Fipav

Subscribe to Fipav feed
Notizie Federvolley
Updated: 4 hours 41 min ago

Il mondo del volley orgoglioso di Massimo Stella

Sat, 11/07/2020 - 14:09

Sulle pagine dei quotidiani è raccontata oggi una bella storia piena di speranza. L'articolo parla di Massimo Stella, figlio di Roberto medico di base e presidente dell'ordine provinciale di Varese, scomparso negli scorsi mesi a causa del Covid-19.
Massimo, pallavolista che milita nella squadra di Caronno Pertusella in serie B, nonostante la perdita del padre, non si è arreso e ha trovato la forza per laurearsi in Medicina con il massimo dei voti. La storia di Stella lancia così un messaggio potente per tutti, e in particolar modo per chi è stato colpito dalla pandemia del Covid-19.
Dalla Federazione Italiana Pallavolo va a Massimo un sentito e sincero grazie. Tutto il mondo del volley è orgoglioso di te! 
    

I Campionati Europei di Beach Volley 2020 a Jurmala

Fri, 10/07/2020 - 16:43

Il Board della CEV, ha ufficializzato che i Campionati Europei si svolgeranno dal 16 al 20 settembre a Jurmala in Lettonia. È sicuramente una nota positiva per i beachers, e per tutti gli appassionati di beach volley, che potranno tornare ad assaporare le gesta dei loro beniamini sulla sabbia.
L'evento clou continentale tornerà sulla spiaggia di Majori dopo che la località balneare più famosa della Lettonia, aveva già ospitato i  Campionati Europei nel 2017, anno in cui a trionfare furono gli azzurri Daniele Lupo e Paolo Nicolai.
Contestualmente, sempre il Board della CEV, ha accettato la richiesta inviata dalla federazione turca per ospitare i Campionati Europei U22 a Smirne in Turchia, in programma dal 23 al 27 settembre 2020.  La stessa sede ospiterà anche il campionato continentale U18, programmato dal 16 al 20 settembre. La federazione turca ha sostituito la federazione olandese che si è ritirata dall'ospitare l'evento U22 inizialmente previsto a Vlissingen, a causa delle restrizioni in atto per frenare la diffusione della pandemia.

 

Anderlini Network e Fipav: dialogo aperto per la ripartenza

Fri, 10/07/2020 - 15:59

Di seguito si riporta la nota stampa pubblicata oggi dalla Scuola di Pallavolo Anderlini.

Nelle scorse settimane 190 società di pallavolo italiane hanno sottoscritto una lettera di proposte per la ripartenza delle società sportive indirizzata alla Fipav, con l’obiettivo di fare luce sui problemi che la pallavolo di base sta affrontando e le preoccupazioni per il futuro.
In seguito a diversi momenti comuni di riflessione, si è deciso di essere parte attiva nel processo di ripartenza, facendo proposte operative, che includono progetti scolastici, corsi di formazione, accesso al credito, bandi e abbattimento delle tasse federali, con l’obiettivo di aprire un tavolo di confronto con la Federazione Italiana di Pallavolo.
A pochi giorni dall’invio del documento, il Presidente Cattaneo ha risposto ufficialmente con una lettera indirizzata a tutti i presidenti delle società firmatarie, nella quale ha illustrato dettagliatamente tutte le iniziative intraprese dalla Federazione negli ultimi mesi per agevolare la ripartenza delle società e descritto le difficoltà e i limiti oggettivi nella realizzazione di altri interventi, ribadendo comunque l’assoluta disponibilità ad aprire un tavolo di confronto con i rappresentanti delle società.
La Scuola di Pallavolo Anderlini e il suo network di società da sempre auspica alla creazione di un clima di apertura, condivisione e collaborazione. È esattamente in questo spirito che ogni iniziativa è stata condotta negli anni e nell’ultimo periodo specialmente. In quanto capofila di un grande network di società sportive, la Scuola di Pallavolo Anderlini ha sempre incentivato e apprezzato le anime diverse che lo compongono, credendo fermamente che la diversità sia ricchezza. Nel caso specifico si è fatta portavoce, presso Fipav, di una serie di ipotesi di intervento, auspicate dalle diverse società che rappresenta, con il medesimo spirito di condivisione, scambio e confronto che caratterizza da sempre la conduzione del network stesso.
La Scuola di Pallavolo Anderlini desidera esprimere gratitudine alla Federazione Italiana di Pallavolo per il lavoro svolto soprattutto negli scorsi mesi, durante i quali il Presidente Cattaneo ha trovato il tempo di dare risposta alle domande e alle proposte, esprimendo piena disponibilità ad aprire un tavolo di confronto.
Il periodo di emergenza ha sicuramente colto tutto il mondo impreparato. Nello sport, come in ogni altro settore, sono state tante le iniziative adottate, alcune più efficaci di altre, concertate da Governo, Coni e Federazioni Sportive. È quindi con la voglia di condividere e collaborare che in passato, oggi e in futuro la Scuola di Pallavolo Anderlini intende operare, creando ponti tra realtà diverse ma con una missione comune: contribuire a educare i nostri giovani e far crescere insieme il movimento della pallavolo.

 

Il tecnico Vincenzo Fanizza al seminario sulla pallavolo giovanile dell’Università del Salento

Fri, 10/07/2020 - 11:22

Terzo appuntamento di approfondimento sul tema dei settori giovanili sportivi per l'Università del Salento in programma venerdì 10 luglio alle ore 15 on line. Il Seminario, dal titolo "L'importanza dei settori giovanili nello sport di oggi", coinvolgerà il mondo della pallavolo in un incontro nel quale si parlerà dell'importanza del movimento giovanile pallavolistico in un parallelo col mondo universitario. Interverrà il tecnico della nazionale U18 maschile Vincenzo Fanizza, impegnato in questi giorni in Salento nel collegiale di preparazione in vista degli Europei di categoria in programma tra Lecce e Marsicovetere dal 4 al 13 settembre, e il presidente del CT FIPAV Lecce Pierandrea Piccinni. Tra gli ospiti anche il tecnico salentino Camillo Placì.

Sarà possibile partecipare all'incontro tramite piattaforma zoom con i seguenti parametri: Link (https://bit.ly/3eSswyR), ID (830 9423 6774), Password (551769).

Il seminario, che sarà introdotto dal rettore dell'Università del Salento Fabio Pollice, sarà inoltre trasmesso in diretta facebook sulla pagina "Giurisprudenza - Dipartimento di Scienze Giuridiche Università del Salento" (http://bit.ly/2NXbbZz).

 

 

Dan Peterson relatore al “Corso Nazionale per allenatori di Terzo Grado”

Fri, 10/07/2020 - 10:55

Domani sabato 11 alle ore 10, Dan Peterson sarà relatore di un altro importante webinar nell’ambito del “Corso Nazionale per allenatori di Terzo Grado”. Per l’ex allenatore di basket, membro dal 2012 dell'Italia Basket Hall of Fame, non è una novità; già in passato infatti, aveva fatto parte di questi importanti e formativi corsi per allenatori. Sarà una grande opportunità quella di sentire le parole di una vera icona del mondo dello sport, che metterà a disposizione dei tecnici, tutte le sue esperienze lavorative e i suoi segreti per una “Leadership” vincente. Insieme a lui sarà gradito ospite anche l’ex giocatore e allenatore di pallacanestro Giampiero Hruby.

Foto d'archivio FIPAV: Dan Peterson impegnato nel "Corso Nazionale per allenatori di Terzo Grado" negli anni precedenti

Prosegue a Roma l’intenso lavoro delle nazionali seniores femminili

Fri, 10/07/2020 - 09:22

Le Nazionali Seniores Femminili proseguono il loro fitto programma di lavoro dopo la ripresa delle attività di allenamento. Le atlete azzurre Arianna Barboni, Dalila Varrassi, Claudia Scampoli, Chiara They e Margherita Bianchin nella giornata di domani termineranno il ritiro di Roma. Avranno a disposizione un giorno di riposo, per poi ritrovarsi sotto gli occhi vigili del Tecnico Federale Fabrizio Magi per un ulteriore periodo che va da lunedì 13 a venerdì 17 luglio. 
Contestualmente anche la coppia tricolore dell’Aeronautica Militare composta da Marta Menegatti e Viktoria Orsi Toth tornerà al lavoro dopo aver chiuso la precedente preparazione sabato 4 luglio. Le azzurre di Terenzio Feroleto, infatti, si ritroveranno anch’esse lunedì 13, per proseguire il ritiro fino a sabato 8 agosto. Lavoro duro per le beachers azzurre ed i loro tecnici, che fa ben sperare per i primi impegni ufficiali. 

 

Fipav e DHL Express Italy insieme anche nel 2021

Thu, 09/07/2020 - 10:01

Prosegue il legame tra la Federazione Italiana Pallavolo e DHL Express Italy, Main Sponsor delle Nazionali di Pallavolo e Official Partner dei Grandi Eventi dal 2018. La partnership vedrà l’azienda, leader mondiale nel trasporto espresso internazionale, scendere in campo al fianco della Fipav sino alle prossime Olimpiadi di Tokyo 2021.   

Questo il commento del presidente Pietro Bruno Cattaneo: “Siamo molto felici e orgogliosi di rinnovare per un altro anno il contratto che ci lega a DHL, nostro main sponsor da ormai tre stagioni. Nel corso degli anni con l’azienda si è creato un legame che va ben oltre la sponsorizzazione, c’è una visione comune di come intendere la pallavolo e in più in generale lo sport. Quando dico questo non mi riferisco solo agli aspetti sportivi, ma anche a tutti i valori che la nostra disciplina è capace di trasmettere. 
Mi viene in mente la recente raccolta fondi, promossa da DHL, a favore dell’ospedale Giovanni XXIII di Bergamo, alla quale hanno partecipato con gioia molti atleti della nazionale maschile e di quella femminile.
Il rinnovo con DHL arriva in un anno particolare per tutto lo sport mondiale, la recente pandemia legata al Covid-19 ha fermato l’attività delle nostre nazionali seniores e posticipato i Giochi Olimpici di Tokyo al 2021. Dovremo aspettare altri dodici mesi, ma non saranno questi mesi a spegnere quell’entusiasmo che quasi un anno fa le nostre squadre azzurre ci regalarono nelle qualificazioni olimpiche di Catania e Bari.
Lo stesso discorso vale per la nazionale femminile di sitting volley, una squadra nata pochi anni fa, ma capace di sorprendere tutti con la medaglia d’argento ai Campionati Europei e la prima storica qualificazione alle Paralimpiadi.  

Dopo quelle esaltanti esperienze non potevamo presentarci alla manifestazione a cinque cerchi con un altro sponsor al nostro fianco.       
Nell’attesa quest’anno avremo la possibilità di vedere all’opera le nazionali giovanili azzurre, capaci nel 2019 di primeggiare in tutti i Campionati del Mondo di categoria e per questo motivo di grande orgoglio per l’intero movimento pallavolistico tricolore.   
Il fatto che un’azienda di livello mondiale come DHL abbia deciso di legarsi ancora al nostro sport è un segnale molto forte per tutto il mondo della pallavolo, c’è grande voglia di ripartire e tornare a vedere il volley giocato.
Il mio augurio che il legame tra FIPAV e DHL, che ormai consideriamo parte della nostra famiglia, possa regalare a entrambe nuove gioie e soddisfazioni”.  

"Tra DHL e FIPAV - afferma Nazzarena Franco, CEO DHL Express Italy - non è nata solo una sponsorship, ma un percorso costruito insieme, tenendosi per mano. In questi due anni abbiamo vissuto delle emozioni fantastiche, grazie alle Nazionali maschili e femminili, sia juniores che seniores. La scorsa estate le nostre Nazionali Seniores si sono qualificate alle Olimpiadi e questa qualificazione per tutti noi è stata motivo di grande orgoglio.         
La nostra scelta di proseguire la partnership fino al 2021 e accompagnare le Nazionali alle Olimpiadi, nasce oltre che dal piacere di proseguire il cammino insieme alla Fipav, dal fatto che DHL supporta da sempre il sistema Italia ed esporta il Made in Italy in tutto il mondo e lo sport ne è parte integrante e il volley ne è una eccellenza.    
Lo abbiamo fatto anche in un momento difficile come i mesi del lock down, quando tutto era fermo, tutti erano a casa e noi, coi nostri mezzi abbiamo cercato di mantenere in contatto le persone, grazie ai nostri ragazzi che non si sono mai fermati, così come abbiamo sostenuto le aziende che hanno continuato a lavorare e quelle che hanno tradotto la propria attività in e-commerce, che negli ultimi mesi ha avuto una crescita esponenziale, cui siamo felici di aver contribuito attraverso i nostri servizi di qualità. Sembra quasi assurdo da dire, ma c’è stato un momento che in cielo volavano solo i nostri aerei gialli.   
Le persone per noi sono importanti e lo sono a 360°; le emozioni che le connettono lo sono altrettanto e noi abbiamo cercato di dare il nostro contributo per colmare le distanze, avvicinando con le nostre consegne chi era lontano dai propri cari oppure supportando le aziende nelle loro esigenze: ci siamo sentiti davvero un “connettore emozionale”, in una Italia immobile a causa della pandemia, dove anche un piccolo gesto ha assunto un significato importante: non sentirsi soli.
Abbiamo sempre lavorato e continuiamo a farlo, ponendo sempre la massima attenzione alla sicurezza dei nostri collaboratori, clienti e di tutti coloro che interagiscono con il nostro network: “Safety first”, la sicurezza al primo posto è, e sempre sarà, la nostra priorità, perché le persone hanno la precedenza su tutto.        
Abbiamo sostenuto il Cesvi nella raccolta fondi a favore dell’ospedale Giovanni XXIII di Bergamo, una città colpita nel profondo del cuore dal Covid19 e la Federazione insieme ai ragazzi e alle ragazze della Nazionale hanno partecipato con gioia a sostenere l’iniziativa.
Lo sport in generale e la pallavolo nello specifico fanno parte del sistema Italia nell’accezione più positiva del termine e noi ci siamo rimessi in gioco per aiutare la ripartenza dell’Italia e per continuare a sostenere le Nazionali, perché crediamo fortemente in questo.  
Siamo pronti a volare a Tokyo anche se con un anno di ritardo, ma l’attesa più lunga accrescerà il desiderio di rivedere le nostre Nazionali in campo ai Giochi Olimpici con noi sugli spalti e davanti alla tv a tifare per loro.   
Indossare la Maglia Azzurra è partecipazione: la consapevolezza di rappresentare l’Italia non si esaurisce solo quando si gioca, ma si è sempre Azzurri, si è sempre Italia, così come per DHL essere sponsor di maglia non significa solo visibilità, ma identificazione nei valori che la Maglia Azzurra ha per chi la indossa, per chi la tifa e soprattutto per chi la vive come stile di vita”.

 

 

La CEV spalanca le porte della Champions League per Trento e Scandicci

Wed, 08/07/2020 - 16:00

In risposta al duro periodo legato alla pandemia del coronavirus, il consiglio di amministrazione della CEV ha approvato nuovi criteri di ammissione per l'edizione 2021 della Champions League. 
La CEV ha delineato quello che è il piano per l’edizione 2020-21 della massima competizione europea per club, dando la possibilità alle Federazioni di iscrivere un'ulteriore squadra per genere, a condizioni che tali società abbiano partecipato a due delle ultime tre edizioni del massimo torneo continentale ed abbiano concluso tra i primi cinque posti i propri campionati nazionali.
Quindi l’Italia vedrà la partecipazione alla CL 2020/21 di Scandicci nel tabellone femminile che si aggiunge alle già qualificate Conegliano, Busto Arsizio e Novara e di Trento nel tabellone maschile che raggiunge Civitanova, Modena e Perugia; le due compagini italiane scenderanno in campo a partire dalle qualificazioni. La fase a gironi comincerà a metà novembre, mentre ai preliminari si sono aggiunte appunto nove squadre totali, che battaglieranno nei tre turni ad eliminazione diretta (andata e ritorno). Le migliori due squadre verranno poi inserite nella successiva fase a gironi.
Nella prima volta nella storia quindi ci saranno quattro squadre italiane ai nastri di partenza. La decisione presa dal Board della CEV sosterrà alcune società particolarmente colpite dal COVID-19 ed andrà a supporto dello sconvolgimento che la pandemia stessa ha portato nello scenario generale del volley europeo di fine stagione, cercando così di alzare il livello della competizione stessa.

 

 

 

Riparte il lavoro delle azzurrine: le parole di Marco Mencarelli

Wed, 08/07/2020 - 12:56

Riparte ufficialmente oggi il lavoro della nazionale under 17 di Marco Mencarelli. Le azzurrine si ritroveranno nel primo pomeriggio al Centro Pavesi di Milano per cominciare il primo collegiale in vista della rassegna continentale in programma dal 1 al 9 ottobre in Montenegro. Per le atlete azzurre, che finiranno questo primo ritiro sabato 25 luglio, sarà un periodo molto importante per riprendere confidenza con il campo, dopo questo “stop forzato” legato alla pandemia.
In via precauzionale, tutto lo staff e tutte le atlete convocate, prima del raggiungimento della sede del ritiro, dovranno essere sottoposti al test sierologico per la ricerca di anticorpi del Covid-19 (IgM, IgG), il cui risultato verrà prontamente esaminato dal responsabile sanitario della squadra.

Queste le dichiarazioni del Tecnico Federale Marco Mencarelli: “L’emozione è più delle ragazze, soprattutto di quelle più giovani. Si ha la percezione di cominciare una “nuova vita"…sono stato talmente tanto tempo fermo in casa a fare un lavoro del tutto diverso, con un ritmo della giornata del tutto diverso, che ora mi sembra di partire per un'esperienza lavorativa completamente nuova. È quasi come se fossero stati cancellati più di 20 anni di attività collegiale estiva con le squadre nazionali.           
Il discorso che faccio la prima volta che conosco le ragazze, e questo è il caso trattandosi di un gruppo nuovo, è basato su due concetti: il primo è il privilegio di vestire la maglia della nazionale. Di solito faccio una specie di “conto della serva”, partendo dal numero di praticanti della loro età e dal fatto che se si guardano intorno le atlete convocate sono 18. Solamente 18 ragazze della loro età, tra le tantissime che praticano pallavolo, vestono la maglia dell'Italia, questo vuol dire essere delle privilegiate.          
Il secondo elemento, è “la responsabilità che c'è dietro l’essere privilegiato”. Quindi se io sono un "privilegiato", inevitabilmente sono una persona destinata a un percorso particolare, e questo comporta una grande responsabilità nel rappresentare i sogni di tutte coloro, che purtroppo, la maglia dell'Italia non potranno mai vestirla".

L'elenco delle atlete convocate:
Giulia Orlandi, Greta Catania, Giulia Polesello, Sara Bellia, Manuela Ribechi (Volleyro’ Casal de’ Pazzi); Viola Passaro (Fusion Team Volley); Letizia Badini (Futura Volley Giovani); Emma Barbero (River Volley Piacenza); Benedetta Marcon, Anna Piovesan (Pallavolo Strà VE); Benedetta Salviato (Agil Volley Novara); Matilde Munarini, Alice Trampus (San Donà Pool Volley Piave); Nausica Acciarri (Azzurra Volley S.Casciano); Islam Gannar (Promoball Maclodio); Giulia Ituma (Pol. San Filippo Neri); Marina Giacomello (Imoco Conegliano); Dominika Giuliani (US Pro Victoria Monza).

Il lavoro di squadra nella ricerca scientifica e nello sport

Tue, 07/07/2020 - 11:36

Sabato 4 luglio i ricercatori della Fondazione EBRI, Antonino Cattaneo, Raffaella Scardigli, Silvia Marinelli e Francesca Malerba, hanno partecipato come relatori a uno degli eventi speciali che la FIPAV propone per la formazione durante il Corso Nazionale per allenatori di Terzo Grado, dando inizio così all'attività congiunta tra la Fondazione EBRI Rita Levi-Montalcini e la Federazione Italiana Pallavolo (FIPAV). Durante l'incontro i ricercatori hanno esplorato le dinamiche relazionali alla base del team building nel mondo della ricerca scientifica, dimostrando come "dietro il successo c'è sempre la dedizione, la costanza e l'impegno, valori che accomunano due mondi apparentemente così distanti, come quello dello sport e della ricerca", commenta il Professore Antonino Cattaneo, presidente EBRI, che ha spiegato la nascita e le finalità della collaborazione con la FIPAV e come questo binomio tra le due realtà sia prezioso per i giovani atleti e ricercatori. I relatori hanno inoltre dimostrato come collaborazione, confronto e condivisione siano essenziali per raggiungere i risultati all'interno di un team che ha delle grandi ambizioni, come l'identificazione di una molecola utile per la diagnosi precoce o il trattamento di una patologia neurodegenerativa nel campo della ricerca scientifica, o la vittoria del campionato nel mondo dello sport. Ciascun elemento è indispensabile per il suo contributo: dall'"allenatore" al ricercatore leader necessari per individuare il talento e le potenzialità dei loro "players", al "giocatore in panchina", che entra in gioco in un secondo momento, sostenendo la sua squadra. Non poteva certamente mancare il riferimento agli insegnamenti che la fondatrice EBRI e Premio Nobel Rita Levi-Montalcini ha dato alla scienza internazionale e ai suoi collaboratori più stretti, insegnando a non "mollare" di fronte alle difficoltà e alle sconfitte, tornando in campo con rinnovato vigore e passione. 

 

 

 

On line versione 5 del protocollo federale per la ripresa degli allenamenti

Tue, 07/07/2020 - 09:32

E' on line, nella consueta sezione - https://www.federvolley.it/aggiornamenti-su-covid-19 - la versione numero 5 del protocollo federale rimasta invariata rispetto alla precedente.
Questa avrà validità fino al 14 luglio, stessa del DPCM in vigore.

Cordoglio federale per il lutto del vicepresidente Bilato

Mon, 06/07/2020 - 13:21

Il presidente  Pietro Bruno Cattaneo, il segretario generale Alberto Rabiti, il vicepresidente Giuseppe Manfredi e tutto il Consiglio Federale esprimono con commozione il più sentito cordoglio al vicepresidente Adriano Bilato per la scomparsa della cara suocera Luigina Stona.

Ripartono le giovanili azzurre: le parole dei tecnici federali

Mon, 06/07/2020 - 12:26

Riparte ufficialmente oggi l’attività delle nazionali azzurre giovanili, impegnate nel primo collegiale di questa stagione, fino ad ora fortemente condizionata dalla pandemia del Covid-19.
In giornata si raduneranno la nazionale under 20 maschile di Angelo Frigoni, l’under 19 femminile di Massimo Bellano e l’under 18 maschile di Vincenzo Fanizza, mentre le azzurrine U17 di Marco Mencarelli saranno al lavoro da mercoledì 8 luglio.
Tutte le quattro selezioni azzurre quest’anno saranno impegnate nei Campionati Europei di categoria. Il protocollo di ripresa delle attività prevede che, in via precauzionale, tutti i componenti degli staff e atlete e atleti convocati prima del raggiungimento della sede del ritiro siano stati sottoposti al test sierologico per la ricerca di anticorpi del Covid-19 (IgM, IgG).
Successivamente gli atleti in ritiro verranno costantemente monitorati con test periodici.
Per ciò che riguarda, invece, l’attività sportiva durante i ritiri, le squadre si atterranno alle linee guida dell’ultima versione (25 giugno) del protocollo federale, che è in costante aggiornamento, tenendo conto delle disposizioni delle autorità governative nazionali.

Queste le sensazioni dei tre tecnici azzurri al lavoro da oggi

ANGELO FRIGONI (Under 20-M): “C’è curiosità, emozione e voglia di fare dopo il lungo periodo in cui siamo stati costretti a rimanere in casa. In realtà come tutti sanno i ragazzi non sono mai stati fermi dato che l’attività svolta da remoto è stata intensa, ma è ovvio che il ritorno in palestra è sempre qualcosa di speciale. A livello personale, devo ammettere, di essere un po’ emozionato dato che li allenerò per la prima volta e questo mi rende felice”.
Alla domanda su cosa dirà al gruppo il tecnico risponde: “Ai ragazzi dirò semplicemente che se sono stati in grado di sopportare e superare un periodo lungo e difficile come questo, saranno in grado di gestire anche le difficoltà del campo. Sono stati molto bravi ad affrontare con la giusta maturità una situazione nuova per tutti, sono certo che faranno tesoro di un’esperienza simile”.

MASSIMO BELLANO (Under 19-F): “Io e tutto lo staff siamo molto contenti di ricominciare l’attività. La parola più pronunciata è senza dubbio “finalmente”, c’è grandissima voglia di ripartire e riprendere il nostro percorso. Non avendo disputato le qualificazioni europee, con il collegiale si aprirà il ciclo di questa nazionale juniores e quindi siamo curiosi di vedere come si svilupperà l’attività e come la squadra giocherà. Abbiamo tante sensazioni buone, in un clima sempre un po’ stano e particolare”.
Quello che ci diremo con le ragazze al primo incontro - prosegue Bellano - sarà il frutto dell’emozione e dell’emotività del momento. Io credo che siamo all’inizio di una nuova era e quindi un po’ alla volta dovremo scoprire come tutta questa situazione ci ha cambiato e come ci cambierà. Iniziamo il percorso con la curiosità di conoscere cose nuove e vedere che cosa ci possono dare in più rispetto a quello che già sappiamo”.  
       
VINCENZO FANIZZA (Under 18-M): “Già il fatto che siamo riusciti a ripartire è un grande risultato. Ovviamente dopo tutto quello che è accaduto in questi mesi “il riprendere” è una bellissima cosa, sia per i ragazzi che per noi. Per gli adolescenti di 14/15 anni non è stato facile stare fermi e bloccati per tutto questo tempo, però fortunatamente con lo staff tecnico siamo riusciti a collegarci cercando di motivarli, vedremo da oggi quanto quello che abbiamo fatto in tutti questi mesi sia servito.     
Ci siamo confrontati molto durante il periodo di stop, collegandoci da “remoto” 3 o 4 volte a settimana, non penso che dovremmo dire più di tanto ai ragazzi, in realtà non vediamo l’ora ritrovarci tutti insieme. Perciò mi ripeto, i ragazzi hanno una grandissima voglia di riprendere l’attività, come noi abbiamo tanta voglia di allenarli. Siamo molto motivati e vogliamo fare bene.
Di parole ne abbiamo dette tante durante gli ultimi mesi, ora ci si deve solamente allenare
.”

Nazionale Under 20 Maschile
La Nazionale Under 20 Maschile lavorerà agli ordini di Angiolino Frigoni a Boario Terme (BS) fino al 23 luglio. Gli azzurrini disputeranno gli Europei dal 26 settembre al 4 ottobre in Repubblica Ceca.
Questi i ragazzi convocati: Alberto Cavasin, Paolo Porro, Federico Crosato, Marco Vittorio Ceolin (Volley Treviso); Leonardo Ferrato, Tommaso Guzzo, Andrea Schiro, Mattia Gottardo (Pallavolo Padova); Leonardo Di Marco, Damiano Catania (Lupi S. Croce), Tommaso Stefani (Porto Robur Consar Ravenna); Alessandro Gianotti, Lorenzo Teja (Diavoli Rosa Brugherio); Rok Jeroncic (Coselli Trieste); Federico Compagnoni (Power Volley Milano); Alessandro Michieletto, Giulio Magalini (Trentino Volley); Tommaso Rinaldi (Modena Volley), Nicola Cianciotta (Materdomini Castellana).

Nazionale Under 19 Femminile     
Le ragazze allenate da Massimo Bellano saranno in collegiale al Centro Federale Pavesi di Milano fino al 20 luglio. I Campionati Europei si disputeranno dal 22 al 30 agosto in Bosnia ed Erzegovina e Croazia.    
Queste le atlete convocate: Gaia Guiducci, Emma Graziani, Linda Nwakalor, Claudia Consoli, Beatrice Gardini, Stella Nervini, Anna Adelusi, Bintu Diop, Martina Armini (Volleyrò Casal dè Pazzi); Sofia Monza (UYBA Volley Busto Arsizio); Anna Pelloia, Giulia Marconato, Loveth Omoruyi, Emma Cagnin, Giorgia Frosini (Imoco Volley Conegliano); Maria Teresa Bassi (Promoball Maclodio); Alessia Bolzonetti (Agil Volley Novara); Silvia Sormani (Futura Volley Busto Arsizio).

Nazionale Under 18 Maschile        
I ragazzi di Vincenzo Fanizza si alleneranno a Galatine (Lecce) dal 6 luglio al 6 agosto per preparare al meglio l’Europeo di categoria in programma a Marsicovetere (PZ) e Lecce dal 4 al 13 settembre.
Questa la lista degli atleti convocati: Cosimo Balestra (Green Volley Francavilla); Mattia Boninfante, Edoardo Cunial (Volley Treviso); Federico Ciardo (Pallavolo Azzurra Alessano); Gabriele D’Ambrosio (Volley Parella); Stefano Dell’Osso (Trentino Volley); Ambrose Ionut (Lube Volley); Gabriele Laurenzano (Materdomini Castellana); Mattia Orioli, Lorenzo Ricci Maccarini (Robur Costa Ravenna); Alessandro Pisoni, Gianluca Rossi, Nicolò Volpe (Vero Volley Monza); Luca Porro, Marco Zoratti (Colombo Genova); Francesco Quagliozzi (Roma 7 volley); Matteo Staforini (Power Volley); Ranieri Truocchio (Modena Volley).

 

Continua il lavoro della nazionale femminile

Mon, 06/07/2020 - 10:12

Non si ferma il lavoro della Nazionale femminile di beach volley. Sotto gli occhi del Tecnico federale Fabrizio Magi, le azzurre Arianna Barboni, Dalila Varrassi, Claudia Scampoli, Chiara They e Margherita Bianchin hanno ricominciato questa mattina il lavoro precedentemente interrotto sabato 4 luglio. Le beachers lavoreranno in questo nuovo ritiro di Roma fino a sabato 11 luglio.  Da segnalare l’assenza dell’azzurra Arianna Barboni che questo pomeriggio non potrà essere presente all’allenamento per sottoporsi a sedute fisioterapiche.

Le dichiarazioni dei presidenti Cattaneo, Petrucci e Loria

Fri, 03/07/2020 - 13:33

Si è tenuta questa mattina a Roma, preso la sede della Federazione Italiana Pallavolo, la conferenza stampa congiunta dei presidenti Pietro Bruno Cattaneo (Fipav), Giovanni Petrucci (Fip) e Paquale Loria (Figh). I temi principali trattati sono stati quelli della riapertura delle palestre scolastiche e della ripartenza dell’attività sportiva.         
Come nel comunicato della scorsa settimana i numeri uno di pallavolo, pallacanestro e pallamano hanno voluto sensibilizzare sulle due grandi problematiche che attualmente preoccupano fortemente non solo le tre discipline, ma gran parte dello sport italiano.
Ad aprire la conferenza è stato il presidente della Federbasket Giovanni Petrucci: "Siamo le Federazioni per gli sport di squadra con maggiore attività dopo il calcio. L'idea di agire insieme è nata alcuni mesi fa, anche perché abbiamo interessi e problemi comuni, anche se poi ci sono divergenze in base alla specialità.
Credito d'imposta è uno degli argomenti su cui stiamo lavorando e che in questi giorni è all'attenzione del Governo. Non mi illudo che la cifra possa essere alta, ma la sua approvazione aiuterebbe le società professionistiche, quelle dilettantistiche ed anche per tutti gli altri sport.
Abbiamo, poi il dramma sportivo delle palestre scolastiche. Uno degli scopi principali di questa giornata è chiedere alla ministra dell'Istruzione Lucia Azzolina che preveda una norma che escluda l'utilizzo delle palestre dalle attività non sportive. E' nelle sue possibilità. Ci rendiamo conto di tutti i problemi della scuola in questo periodo, ma le palestre, storicamente, sono state costruite per l'attività sportiva.
Già quando ero presidente del CONI l'Italia era, considerando Giochi Olimpici estivi ed internali, al quinto/sesto posto al mondo. Se avessimo avuto lo sport nelle scuole saremmo entrati sicuramente tra i primi cinque.
Quello delle palestre scolastiche è un problema grave e deleterio. Mi rivolgo al ministro dello Sport Vincenzo Spadafora, che so che ha già tanti problemi, per sottolineare che i problemi con le palestre scolastiche li hanno in tutte le Regioni. L'appello e i ringraziamenti dei miei colleghi al ministro Spadafora sono giusti. Anche se non è di sua diretta competenza sono convinto che con la sua autorità, il buon senso, suo e dei suoi collaboratori, possa dare un importante contributo.
Per i giocatori professionisti, la FIP ha redatto un protocollo severo ed anche costoso e siamo pronti a fare programmi e dare contributi affinché si riprenda al più presto. Il basket vive soprattutto di introiti al botteghino e di abbonamenti. Non capiamo perché i teatri possano riaprire con il distanziamento e i palazzetti no: ci diano risposte logiche. Non ammettere il pubblico crea seri problemi, e vogliamo farlo nel rispetto delle norme pero. È vero abbiamo dato contributi alle società, ma non giocando si perde la filosofia della disciplina, spazio sui media, e si afferma una monocoltura del calcio, ma questo lo dicevo anche quando ero presidente del CONI.
Per quanto riguarda la Quarantena ho già detto ieri in Consiglio Nazionale che chiederò che ci possa essere un percorso preferenziale per i giocatori americani, come hanno fatto già in Russia, Germania e Spagna.
Ovviamente con tutte le garanzie dettate dal protocollo, ma se gli americani che arrivano sono negativi al tampone e al test sierologico che giochino, altrimenti se positivi, vadano in quarantena.
Ultima battuta sulle mascherine. Lo studio del Politecnico di Torino insieme al CONI, a cui FIP e FIPAV hanno contribuito, ha dato il suo risultato. Ma tengo a ripetere, ancora una volta, che non vogliamo che si giochi con le mascherine, ma a volto nudo. Le mascherine, all'aperto, le utilizzeremmo laddove sia necessario e se ci fosse imposto.""

La parola è passata poi al numero uno della Federazione Italiana Giuoco Handball Pasquale Loria: “Lo sport di base si fonda sull’organizzazione dei campionati, dalla Serie A fino all’attività giovanile. Oggi è necessario ripartire, perché i dati sono sotto gli occhi di tutti circa l’evoluzione della pandemia e ci dicono che possiamo porci il problema della ripartenza. Credo che le autorità governative debbano darci indicazioni più dettagliate, perché organizzare un campionato significa avere al via un numero consistente di squadre provenienti da tutta Italia. Noi ci auguriamo di ripartire a settembre, o che comunque il Governo e le autorità scientifiche ci diano delle linee da seguire anche sull’eventuale aggiornamento dei protocolli federali. In questo senso, in presenza di informazioni chiare saremo sicuramente ricettivi e rapidi.
Ritengo che per salvare il nostro movimento sia necessario andare spediti sul fronte della ripartenza sia nell’alto livello, sia ancora di più sul versante giovanile. Se il problema delle palestre scolastiche verrà lasciato ad una negoziazione uno a uno coi dirigenti scolastici e con le Regioni, con situazioni diverse e differenziate, difficilmente usciremo da questa situazione e molte associazioni in Italia avranno difficoltà e saranno costrette a rinviare il riavvio dell’attività, oppure, peggio, a chiudere. Anche in questo caso servirebbe una indicazione generale governativa e sarebbero soprattutto necessari interlocutori puntuali a livello territoriale che possano prendere impegni e dare direttive sul fronte scolastico.
Come Federazioni di sport di squadra, noi tutti a questo tavolo, abbiamo messo in campo aiuti economici nell’ambito dei nostri bilanci e delle nostre risorse, ma prevedo che questo supporto alle società dovrà protrarsi anche fino all’inizio del 2021, se non per tutto l’anno. Sarebbe ora che anche su questo versante il Governo, che pure sta lavorando molto bene nella gestione della pandemia, possa dotarci di qualche risorsa aggiuntiva per supportare i nostri affiliati anche nei prossimi mesi e permetterci di tornare ad utilizzare le nostre risorse per l’attività più propriamente federale e quindi rivolta anche e soprattutto alle Squadre Nazionali, all’attività di base e in generale alla promozione delle nostre discipline”.

A chiudere gli interventi è stato il presidente della Federazione Italiana Pallavolo Pietro Bruno Cattaneo: “Sono molto contento di essere qui questa mattina con due presidenti amici, insieme a Giovanni Petrucci e Pasquale Loria stiamo cercando in ogni modo di sensibilizzare chi di dovere su un problema molto grave e drammatico che rischia di diventare tragico.
Mi è piaciuto molto quando Petrucci ha fatto l’analisi di quelli che sono i risultati dell’Italia alle Olimpiadi.  Sapete che i risultati ottenuti ai Giochi Olimpici sono un po' lo specchio dello sport di un paese, e noi con grande orgoglio siamo stabilmente ai primi posti di Olimpiadi estive e invernali. 
Questo importante risultato migliorerebbe ulteriormente se ci fosse all’interno della scuola la possibilità di sviluppare un’attività sportiva adeguata. Questo sarebbe fondamentale perché oggi le nostre società di pallavolo, di basket e pallamano, vanno nelle scuole e alla fine viene quasi data una concessione, non una forma di partecipazione, ma di tolleranza.   
Spesso e volentieri le nostre società, invece, operano interventi di manutenzione e mettono a disposizione le proprie attrezzature sportive, perché il desiderio di fare attività è grande, e questo dà loro la spinta necessaria per fare delle cose che teoricamente potrebbero anche non essere fatte.
Per tutti questi motivi non è accettabile che le nostre società siano tollerate, ma anzi devono essere favorite all’utilizzo delle palestre, sempre tenendo conto di tutte le misure che devono essere adottate.
Avevamo avuto assicurazioni dal Ministro Spadafora, che si sta impegnando molto per la ripartenza di tanti sport come il nostro beach volley, ma evidentemente deve essere un’impostazione generale, e quindi serve un cambio di mentalità sulla responsabilità dell’attribuzione degli spazi in orari extra didattici.
Un altro problema è quello della ripartenza dell’attività, pur adottando tutte le garanzie del caso vogliamo ripartire. Io sono molto contento che il calcio abbia ripreso, però onestamente faccio fatica a pensare che si possa giocare a calcio, ma non si possa giocare a beach volley.  
Dovevamo ripartire all’inizio di giugno, poi alla metà di giugno, poi alla fine di giugno, e al momento attuale non abbiamo certezze. Abbiamo bisogno che le istituzioni ci diano indicazioni chiare e tempestive, anche perché la stagione estiva è ormai entrata nel vivo. 
Tutte queste sono considerazioni importanti, e poi ce n’è un’ultima, ovvero quella della “responsabilità”. Così come è stata delineata adesso, non è molto chiaro se questa responsabilità sia di tipo esteso, parliamo quindi responsabilità di carattere penale, o se debba essere ricondotta, come io penso, solo nei casi previsti dal codice penale vigente quali i casi di fattispecie dolosi, o assimilabili a colpa grave.        
Queste problematiche fanno sì che la situazione attuale non si sblocchi e quindi il clima di preoccupazione cresce in tutto lo sport italiano. Nonostante ciò, io ogni giorno sento tantissime società che vogliono ripartire, hanno un entusiasmo incredibile e noi non possiamo permettere che perdano questa passione. Posso garantire che la Federazione Italiana Pallavolo farà il massimo per premiare la loro voglia di ripartenza”.

Conclusi gli interventi i presidenti federali sono stati a disposizione delle domande dei numerosi giornalisti collegati via web alla conferenza stampa.   

Il video della conferenza è disponibile sul canale youtube della FIPAV QUI                           

Le foto della conferenza sono disponibili QUI

Uffici Stampa Fipav, Fip, Figh

 

 

La Fipav impegnata nel progetto "Disciplins": l'inclusione attraverso lo sport

Thu, 02/07/2020 - 20:32

Domani alle ore 18.30, in apertura della lezione online del Corso Nazionale per allenatori di 3° grado verrà presentato il progetto europeo "Disciplins", di cui la Fipav è partner.
Il progetto coordinato dall'università di Siviglia e che tra gli altri vede coinvolte come partner le università di Loyola (Andalusia) e Laurea (Finalndia), ha come finalità quella di creare un corso per formare figure specifiche ed esperte nel campo dell'inclusione sociale attraverso le discipline sportive.
 

Tre ricercatrici della Fondazione EBRI tra i relatori del Corso Nazionale per allenatori di Terzo Grado

Thu, 02/07/2020 - 17:08

Sabato 4 luglio dalle ore 10 alle ore 13 tre ricercatrici della Fondazione EBRIRaffaella Scardigli, Silvia Marinelli e Francesca Malerba, saranno le relatrici di uno degli eventi speciali nell’ambito del Corso Nazionale per allenatori di Terzo Grado che quest’anno come noto si sta svolgendo in modalità webinar.
Ad introdurre le tre scienziate sarà il presidente EBRI Antonino Cattaneo che spiegherà il perché è nato questo accordo di collaborazione con la FIPAV.
Entra nel vivo, dunque, la collaborazione tra la Fondazione Ebri e la FIPAV (QUI i dettagli) che ha l’obiettivo di formare e promuovere nei giovani i punti di contatto e condivisione di valori, tra questi due mondi apparentemente così distanti.
Durante il webinar si parlerà, naturalmente, di neuroscienze ma anche del parallelismo tra la ricerca scientifica e il lavoro di squadra; così come si esploreranno i punti di contatto tra il fare ricerca e le varie tipologie di allenamento.

Venerdì conferenza stampa congiunta Fipav, Fip e Figh in diretta streaming

Wed, 01/07/2020 - 17:15

La conferenza stampa congiunta in programma venerdì 3 luglio alle ore 10 in diretta dalla sede FIPAV con i presidenti Pietro Bruno Cattaneo, Giovanni Petrucci e Pasquale Loria sarà trasmessa sui canali Facebook delle tre Federazioni Sportive. Naturalmente, media e giornalisti accreditati che avranno la possibilità di intervenire accederanno con un link riservato.
I massimi dirigenti della Federazione Italiana Pallavolo, Federazione Italiana Pallacanestro e Federazione Italiana Giuoco Handball tratteranno i temi di stretta attualità e avranno il piacere di rispondere alle domande dei giornalisti.

Le Nazionali Giovanili preparano il ritorno in palestra

Wed, 01/07/2020 - 12:52

Tra poco meno di una settimana prenderà il via ufficialmente la stagione delle Nazionali Giovanili che in questa annata, fino ad ora fortemente condizionata dalla pandemia del Covid-19, saranno impegnate nei Campionati Europei di categoria al momento calendarizzati in un periodo che va dalla fine di agosto alla metà di ottobre. Quattro le squadre che giocheranno i Tornei Continentali: Under 17 e Under 19 Femminili; Under 18 e Under 20 Maschili.
Il protocollo di ripresa delle attività prevede che, in via precauzionale, tutti i componenti degli staff e atlete e atleti convocati prima del raggiungimento della sede del ritiro dovranno essere sottoposti al test sierologico per la ricerca di anticorpi del Covid-19 (IgM, IgG), il cui risultato verrà prontamente esaminato dallo staff sanitario federale. 
Successivamente tutti coloro che saranno in ritiro verranno costantemente monitorati con test periodici.
Per ciò che riguarda, invece, l’attività sportiva durante i ritiri, le squadre si atterranno alle linee guida del protocollo federale (ultima versione resa nota in data 13 giugno) e che è in costante aggiornamento tenendo conto delle disposizioni delle autorità governative nazionali.

Nazionale Under 17 Femminile
Le azzurrine del Tecnico Federale Marco Mencarelli si ritroveranno al Centro Pavesi di Milano mercoledì 8 per un primo collegiale che si concluderà sabato 25 luglio. La rassegna continentale è in programma dal 1 al 9 ottobre in Montenegro. Le convocate: Giulia Orlandi, Greta Catania, Giulia Polesello, Sara Bellia, Manuela Ribechi (Volleyro’ Casal de’ Pazzi); Viola Passaro (Fusion Team Volley); Letizia Badini (Futura Volley Giovani); Emma Barbero (River Volley Piacenza); Benedetta Marcon, Anna Piovesan (Pallavolo Strà VE); Benedetta Salviato (Agil Volley Novara); Matilde Munarini, Alice Trampus (San Donà Pool Volley Piave); Nausica Acciarri (Azzurra Volley S.Casciano); Islam Gannar (Promoball Maclodio); Giulia Ituma (Pol. San Filippo Neri); Marina Giacomello (Imoco Conegliano); Dominika Giuliani (US Pro Victoria Monza).

Nazionale Under 19 Femminile
L’attività della Nazionale Under 19 prenderà il via un paio di giorni prima rispetto alla Nazionale Pre-juniores. Le ragazze allenate da Massimo Bellano lavoreranno sempre al Centro Federale Pavesi di Milano da lunedì 6 fino al 20 luglio. I Campionati Europei si disputeranno dal 22 al 30 agosto in Bosnia ed Erzegovina e Croazia.
Queste le atlete convocate: Gaia Guiducci, Emma Graziani, Linda Nwakalor, Claudia Consoli, Beatrice Gardini, Stella Nervini, Anna Adelusi, Bintu Diop, Martina Armini (Volleyrò Casal dè Pazzi); Sofia Monza (UYBA Volley Busto Arsizio); Anna Pelloia, Giulia Marconato, Loveth Omoruyi, Emma Cagnin, Giorgia Frosini (Imoco Volley Conegliano); Maria Teresa Bassi (Promoball Maclodio); Alessia Bolzonetti (Agil Volley Novara); Silvia Sormani (Futura Volley Busto Arsizio).

Nazionale Under 18 Maschile
I ragazzi di Vincenzo Fanizza si ritroveranno a Lecce dal 6 luglio al 6 agosto per preparare al meglio l’Europeo di categoria in programma a Marsicovetere (PZ) e Lecce dal 4 al 13 settembre.
Questa la lista degli atleti convocati: Cosimo Balestra (Green Volley Francavilla); Mattia Boninfante, Edoardo Cunial (Volley Treviso); Federico Ciardo (Pallavolo Azzurra Alessano); Gabriele D’Ambrosio (Volley Parella); Stefano Dell’Osso (Trentino Volley); Ambrose Ionut (Lube Volley); Gabriele Laurenzano (Materdomini Castellana); Mattia Orioli, Lorenzo Ricci Maccarini (Robur Costa Ravenna); Alessandro Pisoni, Gianluca Rossi, Nicolò Volpe (Vero Volley Monza); Luca Porro, Marco Zoratti (Colombo Genova); Francesco Quagliozzi (Roma 7 volley); Matteo Staforini (Power Volley); Ranieri Truocchio (Modena Volley).

Nazionale Under 20 Maschile
Il 6 luglio è il giorno della partenza anche per la Nazionale Under 20 Maschile che agli ordini di Angiolino Frigoni lavorerà a Boario Terme (BS) fino al 23 luglio. Gli azzurrini disputeranno gli Europei dal 26 settembre al 4 ottobre in Repubblica Ceca. 

Questi i ragazzi convocati: Paolo Porro, Federico Crosato, Marco Vittorio Ceolin (Volley Treviso); Leonardo Ferrato, Tommaso Guzzo, Andrea Schiro, Mattia Gottardo (Pallavolo Padova); Leonardo Di Marco, Damiano Catania (Lupi S. Croce), Tommaso Stefani (Porto Robur Consar Ravenna); Alessandro Gianotti, Lorenzo Teja (Diavoli Rosa Brugherio); Rok Jeroncic (Coselli Trieste); Federico Compagnoni (Power Volley Milano); Alessandro Michieletto, Giulio Magalini (Trentino Volley); Tommaso Rinaldi (Modena Volley), Nicola Cianciotta (Materdomini Castellana). 

La nazionale pre juniores femminile al lavoro a Milano

Wed, 01/07/2020 - 10:15

Riprende anche il lavoro della Nazionale Pre Juniores Femminile in vista dei Campionati Europei di categoria, in programma dal 1 al 9 ottobre in Montenegro. Le azzurrine del Tecnico Federale Marco Mencarelli, si ritroveranno al Centro Pavesi di Milano, per un periodo di preparazione che va da mercoledì 8 fino a sabato 25 luglio.
In via precauzionale, tutto lo staff e tutte le atlete convocate, prima del raggiungimento della sede del ritiro, dovranno essere sottoposti al test sierologico per la ricerca di anticorpi del Covid-19 (IgM, IgG), il cui risultato verrà prontamente esaminato dal responsabile sanitario della squadra.
Sarà un collegiale importante quello delle ragazze di Mencarelli, necessario per preparare al meglio l’importante rassegna continentale.

Questa la lista delle atlete convocate:
Giulia Orlandi, Greta Catania, Giulia Polesello, Sara Bellia, Manuela Ribechi (Volleyro’ Casal de’ Pazzi); Viola Passaro (Fusion Team Volley); Letizia Badini (Futura Volley Giovani); Emma Barbero (River Volley Piacenza); Benedetta Marcon, Anna Piovesan (Pallavolo Strà VE); Benedetta Salviato (Agil Volley Novara); Matilde Munarini, Alice Trampus (San Donà Pool Volley Piave); Nausica Acciarri (Azzurra Volley S.Casciano); Islam Gannar (Promoball Maclodio); Giulia Ituma (Pol. San Filippo Neri); Marina Giacomello (Imoco Conegliano); Dominika Giuliani (US Pro Victoria Monza).

Pages

VNews

VolleyPlayers e Sport System hanno stretto un accordo che consente alle società iscritte al portale uno sconto extra del 5% per l’acquisto di attrezzature ed articoli per il volleyball. Dal 1979 Sport System progetta, produce, installa e commercializza in Italia e nel resto del mondo attrezzature ed articoli per la ginnastica, l’atletica, gli sport individuali e di squadra oltre ad una linea articolata di arredi ed accessori destinati ai vari locali annessi al campo di gioco quali spogliatoi, infermerie, sale stampa o sale riunione.

Volleyplayers.it, il più grande social database sulla pallavolo italiana, inaugura una nuova fase del progetto partito nel settembre 2014 e inaugura la sezione dedicata al beachvolley: si parte con il profilo “beacher” e con le schede dedicate alle Scuole di beachvolley.

Più di 1.000 players, 2.000 utenti  e più di 300 Società sportive hanno già fatto la loro scelta: essere sul database della Pallavolo più grande d'Italia. 
Potremmo darvi tanti motivi (è gratis, è una vetrina unica di promozione e visibilità, è un mercato sempre aperto,...) ma uno su tutti è l'essenza del nostro portale: "Facciamo girare la nostra Pallavolo"