Legavolley AF

Abbonamento a feed Legavolley AF
Aggiornato: 6 ore 1 min fa

DA DOMENICA IN 700 ALL’E-WORK ARENA!

9 ore 11 min fa

E’ tempo di tornare a vivere lo sport dal vivo, è tempo di tornare all’e-work arena per tifare le farfalle della UYBA volley!
E’ notizia di sabato che l’Ordinanza numero 610 della Regione Lombardia apre i palazzetti al pubblico per un massimo di 700 persone e dunque la società biancorossa è già al lavoro per aprire il proprio impianto al pubblico già per la prima gara casalinga di campionato, domenica 27 settembre alle 16 contro l’Imoco Conegliano.
Per ovvie ragioni numeriche la campagna abbonamenti #UYBA1000 non potrà essere attuata, così come non sarà possibile, per i tempi strettissimi e per la situazione Covid in continua evoluzione, pensare ad una nuova e diversa idea di sottoscrizione stagionale.
UYBA Volley metterà a disposizione dei tifosi 700 biglietti, tutti numerati e nominali, acquistabili solo online, per ogni singolo evento, a partire appunto dal big-match di domenica contro Egonu e compagne. Verranno controllati gli ingressi e le uscite per evitare assembramenti, verrà misurata la temperatura corporea in entrata, tutto secondo i dettami dell’Ordinanza.
Tagliandi in vendita solo online da giovedì 24 settembre alle 12 su https://www.vivaticket.it/ita/extsearch/uyba-volley ai seguenti prezzi:
Parterre numerato: 25 euro
Primo e secondo anello numerati: 15 euro

Disabili, pass solo giornalieri: elena.colombo@volleybusto.com entro venerdì 25 ore 18
Stampa, pass solo giornalieri (un accredito a testata): giorgio.ferrario@volleybusto.com venerdì 25 ore 18. Scrivere nella richiesta nome, cognome, data di nascita, telefono, e-mail di riferimento.
Foto, pass giornalieri (solo 4 posti per testate nazionali e principali locali): giorgio.ferrario@volleybusto.com venerdì 25 ore 18.  Scrivere nella richiesta nome, cognome, data di nascita, telefono, e-mail di riferimento.

Così il Presidente Giuseppe Pirola: “Siamo molto dispiaciuti che il nostro progetto UYBA 1000 non possa prendere vita, anche se rimaniamo convinti della bontà della nostra idea, la prima in assoluto in Italia pensata per la ripartenza in totale sicurezza. Accogliamo comunque in maniera positiva l’Ordinanza della Regione Lombardia, anche se avremo davvero poco tempo per riorganizzare gli spazi e preparare l’e-work arena: in ogni caso, grazie al lavoro di tutto il nostro staff arriveremo pronti e domenica saremo in 700 a tifare UYBA. Sarà una stagione particolare, in cui consideriamo già un onore e un privilegio poter scendere in campo. Ci auguriamo che tutti considerino egualmente speciale avere la possibilità di partecipare dal vivo ai nostri eventi. Che sia dunque una stagione non più solitaria, bensì elitaria, per tutti”.

Questo infine il programma di allenamenti delle farfalle in vista della partita di domenica con Conegliano. Da segnalare l’allenamento congiunto di mercoledì pomeriggio alla e-work arena con Casalmaggiore (a porte chiuse):

Lunedì 21/09
16:00 – 18:30 all tecnico
Martedì 22/09
9:00 – 12:00 pesi
16:30 – 19:00 all tecnico
Mercoledì 23/09
09:30 – 11:30 all tecnico
16:30 allenamento con Casalmaggiore
Giovedì 24/09
16:00 – 18:30 all tecnico
Venerdì 25/09
9:00 – 12:00 pesi
16:30 – 19:00 all tecnico
Sabato 26/09
15:30 – 18:30 video + all tecnico
Domenica 27/09
9:30 – 11:45 video + all tecnico
16:00 UYBA – Imoco Conegliano

 

Ufficio Stampa UYBA – Giorgio Ferrario

 

Partenza in salita per l’Eurospin Ford Sara Pinerolo

Dom, 20/09/2020 - 23:57

La stagione dell’Eurospin Ford Sara Pinerolo non parte con il piede giusto. Al Palafonte di Roma, le ragazze guidate da coach Michele Marchiaro subiscono il gioco dell’Acqua e Sapone Roma Volley Club, sicuramente una delle squadre più attrezzate della categoria. Zago e compagne portano a casa il primo set ma qualche difficoltà in fase di ricezione consente alle padrone di casa di gestire il secondo parziale senza difficoltà. Terzo tempo equilibrato ancora in mano a Papa e compagne. L’ultimo set è un monologo di Roma che termina la partita con il 48% di efficienza in attacco (37% per Pinerolo). Migliore in campo Adelusi con 19 punti seguita da Arciprete (18).

1 SET Partenza sprint per le biancoblu che si portano subito avanti 5-8. Capitan Zago sale in cattedra e trascina le compagne a +5 (11-16). Il vantaggio delle pinerolesi si incrementa ancora (13-21) fino ad arrivare al finale di set chiuso 18-25.

2 SET Cambia la musica nel secondo parziale. L’ottimo servizio delle padrone di casa permette loro di portarsi sul punteggio di 10-1. Pinerolo tenta il recupero ma il gap è troppo ampio per poter impensierire Papa e compagne (25-14).

3 SET Roma ricomincia con la stessa determinazione vista nel set precedente (8-6). Marchiaro è costretto a chiama time out. Si riparte dal 12-6, Gray al servizio facilita il lavoro alle compagne, Buffo e Zago accorciano le distanze (12-8). Akrari sigla il -2 e il capitano biancoblu pareggia i conti. L’ace di Gray vale il vantaggio (12-13). Si gioca punto a punto, Roma allunga a +2 nel finale. Adelusi metto a segno la palla del set point e Rebora non sbaglia sotto rete chiudendo il paziale 25-22.

4 SET Sul punteggio di 3 pari le padrone di casa allungano grazie ad un ottimo turno al servizio di Arciprete (9-3). Fiesoli riporta la palla nella propria metà campo ma Papa mette a terra il pallone del 10-4. Roma allunga ancora sfruttando due errori delle pinerolesi (13-5). Il ritmo partita non cambia, le capitoline mantengono il vantaggio fino alla chiusura, è Arciprete a siglare il venticinquesimo punto.

Coach Michele Marchiaro analizza l’incontro: “Questo è un campo difficile, sicuramente qui a Roma saranno poche le squadre che faranno risultato. Una sconfitta che brucia, certo, ma visto che sarà un percorso molto lungo non è una sconfitta pesante a livello di classifica. Abbiamo approcciato molto bene il primo set, nel secondo e nel terzo siamo stati asfissiati dal loro servizio, è stato impossibile giocare al centro e nel nostro gioco è importante. Nel quarto ho avuto l’impressione che ci siano mancate le energie nervose, abbiamo speso tanto dal punto di vista mentale e non abbiamo ancora questa tenuta su una partita così dura. Siamo comunque un cantiere aperto, mi aspettavo questo calo nell’ultimo set legato alla preparazione e al minutaggio delle amichevoli. Non siamo ancora perfetti, lo sapevamo ma potevamo essere un po’ più ordinati nelle situazioni di muro, soprattutto da posto 4 avversario ma bisogna riconoscere che loro sono stati molto abili in quella situazione. Un ottimo segnale è stato dato dal fatto che avevo chiesto alla squadra di rimanere unita e questo è stato fatto, abbiamo sempre cercato il recupero anche quando siamo andati sotto. Da martedì ci si mette sotto e si lavora. Al di là della sconfitta per quanto riguarda la ripartenza del campionato è giusto che oggi sia una festa per tutti, per le squadre e per tutto il movimento”.

ACQUA E SAPONE ROMA VOLLEY CLUB-EUROSPIN FORD SARA PINEROLO           3-1

(18/25, 25/14, 25/22, 25/18)

Acqua e Sapone Roma Volley Group: Adelusi 19, Guiducci 2, Papa 12, Arciprete 18, Cogliandro 10, Rebora 12, Diop 3, Spirito (L), Purashaj. Non entrate: Bucci, Consoli, Giugovaz. All. Crostofani.

Eurospin Ford Sara Pinerolo: Bussoli 6, Boldini 2, Zago 18, Tosini 2, Fiesoli 6, Buffo 3, Gray 2, Akrari 11, Fiori (L), Casalis, Allasia. Non entrate Zamboni, Pecorari. All. Marchiaro.

Arbitri: Luigi Pasciari, Antonio Capolongo.

Note: 20’, 22’, 26’, 24’. Tot 92’

Serie A1 Femminile: l’Imoco esordisce al PalaVerde con il 3-1 sulla VBC èpiù. Vittorie esterne per Bosca S.Bernardo e Savino Del Bene. Delta Despar, che debutto!

Dom, 20/09/2020 - 23:17

Due vittorie interne e due esterne completano il quadro della 1^ giornata del Campionato di Serie A1 Femminile. Dopo i successi di Reale Mutua Fenera Chieri e Saugella Monza negli anticipi del sabato, parte con il piede giusto anche l’Imoco Volley Conegliano, che al PalaVerde si fa sorprendere dall’inizio spavaldo della VBC èpiù Casalmaggiore e poi alza i ritmi imponendosi per 3-1 con 25 punti di Egonu e un fantastico 87% offensivo di Fahr, in sestetto in luogo di Folie, che ha effettuato un intervento programmato al ginocchio destro e rientrerà ad ottobre dopo il periodo di rieducazione. Tra le rosa, ottimo esordio della brasiliana Montibeller, autrice di 20 punti.

L’altro successo casalingo porta la firma della Delta Despar Trentino, che al debutto assoluto in Serie A1 si regala una serata da ricordare: 3-0 alla Banca Valsabbina Millenium Brescia davanti ai 154 spettatori del Sanbàpolis. Piani, D’Odorico e Melli, il trio di palla alta che già l’anno scorso aveva fatto faville, mettono insieme 40 punti in tre set e piegano le lombarde, prive dell’infortunata Nicoletti e con una buona Angelina, ultima ad arrendersi con 16 punti.

Le due affermazioni esterne portano la firma di Bosca S.Bernardo Cuneo e Savino Del Bene Scandicci. Le gatte di Andrea Pistola hanno la meglio al Nelson Mandela Forum contro Il Bisonte Firenze al termine di una sfida combattuta, in cui sono brave a mantenere sempre la testa sul match, recuperando da 14-17 nel terzo e addirittura 11-17 nel quarto. Trascinatrice l’ex Degradi, autrice di 20 punti, mentre top scorer è l’opposta di casa Enweonwu (26).

Le toscane di Massimo Barbolini, infine, superano la Zanetti Bergamo dopo essere state in svantaggio per 2-1. Contro le coriacee rossoblù, che presentano nello starting six le due portoricane Valentin ed Enright e a partita in corso la statunitense Lanier, oppongono una incontenibile Stysiak (33 punti con il 51% in attacco) e la profondità di un roster di qualità, con Carocci e Markovic dall’inizio per Merlo e Pietrini e Lucia Bosetti a dare equilibrio alla seconda linea.

Le cronache delle gare della 1^ giornata nella sezione ‘I RISULTATI’.

LVF TV
Tutte le partite di Serie A1 in diretta e in modalità on demand sono su LVF TV, la web-tv della Lega Pallavolo Serie A Femminile. Highlights, interviste e contenuti speciali quando e dove vuoi. Registrati subito su LVF TV!

LIVESCORE
I risultati e le statistiche in tempo reale di tutte le gare di Serie A Femminile sono disponibili sull’homepage del sito ufficiale della Lega Pallavolo Serie A Femminile (www.legavolleyfemminile.it). I Campionati di Serie A1 e Serie A2 e tutti gli eventi della stagione 2020-21 si possono seguire in qualsiasi momento grazie all’App Livescore Lega Volley Femminile, compatibile con sistemi iOS e Android e scaricabile gratuitamente su Apple Store e Google Play Store.

SERIE A1 FEMMINILE
I RISULTATI DELLA 1^ GIORNATA
Sabato 19 settembre, ore 20.00 (diretta LVF TV)

Bartoccini Fortinfissi Perugia – Reale Mutua Fenera Chieri 0-3 (22-25, 18-25, 20-25)
Sabato 19 settembre, ore 20.30 (diretta Rai Sport HD)
Saugella Monza – Unet E-Work Busto Arsizio 3-1 (25-13, 25-22, 21-25, 25-22)
Domenica 20 settembre, ore 16.00 (diretta LVF TV)
Il Bisonte Firenze – Bosca S. Bernardo Cuneo 1-3 (23-25, 25-23, 21-25, 21-25)
Domenica 20 settembre, ore 17.00 (diretta LVF TV)
Imoco Volley Conegliano – VBC èpiù Casalmaggiore 3-1 (23-25, 25-12, 25-15, 25-19)
Zanetti Bergamo – Savino Del Bene Scandicci 2-3 (23-25, 25-22, 25-19, 21-25, 6-15)
Domenica 20 settembre, ore 18.00 (diretta LVF TV)
Delta Despar Trentino – Banca Valsabbina Millenium Brescia 3-0 (25-18, 26-24, 25-19)
Riposa: Igor Gorgonzola Novara

LA CLASSIFICA
Reale Mutua Fenera Chieri 3; Delta Despar Trentino 3; Imoco Volley Conegliano 3; Saugella Monza 3; Bosca S.Bernardo Cuneo 3; Savino Del Bene Scandicci 2; Zanetti Bergamo 1; Igor Gorgonzola Novara* 0; Il Bisonte Firenze 0; Unet E-Work Busto Arsizio 0; Vbc èpiù Casalmaggiore 0; Banca Valsabbina Millenium Brescia 0; Bartoccini Fortinfissi Perugia 0.
* una partita in meno

I TABELLINI
IMOCO VOLLEY CONEGLIANO – VBC E’PIU’ CASALMAGGIORE 3-1 (23-25 25-12 25-15 25-19) – IMOCO VOLLEY CONEGLIANO: Sylla 13, Fahr 14, Egonu 25, Adams 18, De Kruijf 9, Wolosz 1, De Gennaro (L), Caravello, Gennari. Non entrate: Omoruyi, Butigan, Gicquel. All. Santarelli. VBC E’PIU’ CASALMAGGIORE: Partenio 3, Melandri 2, Montibeller 20, Vasileva 11, Stufi 5, Bonciani 1, Sirressi (L), Bajema 1, Ciarrocchi 1, Kosareva, Vanzurova. All. Parisi. ARBITRI: Giardini, Mattei. NOTE – Durata set: 27′, 21′, 24′, 25′; Tot: 97′.

SAUGELLA MONZA – UNET E-WORK BUSTO ARSIZIO 3-1 (25-13 25-22 21-25 25-22) – SAUGELLA MONZA: Van Hecke 20, Orthmann 17, Heyrman 17, Orro 3, Meijners 10, Danesi 9, Parrocchiale (L), Squarcini, Davyskiba, Begic. Non entrate: Carraro, Obossa, Negretti. All. Gaspari. UNET E-WORK BUSTO ARSIZIO: Piccinini 1, Olivotto 1, Mingardi 23, Gennari 16, Stevanovic 9, Bonelli 1, Leonardi (L), Gray 5, Herrera Blanco. Non entrate: Bulovic, Poulter, Escamilla, Cucco. All. Fenoglio. ARBITRI: Bassan, Piperata. NOTE – Durata set: 21′, 28′, 33′, 29′; Tot: 111′.

ZANETTI BERGAMO – SAVINO DEL BENE SCANDICCI 2-3 (23-25 25-22 25-19 21-25 6-15) – ZANETTI BERGAMO: Valentin 3, Enright 10, Moretto 11, Luketic 18, Loda 14, Dumancic 9, Fersino (L), Lanier 6, Marcon, Prandi. Non entrate: Faraone, Mio Bertolo. All. Turino. SAVINO DEL BENE SCANDICCI: Camera 1, Courtney 11, Popovic 6, Stysiak 33, Markovic 10, Lubian 13, Carocci (L), Bosetti 2, Drewniok. Non entrate: Pietrini, Samadan, Malinov, Cecconello, Merlo. All. Barbolini. ARBITRI: Cerra, Selmi. NOTE – Durata set: 33′, 30′, 25′, 27′, 14′; Tot: 129′.

IL BISONTE FIRENZE – BOSCA S.BERNARDO CUNEO 1-3 (23-25 25-23 21-25 21-25) – IL BISONTE FIRENZE: Guerra 14, Alberti 4, Enweonwu 26, Van Gestel 10, Belien 11, Cambi 3, Venturi (L), Panetoni, Lazic, Nwakalor, Kone, Hashimoto. All. Mencarelli. BOSCA S.BERNARDO CUNEO: Ungureanu 9, Strantzali 14, Candi 11, Signorile 2, Degradi 20, Zakchaiou 12, Zannoni (L), Giovannini 4, Fava 1, Turco. Non entrate: Gay, Bici. All. Pistola. ARBITRI: Rossi, Carcione. NOTE – Durata set: 30′, 29′, 28′, 31′; Tot: 118′.

BARTOCCINI FORTINFISSI PERUGIA – REALE MUTUA FENERA CHIERI 0-3 (22-25 18-25 20-25) – BARTOCCINI FORTINFISSI PERUGIA: Mlinar 9, Koolhaas 2, Ortolani 6, Angeloni 9, Aelbrecht 4, Di Iulio 2, Rumori (L), Casillo 4, Havelkova 4, Agrifoglio 2, Cecchetto (L). Non entrate: Scarabottini, Carcaces. All. Bovari. REALE MUTUA FENERA CHIERI: Villani 16, Mazzaro 6, Grobelna 12, Perinelli 8, Zambelli 7, Bosio 3, De Bortoli (L), Frantti 3, Laak 1, Alhassan, Mayer. Non entrate: Marengo, Gibertini, Meijers. All. Bregoli. ARBITRI: Verrascina, Grassia. NOTE – Durata set: 25′, 24′, 24′; Tot: 73′.

DELTA DESPAR TRENTINO – BANCA VALSABBINA MILLENIUM BRESCIA 3-0 (25-18 26-24 25-19) – DELTA DESPAR TRENTINO: D’Odorico 13, Furlan 7, Piani 15, Melli 12, Fondriest 3, Cumino, Moro (L), Ricci 1, Bisio, Pizzolato, Trevisan. Non entrate: Marcone. All. Bertini. BANCA VALSABBINA MILLENIUM BRESCIA: Jasper 8, Veglia 1, Decortes 14, Angelina 16, Berti 4, Bechis, Parlangeli (L), Cvetnic, Botezat, Pericati. Non entrate: Biganzoli, Sala, Bridi, Nicoletti. All. Mazzola. ARBITRI: Prati, Sessolo. NOTE – Spettatori: 154, Durata set: 26′, 35′, 29′; Tot: 90′.

IL PROSSIMO TURNO
Sabato 26 settembre, ore 20.30 (diretta Rai Sport HD)
VBC èpiù Casalmaggiore – Delta Despar Trentino
Domenica 27 settembre, ore 16.00 (diretta LVF TV)
Unet E-Work Busto Arsizio – Imoco Volley Conegliano
Domenica 27 settembre, ore 17.00 (diretta LVF TV)
Savino Del Bene Scandicci – Bartoccini Fortinfissi Perugia
Bosca S.Bernardo Cuneo – Saugella Monza
Banca Valsabbina Millenium Brescia – Il Bisonte Firenze
Domenica 27 settembre, ore 18.00 (diretta LVF TV)
Igor Gorgonzola Novara – Zanetti Bergamo
Riposa: Reale Mutua Fenera Chieri

Serie A2 Femminile: Girone Est, colpi esterni per Omag e Cuore di Mamma. Super CBF Balducci. Girone Ovest, rimonta Green Warriors. Al quinto anche Sigel e Barricalla. Bene Acqua&Sapone e Club Italia Crai

Dom, 20/09/2020 - 23:16

Cinque tie-break sulle otto gare domenicali della 1^ giornata. E’ un Campionato di Serie A2 Femminile, il primo coperto dalle telecamere di LVF TV, che inizia all’insegna dell’equilibrio e dello spettacolo. Pioggia di emozioni lungo tutta la Penisola per il ritorno del volley giocato.

GIRONE EST
Solo la CBF Balducci HR Macerata riesce a raggiungere in testa alla classifica la Megabox Vallefoglia, vittoriosa a Soverato nell’anticipo del sabato. Le marchigiane ottengono una vittoria da tre punti sull’Itas Città Fiera Martignacco: nel 3-0 per le padrone di casa, c’è lotta sul finale del primo set e poi la polacca Lipska (18 punti) e compagne controllano più agevolmente. Tra le friulane, infortunio alla caviglia per Pascucci, costretta a uscire dal campo.

Sotto due set a zero, il Cuore di Mamma Cutrofiano riesce nell’impresa di sbancare il PalaCollodi. Con una Panucci formato deluxe (28 punti totali) e i muri di Caneva, le salentine di Carratù ribaltano la contesa e superano al quinto la Sorelle Ramonda Ipag Montecchio, che cala alla distanza nonostante i 24+22 di Battista e Cagnin.

Sfiora un simile recupero la CDA Talmassons, che in casa contro l’Omag San Giovanni in Marignano risale da 0-2 e allunga la contesa al tie-break, prima di soccombere 13-15. Numerose le atlete di personalità da una parte e dall’altra: romagnole senza la brasiliana Conceicao, ma con la ‘solita’ Saguatti, affiancata dall’esperienza di Fiore, decisive a riprendere in mano il gioco nel parziale decisivo e a contenere Tirozzi e Smirnova, le frecce più incisive all’arco delle friulane.

GIRONE OVEST
Emozioni su tutti i campi del Girone Ovest, che individua già alcune possibili protagoniste della stagione. Come Ekaterina Antropova, opposto 17enne di 202 cm della Green Warriors Sassuolo, che con 31 punti conduce le emiliane a una rimonta sensazionale dallo 0-2 in casa della Futura Volley Giovani Busto Arsizio, priva di Latham e costretta a fare a meno di Carletti nel set decisivo. O come Aurora Pistolesi, 21enne banda della Sigel Marsala, autrice di 25 punti nel 3-2 esterno delle siciliane in casa della Geovillage Hermaea Olbia: le sarde erano riuscite a capovolgere l’inerzia dell’incontro prima di subire il ritorno delle ospiti nonostante l’accoppiata Korhonen-Joly.

Il terzo tie-break di giornata se lo aggiudica il Barricalla CUS Torino nel derby piemontese contro la LPM BAM Mondovì. Le ragazze di coach Chiappafreddo mantengono la calma anche quando vanno sotto 1-2 e comandano quarto e quinto set, limitando Taborelli e Hardeman con un ottimo muro-difesa. Top scorer per le padrone di casa Pinto con 17 punti.

Ha bisogno di un set di rodaggio l’Acqua&Sapone Roma Volley Club prima di prendere fiducia e imporsi 3-1 sull’Eurospin Ford Sara Pinerolo. Dopo una partenza contratta, Papa e compagne limitano gli errori, forzano al servizio con Arciprete e Rebora e frenano la potenza di Zago. Da segnalare i 19 punti della 17enne Anna Adelusi, scuola Volleyrò.

Il fondamentale del muro spinge il Club Italia Crai al successo sul campo dell’Exacer Montale: 5 a testa i block-in di Linda Nwakalor e Frosini (per l’opposta ben 23 i punti complessivi). Le emiliane – si rivede Tai Aguero per qualche sprazzo di gioco – sono sempre vicine nel punteggio ma solo nel terzo set riescono nel sorpasso sulle azzurrine, che dunque ottengono i tre punti.

Le cronache dei match della 1^ giornata nella sezione ‘I RISULTATI’.

LVF TV
Tutte le partite di Serie A1 in diretta e in modalità on demand sono su LVF TV, la web-tv della Lega Pallavolo Serie A Femminile. Highlights, interviste e contenuti speciali quando e dove vuoi. Registrati subito su LVF TV!

LIVESCORE
I risultati e le statistiche in tempo reale di tutte le gare di Serie A Femminile sono disponibili sull’homepage del sito ufficiale della Lega Pallavolo Serie A Femminile (www.legavolleyfemminile.it). I Campionati di Serie A1 e Serie A2 e tutti gli eventi della stagione 2020-21 si possono seguire in qualsiasi momento grazie all’App Livescore Lega Volley Femminile, compatibile con sistemi iOS e Android e scaricabile gratuitamente su Apple Store e Google Play Store.

SERIE A2 FEMMINILE
I RISULTATI DELLA 1^ GIORNATA
GIRONE EST
Sabato 19 settembre, ore 18.30 (diretta LVF TV)

Volley Soverato – Megabox Vallefoglia 1-3 (25-20, 19-25, 12-25, 20-25)
Domenica 20 settembre, ore 17.00 (diretta LVF TV)
Sorelle Ramonda Ipag Montecchio – Cuore di Mamma Cutrofiano 2-3 (25-22, 28-26, 23-25, 23-25, 8-15)
CDA Talmassons – Omag S.G. Marignano 2-3 (22-25, 20-25, 25-17, 25-20, 13-15)
CBF Balducci HR Macerata – Itas Città Fiera Martignacco 3-0 (27-25, 25-15, 25-19)
Riposa: Olimpia Teodora Ravenna

GIRONE OVEST
Domenica 20 settembre, ore 15.15 (diretta LVF TV)
Geovillage Hermaea Olbia – Sigel Marsala 2-3 (25-22, 18-25, 25-27, 25-23, 10-15)
Domenica 20 settembre, ore 17.00 (diretta LVF TV)
Barricalla CUS Torino – LPM BAM Mondovì 3-2 (25-17, 22-25, 22-25, 25-20, 15-8)
Futura Volley Giovani Busto Arsizio – Green Warriors Sassuolo 2-3 (25-22, 28-26, 18-25, 21-25, 13-15)
Acqua&Sapone Roma Volley Club – Eurospin Ford Sara Pinerolo 3-1 (18-25, 25-14, 25-22, 25-18)
Exacer Montale – Club Italia Crai 1-3 (23-25, 22-25, 25-21, 23-25)

LE CLASSIFICHE
GIRONE EST
Cbf Balducci Hr Macerata 3; Megabox Vallefoglia 3; Cuore Di Mamma Cutrofiano 2; Omag S.Giov. In Marignano 2; Cda Talmassons 1; Sorelle Ramonda Ipag Montecchio 1; Olimpia Teodora Ravenna 0; Volley Soverato 0; Itas Citta’ Fiera Martignacco 0.

GIRONE OVEST
Acqua & Sapone Roma Volley Club 3; Club Italia Crai 3; Barricalla Cus Torino 2; Sigel Marsala 2; Green Warriors Sassuolo 2; Futura Volley Giovani Busto Arsizio 1; Geovillage Hermaea Olbia 1; Lpm Bam Mondovi’ 1; Exacer Montale 0; Eurospin Ford Sara Pinerolo 0.

I TABELLINI
GIRONI EST
SORELLE RAMONDA IPAG MONTECCHIO – CUORE DI MAMMA CUTROFIANO 2-3 (25-22 28-26 23-25 23-25 8-15) – SORELLE RAMONDA IPAG MONTECCHIO: Cagnin 22, Bartolini 8, Scacchetti 1, Battista 24, Bovo 7, Mangani 15, Imperiali (L), Monaco, Rosso. Non entrate: Canton, Brandi, Covino. All. Simone. CUORE DI MAMMA CUTROFIANO: Quarchioni 11, Menghi 8, Avenia 6, Panucci 28, Caneva 11, M’Bra 11, Ferrara (L), Salviato 1. Non entrate: Rizzieri, Gorgoni, Tarantino, Morciano. All. Carratu’. ARBITRI: Licchelli, Serafin. NOTE – Durata set: 27′, 31′, 27′, 29′, 14′; Tot: 128′.

CDA TALMASSONS – OMAG S.GIOV. IN MARIGNANO 2-3 (22-25 20-25 25-17 25-20 13-15) – CDA TALMASSONS: Mazzoleni 10, Vallicelli 2, Bartesaghi 16, Barbanzeni 9, Smirnova 16, Tirozzi 17, Dalla Rosa (L), Ponte. Non entrate: Pagotto, Nardini. All. Barbieri. OMAG S.GIOV. IN MARIGNANO: Berasi 2, De Bellis 11, Cosi 9, Fiore 22, Saguatti 20, Ceron 8, Bonvicini (L), Urbinati, Aluigi, Fedrigo. Non entrate: Spadoni, Penna, Silva Conceicao, Peonia (L). All. Saja. ARBITRI: Sabia, Traversa. NOTE – Durata set: 27′, 25′, 22′, 26′, 19′; Tot: 119′.

CBF BALDUCCI HR MACERATA – ITAS CITTA’ FIERA MARTIGNACCO 3-0 (27-25 25-15 25-19) – CBF BALDUCCI HR MACERATA: Lipska 18, Martinelli 8, Renieri 10, Maruotti 14, Mancini 5, Lancellotti 2, Bisconti (L), Peretti, Giubilato. Non entrate: Pirro, Sopranzetti (L), Rita, Pomili. All. Paniconi. ITAS CITTA’ FIERA MARTIGNACCO: Dapic 7, Fiorio 2, Tonello 9, Carraro, Pascucci 10, Rucli 5, Scognamillo (L), Braida 3, Cortella 1, Modestino 1, Rossetto, Cerruto. All. Gazzotti. ARBITRI: Dell’Orso, Somansino. NOTE – Durata set: 30′, 21′, 26′; Tot: 77′.

VOLLEY SOVERATO – MEGABOX VALLEFOGLIA 1-3 (25-20 19-25 12-25 20-25) – VOLLEY SOVERATO: Mason 12, Riparbelli 7, Bianchini 11, Lotti 10, Meli 7, Bortoli 2, Barbagallo (L), Piacentini 3, Ferrario, Nardelli, Salimbeni. Non entrate: Cipriani. All. Napolitano. MEGABOX VALLEFOGLIA: Pamio 23, Kramer 6, Balboni 5, Bacchi 20, Bertaiola 3, Saccomani 1, Bresciani (L), Costagli 10, Colzi 4. Non entrate: Stafoggia, Ricci, Durante. All. Bonafede. ARBITRI: Scarfo’, Stancati. NOTE – Durata set: 25′, 25′, 20′, 27′; Tot: 97′.

GIRONE OVEST
BARRICALLA CUS TORINO – LPM BAM MONDOVI’ 3-2 (25-17 22-25 22-25 25-20 15-8) – BARRICALLA CUS TORINO: Venturini 12, Bertone 11, Rimoldi 8, Pinto 17, Mabilo 13, Vokshi 11, Gamba (L), Sironi 3, Torrese, Severin, Giay (L). Non entrate: Ndoye, Batte, Sainz. All. Chiappafreddo. LPM BAM MONDOVI’: Mazzon 8, Taborelli 19, Tanase 8, Molinaro 10, Scola 1, Hardeman 19, De Nardi (L), Bordignon 2, Bonifacio, Serafini. Non entrate: Midriano, Mandrile (L). All. Delmati. ARBITRI: Cavicchi, Pozzi. NOTE – Durata set: 23′, 28′, 27′, 26′, 15′; Tot: 119′.

FUTURA VOLLEY GIOVANI BUSTO ARSIZIO – GREEN WARRIORS SASSUOLO 2-3 (25-22 28-26 18-25 21-25 13-15) – FUTURA VOLLEY GIOVANI BUSTO ARSIZIO: Michieletto 15, Veneriano 6, Carletti 19, Zingaro 11, Lualdi 17, Nicolini 2, Garzonio (L), Sartori 3, Vecerina 1, Lualdi 1, Sormani. Non entrate: Latham. All. Lucchini. GREEN WARRIORS SASSUOLO: Busolini 10, Spinello 1, Magazza 9, Civitico 13, Antropova 31, Dhimitriadhi 14, Falcone (L), Salinas 8, Pasquino 4, Zojzi 1. Non entrate: Ferrari, Taje’, Fornari, Pelloni (L). All. Barbolini. ARBITRI: Scotti, Usai. NOTE – Durata set: 27′, 31′, 26′, 29′, 19′; Tot: 132′.

ACQUA & SAPONE ROMA VOLLEY CLUB – EUROSPIN FORD SARA PINEROLO 3-1 (18-25 25-14 25-22 25-18) – ACQUA & SAPONE ROMA VOLLEY CLUB: Papa 12, Rebora 12, Adelusi 19, Arciprete 18, Cogliandro 10, Guiducci 2, Spirito (L), Diop 3, Purashaj. Non entrate: Bucci (L), Giugovaz, Consoli. All. Cristofani. EUROSPIN FORD SARA PINEROLO: Bussoli 6, Akrari 11, Boldini 2, Fiesoli 6, Gray 2, Zago 18, Fiori (L), Buffo 3, Tosini 2, Allasia, Casalis. Non entrate: Pecorari, Zamboni. All. Marchiaro. ARBITRI: Pasciari, Capolongo. NOTE – Durata set: 20′, 22′, 26′, 24′; Tot: 92′.

EXACER MONTALE – CLUB ITALIA CRAI 1-3 (23-25 22-25 25-21 23-25) – EXACER MONTALE: Rubini 10, Gentili 6, Pincerato 3, Brina 21, Fronza 9, Botarelli 9, Bici (L), Blasi 10, Aguero, Pinali, Saccani, Cioni (L). Non entrate: Venturelli, Cigarini. All. Tamburello. CLUB ITALIA CRAI: Gardini 21, Nwakalor 8, Frosini 23, Nervini 14, Graziani 6, Monza 1, Armini (L), Barbero, Pelloia, Giuliani, Bassi. Non entrate: Marconato, Ituma, Gannar (L). All. Bellano. ARBITRI: Mesiano, Clemente. NOTE – Durata set: 26′, 27′, 26′, 30′; Tot: 109′.

GEOVILLAGE HERMAEA OLBIA – SIGEL MARSALA 2-3 (25-22 18-25 25-27 25-23 10-15) – GEOVILLAGE HERMAEA OLBIA: Stocco 3, Ghezzi 18, Barazza 1, Korhonen 26, Joly 23, Angelini 5, Caforio (L), Coulibaly. Non entrate: Ciani, Poli, Zonta. All. Giandomenico. SIGEL MARSALA: Mc Call-Ginnis 20, Parini 7, Soleti 18, Pistolesi 25, Caruso 11, Demichelis 4, Vaccaro (L), Colombano, Mazzon. Non entrate: Nonnati, Caserta, Mistretta (L). All. Amadio. ARBITRI: Nava, Marconi. NOTE – Durata set: 27′, 26′, 33′, 29′, 18′; Tot: 133′.

IL PROSSIMO TURNO
GIRONE EST
Domenica 27 settembre, ore 17.00 (diretta LVF TV)
Itas Città Fiera Martignacco – Volley Soverato
Omag S.G. Marignano – CBF Balducci HR Macerata
Megabox Vallefoglia – Sorelle Ramonda Ipag Montecchio
Cuore di Mamma Cutrofiano – Olimpia Teodora Ravenna
Riposa: CDA Talmassons

GIRONE OVEST
Domenica 27 settembre, ore 14.30 (diretta LVF TV)
LPM BAM Mondovì – Geovillage Hermaea Olbia
Domenica 27 settembre, ore 17.00 (diretta LVF TV)
Eurospin Ford Sara Pinerolo – Exacer Montale
Club Italia Crai – Futura Volley Giovani Busto Arsizio
Green Warriors Sassuolo – Barricalla Cus Torino
Sigel Marsala – Acqua&Sapone Roma Volley Club

Sconfitta in casa al tie-break contro Cutrofiano

Dom, 20/09/2020 - 23:09

Montecchio Maggiore, 20 settembre 2020

Comincia una nuova avventura oggi per le ragazze del S.lle Ramonda-Ipag anche se in una cornice anomala di un Pala Collodi senza pubblico.

Dopo una lunga preparazione iniziata a metà luglio, la squadra di Coach Simone affronta in casa il Cuore di Mamma Cutrofiano nella prima gara del girone Est.

Parte al servizio Cutrofiano e il primo punto va alla squadra ospite. E’ Battista a conquistare il pareggio (1-1) ma è la compagine leccese che si porta in vantaggio 2-6 e coach Simone chiama il primo time-out. Le castellane si portano 4-8 con un attacco da zona due di Mangani e poi Bartolini accorcia ancora le distanze 6-9. Cagnin sfonda il muro di Cutrofiano e porta la sua formazione a -1 (9-10). Le avversarie allungano nuovamente 9-15 e c’è il secondo time out di Montecchio. Battista trova un ace (15-17) e sul 19-20 mister Carratù interrompe il gioco. Il pareggio arriva sul 22-22 con un attacco di Battista, mentre Mangani trova il primo set point 24-22. Bartolini chiude il set 25-22.

Si porta subito in vantaggio Montecchio con un muro di Mangani (2-0) ed è sempre a muro che Bovo conquista il 3-1. Dopo un ace di Mangani (7-3), mister Carratù corre ai ripari chiamando time out. Un altro ace di Battista porta il S.lle Ramonda-Ipag a + 5 (9-4). Un ‘ottima ricezione di Imperiali permette a Scacchetti di dare una palla perfetta a Cagnin che mette palla a terra (11-5). Bartolini trova il muro su Quarchioni (17-11) e Cagnin ottiene il ventesimo punto mettendo a terra una palla alzata da Imperiali dai nove metri (20-16). Cutrofiano raggiunge il pareggio sul 22-22, ma è Montecchio che porta a casa il secondo set (28-26) grazie ad un attacco out di M’Bra.

E’ all’insegna della parità il terzo set (4-4) con le avversarie che si portano a + 2 con un ace di Panucci. Montecchio soffre e coach Simone corre ai ripari chiamando un time out (6-10). E’ Cagnin che riconquista il servizio (7-10), ma Cutrofiano sfrutta il momento positivo e si porta (7-12). Si rifà sotto il S.lle Ramonda-Ipag con una fast di Bovo (13-16), ma le avversarie non si fanno sorprendere e rimangono in vantaggio (15-20). Spingono sull’acceleratore le rosso nere (19-20) mettendo pressione alle ospiti sia in ricezione che in attacco. Il primo set point è per Cutrofiano 22-24, ma Cagnin annulla tutto. Finisce comunque 23-25 il terzo parziale in favore delle ospiti.

Nella quarta frazione di gara Montecchio parte in affanno (0-3) e si assicura il primo punto sempre con Cagnin. Passano in vantaggio le padrone di casa con Mangani (6-2) ma vengono poi raggiunte sul 7-7. E’ punto a punto (13-13) con il Cuore di Mamma che si porta a + 2 sul 13-15, ma sempre con grande equilibrio in campo. Mangani piazza un servizio che mette in difficoltà le avversarie e Bartolini ne approfitta siglando il 18-16. Scacchetti distribuisce bene il gioco ma il punteggio ritorna in parità 19-19. E’ di Cutrofiano il primo set point che chiude il set 23-25.

Battista mette a terra la prima palla per il S.lle Ramonda-Ipag (1-1), ma Cutrofiano si porta in vantaggio 3-5 e si va al cambio campo con le avversarie in vantaggio 5-8. Montecchio perde smalto ed è 5-11 per Cutrofiano per cui sembra tutto in discesa. Il match termina in favore del Cuore di Mamma che conquista questi primi due punti in palio.

Commentano così la gara il capitano Chiara Scacchetti ed Emma Cagnin

“L’esordio non è andato benissimo perché davanti due a zero dovevamo chiudere la gara. Nel primo set però abbiamo fatto un bellissimo recupero aiutandoci le une con le altre. Poi sono venute a galla delle disattenzioni e la frenesia di mettere la palla a terra ci ha spesso mandato in confusione. Sicuramente non ci perdiamo d’animo visto che è la prima partita e martedì torniamo in palestra per lavorare sodo con tanta energia e tanta grinta per tornare in campo domenica con la voglia di vincere”.

“Siamo partite molto bene i primi due set, il primo forse un po’ con il freno a mano tirato, ma siamo state brave a recuperare alla fine. Il secondo set abbiamo spinto molto e poi, forse, la convinzione che due set in tasca bastassero e un po’ la stanchezza, la nostra attenzione è calata e di conseguenza siamo state molto disattente su alcuni fondamentali e abbiamo mollato un po’. Mi dispiace molto per il quinto set perché forse potevamo dare un po’ di più, ma siamo pronte ad imparare dai nostri errori per la prossima volta e cercare di non ripeterli”.

Analizza invece così la gara coach Simone:

“La strada è lunga e lo sapevamo. Abbiamo comunque fatto una buona partenza anche se già nel primo set abbiamo vinto inseguendo, nel secondo eravamo in vantaggio, ci siamo fatte raggiungere e poi siamo uscite bene, mentre dal terzo set in poi, nonostante le statistiche indichino dei buoni numeri, abbiamo un po’ mollato e se l’avversario vince ovviamente vuol dire che qualcosa di sbagliato c’è. Abbiamo fatto degli errori in difesa e in copertura che hanno agevolato le avversarie. Sapevamo che l’inizio sarebbe stato complicato sotto tanti punti di vista, ma la squadra credo abbia fatto vedere delle cose molto belle e su quelle meno belle dovremo semplicemente lavorare”.

S.LLE RAMONDA-IPAG MONTECCCHIO – CUORE DI MAMMA CUTROFIANO: 2-3 (25-22 / 28-26 / 23-25 / 23-25 / 8-15)

S.LLE RAMONDA-IPAG MONTECCHIO: Bartolini 8, Scacchetti 1, Bovo 7, Battista 24, Mangani 15, Cagnin 22, Monaco 0, Canton ne, Covino ne, Imperiali (L), Brandi ne, Rosso 0.

Allenatore: Simone Alessio

Assistente: Antoniazzi Giacomo

CUORE DI MAMMA CUTROFIANO: Ferrara (L), Tarantino ne, Avenia 6, Panucci 28, Quarchioni 11, M’bra 11, Menghi 8, Rizzieri, Salviato 1, Morciano ne, Caneva 11, Gorgoni ne.

Allenatore: Carratu’ Antonio

Assistente: Giunta Simone

Arbitri: Licchelli A., Serafin D.

Note: Durata set: 27’, 31’, 27’, 29’, 14’; totale 2.08 ’. Montecchio: battute sbagliate 10, vincenti 6, muri 6. Cutrofiano: battute sbagliate 12, vincenti 8, muri 13. Ricezione: Montecchio 39%, Cutrofiano 35%. Attacco: Montecchio 36%, Cutrofiano 33%.

 

Roma centra l’esordio, 3-1 su Pinerolo.

Dom, 20/09/2020 - 23:05

L’Acqua & Sapone Roma Volley Club centra l’esordio casalingo e lo risolve in quattro set (3- 1 18-25, 25-14, 25-22, 25-18) avendo la meglio sulla formazione di Pinerolo, una delle favorite alla corsa verso il passaggio in A1. Presenti in tribuna anche Luciano Cecchi, Direttore eventi del Comitato Regionale Fipav, e Claudio Martinelli, Presidente Comitato Provinciale Fipav Roma.

Valeria Papa e compagne hanno mostrato un gioco grintoso traducendo in numeri la preparazione fisica di questa estate e l’intesa acquisita nel corso dei test match pre-stagionali. Dopo un avvio contratto in cui Pinerolo ha guidato il match con al comando l’opposto Zago (7 punti solo nel primo set) e un ottimo gioco difensivo, le Lupe hanno cambiato le carte in tavola. Fra le migliori realizzatrici la giovanissima esordiente Anna Adelusi che arriva al termine dei quattro set con 19 punti, seguita da Sofia Rebora autrice di 12 punti di cui 4 servizi vincenti. In scia le due bande Arciprete (18) e Papa (12). Doppia cifra anche per Cogliandro (10) che nella prima parte del match prende le misure per poi ingranare la marcia giusta. In seconda linea Spirito è stata una certezza dall’inizio alla fine, rispondendo all’alto livello difensivo delle avversarie guidate nel fondamentale da Fiori. A mettere ulteriormente in difficoltà Fiesoli e compagne, anche la buona distribuzione di Guiducci e i mani-out delle nostre schiacciatrici.

Dietro alla buona prestazione delle romane, c’è l’esperienza di Luca Cristofani che schiera una formazione quanto più equilibrata, scegliendo, nel momento più opportuno, innesti di valore come le giovani esordienti Bintu e Purashaj che hanno dato prova di grande carattere.

Luca Cristofani commenta così la vittoria: “Nel primo set c’è stata molta ansia da parte di alcune giocatrici, anche da quelle da cui non te lo aspetti per via dell’esperienza. Si vedeva che tutti volevano fare qualcosa in più. La prestazione, da un punto di vista agonistico, è stata molto buona. Da un punto di vista di gioco, invece, c’è ancora tanto lavoro da fare. Se dovessi premiare un solo fondamentale premierei il servizio che è stato quello che ha spostato di più gli equilibri. C’è ancora tanto lavoro ma almeno la prima è andata.”

STATISTICHE:

Acqua & Sapone Roma Volley Club – Eurospin Ford Sara Pinerolo 3-1 (18-25, 25-14, 25-22, 25-18)

Acqua & Sapone Roma Volley Club: Anna Adelusi 19, Guiducci Gaia 2, Papa Valeria 12, Arciprete Alessia 18, Cogliandro Asia 10, Rebora Sofia 12, Diop Bintu 3

Eurospin Ford Sara Pinerolo: Bussoli Silvia 6, Boldini Jennifer 2, Tosini Elisabetta 2, Zago Valentina 18, Fiesoli Alessia 6, Buffo Simona 3, Gray Anna 2, Akrari Yasmina 11

Esordio sfortunato per l’Hermaea: Marsala vince al tie-break

Dom, 20/09/2020 - 23:02

Non è fortunato l’esordio della Geovillage Hermaea Olbia nel campionato di Serie A2. Al PalAltogusto le biancoblù hanno ceduto al tie-break alla Sigel Marsala in una gara caratterizzata da un’altalena di emozioni. Dopo un buon inizio l’Hermaea è calata nella fase centrale del match dando la sensazione di poter cedere l’intera posta in palio alle siciliane. Proprio in extremis è arrivata una veemente reazione che è rimasta, però, parzialmente incompiuta: nel finale, infatti, la Sigel ha mostrato maggior lucidità ed è riuscita a conquistare la vittoria.

LA GARA – Parte molto bene l’Hermaea, che grazie ai colpi precisi delle bande Ghezzi e Joly si mantiene a lungo sul +4. Marsala pian piano si scuote e pareggia i conti a 17 con la statunitense Gillis, ma le ragazze di Giandomenico riescono comunque a chiudere i conti in vantaggio sul 25-23 dopo un errore della centrale ospite Caruso.

Il secondo set inizia in salita, con uno 0-4 in favore della Sigel che costringe il tecnico dell’Hermaea a spendere il primo timeout. L’Hermaea reagisce e ritrova in breve tempo la parità a quota 6, ma poi scivola nuovamente indietro sotto i colpi di Soleti e Pistolesi, protagoniste del 18-25 che consente alle siciliane di impattare. Anche il terzo parziale segna una partenza a rilento delle galluresi, sotto anche di 6 lunghezze in avvio. Pian piano, però, Barazza e compagne riprendono fiducia e accorciano: sul 13-16 Amadio chiede il timeout, ma le olbiesi mostrano ancora carattere e trovano il modo di sorpassare grazie alle iniziative di Angelini e Korhonen. La lotta punto a punto nel finale premia però Marsala, capace di completare il sorpasso sul 25-27. Con l’inerzia del match in mano, la Sigel ha dato la sensazione di poter mettere alle corde l’Hermaea (13-16 dopo il diagonale vincente di Pistolesi). Anche in questo caso a rimettere tutto in discussione è stato l’orgoglio delle galluresi, trascinate dai potenti colpi di Joly fino al 25-23 che ha portato la sfida al tie-break. Sorprendente lo sviluppo della quinta frazione: avanti sul 5-0, le olbiesi sembravano avere la strada spianata verso la vittoria. E invece un nuovo calo ha rimesso in gioco le ospiti, capaci di rimontare e poi di vincere grazie al buon lavoro a muro di Gillis e all’efficacia di Soleti, autrice del punto che ha chiuso definitivamente la gara sul 10-15.

“È stata dura – commenta coach Giandomenico – si trattava a tutti gli effetti della nostra prima gara, vista l’impossibilità di disputare delle amichevoli. Siamo partiti bene, poi ci sono stati dei passaggi a vuoto pesanti che hanno consentito alle avversarie di prendere fiducia. La reazione del terzo set è stata vanificata da alcuni errori banali, mentre nel quarto abbiamo prevalso grazie alla determinazione. Durante il tie-break, infine, ci siamo piantati definitivamente sul 6-3 in nostro favore. Ad ogni modo sono fiducioso, abbiamo soltanto bisogno di lavorare sodo per trovare equilibri e meccanismi”.

Così, invece, la schiacciatrice Jessica Joly: “Ci manca ancora un po’ di coesione nei momenti difficili – spiega – dobbiamo imparare a gestirci meglio. Nel quinto set abbiamo smesso di fare ciò che dovevamo, specialmente in difesa. È stata una partita un po’ anomala, in certi momenti potevamo chiuderla e non l’abbiamo fatto. È un peccato”.

“Abbiamo giocato contro una squadra abbastanza simile a noi in termini di valori – dice il presidente Sarti – credo però che Marsala abbia prevalso con merito. Ci avrebbe fatto piacere esordire con una vittoria. La prestazione di squadra non mi è piaciuta granchè, anche se devo ammettere di aver visto delle buone individualità. Sono convinto che il coach riuscirà a mettere a posto tutti i tasselli nelle prossime settimane”.

HERMAEA OLBIA-SIGEL MARSALA 2-3

PARZIALI
: 25-23, 18-25, 25-27, 25-23, 10-15

OLBIA
: Joly 23, Korhonen 26, Stocco 3, Ghezzi 18, Coulibaly, Zonta ne, Caforio L, Barazza 1, Ciani ne, Angelini 5, Poli ne. Allenatore: Emiliano Giandomenico

MARSALA
: Caserta ne, Gillis 20, Caruso 11, Colombano, Pistolesi 25, Vaccaro L, Parini 7, Demichelis 4, Mazzon, Mistretta L, Nonnati, Soleti 18. Allenatore: Daris Amadio

ARBITRI
: Stefano Nava e Michele Marconi

Una doppia rimonta Sigel alla prima di campionato!

Dom, 20/09/2020 - 22:40

Vincente è l’esordio nel 76° Campionato Nazionale di serie A2 per la squadra di Amadio impegnata oggi in Sardegna, al culmine di una partita avvincente, aperta a tutti i risultati. Fondamentalmente, una partita cui è regnata estrema incertezza fino all’avvento del tie-break. La vivacità e il mai perdersi d’animo della Sigel Marsala hanno inciso sull’esito finale nel match che la vedeva contrapposta alla Geovillage Hermaea Olbia, valevole come anticipo della 1^giornata nel girone “Ovest”. Le sigelline, da collettivo unito, hanno dato prova a Olbia di possedere valide contromisure atte a controbattere ad ogni risposta o reazione delle valenti avversarie di casa capitanate dall’ex bandiera e centrale della Nazionale Italiana, Jenny Barazza. Questa la progressione set registratesi al PalaAltoGusto del Geovillage: [25/22; 18/25; 25/27; 25/23; 10/15].

Starting-six: Emiliano Giandomenico, tecnico delle padroni di casa, propone questo sestetto nella prima uscita ufficiale: in palleggio Stocco, opposto Kohronen, Barazza e Angelini al centro, schiacciatrici Ghezzi e Joly, libero Caforio. Marsala risponde con le seguenti diagonali e Amadio si affida nel sestetto base alla statunitense Gillis: Demichelis/Soleti; Caruso/Parini; Pistolesi/Gillis, libero Vaccaro.

La cronaca:

Le galluresi nel set di avvio infatti si erano portate, momentaneamente, davanti nel computo dei set, essendosi conquistate e con non poche difficoltà, il gioco per 25-22 (con Marsala che nel finale si era portato a due lunghezze dalle biancoblu, 19-21). Nel secondo atto, la prima rimonta di marca Sigel che annulla il vantaggio iniziale di Olbia. Demichelis & Company, dopo primi scambi punto a punto, pigiano il piede sull’acceleratore (4-6, 8-12, 10-16, 15-21 i punteggi intermedi) e tengono a debita distanza la squadra allenata da Giandomenico. Il finale di secondo parziale si conclude per 18-25. Bellissimi ed emozionanti i restanti tre set. I set intermedi, terzo e quarto, giocati sul filo dell’equilibrio e col batticuore, ma conclusi con l’aggiudicazione di uno per parte. Con tanto di stravolgimenti, avendo le squadre fatto valere alcuni break e controbreak. Il terzo vede la Sigel avanti per 5-8 e mantenere i tre punti di distanza però sui passaggi del 13-16 (il diagonale vincente di Aurora Pistolesi) e del 17-21. La Sigel si imbatte in un finale sofferto, Olbia non lascia la presa sul match e si rifà sotto 20-21 e raggiunge il pari per la prima volta sul 22-22. Le biancoblu di casa hanno  l’opportunità di affacciarsi davanti (23-22) e di completare la rimonta (24-23), la Sigel però porta all’esito dei vantaggi il parziale: (24-24). Olbia va avanti 25-24 e serve la palla per il set-point, ma la Sigel risponde immediatamente per il 25-25. Le due azioni seguenti premiano Marsala che fissano il punteggio sul 27-25. Arriviamo al quarto set con risvolti “noir” per come si è concluso, ma le squadre arrivano da pesanti carichi originati dal precampionato. La Sigel con il naso davanti tra inizio e metà di parziale (5-8, 6-10, 10-13), poi la Geovillage Hermaea si porta a -1: 13-14. La Sigel torna sul +3: 13-16. Non affronta un finale agevole la squadra di Amadio con Olbia che si dimostra solida in ricezione ed efficace a muro nello smorzare i palloni nei tentativi d’attacco ospiti: 19-21 e 21-21. Olbia con un doppio punto (23-21) si porta avanti e si aggiudica il set mediano per 25-23. Si gioca il quinto con una partenza decisa di Olbia che dalla linea del servizio fa male: 5-0. Poi la Sigel reagisce e si rende protagonista di un controbreak sostanziale di otto punti a due e così al cambio campo Marsala è avanti per 7-8. Non ci saranno ulteriori sorprese perchè la Sigel chiude per 10-15 il singolo set e l’incontro.

 

Tabellino. Geovillage Hermaea Olbia-Sigel Marsala: 2-3 [25/22; 18/25; 25/27; 25/23; 10/15]

Geovillage Hermaea Olbia: Stocco 3, Ghezzi 18, Barazza 1, Korhonen 26, Joly 23, Angelini 5, Caforio (L), Coulibaly. ne : Ciani, Poli, Zonta. All. Giandomenico.

Sigel Marsala: Gillis 20, Parini 7, Soleti 18, Pistolesi 25, Caruso 11, Demichelis 4, Vaccaro (L), Colombano, Mazzon. ne: Nonnati, Caserta, Mistretta (L)

Arbitri: Stefano Nava di Monza e Michele Marconi di Pavia

 

Daris Amadio, allenatore della Sigel Marsala, contento per il primo acuto di stagione, analizza la partita delle sue azzurre:

Nel primo set ci abbiamo messo tempo a carburare per via dell’emozione e della tensione del momento. Decisamente meglio nel secondo set e terzo dove ho visto buone soluzioni e gioco godibile da parte delle mie ragazze. Siamo stati bravi a non scomporci emotivamente ai vantaggi del terzo set. Nel quarto, perso da noi, ci è mancata quel poco in più di aggressività con Olbia, a cui vanno i miei complimenti, che era ed è rimasta in carreggiata con la loro ricezione e attacco che ha fatto bene. Un pò sull’onda di come si era concluso il set precedente nel quinto, dopo avere subito un break pesante quasi da spettatori passivi, devo dare atto alla mia squadra che, nonostante il black/out, ha saputo risollevarsi grazie all’episodio risolutorio di un punto di Adelaide (Soleti, ndr) che ci ha caricato e aperto la strada a diversi punti in sequenza e al nostro successo. Per ritmi che non possono essere altissimi e per espressione di gioco ho assistito a una tipica partita da prima di campionato

Si rinnova quindi l’appuntamento con la vittoria alla prima giornata per la Sigel (cosa che è successa nelle ultime tre edizioni di serie A2) e che oggi in Sardegna è stata onorata della presenza del presidente Massimo Alloro. Adesso, è in arrivo la settimana più emozionante dall’arrivo delle nostre atlete in città. Infatti, si avvicina con passi da gigante  il giorno della presentazione della Prima Squadra alla città di Marsala. Un appuntamento annuale pieno di emozione per tutte le parti in causa e che avverrà venerdì 25 settembre alle ore 18:00 al Museo Archeologico (Nave Punica) nel rispetto scrupoloso di tutte le procedure anti-contagio e prevenzione dalla Sars-Cov2. Evento aperto ma con limitazioni di posti per le misure anti-assembramento. Per gli affari di campo, domenica 27 esordio al PalaBellina ospitando una delle “big” del girone: Acqua&Sapone Roma Volley Club di capitan Valeria Papa ed allenata da coach Luca Cristofani (ex Volleyrò CdPazzi Roma  e Savino del Bene Scandicci)

Serie A2 femminile girone “Ovest”. 1^Giornata
Acqua & Sapone Roma Volley Club 3; Club Italia Crai 3; Barricalla Cus Torino 2; Sigel Marsala 2; Green Warriors Sassuolo 2; Futura Volley Giovani Busto Arsizio 1; Geovillage Hermaea Olbia 1; Lpm Bam Mondovi’ 1; Exacer Montale 0; Eurospin Ford Sara Pinerolo 0.

Legenda: [in grassetto Sigel Marsala]

Emanuele Giacalone

——————————————————–

UFFICIO STAMPA SIGEL MARSALA VOLLEY

CBF Balducci, che debutto!

Dom, 20/09/2020 - 22:08

CBF Balducci HR Macerata che impatta con il piede giusto la stagione riscuotendo un successo importante contro la quotata formazione della Itas Città Fiera Martignacco, un 3-0 ed una prestazione che ha superato le più rosee aspettative della vigilia.

Coach Paniconi schiera Lancelotti e Renieri in diagonale, Maruotti con Lipska in banda e la coppia Martinelli-Mancini al centro, Marco Gazzotti dall’altra parte inizia con Carraro in regia in diagonale con la temuta Dapic, Florio e capitan Pascucci schiacciatrici, Tonello e Rucli centrali. Bisconti da una parte e Scognamillo dall’altra i liberi.

Inizio tirato prima che la CBF Balducci prenda il largo sul 13-7 sull’asse Lipska-Renieri-Martinelli. Macerata tiene il +5 fino al 15-10 quando Pascucci, Rucli e Dapic guidano la riscossa di Martignacco. Paniconi chiama time-out ma il recupero ospite sfocia nel sorpasso sul 17-18 con una veloce di Tonello. Ne nasce un finale di sorpassi e contro-sorpassi. Sembra avere la meglio la CBF Balducci quando Lipska trova l’attacco del 24-22, ma ancora Rucli e Dapic rimettono tutto in discussione. Fast di Mancini e nuovo set ball annullato da Pascucci. Sono 2 attacchi di Lipska a chiudere sul 27-25.

Le ospiti cambiano palleggiatrice inserendo Braida. La vittoria di set sblocca definitivamente le padrone di casa, che affrontano su di giri il secondo parziale, grazie all’ottima regia di Lancellotti ed alla crescita costante nell’arco del match di Maruotti. 4 break point di Renieri, Martinelli, Mancini e Lipska (top scorer di giornata con 18 punti) portano Macerata sul massimo vantaggio (22-10). Nel finale di parziale Paniconi si gioca capitan Peretti regista in prima linea e Giubilato per cambiare la battuta. Finale di set mai in discussione ed un errore in battuta di Braida chiude sul 25-15.

La CBF Balducci continua sull’onda lunga senza abbassare la concentrazione. Lancellotti giostra bene tutte le attaccanti e trova gloria anche in attacco per il punto del 9-3. Bisconti è solida in difesa ed in ricezione, insieme a Maruotti e Lipska, molto cercate anche loro dal servizio ospite ma sempre pronte a tenere botta. Renieri continua sulla riga di un debutto in A2 da incorniciare ed al centro Martinelli e Mancini tengono benissimo al centro. Sul 20-12, Martignacco subisce anche la doccia gelata dell’infortunio di Pascucci, costretta ad abbandonare il campo. Macerata trova con Renieri il muro-out della neo entrata Cortella e il muro di Maruotti sigla il 25-19 finale.

“Una bellissima serata ed una bella prestazione – commenta il coach della CBF Balducci Luca Paniconi – Credo che le ragazze siano andate anche oltre le più ottimistiche previsioni. Abbiamo fatto bene. In settimana la squadra era cresciuta ma non pensavo riuscissimo ad esprimere una qualità così alta. Sono particolarmente contento perché iniziare così con una bella prestazione contro una squadra forte ci dà molto coraggio”.

“Il rammarico è forse per il primo set – analizza il coach della Itas Città Fiera Martignacco Marco Gazzotti – Lo avevamo ripreso e poi lo abbiamo perso nel finale con una serie di sciocchezze. Forse quella è stata la chiave che poteva cambiare la partita. Per il resto rammarico non ce n’è perché dopo il primo set Macerata si è dimostrata nettamente più forte di noi.”

La partita sarà trasmessa in differita da Studio 7 TV martedì alle 21 sul canale 611 e in simulcast sulla web tv al sito www.radiostudio7.net/tv. Il mercoledì alle 21 sarà trasmessa sul canale 14 (Video Tolentino).

CBF BALDUCCI HR MACERATA-ITAS CITTÀ FIERA MARTIGNACCO 3-1

CBF BALDUCCI: Pomili ne, Martinelli 8, Lancellotti 2, Giubilato, Renieri 10, Pirro ne, Lipska 18, Peretti, Mancini 5, Maruotti 14, Rita ne, Sopranzetti ne (L2), Bisconti (L1). All. Paniconi.

ITAS CITTÀ FIERA: Carrario, Fiorio 2, Modestino 1, Tonello 9, Rucli 5, Braida 3, Rossetto, Cortella 1, Pascucci 10, Scognamillo (L), Dapic 7, Cerruto. All. Gazzotti.

ARBITRI: Dell’Orso-Somansino.

PARZIALI: 27-25 (30’), 25-15 (21’), 25-19 (26’).

NOTE: CBF Balducci 9 errori in battuta, 5 aces, 7 muri vincenti, 46% ricezione positiva (31% perfetta), 47% in attacco; Itas Città Fiera 9 errori in battuta, 1 ace, 7 muri vincenti, 48% ricezione positiva (29% perfetta), 30% in attacco.

Campionato al via: Trento continua ad essere la bestia nera 3-0

Dom, 20/09/2020 - 21:17

Finalmente al via il campionato dopo tanti mesi di attesa. Davanti alle Leonesse di Brescia si prospetta la bestia nera Delta Despar Trentino, che tanto ha fatto soffrire nelle passate stagioni e si conferma ancora una volta tabù per Veglia e compagne.

 

La Banca Valsabbina non riesce a contenere l’enfasi delle padrone di casa, rimanendo contratte per tutto l’arco della gara. D’Odorico MVP, mentre per le Leonesse buona la prestazione di Angelina; il risultato evidenzia che c’è ancora molto su cui lavorare.

Mazzola schiera Bechis-Decortes, Veglia-Berti, Angelina-Jasper con Parlangeli libero. Nicoletti ancora ferma ai box per noie muscolari. Bertini risponde con Cumino-Piani, Fondriest-Furlan, Melli-D’Odorico e Moro libero.

Inizio pari nella partita, dove al break bresciano di Jasper risponde prontamente la Delta, capace di riprendere e sorpassare col muro di Fondriest: 10-8 e time-out Mazzola. Il tempo ospite non sembra avere particolari effetti. Trento continua a fare gli onori di casa e scappa: il 22-15 è ad opera Melli. Divario ormai ampio che, nonostante il tentativo di Angelina, si chiude in favore delle padrone di casa sul 25-18.

Banca Valsabbina che ritrova il giusto spirito nel secondo parziale. 4 punti consecutivi, di cui l’ultimo ad opera Berti (muro), di fatti, portano il risultato sul 10-13. Leonesse che continuano a ruggire: Jasper firma il 14-18, e Bertini è obbligato al tempo. Il riposo serve eccome alla Despar. Al rientro, infatti, tre muri consecutivi bloccano gli attacchi delle bresciane, col risultato che si porta sulla parità: 19-19. Il trend gialloblu continua imperterrito. L’enfasi ed il supporto dei 154 spettatori presenti spingono Trento ai vantaggi, i quali vengono chiusi con D’Odorico sul 26-24.

L’onda del 2-0 spinge le trentine anche in avvio di terzo set. Due ace di Furlan valgono il 4-0 e Mazzola chiama il tempo. Jasper dà segnali di ripresa sull’8-6, ma la continuità della Delta ha la meglio, con Furlan che mette giù il pallone del 12-7. Angelina e Jasper tentano di suonar la carica per le loro, e ci riescono. Il divario viene ricucito sino al 18-16 (Jasper), con time-out Bertini. Il tempo calma le agitazioni delle trentine e le mette in casa bresciana. Piani sale le scalinate e Melli la segue a ruota. La chiusura automatica viene dall’ace di Ricci, che porta il 3-0 e la prima storica vittoria in casa Delta Despar Trentino.

Francesca Parlangeli: “Merito soprattutto loro, dato che lavorano sodo da anni, La loro identità è ormai consolidata da tempo e tanto ha fatto anche i pochi spettatori presenti, tutti per Trento, che si sono fatti sentire molto. Purtroppo su questi livelli contano molto gli errori, che oggi sono stati davvero tanti, sia in fase di difesa che in battuta”.

 

Tabellino: Delta Despar Trentino – Banca Valsabbina Millenium Brescia 3-0 (25-18, 26-24, 25-19)

Delta Despar Trentino: D’Odorico 10, Furlan 8, Piani 16, Melli 12, Fondriest 3, Cumino; Moro (L). Trevisan, Ricci 1, Pizzolato, Bisio. N. E. Marcone. All. Bertini.

Banca Valsabbina Millenium Brescia: Jasper 9, Veglia 2, Decortes 13, Angelina 16, Berti 4, Bechis; Parlangeli (L). Pericati, Cvetnic, Botezat. N. E. Sala (L), Bridi, Biganzoli, Nicoletti. All. Mazzola.

Arbitri: Davide Prati e Maurina Sessolo.

MVP: Sofia D’Odorico (Delta Despar Trentino).

Infine, ricordiamo l’appuntamento settimanale con “Millenium Zone” che andrà in onda martedì alle ore 19:00 sui canali Facebook e YouTube di Millenium.

 

La Banca Valsabbina Brescia (foto © Muliere x Rm Sport)

Omag una piacevole sorpresa

Dom, 20/09/2020 - 21:05

Dice un detto che il budino va mangiato per sapere se è buono. Il primo assaggio è stato veramente gustoso.

Una Omag non certo al completo quella che si è presentata in Friuli. Oltre all’assenza di Conceicao ( atterrata oggi ) si è aggiunta l’indisponibilità di Peonia,(contrattura). Al di là di questo però, la prestazione delle atlete di Saja è stata di buon livello mettendo in difficoltà le avversarie in più riprese.

Nonostante le assenze Fiore e compagne espugnano il comunale di Talmassons e incassano 2 dei tre punti in palio. In vantaggio 2 set a zero, subiscono la rimonta delle padrone di casa ma reggono psicologicamente all’urto. Punto a punto si giocano il tie break e con determinazione e coraggio si aggiudicano il set ed il match. È di Giulia Saguatti il punto decisivo.

Il commento a caldo di coach Saja.

“Sono davvero molto contento per la nostra prestazione, siamo ancora un cantiere aperto e non mi aspettavo di andare sopra così già nei primi due set. Erano sicuramente più attrezzate di noi per fisicità ed esperienza ma abbiamo compensato con una grinta fuori dal comune che ci ha permesso di portare a casa due punti e la partita”

La gara:
Lo starting six friulano vede la diagonale alzatrice-opposto formata da Vallicelli- Smirnova, la coppia di centrali formata da Barbanzeni e Mazzoleni, a schiacciare in banda ci sono Tirozzi e Bartesaghi e Ponte è il libero. All Barbieri Per la Omag, Berasi in regia con Fiore opposto, Così e Ceron al centro, Saguatti e DeBellis in banda e Bonvicini libero. All. Saja

Inizio di primo set dal ritmo altalenante senza troppi acuti, con le squadre che si rincorrono fino al 14 pari, quando la Omag scala la marcia per superare il Talmassons fino ad un vantaggio massimo di 4 punti. Sul 14-18 le padroni di casa si riprendono e cercano di recuperare arrivando fino a 17; è proprio questo il momento in cui il set diventa veramente caldo: sul 21 pari l’inerzia del gioco passa interamente in mano alla Omag che la chiude 25 a 22 con un ace rocambolesco con la palla che si arrampica sulla rete da parte della centrale Francesca Cosi.

Set dai mille volti il secondo, che vede subito avanti la Omag fin dal primo punto (4-8) per poi farsi raggiungere dalle padroni di casa arrivando a 11-10. Da questo punto a comandare è il Talmassons che si porta in vantaggio di 4 punti: siamo 16 a 12 quando Francesca Cosi decide di fare la voce grossa a muro iniziando il break decisivo per la Omag che porta le zie prima a raggiungere le rivali e poi a superarle staccandole nella fase conclusiva. 20-25 fatto di compattezza difensiva, attenzione a muro e grinta in attacco con le bocche da fuoco Giulia Saguatti e Emanuela Fiore.

Il terzo parziale comincia con il Talmassons che parte subito in quarta in vantaggio 5 a 2; la Omag però non si da per vinta grazie al suo capitano Emanuela Fiore ritorna sotto fino al 9-8. Da qui in poi è un monopolio delle padroni di casa, che concedono e sbagliano davvero poco: in un amen si arriva al 16-11 e poi al 18-12. Un ultimo assalto della Omag sempre trascinata dalla Fiore riaccende la speranza delle ospiti, ma la fiamma si spegne in fretta e il Talmassons ne approfitta per siglare qualche muro granitico e chiudere il parziale sul 25-17.

Punto a punto per l’inizio del quarto set con i due opposti che trascinano le rispettive squadre a suon di attacchi potenti e precisi; si arriva così fino al 12 pari quando il Talmassons decide che è arrivata l’ora di giocare e inizia a difendere gli attacchi delle romagnole mettendo a segno un mortifero break di 4 punti che viene prontamente recuperato dalla Omag con dei pesanti muri. Dopo il doppio break la Omag comincia a soffrire in ricezione e il Talmassons allunga sul 18-15. Molti errori in battuta condizionano gli umori di entrambe le compagini, ma è il Talmassons a spuntarla sul punteggio finale di 25 a 20
Il tie break è un’altalena di emozioni fin da subito e si arriva sul 10 pari con le squadre ormai logore e il pallino del gioco che in casa Omag torna sempre a Giulia Saguatti, sempre fredda e lucida a scegliere la freccia migliore dalla sua faretra. La fine del set è tutta di nervi e voglia di vincere che prevale su tattica e schemi. La spunta la Omag contro una grande Talmassons, nel complesso una partita davvero divertente e piena di colpi di scena!

G.G.

Aria di festa

Colpaccio della Green Warriors: 2-3 in casa di Busto

Dom, 20/09/2020 - 21:03

 

Colpaccio della Green Warriors Sassuolo, che sul campo della corazza Futura Volley Busto Arsizio prima va sotto 2-0 poi porta al match al quinto set: anche il quinto parziale è tutta una rincorsa e alla fine sono le neroverdi ad aggiudicarsi un match ricco di emozioni.

 

Futura Volley Busto Arsizio 2

Green Warriors Sassuolo 3

Parziali 25-22 28-26 18-25 21-25 13-15

 

Coach Barbolini scende in campo con Spinello in palleggio, Antropova opposto, al centro Busolini e Civitico, in posto quattro capitan Dhimitriadhi e Magazza. Il libero è Falcone.

Dall’altra parte della rete, coach Lucchini risponde con Nicolini in cabina di regia, Carletti opposto, al centro Lualdi e Veneriano, in posto quattro Michieletto e Zingaro. Il libero è Garzonio.

 

Primo set

Primo tentativo di allungo di Busto, che con Veneriamo si porta sul 4-1. Sassuolo però non ci sta: Antropova firma il 4-3 ed il muro di Civitico vale il pareggio (4-4). Muro di Dhimitriadhi sulla fast di Lauldi e la Green Warriors mette la testa avanti (4-5).

Si continua a giocare punto a punto (8-8), poi Sassuolo prova a mettere la testa avanti (9-11). Il momento sembra propizio e la neroverdi si portano sul +4, costringendo coach Lucchini al primo time out del match. Le padrone di casa non ci stanno e accorciano le distanze (12-15).

Con l’attacco di capitan Dhimitriadhi al termine di uno scambio lungo, la Green Warriors trova il punto del 14-18. L’ace di Nicolini su Magazza vale il -2 Futura (16-18). Il pareggio arriva sul 18-18, con l’attacco out di Antropova.

Con Michieletto, la Futura mette la testa avanti (19-18) ma Sassuolo trova presto il pareggio con il muro di Busolini (19-19). Sul +2 Futura (21-19), coach Barbolini ferma il gioco. Michieletto in pipe vale il 22-19. Sassuolo ci prova con Antropova (23-21): l’attacco di prima intenzione di Civitico vale il -1 neroverde (23-22) e questa volta è la panchina bustocca a fermare il gioco.

Il time out produce i risultati sperati e Busto chiude il set 25-22.

 

Secondo set

Partono subito forte le padrone di casa, che si portano avanti 3-0 con Carletti. L’attacco troppo profondo di Civitico vale il +4 Busto. Il muro di Lauldi su Magazza costringe coach Barbolini a fermare subito il gioco (5-0).

Sassuolo però non ci sta e accorcia le distanze con Magazza (5-3). Sempre Magazza firma il punto che vale il 6-4. Busto però continua a picchiare forte e allunga 9-4 e poi ancora 12-7 con il primo tempo di Veneriamo.

Coach Barbolini prova a cambiare qualcosa con Pasquino dentro per Spinello e Zojzi per Magazza ma Busto continua a macinare punti: la piazzata di Garzonio vale il 14-8.

La Green Warriors ci prova con Antropova (14-10) ma le padrone di casa allungano ancora con la pipe di Lualdi (16-10). La centrale bustocca continua a picchiare forte e trova il 19-11.

Due buone giocare di Antropova riaccendono le speranze sassolesi (18-14) e coach Lucchini ferma subito il gioco. Al rientro in campo, secondo ace di Antropova e Sassuolo trova il -3 (18-15).

Antropova continua a picchiare forte: il suo attacco da seconda linea vale il 19-16. Attacco in rete di Carletti e 19-18. Busto allunga ancora (21-18), ma Sassuolo non ci sta e trova finalmente il pareggio (21-21).

Il finale di set è al cardiopalma, con le due squadre a rispondersi colpo su colpo: Antropova annulla di primo setball delle padrone di casa (25-25). Il primo tempo di Veneriano vale il 27-26 e Michieletto chiude 28-26.

 

Terzo set

Buona partenza di Sassuolo, che si porta subito avanti 1-2.

L’ace di Civitico vale il 4-5, poi il muro di Antropova e Busolini su Zingaro costringono la panchina bustocca a fermare subito il gioco (4-6). Con la pipe di Carletti, Busto accorcia le distanze ma Sassuolo continua ad essere ben vigile a muro con la coppia Antropova – Busolini (5-7). Seconda linea di Antropova e 6-8 neroverde. 

Ancora un muro in casa Sassuolo e +3 per Dhimitriadhi e compagne (7-10). Ace di Busolini e la Green Warriors si porta sul 7-11.

La Futura però non ci sta e si riporta sotto 10-11, con coach Barbolini subito a fermare il gioco.

Due attacchi out di Busto e Sassuolo trova il +4 (10-14). Busto prova ad accorciare le distanze (12-14) ma la Green Warriors continua a fare la voce grossa a muro (12-17). Altro muro di Busolini e Dhimitriadhi sulla fast di Lualdi e Sassuolo trova il punto del 13-21.

Il massimo vantaggio neroverde arriva sul 13-22.

Busto però non demorde e prova ad accorciare le distanze (16-23), ma Sassuolo naviga ormai veloce verso la chiusura del parziale. Finisce 18-25, con la Green Warriors a riaprire il match.

 

Quarto set

Tenta subito la fuga la Futura, che si porta avanti 2-0. Sassuolo trova presto il pareggio con Antropova (2-2) e prova a mettere la testa avanti con capitan Dhimitriadhi (2-4).

Busto ci prova con Carletti (4-5) ma Sassuolo allunga ancora (4-7, 7-11).

L’attacco in mezzo al muro di Salinas vale il 7-12. Busto però non ci sta e accorcia 9-12.

La Green Warriors continua a picchiare forte a muro: Civitico firma il punto del 10-14. Pipe di Salinas e +7 neroverde (10-17).

La Futura recupera tre lunghezze (13-17), ma Sassuolo allunga ancora con Civitico in primo tempo (13-18). Due giocate di Lauldi e Busto si riporta sotto (16-18): coach Barbolini prontamente ferma il gioco.

Attacco profondo di Dhimitriadhi e Sassuolo ricomincia a far punti (16-19). L’attacco di Salinas vale il +4 neroverde (17-21).

Il mani out di Vecerina, dentro per Carletti, vale il 19-21: ace di Michieletto e Busto a -1 (20-21). Di nuovo coach Barbolini ferma il gioco.

Al rientro in campo, muro di Pasquino su Zingaro e 20-22. Il primo tempo di Busolini vale il 20-23 e questa volta è la panchina della Futura a chiamare time out. La pipe out di Michieletto regala a Sassuolo il primo setball (20-24): chiude Salinas, 21-25.

 

Quinto set

Tenta subito la fuga Busto, che l’ace di Sartori si porta avanti 2-1. Antropova riporta subito tutto il parità (2-2).

Altro ace in casa Busto e di nuovo la Futura va sul +2 (4-2). Attacco di Zingaro e Busto allunga 6-2: coach Barbolini ferma subito il gioco.

Insolita pipe di Lualdi e 7-2 Busto. Capitan Dhimitriadhi fa rifiatare le sue (7-3): il muro di Civitico vale il 7-5 e il time out per coach Lucchini.

Al cambio campo, Busto è avanti 8-5. La Green Warriors però è sempre lì: muro di Busolini e 9-6, con coach Barbolini che si gioca la carta doppio cambio, con Spinello e Zojzi dentro per Antropova e Pasquino. L’ace della neoentrata Spinello vale il 9-7. Punto anche per la neoentrata Zojzi e 10-8.

Zojzi senza paura e -1 Sassuolo (10-9): Busto allunga con Sartori (11-9), ma la Green Warriors risponde colpo su colpo con Salinas (12-11).

Coach Barbolini chiude il cambio e Antropova e Pasquino tornano in campo.

Lualdi firma il punto del 13-11 ma Sassuolo è sempre lì con Antropova (13-12): l’opposta neroverde firma anche il punto del pareggio (13-13). Attacco out di Zingaro e Sassuolo va al matchball: coach Lucchini si gioca anche il secondo dei time out a sua disposizione. Finisce 13-15, con il muro di Civitico sulla pipe di Michieletto.

 

BARRICALLA CUS TORINO VOLLEY: vittoria nel derby con Mondovì

Dom, 20/09/2020 - 21:00

foto MARIO SOFIA

BARRICALLA CUS TORINO VOLLEY – LPM BAM MONDOVI’  3-2
(25-17; 22-25; 22-25; 25-20; 15-8)

BARRICALLA CUS TORINO VOLLEY: Rimoldi (K) 8, Vokshi 11, Bertone 11, Mabilo 13, Gamba (L), Pinto 17, Venturini 12, Severin, Torrese, Sironi 3, Batte, Ndoye, Giay (L2) All.: Mauro Chiappafreddo  Vice All.: Fulvio Bonessa
LPM BAM MONDOVI’: Taborelli 19, Scola 1, Midriano, Bonifacio, Mazzon 8, De Nardi (L), Hardeman 19, Bordignon 2, Molinaro 10, Tanase 8, Mandrile (L), Serafini All.: Davide Delmati  Vice All.: Claudio Basso

ARBITRI: Simone Cavicchi, Roberto Pozzi
DURATA SET: 23’, 28’, 27’, 26’, 15’
MURI: Torino 11  Mondovì 9

Il BARRICALLA CUS TORINO VOLLEY vince 3-2 al Pala Gianni Asti il primo match della stagione 2020/2021 del campionato di serie A2 femminile nel derby con l’LPM BAM MONDOVI’. Prossimo incontro domenica 27 settembre ore 17,00 in trasferta sul campo del GREEN WARRIORS SASSUOLO.

LA CRONACA
Coach Chiappafreddo scende in campo con Rimoldi in palleggio, Vokshi opposto, al centro Bertone e Mabilo, schiacciatrici Pinto e Venturini, Gamba libero. Risponde coach Delmati con Scola in regia, Taborelli opposto, Tanase e Hardeman in banda, Molinaro e Mazzon al centro e De Nardi libero.
Il primo parziale parte con le due formazioni in equilibrio, ma è il Barricalla a firmare il primo allungo 15-10, time out per Mondovì. Al rientro in campo continua l’allungo cussino ed è 17-13. Mani fuori di Venturini 18-14. Errore per Hardeman in servizio 19-15. Punto per Taborelli, 19-16. Dentro nelle file cussine Torrese su Venturini. Palletta di capitan Rimoldi ed è 20-16. Muro di Mabilo su Tanase, 21-16. Altro muro di Mabilo su Molinaro, 22-16. Mani fuori di Pinto ed è 23-16. Cambio regia per Mondovì, dentro Serafini su Scola. Nuovo muro di Mabilo ed 24-17. Errore di Taborelli ed è 25-17.
Anche nel secondo parziale regna l’equilibrio: prima 12-12, poi 14 pari. Sul 14-15 per Mondovì doppio cambio nelle fila cussine: dentro Severin su Vokshi e Sironi su Rimoldi. Due punti per l’LPM ed è 14-17, primo time out per coach Chiappafreddo. Al rientro punto per Hardeman 14-18. Primo punto in A2 per Sironi, ed è 15-18. Mondovì schiaccia forte, ed è 15-19. Punto per Pinto 16-19. Attacco a tutto braccio per Hardeman, 16-20. Punto per Sironi, 17-20. Rientrano Vokshi-Rimoldi su Severin-Rimoldi. Nuovo punto per Mondovì, 17-21. Attacco a tutto braccio per Pinto, 18-21. Punto per Venturini ed è 19-21. Nel Barricalla, dentro Torrese su Pinto. Attacco out di Tanase ed è 20-22. Attacco di Taborelli, 20-23, time out per coach Chiappafreddo. Errore in battuta per Taborelli, 21-23. Attacco vincente per Mondovì, 21-24. Fast di Bertone ed è 22-24. Rientra Pinto su Torrese. Chiude Hardeman, 22-25.
Nel terzo set parte forte il Barricalla, 8-4 con un ace di capitan Rimoldi, time out per Delmati. Per l’Lpm fuori Tanase dentro Bordignon. Sul 12-7 è nuovo time out per Mondovì. L’Lpm recupera, sul 13-11 dentro Sironi su Vokshi nelle fila del Barricalla. Sul 13-12 time out per coach Chiappafreddo. Al rientro palletta di Bertone, 14-12. La parità su 15-15 ma è Pinto a riportare in vantaggio il CUS 16-15. Il Mondovì si porta in vantaggio ed è 16-17. Punto di Taborelli, 16-18, time out per coach Chiappafreddo. Il Barricalla recupera e si arriva 18-19. Punto per le ospiti, 18-20. Punto cussino, 19-20. Punto Venturini ed è parità, 20-20. Ma è Mondovì a chiudere il parziale 22-25 con Hardeman.
Nel quarto set rimane in campo Bordignon su Tanase nelle fila del Mondovì e rientra Vokshi su Sironi per il Barricalla. In vantaggio il Barricalla che parte forte 11-7. Sul 15-12 per le cussine dentro Torrese su Venturini. Sul 17-12 per il Barricalla entra Tanase su Bordignon. Ace di Tanase, time out per coach Chiappafreddo sul 17-14. Errore CUS ed è 17-15. Veloce di Mabilo ed è 18-15. Nuova veloce di Mabilo, 19-15. Sul 20-17 rientra Venturini su Torrese. Muro di Mabilo su Hardeman, 21-17, time out per Mondovì. Attacco a tutto braccio di Vokshi ed è 22-18. Veloce di Bertone ed è 23-19. Attacco di Tanase, 23-20. Fast di Bertone, 24-20. Errore di Taborelli ed è 25-20.
Nel tie-break in vantaggio subito l’Lpm 1-3, time out per coach Chiappafreddo. Si ritorna in parità, 3-3. Mani fuori di Vokshi ed è 4-3 per le cussine. Mano fuori di Venturini, 5-3. Out l’attacco di Taborelli, 6-3. Il Barricalla continua a mantenere il vantaggio, 7-4. Palletta di capitan Rimoldi ed è 8-4. Dopo il cambio di campo punto di Taborelli, 8-5. Mani fuori di Venturini, 9-5. Muro di Rimoldi su Tanase, 10-5. Ace di Venturini, 11-5. Errore CUS, 11-6, dentro Torrese in seconda linea su Venturini. Errore Barricalla, 11-7. Palletta di Bertone, 12-7. Muro a uno di Rimoldi su Tanase, 13-7. Per Mondovì dentro Bonifacio su Tanase e rientra Hardeman su Bordignon. Muro di Pinto su Taborelli, 14-7. Chiude il set e il match un attacco di Pinto, 15-8 per il Barricalla.

DICHIARAZIONI
Queste le parole di Mauro Chiappafreddo per il Barricalla a fine match: “Sono molto soddisfatto per la prestazione delle ragazze. Abbiamo giocato un’ottima pallavolo, quella che volevo. Ha funzionato bene la correlazione muro-difesa e questa vittoria ha coronato la gioia per il ritorno in campo”.
Nel complesso sono soddisfatto per la prestazione – dichiara coach Davide Delmati per Mondovì – soprattutto per la reazione positiva nel terzo set. Nel quarto parziale ci è mancata la giusta intensità e la giusta mentalità per recuperare lo svantaggio iniziale e ci siamo portati dietro questa sensazione anche nel tie-break”.

Ottimo esordio stagionale per le azzurrine che conquistano 3 punti nella sfida con Montale

Dom, 20/09/2020 - 20:38

La prima gara della stagione porta in dote al Club Italia CRAI 3 punti. Le azzurrine conquistano l’intera posta in palio nella trasferta che le ha viste protagoniste sul campo dell’Exacer Montale. Le giovani della formazione federale hanno disputato un match di valore chiudendo con 13 muri e ottime percentuali in attacco.
Per questa gara d’esordio nel Girone Ovest del Campionato di A2 il tecnico federale Massimo Bellano si è affidato al sestetto composto da Gardini, Nawakalor, Frosini, Nervini, Graziani e Monza e al libero Armini. Dall’altra parte della rete coach Ivan Tamburello ha schierato Rubini, Gentili, Pincerato, Brina, Fronza, Botarelli e il libero Bici.

CRONACA – Parte subito forte la formazione di casa (4-0) che cerca di imporre alla gara il proprio ritmo (7-3). Con pazienza le azzurrine trovano continuità e grazie all’efficacia in attacco di Gardini ristabiliscono la parità (7-7). La gara procede per un lungo tratto sul filo dell’equilibrio (14-14). E’ il Club Italia CRAI a trovare il primo spunto per un allungo con un attacco vincente di Graziani (14-16). Montale resta in scia (17-19) senza però riuscire a ristabilire la parità (18-21). I due time out consecutivi chiamati da coach Tamburello non sortiscono l’affetto sperato: le azzurrine mantengono il vantaggio e con un punto di Gardini chiudono a proprio favore il primo set (23-25).
Ritmo deciso quello imposto dal Club Italia CRAI in avvio di seconda frazione: le azzurrine procedono a passo spedito e si portano sul +3 (2-5). Montale prova a tenere il passo (5-6) e riesce a ristabilire la parità (7-7). Le giovani di coach Bellano con buon ordine e ottimo gioco, spinte dall’efficacia in attacco di Gardini e Frosini, tornano in vantaggio (8-10) e allungano il passo arrivando a +6 (14-20). La formazione di casa prova ad accorciare le distanze (18-22). Il Club Italia CRAI prosegue la propria marcia inarrestabile e conquista anche la seconda frazione di gioco (22-25).
E’ Montale a prendere l’iniziativa in avvio di terzo set e a trovare un primo importante allungo (5-1). Il tecnico federale Massimo Bellano decide che è il momento di fermare il gioco e di parlare con le sue ragazze. Le azzurrine ricompattano le fila, ritrovano buon gioco, accorciano il divario (8-6) e ristabiliscono la parità (9-9). E’ quindi il Club Italia CRAI a prendere in mano la situazione e a passare in vantaggio (10-13). La reazione delle ragazze di coach Tamburello non tarda ad arrivare e si torna in parità (16-16). Sono le padrone di casa a trovare lo spunto giusto per portarsi in vantaggio (20-18), allungare il passo (24-20) e chiudere a proprio favore il terzo set (25-21).
E’ l’equilibrio a caratterizzare l’avvio della quarta frazione: le due squadre si fronteggiano a viso aperto senza che nessuna riesca a trovare un allungo importante (5-5). E’ Montale a provare a rompere l’inerzia (7-5), ma è pronta la reazione azzurrina (8-8). L’efficacia a muro del Club Italia CRAI e un buon turno al servizio di Gardini permettono alle azzurrine di trovare un nuovo allungo (10-13) e inducono coach Tamburello al time out. Lo stop al gioco non sortisce l’effetto sperato e sono sempre le ospiti a rimanere in vantaggio (11-15). Montale prova a contenere le avversarie e riesce a ristabilire la parità (16-16). La grinta delle azzurrine è incontenibile: le giovanissime atlete del Club Italia CRAI non permettono alle padrone di casa di annullare il divario e chiudono a proprio favore set (23-25) e partita.

MASSIMO BELLANO – Le dichiarazioni del tecnico federale al termine della partita “Soprattutto nei primi due set abbiamo giocato una buonissima pallavolo e fino a metà del terzo parziale siamo stati in partita. Abbiamo poi avuto dei passaggi a vuoto in un paio di rotazioni e contemporaneamente Montale è salita di qualità. Perso il terzo set, nel quarto abbiamo preso in mano il pallino del gioco, con una qualità un pochino minore in alcuni aspetti, ma mi è piaciuta molto la determinazione che abbiamo avuto. Il muro è stato il fondamentale che per noi ha fatto la differenza, anche in contrattacco abbiamo scelto i colpi in maniera adeguata. Sono molto soddisfatto”.

EXACER MONTALE-CLUB ITALIA CRAI 1-3 (23-25, 22-25, 25-21, 23-25)
EXACER MONTALE: Rubini 9, Gentili 6, Pincerato 4, Brina 21, Fronza 7, Botarelli 9; Bici (L), Blasi 10, Aguero, Cioni (L), Saccani. Ne: Cigarini, Venturelli. All. Tamburello
CLUB ITALIA CRAI: Gardini 20, Nawakalor 9, Frosini 22, Nervini 15, Graziani 5, Monza 1; Armini (L), Giuliani, Barbero, Bassi, Gannar (L), Pelloia. Ne: Ituma. All. Bellano.
ARBITRI: Marta Mesiano e Andrea Clemente
DURATA SET: 26’, 27’, 26’, 30’.
EXACER MONTALE: 4 a, 9 bs, 7 mv, 24 et
CLUB ITALIA CRAI: 2 a, 8 bs, 13 mv, 27 et.

Al Mandela grande equilibrio, ma alla fine vince Cuneo

Dom, 20/09/2020 - 20:34

IL BISONTE FIRENZE 1

BOSCA SAN BERNARDO CUNEO 3

 

IL BISONTE FIRENZE: Enweonwu 26, Cambi 3, Lazic, Van Gestel 10, Alberti 4, Panetoni, Hashimoto, Beliën 11, Guerra 14, Kone, Nwakalor, Venturi (L). All. Mencarelli.

BOSCA SAN BERNARDO CUNEO: Bici ne, Degradi 20, Turco, Giovannini 4, Candi 11, Strantzali 14, Fava 1, Signorile 2, Zannoni (L), Zackhaiou 12, Ungureanu 9, Gay ne. All. Pistola.

Arbitri: Rossi – Carcione.

Parziali: 23-25, 25-23, 21-25, 21-25.

Note – durata set: 30’, 29’, 28’, 31’; muri punto: Il Bisonte 7, Cuneo 12; ace: Il Bisonte 8, Cuneo 6.

Comincia con un passo falso il campionato de Il Bisonte Firenze, che cade al Mandela Forum contro Cuneo in una partita super equilibrata, in cui non è riuscito a sfruttare a pieno le diverse occasioni che ha avuto. In particolare, nel terzo e soprattutto nel quarto set le bisontine si sono trovate in vantaggio (17-14 e poi addirittura 17-11), ma non hanno saputo dare la botta decisiva, subendo in entrambi i casi la rimonta di una Bosca San Bernardo mai doma trascinata dalla ex Degradi. Il processo di costruzione della squadra comunque procede senza grandi traumi: Mencarelli può ripartire dall’ottima prova in battuta (8 ace di cui 7 di una super Enweonwu da 26 punti totali) e dalle buone indicazioni del muro-difesa, mentre in attacco sicuramente c’è ancora qualcosa da migliorare.

Marco Mencarelli parte con Cambi in regia, Enweonwu opposto, Van Gestel e Guerra in banda, Alberti e Beliën al centro e Venturi libero, mentre Pistola risponde con Signorile in palleggio, Ungureanu opposto, Degradi e Strantzali schiacciatrici laterali, Candi e Zackhaiou al centro e Zannoni libero.

Nel silenzio del Mandela Forum l’inizio è surreale ma equilibrato, con le due squadre che si equivalgono fino al 9-9, quando le ospiti provano il primo allungo grazie a due muri di fila di Zackhaoiu (9-12) che provocano anche il primo time out di Mencarelli: al rientro Enweonwu ci mette mani-out e ace, e la pipe di Guerra vale il 12-12, poi è ancora Enweonwu (otto punti nel set) a firmare il vantaggio (15-14) con conseguente time out di Pistola. Il match rimane punto a punto con Cuneo che si riporta avanti con Candi (18-19) e poi sale sul 19-21 con un altro muro di Zackhaiou, ma Il Bisonte ha ancora la forza per risalire sul 21-21: la cipriota a muro è spaziale (quattro nel set e 21-23), Mencarelli prova Lazic per Van Gestel ma la Bosca si guadagna tre set point (21-24), anche se poi dopo l’ottima reazione delle bisontine chiude solo al terzo con Strantzali (23-25).

Enweonwu e Belien cominciano forte nel secondo set (6-2) e Pistola ferma subito il gioco e fa bene, perché le sue ragazze rientrano alla grande e una super Zackhaiou con due ace di fila impatta sul 7-7: Enweonwu prova il nuovo allungo (13-11), poi una super difesa di Venturi permette a Van Gestel di mettere giù il 14-11 che costringe a un nuovo time out il coach ospite. Il Bisonte non si ferma (16-11 con doppia Belien), Pistola prova Giovannini per Ungureanu ma Enweonwu è devastante anche in battuta (18-11): sembra finita, ma Cuneo si riorganizza e rientra fino al 20-17, con Mencarelli che saggiamente ferma il gioco anche se al rientro Degradi piazza l’ace del 20-18. Guerra ferma l’emorragia (21-18), Zackhaiou però trova il – 1 con l’ace del 21-20 e Mencarelli inserisce Lazic per Van Gestel: Strantzali impatta col mani-out (22-22), il coach de Il Bisonte chiama un altro time out e Guerra al rientro attacca il 23-22, poi Candi sbaglia e regala due set point alle bisontine (24-22), sul secondo dei quali è Enweonwu a trovare il sedicesimo punto personale e il 25-23.

Il primo allungo del terzo set è firmato da Guerra (7-5), poi la stessa schiacciatrice stampa un muro a uno a Ungureanu per il 9-6, ma Cuneo si riorganizza e dopo un breve inseguimento impatta sul 13-13 grazie a Strantzali, con Mencarelli che chiama time out: Firenze c’è e ritrova il + 3 con Guerra (17-14), Pistola ferma il gioco e inserisce Fava in battuta che lo premia con l’ace del 17-16, poi è Degradi a chiudere il gap e Candi a trovare addirittura il muro del 17-18. Si gioca ancora punto a punto con continui ribaltamenti di fronte e grandi difese, sul 20-21 Mencarelli spende il suo secondo time out ma un muro di Ungureanu vale il 20-22: l’ingresso di Lazic per Van Gestel e di Nwakalor per Enweonwu non servono, la Bosca non si volta più ed è ancora la romena a chiudere 21-25.

Dopo un terzo set non brillantissimo, a inizio quarto si rivede una grande Enweonwu: c’è praticamente solo la sua firma nel 7-2 iniziale fra attacchi e battute vincenti, poi si vede anche Alberti con due punti di fila per il 12-7. Ancora una volta Cuneo trova l’orgoglio per risalire fino al 17-14, con Mencarelli che ferma tutto, ma il black out prosegue e Giovannini (subentrata a Strantzali) firma il 18-17, seguita dall’invasione che vale il 18-18: entrano Nwakalor e Hashimoto per Cambi e Enweonwu, ma le ospiti trovano addirittura il 18-19 che costringe Mencarelli a spendere un altro time out. La Bosca è in trance agonistica (18-21), Mencarelli rimette Cambi e Enweonwu e quest’ultima trova il punto del 19-21 che chiude un parziale di 1-10, poi entra Kone per Alberti e Enweonwu accorcia ancora (20-21), ma un paio di errori ridanno a Cuneo il + 3 (20-24) e alla fine è la ex Degradi a chiudere 21-25.

LE PAROLE DI MARCO MENCARELLI – “La squadra più che disunirsi si è fermata in alcuni frangenti, non avventurandosi in un attacco coraggioso, audace, alto e potente: ci hanno sempre recuperato su break nei quali noi giocavamo pallette nel campo avversario, e questo ha facilitato le cose a una squadra molto forte in difesa e contrattacco come Cuneo. In attacco siamo consapevoli di essere leggeri: fino a che siamo riusciti a sorprendere l’avversario nelle partite di Supercoppa, anche grazie ad uno spirito diverso da questo, abbiamo sopperito, ma sono cose che sappiamo e che richiedono tempo. Proprio perché ne siamo consapevoli però sarebbe necessario assumere un atteggiamento più audace: non basta essere spavaldi con le squadre che hanno roster blasonati. Fra gli aspetti positivi abbiamo visto un livello di battuta importante, alcune giocatrici rispecchiano la continuità e l’efficacia che si vedono in allenamento, poi se siamo composti a muro siamo in grado di toccare tantissimo e questo ci dà tante occasioni di rigiocata. Sono questi gli elementi su cui costruiremo”

Esordio amaro: Futura bloccata in cinque set da Sassuolo e dalla sfortuna

Dom, 20/09/2020 - 20:20

Non è certo l’inizio che ci si aspettava: la Futura Volley Giovani viene superata dalla Green Warriors Sassuolo davanti al pubblico amico del San Luigi, dopo cinque set estremamente combattuti da ambo le parti. Le biancorosse, prive di Latham per un problema addominale, parevano aver indirizzato l’inerzia dell’incontro dopo due set portati a casa nel finale; tutto è stato ribaltato nella terza frazione, decisamente a vantaggio delle ospiti guidate da una super Antropova (31 punti ed MVP dell’incontro). La corsa della Green Warriors non si è fermata neanche nel parziale successivo, in cui Busto ha tentato di rientrare incappando però nell’infortunio della top scorer Carletti (19 punti per lei); il tie-break, che presentava uno schema inedito per le Cocche – Giuditta Lualdi dirottata in posto 2 – , ha visto Zingaro e compagne cadere nel finale sotto i colpi di un muro-difesa avversario decisamente aggressivo (17 block-in totali).
Per la Futura il rimpianto di non aver bagnato l’esordio con una vittoria e di aver perso l’imbattibilità del San Luigi (stop dopo 7 vittorie consecutive) dovrà essere dimenticato già dalla prossima domenica, in casa del Club Italia Crai: il campionato è lungo e le biancorosse sapranno trovare la giusta via.

PRIMO SET: La Futura apre il campionato schierando Carletti opposta a Nicolini, Zingaro e Michieletto in posto 4, Giuditta Lualdi e Veneriano al centro più Garzonio libero; Sassuolo risponde con le diagonali Spinello-Antropova, Busolini-Civitico, Dhimitriadhi-Magazza e Falcone libero. La stagione biancorossa si apre con Carletti, che infila l’1-1 da posto 2; un doppio muro ospite porta avanti la Green Warriors (4-5), che allunga sul secondo tocco errato di Nicolini (6-8). Il pari è nuovamente a firma Carletti (8-8), ma Sassuolo è aggressiva a muro e riprende la testa (9-11); sul +4 ospite (9-13) arriva il primo timeout chiamato da Lucchini, a seguito del quale la Futura accorcia grazie a Lualdi (12-15). Le sassolesi non mollano il colpo fino al 14-18: un ace di Nicolini e un fallo in attacco rimettono le biancorosse a contatto (17-18) e costringono Barbolini alla sosta. Un nuovo errore ospite in uscita dal timeout porta al pari e al sorpasso immediato (Michieletto, 19-18); Garzonio è insuperabile in seconda linea e propizia l’allungo bustocco (pipe Michieletto, 22-19), confermato dal potente diagonale di Carletti (23-20). Sassuolo non si arrende e ritorna a contatto con Civitico (23-22), Carletti trova la via per il primo set point (24-22) subito concretizzato da Lualdi a muro (25-22).

SECONDO SET: Futura grandissima in difesa nell’azione che conduce al 2-0 (Zingaro); la fast sassolese di Civitico è out e Busto ne approfitta (4-0). Antropova sblocca la situazione ospite dopo il timeout (5-1), nonostante un segnale di rientro della Green Warriors il vantaggio resta inalterato (fast Lualdi, 8-4); Carletti martella il campo avversario anche in pipe (10-5), la segue Veneriano che in primo tempo piazza il 12-7. Sassuolo si affida ad Antropova per tentare una rimonta (14-10), il muro-difesa bustocco però è efficace e rimette le Cocche a +6 (fast Lualdi, 16-10). E’ la solita Antropova ad accorciare (diagonale ed ace, 18-14) prima della sosta chiamata da Lucchini; Carletti mette in rete un diagonale e le ospiti vanno a -2 (19-17), quindi si rifa’ poco dopo per il 21-18). Il muro di Magazza vale il 21-20, quindi un errore in attacco di Michieletto porta le squadre in parità; l’equilibrio si spezza con l’attacco di Carletti che vale anche due set point (24-22), Sassuolo li annulla entrambi (Antropova ed ace Civitico). I servizi ospiti errati aiutano Busto a confezionare tre nuovi punti-set, l’ultimo dei quali porta al 2-0 (Zingaro).

TERZO SET: La Futura parte forte anche in questa frazione (4-2, muro Carletti); Sassuolo però non resta a guardare, prima impatta e poi mette immediatamente la freccia (ace Civitico e muro Busolini, 4-6). Le due squadre alzano il livello della difesa ma la Green Warriors mantiene la testa della contesa (7-10); Veneriano e Carletti intuiscono le intenzioni avversarie ed accorciano a muro (10-11), Barbolini chiama timeout e le ospiti escono rinfrancate dalla pausa (10-14). Il muro sassolese mette in grossa difficoltà le schiacciatrici bustocche, che faticano enormemente a trovare una soluzione (out Zingaro, 12-18); Dhimitriadhi trova il diagonale vincente del 13-19 che indirizza il set. Gli ingressi di Sormani e Vecerina non modificano l’andamento della frazione, che scappa decisamente via dalle mani biancorosse (13-22); Anna Lualdi sostituisce Nicolini, nonostante i tre ingressi non sfigurino Sassuolo trova il set point sul +8 (24-16) e chiude il parziale sul 18-25 dopo un errore biancorosso al servizio.

QUARTO SET: L’avvio biancorosso (2-0) viene ancora una volta ribaltato dall’esuberanza ospite (pipe Dhimitriadhi, 2-4); la solita Antropova schianta a terra il diagonale del +3 sassolese (4-7) e martella anche dalla seconda linea per il 6-10. Il murone di Giuditta Lualdi del 9-12 tenta di invertire la rotta del set, che però resta saldamente nelle mani ospiti (muro Civitico, 9-14); Sassuolo veleggia sul +6 grazie a un errore offensivo di Michieletto (10-16), l’ace di Zingaro e la tripletta di Lualdi (fast più ace più chiusura di un rally eterno, 16-18) restituiscono verve alle padrone di casa. Salinas rilancia le quotazioni ospiti con un bel diagonale (17-21) mentre Carletti è costretta ad uscire per crampi; la sostituisce Vecerina che trova il mani out del 19-21, Michieletto piazza l’ace del -1 e induce Barbolini alla sosta (20-21). Sassuolo esce però rinvigorita dal timeout e realizza un filotto che conduce direttamente al set point (20-24); è Salinas a chiudere la frazione per il 2-2 nel computo set (21-25).

QUINTO SET: Sartori, neoentrata (la Futura è in campo con 3 centrali, Lualdi dirottata in posto 2), realizza l’ace del 2-1; Giuditta Lualdi la imita (4-2), Zingaro trova le mani del muro per il 6-2 e il timeout ospite. L’offensiva biancorossa si spegne sul 7-2, Busolini mura Veneriano per il 7-5 che rilancia la Green Warriors; un nuovo mani-out di Zingaro porta le squadre al cambio di campo (8-5), Michieletto ripristina il divario (9-5). Sassuolo non si arrende e torna a contatto sfruttando bene il muro-difesa (10-9), il doppio muro di Sartori tiene in testa le Cocche (12-10); Anna Lualdi entra al servizio per Sartori, Antropova impatta al punto 13. Zingaro piazza out il pallone che vale il match point ospite (13-14), Antropova mura la pipe di Michieletto e chiude l’incontro (13-15).

LE INTERVISTE

Serena Zingaro (schiacciatrice Futura Volley Giovani): “Dovevamo cogliere l’occasione del terzo set che ci è sfuggita di mano. Abbiamo sopperito a tanti problemi e diversi infortuni, va dato però merito alle nostre avversarie perché hanno disputato una grande partita. Questa sconfitta non è una tragedia, ma ci servirà da stimolo per lavorare ancora di più”.
Michieletto (schiacciatrice Futura Volley Giovani): “E’ stato un esordio ‘vero’ sotto tutti i punti di vista, con tante emozioni che in campo si sono viste. Nella nostra metà campo è mancato l’ordine, soprattutto in battuta e nel muro-difesa; questa non è una caratteristica che può arrivare nell’immediato, ma si può trovare solo lavorando”.
Barbara Garzonio (libero Futura Volley Giovani): “Abbiamo messo tanta intensità e tante energie nei primi due set, senza però riuscire a trovare la lucidità per chiudere la gara. Siamo calate in battuta, loro sono state brave a metterci in difficoltà”.

TABELLINO:

Futura Volley Giovani – Green Warriors Sassuolo 2-3 (25-22, 28-26, 18-25, 21-25, 13-15)

Futura Volley Giovani: Veneriano 6, Nicolini 2, Michieletto 15, Vecerina 1, Latham ne, A.Lualdi 1, Sartori 3, G.Lualdi 17, Sormani, Carletti 19, Garzonio (L), Zingaro 11. All. Lucchini. Battuta: errate 10, ace 6. Ricezione: 63% positiva, 27% perfetta, errori 6. Attacco: 31% positività, errori 13, murati 17. Muri: 11.
Green Warriors Sassuolo: Pelloni ne, Falcone (L), Zojzi 1, Salinas 8, Busolini 10, Pasquino 3, Dhimitriadhi 14, Fornari ne, Spinello 1, Magazza 9, Tajè ne, Ferrari ne, Civitico 13, Antropova 31. All. Barbolini. Battuta: errate 18, ace 6. Ricezione: 58% positiva, 24% perfetta, errori 6. Attacco: 37% positività, errori 10, murati 11. Muri: 17.

Dario Cordella
Futura Volley Giovani
(foto Giovanni Pini)

CDA Talmassons vs Omag San Giovanni in Marignano 2a3

Dom, 20/09/2020 - 19:49

RISULTATO: 2a3 (22-25 27’)(20-25 25’)(25-17 25’)(25-20 26’)(13-15 21’)

CDA Talmassons: Barbanzeni Karin, Della Rosa Francesca, Cristante Sharon, Nardini Daniela, Mazzoleni Monica, Cecilia Vallicelli, Smirnova Irina, Pagotto Sofia, Ponte Genni (L), Bartesaghi Giulia e Tirozzi Valentina (K)
Allenatore: Barbieri Leonardo e Vice: Cinelli Stefano

Omag San Giovanni in Marignano: Cosi, Peonia, De Bellis, Fiore (K), Ceron, Spadoni, Aluigi, Urbinati (L2), Bonvicini (L1), Berasi, Penna e Fedrigo.
Allenatore: Saja Stefano e Vice: Zanchi Alessandro

Arbitri: Sabia Emiliano e Traversa Nicola.

CRONACA:

Si gioca in un palazzetto praticamente vuoto per le normative Covid con Barbieri che deve rinunciare a Nardini per un risentimento muscolare, parte con Vallicelli in regia, Mazzoleni e Barbazeni al centro, capitan Tirozzi e Bartesaghi in banda, Smirnova opposto e Dalla Rosa libero. Inizio di set equilibrato con qualche errore al servizio di troppo per la CDA 7 a 7. Buone difese da entrambe le parti scambi lunghi e ancora paritá 12 pari. Un attacco di Tirozzi è un muro di Smirnova 14 a 12. Marginano non molla 14 pari. Due ace di Marignano e la CDA va sotto 17 a 14. Time out Barbieri. Con Bartesaghi in battuta la CDA recupera 18 a 17 per le ospiti che chiamano il primo timeout. Sul 19 a 17 entra Ponte per Bartesaghi. Magia di Vallicelli 21 pari e rientra Bartesaghi per Ponte. Sotto 22 a 23 la CDA chiama il secondo timeout. San Marignano con un po’ di fortuna vince il primo set per 25 a 22.

Secondo set senza cambi per la CDA. Le ospiti più ordinate in difesa si portano sul 5 a 2. Sotto 8 a 4 Barbieri chiede il primo time out per mettere ordine e tranquillizzare le ragazze della CDA troppo contratte in questo esordio di campionato. La CDA recupera 9 a 8 e con due attacchi di Tirozzi si porta in vantaggio 11 a 10. Sul 12 a 10 sono le ospiti a chiamare il primo timeout. Due muri di Bartesaghi 16 a 12. San Marignano non molla 16 a 15 e poi si va in perfetta parità 17 a 17. Errore di Bartesaghi 18 a 17 e secondo time out per Talmassons. Sul 19 a 18 entra Ponte per Bartesaghi. Tre errori in battuta, ricezione e in attacco e la CDA va sotto per 23 a 19 e consegna con un altro errore in attacco alle ospiti il set per 25 a 20. Come nel primo set, é parso evidente, come alle ragazze di Barbieri siano venute a mancare la luciditá e la tranquillità nel finale di set.

Terzo set con Tirozzi e compagne che partono bene 5 a 2. Ace di Marignano 6 a 6. Smirnova ottima in attacco 10 a 8. Sul 11 a 9 entra Ponte per Bartesaghi. Ancora una ispirata Smirnova porta la CDA sul 14 a 11. Sul 15 a 11 timeout per Marignano. Due Muri di Mazzoleni 18 a 11 e secondo time out per le ospiti. Rientra Bartesaghi per Ponte sul 19 a 14. Grande Smirnova anche in difesa Bartesaghi 21 a 16. Talmassons controlla e su un errore di Marignano vince il terzo set per 25 a 17.

Due muri di Barbazeni aprono il quarto set 2 a 0 per la CDA. Si gioca in perfetto equilibrio con scambi spettacolari 11 a 11. Scambio infinito chiuso da Bartesaghi 15 a 12 e time out per Marignano. Ace di Mazzoleni 16 a 12. Due errori di Talmassons riportano sotto le ospiti 16 a 15 e time out per Talmassons. Un errore di Marignano e un muro di Barbazeni riportano la CDA avanti per 18 a 15 e secondo time out per le ospiti. Ancora Talmassons che sbaglia 18 a 17. Grande difesa di Bartesaghi e attacco di Smirnova 23 a 17. Entra Ponte per Bartesaghi. Un errore di Marignano consegna il set a Talmassons 25 a 20. Buona prova di carattere delle ragazze della CDA che si conquistano un meritato tie break.

Partono bene le ospiti 5 a 1 con una buona difesa e concrete e precise in attacco. La CDA non ci sta 6 a 6 su un mani fuori di Smirnova e 7 a 6 con un muro di Barbazeni. Molto fortunata Marignano 7 a 7 e si va al cambio di campo con Talmassons avanti per 8 a 7. Si gioca punto a punto e una buona pallavolo 10 pari. Break delle ospiti 12 a 10 e time out per Talmassons. Un errore in battuta per la CDA regala il 14 a 11 per le ospiti. Talmassons che lotta e costringe Marignano sul 14 a 13 al primo time out che riesce poi a chiudere il match sul 15 a 13.

Una sconfitta in chiaro scuro per le ragazze di Talmassons oggi anche in emergenza per la indisponibilità di Nardini e Cristante che in una partita così tirata avrebbero potuto dare la possibilità a coach Barbieri di dare un po’ di respiro alle ragazze in campo.

1a Giornata Andata 20-09-2020 – Campionato di Serie A1 – TABELLINI

Dom, 20/09/2020 - 19:43

1a Giornata Andata 20-09-2020 – Campionato di Serie A1

IMOCO VOLLEY CONEGLIANO – VBC E’PIU’ CASALMAGGIORE 3-1 (23-25 25-12 25-15 25-19) – IMOCO VOLLEY CONEGLIANO: Sylla 13, Fahr 14, Egonu 25, Adams 18, De Kruijf 9, Wolosz 1, De Gennaro (L), Caravello, Gennari. Non entrate: Omoruyi, Butigan, Gicquel. All. Santarelli. VBC E’PIU’ CASALMAGGIORE: Partenio 3, Melandri 2, Montibeller 20, Vasileva 11, Stufi 5, Bonciani 1, Sirressi (L), Bajema 1, Ciarrocchi 1, Kosareva, Vanzurova. All. Parisi. ARBITRI: Giardini, Mattei. NOTE – Durata set: 27′, 21′, 24′, 25′; Tot: 97′.

SAUGELLA MONZA – UNET E-WORK BUSTO ARSIZIO 3-1 (25-13 25-22 21-25 25-22) – SAUGELLA MONZA: Van Hecke 20, Orthmann 17, Heyrman 17, Orro 3, Meijners 10, Danesi 9, Parrocchiale (L), Squarcini, Davyskiba, Begic. Non entrate: Carraro, Obossa, Negretti. All. Gaspari. UNET E-WORK BUSTO ARSIZIO: Piccinini 1, Olivotto 1, Mingardi 23, Gennari 16, Stevanovic 9, Bonelli 1, Leonardi (L), Gray 5, Herrera Blanco. Non entrate: Bulovic, Poulter, Escamilla, Cucco. All. Fenoglio. ARBITRI: Bassan, Piperata. NOTE – Durata set: 21′, 28′, 33′, 29′; Tot: 111′.

ZANETTI BERGAMO – SAVINO DEL BENE SCANDICCI 2-3 (23-25 25-22 25-19 21-25 6-15) – ZANETTI BERGAMO: Valentin 3, Enright 10, Moretto 11, Luketic 18, Loda 14, Dumancic 9, Fersino (L), Lanier 6, Marcon, Prandi. Non entrate: Faraone, Mio Bertolo. All. Turino. SAVINO DEL BENE SCANDICCI: Camera 1, Courtney 11, Popovic 6, Stysiak 33, Markovic 10, Lubian 13, Carocci (L), Bosetti 2, Drewniok. Non entrate: Pietrini, Samadan, Malinov, Cecconello, Merlo. All. Barbolini. ARBITRI: Cerra, Selmi. NOTE – Durata set: 33′, 30′, 25′, 27′, 14′; Tot: 129′.

IL BISONTE FIRENZE – BOSCA S.BERNARDO CUNEO 1-3 (23-25 25-23 21-25 21-25) – IL BISONTE FIRENZE: Guerra 14, Alberti 4, Enweonwu 26, Van Gestel 10, Belien 11, Cambi 3, Venturi (L), Panetoni, Lazic, Nwakalor, Kone, Hashimoto. All. Mencarelli. BOSCA S.BERNARDO CUNEO: Ungureanu 9, Strantzali 14, Candi 11, Signorile 2, Degradi 20, Zakchaiou 12, Zannoni (L), Giovannini 4, Fava 1, Turco. Non entrate: Gay, Bici. All. Pistola. ARBITRI: Rossi, Carcione. NOTE – Durata set: 30′, 29′, 28′, 31′; Tot: 118′.

BARTOCCINI FORTINFISSI PERUGIA – REALE MUTUA FENERA CHIERI 0-3 (22-25 18-25 20-25) – BARTOCCINI FORTINFISSI PERUGIA: Mlinar 9, Koolhaas 2, Ortolani 6, Angeloni 9, Aelbrecht 4, Di Iulio 2, Rumori (L), Casillo 4, Havelkova 4, Agrifoglio 2, Cecchetto (L). Non entrate: Scarabottini, Carcaces. All. Bovari. REALE MUTUA FENERA CHIERI: Villani 16, Mazzaro 6, Grobelna 12, Perinelli 8, Zambelli 7, Bosio 3, De Bortoli (L), Frantti 3, Laak 1, Alhassan, Mayer. Non entrate: Marengo, Gibertini, Meijers. All. Bregoli. ARBITRI: Verrascina, Grassia. NOTE – Durata set: 25′, 24′, 24′; Tot: 73′.

DELTA DESPAR TRENTINO – BANCA VALSABBINA MILLENIUM BRESCIA 3-0 (25-18 26-24 25-19) – DELTA DESPAR TRENTINO: D’Odorico 13, Furlan 7, Piani 15, Melli 12, Fondriest 3, Cumino, Moro (L), Ricci 1, Bisio, Pizzolato, Trevisan. Non entrate: Marcone. All. Bertini. BANCA VALSABBINA MILLENIUM BRESCIA: Jasper 8, Veglia 1, Decortes 14, Angelina 16, Berti 4, Bechis, Parlangeli (L), Cvetnic, Botezat, Pericati. Non entrate: Biganzoli, Sala, Bridi, Nicoletti. All. Mazzola. ARBITRI: Prati, Sessolo. NOTE – Spettatori: 154, Durata set: 26′, 35′, 29′; Tot: 90′.

L’ordinanza regionale riapre parzialmente gli spalti: domani ingresso consentito ai soli abbonati!

Dom, 20/09/2020 - 01:01

Splendide notizie per gli abbonati biancorossi 2020/2021! Nel pomeriggio odierno Regione Lombardia ha emesso un’ordinanza che consente la presenza del pubblico alle manifestazioni sportive, per un massimo di 700 spettatori negli impianti coperti ma per non più del 25% della capienza autorizzata dalle Commissioni di vigilanza prima dell’emergenza causata dal Covid-19.
Il match previsto al Palasport San Luigi domani pomeriggio (domenica 20 Settembre) alle ore 17.00 contro la Green Warriors Sassuolo, valido per la prima giornata del campionato di Serie A2, potrà quindi essere vissuto dal vivo da chi ha già acquistato l’abbonamento stagionale 2020/21: una notizia che, seppur tardiva, consentirà ai nostri fedelissimi supporter di tifare dagli spalti le atlete in biancorosso.

MODALITA’ DI INGRESSO E SALDO TESSERAMENTI

L’accesso al Palasport (ingresso da via Ortigara 42 – Busto Arsizio) sarà consentito solamente a chi ha già sottoscritto l’abbonamento 2020/21 a partire dalle ore 16.00. Presentandosi alle casse esterne e fornendo il nome utilizzato per l’acquisto degli abbonamenti, verranno forniti dei biglietti di accesso numerati e nominali validi solo per questo incontro; le tessere abbonamento definitive non saranno distribuite domani, ma prima del prossimo match casalingo.
Gli abbonati che hanno già sottoscritto il tesseramento ma che devono ancora saldare il costo dell’abbonamento potranno farlo domani, sempre dalle 16.00, presso le casse esterne del Palasport.
Prima di accedere alla struttura dovrà essere rilevata la temperatura corporea, che non consentirà l’accesso in caso di rilevazione superiore a 37,5°. Sia all’interno che all’esterno del Palasport dovrà essere indossata la mascherina, dovrà essere rispettato il distanziamento tra persone e non sarà consentito occupare un posto diverso da quello assegnato.

La capienza dell’impianto consente il solo accesso dei tesserati: non sarà quindi prevista una vendita libera di biglietti nè la possibilità di acquistare ulteriori abbonamenti.

Dario Cordella
Futura Volley Giovani

Serie A1 Femminile: la Saugella si prende il derby, 3-1 sulla UYBA! la Reale Mutua espugna il PalaBarton in tre set. Domenica tutte le sfide su LVF TV

Sab, 19/09/2020 - 23:50

E’ ufficialmente ricominciato il campionato di pallavolo femminile più bello del mondo, la Serie A1 femminile, e l’attesa lontano dal taraflex rosa non ha deluso le aspettative, con due bellissime sfide il sabato sera ad aprire le danze.

All’ Arena di Monza, le padroni di casa della Saugella Monza si prendono il primo derby della stagione, superando per 3-1 le farfalle della Unet e-Work Busto Arsizio. Dopo i primi due parziali vinti agevolmente per le padroni di casa, le bustocche riaprono la contesa nella terza frazione, riuscendo a combattere punto su punto e poi allungando nell’ultima parte del parziale, nonostante l’assenza di Poulter e gli acciacchi in corso della partita di Gennari e Bonelli.
La quarta frazione regala una sfida bellissima giocata a viso aperto da entrambe le parti, ma sono questa volta le ragazze di Gaspari a trovare il break decisivo ed a stoppare sul nascere la rimonta biancorossa, portandosi a casa l’intera posta ed iniziando nel migliore dei modi la nuova stagione.
MVP dell’incontro Lise Van Hecke con 20 punti, ben supportata dalle ex della sfida, Alessia Orro in cabina di regia e Floortje Meijners in posto quattro. Tra le fila delle ragazze di Fenoglio non bastano i 23 punti di Mingardi.

Al PalaBarton di Perugia invece, prova di forza della Reale Mutua Fenera Chieri, che con temperamento e compattezza piega in tre set una Bartoccini Fortinfissi Perugia che non riesce quasi mai a combattere punto su punto contro le ragazze di Bregoli. Le ospiti si dimostrano squadra ben oliata grazie ai pochi ma buoni nuovi innesti di stagione, e possono mettere subito fieno in cascina con una vittoria esterna importantissima per guardare in alto e dare continuità alle prestazioni già viste due settimane fa in Supercoppa. Per Angeloni e compagne ci sarà tempo per trovare ancora l’amalgama giusta e la correlazione muro-difesa, che in lunghi tratti della partita è venuta a mancare. Francesca Villani battezza l’esordio in campionato con la maglia chierese al meglio – 16 palloni messi a terra – , mentre per le ragazze di Bovari non sono sufficienti i 9 punti di Angeloni e Mlinar.

Domenica le altre quattro sfide che completeranno la prima giornata: le prime a scendere in campo alle ore 16 al Mandela Forum di Firenze saranno le padroni di casa de Il Bisonte Firenze che ospiteranno la Bosca San Bernardo Cuneo, mentre un’ora dopo toccherà alla campionesse del mondo dell’Imoco Volley Conegliano sfidare al PalaVerde la Vbc èpiù Casalmaggiore. In contemporanea al PalaAgnelli di Bergamo, la Zanetti troverà dalla parte opposta della rete le toscane della Savino del Bene Scandicci, mentre chiuderà la giornata la sfide delle ore 18, quando al Sanbapolis di Trento scenderanno in campo per l’esordio assoluto nella massima serie le ragazze della Delta Despar Trentino, che proveranno subito a trovare i primi punti del campionato contro la Banca Valsabbina Millenium Brescia, per una sfida da non perdere. Tutti i match saranno visibili su LVF TV, la nuova web tv ufficiale di Lega Pallavolo Serie A Femminile, in questi giorni in prova gratuita.

Le cronache delle partite nella sezione “PROGRAMMA”

LVF TV
Tutte le partite di Serie A1 in diretta e in modalità on demand sono su LVF TV, la web-tv della Lega Pallavolo Serie A Femminile. Highlights, interviste e contenuti speciali quando e dove vuoi. Registrati subito su LVF TV: le partite della 1^ giornata sono visibili gratuitamente!

LIVESCORE
I risultati e le statistiche in tempo reale di tutte le gare di Serie A Femminile sono disponibili sull’homepage del sito ufficiale della Lega Pallavolo Serie A Femminile (www.legavolleyfemminile.it). I Campionati di Serie A1 e Serie A2 e tutti gli eventi della stagione 2020-21 si possono seguire in qualsiasi momento grazie all’App Livescore Lega Volley Femminile, compatibile con sistemi iOS e Android e scaricabile gratuitamente su Apple Store e Google Play Store.

PHOTOGALLERY
Le più belle foto di Saugella Monza-Unet E-Work Busto Arsizio, a cura di Fiorenzo Galbiati, saranno disponibili sulla pagina Flickr e sul sito ufficiale di Lega. Le foto sono liberamente scaricabili e utilizzabili previa citazione del credito “Foto Galbiati x LVF”.

SERIE A1 FEMMINILE
IL PROGRAMMA DELLA 1^ GIORNATA
Sabato 19 settembre, ore 20.00 (diretta LVF TV)

Bartoccini Fortinfissi Perugia – Reale Mutua Fenera Chieri  0-3 (22-25 18-25 20-25)
Sabato 19 settembre, ore 20.30 (diretta Rai Sport HD)
Saugella Monza-Unet E-Work Busto Arsizio 3-1 (25-13, 25-22, 21-25, 25-22)
Domenica 20 settembre, ore 16.00 (diretta LVF TV)
Il Bisonte Firenze – Bosca S. Bernardo Cuneo  ARBITRI: Rossi-Carcione  ADDETTO VIDEO CHECK: Gianninò
Domenica 20 settembre, ore 17.00 (diretta LVF TV)
Imoco Volley Conegliano – VBC èpiù Casalmaggiore  ARBITRI: Giardini-Mattei  ADDETTO VIDEO CHECK: Scapinello
Zanetti Bergamo – Savino Del Bene Scandicci  ARBITRI: Cerra-Selmi  ADDETTO VIDEO CHECK: Bonzanni
Domenica 20 settembre, ore 18.00 (diretta LVF TV)
Delta Despar Trentino – Banca Valsabbina Millenium Brescia  ARBITRI: Prati-Sessolo  ADDETTO VIDEO CHECK: Miggiano
Riposa: Igor Gorgonzola Novara

I TABELLINI
SAUGELLA MONZA – UNET E-WORK BUSTO ARSIZIO 3-1 (25-13 25-22 21-25 25-22) – SAUGELLA MONZA: Van Hecke 20, Orthmann 17, Heyrman 17, Orro 3, Meijners 10, Danesi 9, Parrocchiale (L), Squarcini, Begic, Davyskiba. Non entrate: Negretti, Carraro, Obossa. All. Gaspari. UNET E-WORK BUSTO ARSIZIO: Piccinini 1, Olivotto 1, Mingardi 23, Gennari 16, Stevanovic 9, Bonelli 1, Leonardi (L), Gray 5, Herrera Blanco. Non entrate: Cucco, Bulovic, Poulter, Escamilla. All. Fenoglio. ARBITRI: Bassan, Piperata. NOTE – Durata set: 21′, 28′, 33′, 29′; Tot: 111′.

BARTOCCINI FORTINFISSI PERUGIA – REALE MUTUA FENERA CHIERI 0-3 (22-25 18-25 20-25) – BARTOCCINI FORTINFISSI PERUGIA: Mlinar 9, Koolhaas 2, Ortolani 6, Angeloni 9, Aelbrecht 4, Di Iulio 2, Rumori (L), Casillo 4, Havelkova 4, Agrifoglio 2, Cecchetto (L). Non entrate: Carcaces, Scarabottini. All. Bovari. REALE MUTUA FENERA CHIERI: Villani 16, Mazzaro 6, Grobelna 12, Perinelli 8, Zambelli 7, Bosio 3, De Bortoli (L), Frantti 3, Laak 1, Mayer, Alhassan. Non entrate: Gibertini, Meijers, Marengo. All. Bregoli. ARBITRI: Verrascina, Grassia. NOTE – Durata set: 25′, 24′, 24′; Tot: 73′.

CLASSIFICA
Reale Mutua Fenera Chieri 3*; Saugella Monza 3*; Igor Gorgonzola Novara 0; Il Bisonte Firenze 0; Imoco Volley Conegliano 0; Delta Despar Trentino 0; Bosca S.Bernardo Cuneo 0; Zanetti Bergamo 0; Vbc E’piu’ Casalmaggiore 0; Banca Valsabbina Millenium Brescia 0; Savino Del Bene Scandicci 0; Unet E-Work Busto Arsizio 0*; Bartoccini Fortinfissi Perugia 0*.
*una partita in più

Pagine

VNews

VolleyPlayers e Sport System hanno stretto un accordo che consente alle società iscritte al portale uno sconto extra del 5% per l’acquisto di attrezzature ed articoli per il volleyball. Dal 1979 Sport System progetta, produce, installa e commercializza in Italia e nel resto del mondo attrezzature ed articoli per la ginnastica, l’atletica, gli sport individuali e di squadra oltre ad una linea articolata di arredi ed accessori destinati ai vari locali annessi al campo di gioco quali spogliatoi, infermerie, sale stampa o sale riunione.

Volleyplayers.it, il più grande social database sulla pallavolo italiana, inaugura una nuova fase del progetto partito nel settembre 2014 e inaugura la sezione dedicata al beachvolley: si parte con il profilo “beacher” e con le schede dedicate alle Scuole di beachvolley.

Più di 1.000 players, 2.000 utenti  e più di 300 Società sportive hanno già fatto la loro scelta: essere sul database della Pallavolo più grande d'Italia. 
Potremmo darvi tanti motivi (è gratis, è una vetrina unica di promozione e visibilità, è un mercato sempre aperto,...) ma uno su tutti è l'essenza del nostro portale: "Facciamo girare la nostra Pallavolo"