alle avversarie rientrate in campo dopo più di un mese di stop forzato. La vittoria sancisce il ritorno di Roma in vetta alla classifica ora con 56 punti, davanti alla Lpm Mondovì (54).

Sul tabellone si distingue la prestazione di Decortes (13 punti) seguita dai 11 punti messi a referto da capitan Papa. Delle romagnole, in doppia cifra c’è solo l’opposto Fiore (12).

Il primo set scivola liscio per le padrone di casa che, dall’inizio alla fine, si mantengono alla distanza di +10 (11-1, 15-5, 20-10) fino al muro della coppia Rebora-Diop che è valso il 25-13. Nella seconda frazione il livello di gioco si alza esponenzialmente e con esso anche gli errori: se in un primo momento però gli attacchi ficcanti di Conceicao e Fiore e le difese del libero romagnolo sembrano avere la meglio, è poi Roma ad aggiudicarsi la serie grazie ai servizi potenti di Rebora e Decortes e all’ottima correlazione muro-difesa di tutto il sestetto. Il terzo set si ripropone, invece, come fotocopia del primo: a una situazione di equilibrio iniziale, Roma scappa via e arriva a scrivere l’atto finale con il muro di Consoli e il servizio di Purashaj che valgono il 25-16 e la vittoria della gara.

Roberta Purashaj, regista dell’Acqua & Sapone Roma Volley Club, ai microfoni ha commentato così la vittoria:

Questa partita è stata molto bella perché siamo riuscite a tenere testa alle avversarie dall’inizio alla fine seppur qualche incertezza nel secondo set. Siamo partite con il nostro ritmo e si è visto. Oltre ad essere felice per la vittoria, lo sono anche per l’ottimo inserimento e per quello che sono riuscita ad esprimere in campo grazie anche al resto della squadra”.

ACQUA & SAPONE ROMA VOLLEY CLUB – OMAG S.GIOV. IN MARIGNANO 3-0 (25-13; 25-19; 25-16).

ACQUA & SAPONE ROMA VOLLEY CLUB: Guiducci 1, Adelusi 3, Arciprete 1, Rebora , Decortes 13, Papa 11, Cogliandro 5, Spirito (L), Diop 3, Purashaj 1, Bucci, Consoli 2. Non entrate: Giugovaz, Finizio (L). All. Cristofani.

OMAG S.GIOV. IN MARIGNANO: Peonia 8, Berasi 3, Silva Conceicao 8, Cosi 7, Fiore 12, Bonvicini (L), Urbinati, De Bellis 2, Aluigi, Spadoni, Sanguatti, Ceron 2, Fedrigo. Non entrate: Penna. All. Saja.

Pieno da tre punti in casa contro Vallefoglia

Sab, 10/04/2021 - 20:25

Nuovo acuto casalingo della Sigel che continua la personalissima striscia utile dall’impianto del “Fortunato Bellina” e si appropria di una vittoria da tre punti dal valore incommensurabile. Nella terzultima giornata di Pool Promozione Marsala fa soccombere con punteggio mediano quella Megabox Vallefoglia, attualmente terza in graduatoria, già affrontata in gara secca in campo avverso in Coppa Italia. In questo confronto di campionato il risultato finale ha premiato il sestetto allenato da Daris Amadio uscito vittorioso in quattro set totali. Così la progressione set: [25/21; 25/21; 29/31; 25/23]. Con questo successo si inanella ancora un’altra perla per una tradizione casalinga che finora in questa post-season non ha mai tradito le azzurre di casa. Dando uno sguardo al tabellino, si potrebbe asserire come tutte le attaccanti lilybetane, in occasione di questo match, siano state tirate a lucido. A questo proposito, costante la presenza per tutta la gara di Lauryn Gillis e Giorgia Mazzon che hanno terminato in doppia cifra l’incontro, dall’alto rispettivamente dei 15 e 22 palloni messi a terra. Prossimo impegno per la giovane truppa di Amadio giovedì 15 aprile al PalaCesari di Cutrofiano (Le) per il recupero dell’ultima di andata di Pool.

 

Starting-six: Nella formazione ospite le assenze dell’ex Bertaiola e dell’opposto Dapic costringe Bonafede a scelte obbligate così come avvenuto mercoledì a Sassuolo. Formazione presto fatta: Balboni e Costagli a comporre la diagonale palleggiatore/opposto; schiacciatrici Bacchi e Pamio; centri Kramer e Colzi, libero Giulia Bresciani. La Sigel viene schierata dal proprio tecnico con il 6+1 “tipo”, con le seguenti diagonali: Demichelis/Mazzon; Pistolesi/Gillis; Parini/Caruso; libero Simona Vaccaro. La Cronaca: A servire il gioco comincia Marsala col turno di Colombano. Nel primo atto il punto iniziale è di Colzi per Vallefoglia con un primo tempo. La controreplica è di capitan Demichelis, autrice del punto dell’1-1. Marsala scappa sul 5-1, nel frattempo Demichelis per più scambi a servire il gioco, con gli stampi di Mazzon, Gillis e due sbavature pesaresi. Time-out della panchina di Vallefoglia. Al ritorno in campo il punto a muro di Costagli per il 5-2. Marsala risponde con il punto in parallela di Pistolesi: 6-2. Poi si palesa Vallefoglia con un break di cinque punti a uno (timbro di Caruso per Marsala): 7-7. Ma è Pistolesi a restituire il vantaggio che resta comunque risicato: 8-7. Stafoggia entra al posto di Costagli Ai successivi passaggi è 11-9, 14-11 (altro discrezionale ospite), 16-14 (gran muro di Mazzon). La Megabox è più che altro sulle iniziative di Pamio. La Sigel Marsala si porta sempre a +3 di vantaggio anche quando Durante entrata al servizio su Kramer spedisce la palla in out: 21-18. Poi ci pensano doppio Pistolesi (tra cui un ace), l’errore al servizio di Bacchi e Mazzon per il 25-21 con il quale termina il parziale. A punto ci va subito la Megabox: 0-1 con Bacchi. L’1-1 è di Mazzon in pipe. Nei primi scambi da evidenziare il gran muro di Parini in un avvio molto equilibrato con Megabox avanti di una sola incollatura: 6-7. In seguito, la squadra ad uscire fuori dai blocchi è quella ospite. Le pesaresi sfondano dal centro con Kramer ma anche con le bande Bacchi e Pamio: 11-15 e time-out chiesto da Daris Amadio. Comincia così il recupero di Marsala con due volte lo stampo di Caruso, il punto fondamentale di Pistolesi e il fallo di formazione delle biancoverdi che fanno andare Marsala sul 17-15. Il ritorno in partita di Vallefoglia si manifesta dopo il punto numero venti con le due squadre che restano a braccetto fino al servizio di Martina Balboni valso il 22-21 e il -1 da Marsala che nel finale fa rispettare un controbreak tra cui l’ace di Colombano in campo appositamente per prendere il posto al servizio di Caruso e con prima firmataria Gillis. Sarà la stessa statunitense a chiudere per 25-21. Ottimo principio di terzo set per le lilybetane che sono protagoniste di un primo strappo con Mazzon per l’11-8 ( qui si consuma il discrezionale ospite) e poi con Pistolesi per il 16-9. Ai passaggi intermedi il punteggio è 17-10 che si tramuta presto in 18-15. Suona più di un campanellino di allarme tra le fila locali. Intanto, Caserta è della gara al posto di Caruso e Mistretta per Vaccaro C’è il punto di Demichelis di seconda per il 20-19. Situazione che muta presto. Sul vantaggio di Vallefoglia (ace di Balboni, ancora Colzi a muro e Pamio) 20-21, Marsala si serve di un discrezionale. Il finale è incerto, bellissimo, semplicemente una roulette: Vallefoglia è abile ad annullare palle set a ripetizione. Si va ad oltranza: i punti di Soleti del 24-24 e di Pistolesi del 25-24 illudono mentre Pamio con una parallela riporta in parità la sua squadra: 25-25. Nella prosecuzione del punto a punto la Sigel sa arrivare a 29 (ultimo punto firmato da Soleti) e Vallefoglia a 31 ( Colzi e conseguente attacco out della stessa Soleti). Gara che si riapre. In questo set si registrano diversi errori dai nove metri da ambedue le fazioni. Si riprende con il quarto set con Mistretta che resta in campo. Il muro vincente dello 0-1 è di Colzi. Controreplica di Mazzon per l’1-1. Anche qui avvio contraddistinto da estremo equilibrio: 8-10 e 11-14 con Colzi e Bacchi da una parte e Mazzon e Caruso dall’altra le più realizzative in questa fase. Fatto sta che Marsala spezza il ritmo dell’avversaria anche grazie al discrezionale e compie cinque punti di break con una ispirata Caruso che valgono il controsorpasso: 15-14. La replica non si fa attendere e passa dalle fast della statunitense Kramer: 16-16. Marsala è trascinato dai punti da posto due di Mazzon e da Pistolesi. Vallefoglia e Marsala daranno vita ad un finale assai equilibrato giocato punto a punto, al cui culmine (dopo un ultimo discrezionale della panchina di Marsala del 21-20) Marsala porta a casa l’intera posta con il doppio punto della 2001 Sveva Parini del 24-23 (muro) e del 25-23 (attacco dal centro) su cui Bresciani e difesa non possono nulla.  A caldo, nel post-partita parola all’head-coach della Sigel Marsala Daris Amadio. Ecco quanto detto: “Complimenti a Vallefoglia perchè nonostante le difficoltà di questa trasferta sta facendo un buon campionato e secondo me avevano energie residue per affrontare un eventuale quinto set. Bravissimi noi perchè in ogni pallone abbiamo messo l’attenzione che dovevamo mettere e abbiamo fatto pochi errori in una partita tirata. Ci godiamo questi tre punti all’inizio di una settimana importante dove faremo tre partite in sette giorni che determineranno il ranking finale“. Tabellino. Sigel Marsala-Megabox Vallefoglia: 3-1 [25/21; 25/21; 29/31; 25/23] Sigel Marsala: Caruso 13, Demichelis 2, Gillis 15, Parini 10, Mazzon 22, Pistolesi 14; Vaccaro  (L), Colombano 1, Mistretta, Soleti 1, Caserta.  n.e. Nonnati. Coach: Daris Amadio; vice: Francesco Campisi; Ass. Maurizio Negro Megabox Vallefoglia: Balboni 5, Pamio 20, Colzi 13, Costagli 8, Bacchi 14, Kramer 15; Bresciani (L), Durante, Stafoggia. n.e. Ricci.  Coach: Fabio Bonafede. vice: Giacomo Passeri Arbitri: Giovanni Ciaccio di Palermo e Sergio Pecoraro di Altofonte (Pa) Note: gara giocata “a porte chiuse” a cagione delle norme anti-Covid in vigore Emanuele Giacalone ————————————— UFFICIO STAMPA SIGEL MARSALA VOLLEY

Pagine

VNews

VolleyPlayers e Sport System hanno stretto un accordo che consente alle società iscritte al portale uno sconto extra del 5% per l’acquisto di attrezzature ed articoli per il volleyball. Dal 1979 Sport System progetta, produce, installa e commercializza in Italia e nel resto del mondo attrezzature ed articoli per la ginnastica, l’atletica, gli sport individuali e di squadra oltre ad una linea articolata di arredi ed accessori destinati ai vari locali annessi al campo di gioco quali spogliatoi, infermerie, sale stampa o sale riunione.

Volleyplayers.it, il più grande social database sulla pallavolo italiana, inaugura una nuova fase del progetto partito nel settembre 2014 e inaugura la sezione dedicata al beachvolley: si parte con il profilo “beacher” e con le schede dedicate alle Scuole di beachvolley.

Più di 1.000 players, 2.000 utenti  e più di 300 Società sportive hanno già fatto la loro scelta: essere sul database della Pallavolo più grande d'Italia. 
Potremmo darvi tanti motivi (è gratis, è una vetrina unica di promozione e visibilità, è un mercato sempre aperto,...) ma uno su tutti è l'essenza del nostro portale: "Facciamo girare la nostra Pallavolo"