Carlo Gonella

42 anni
Carlo Gonella's picture

 

Per visualizzare questa scheda devi essere registrato a VolleyPlayers.it.

 

Se sei un utente registrato effettua il login, altrimenti registrati subito.

Bastano pochi secondi e avrai accesso al più grande database sulla pallavolo in Italia.

 

 
Carlo Gonella's picture

Biografia

Allenatore

Inizio ad allenare a Perugia nelle giovanili dell'allora Sirio Despar. Finita l'università e a causa di un infortunio che non mi permette più di giocare, ritorno a Cuneo dove inizio ad allenare in alcune squadre della provincia. Mentre seguo le giovanili dell' ASD Centallo, con cui conquista due titoli nazionali u15 PGS e un under17, collaboro con la B1 femminile Libertas Cuneo, agli ordini di Max Gallo, come secondo allenatore, con cui si sfiora la A2 giocando i playoff. L'anno successivo mi ha visto occupato su tre fronti, il primo con la società Pallavolo Cervere, per cui seguo la under15 e la prima divisione, il secondo è la serie C maschile del Volley Racconigi, con cui arrivo, perdendola, alla finale playoff, mentre la prima esperienza in serie A arriva con il Bolzano di A2 allenato da Flavio Gulinelli, con cui, anche qui, si perderà contro Cagliari la finale playoff per salire in A1. Finita l'esperienza cuneese, mi sposto a gestire il settore giovanile della nascente Area0172 di Bra, e con la under17 e la under15 arrivo fino alle finali regionali, mentre arriva una tranquilla salvezza per la Serie D, composta in gran parte da giovani della u17. Il secondo anno di esperienza con Bra mi vede anche assistente e scoutman di Silvano Prandi e Camillo Placì nella Brebanca Lannutti Cuneo che vincerà la Coppa Italia e arriverà alle semifinali scudetto, perse contro la Macerata di De Giorgi. Dopo questa esperienza ricevo la chiamata di Alberto Giuliani, neopromosso dalla A2 con Corigliano, proprio nel ruolo di assistente e scoutman, insieme a Francesco Cadeddu e Vincenzo Nacci. Nella pausa per la World Cup ho la fortuna di volare in Giappone con la Nazionale Seniores Bulgara, con la quale otteniamo il 3° posto e l'accesso alle Olimpiadi di Pechino del 2008. Appena il tempo di finire il campionato di A1 e insieme a Giuliani arrivo sulla panchina di Verona, dove la BluVolley gioca i Playoff di A2. Si va a gara 5, contro Forlì che passa ma con Verona ripescata in A1. L'anno successivo sempre in A1, Verona arriva ai quarti di finale playoff e, per un punto, fuori dai playoff scudetto. Ancora uno spostamento di panchina, e si arriva a Pineto, sempre in A1 dove nonostante le mille peripezie societarie, per un breve periodo svolgo il ruolo di primo allenatore, con una schiacciante vittoria contro Modena per 3-0. Una chiamata importante quella dell'anno dopo, a Corigliano Calabro di nuovo, dove la rifondata società decide di partire dalla B1 e cercare la scalata alle categorie superiori. In B1, con Nacci come primo allenatore, si arriva al 5° posto, e l'anno dopo in A2 ci si gioca i playoff per salire, ma la semifinale viene persa. Corigliano cambia lo staff, e raggiungo la Sicilia, a Giarratana, dove la neopromossa società decide di affrontare il campionato di B1. Purtroppo le difficoltà economiche riscontrate non mi permettono di finire l'anno e a Febbraio lascio la squadra, insieme a diversi giocatori, quinta in classifica, per tornare a Corigliano. Qui mi viene affidato il settore giovanile insieme ad un altro ottimo allenatore, Giovanni Marcianò, e con la Under17 maschile riusciamo ad arrivare alla finale regionale. L'anno successivo faccio ritorno verso casa, e inizio a Busca una bella avventura nel settore femminile, di cui alleno u13 ( 7° posto in provincia su 42 squadre) , la under14 ( 5° posto ) e la under16, nella quale fanno esperienza le più piccole. Nel frattempo, seguo Mauro Barisciani come Secondo Allenatore e Scoutman in un bel campionato di B1 maschile che vede Mondovì arrivare al 5° posto, ad UN SET dai playoff per salire in A2. In questa stagione, viste le distanze da percorrere per seguire entrambe le società, ed in concomitanza con la chiusura della BreBanca Lannutti Cuneo di A1, accetto di seguire il settore maschile di Busca ed allenare la B2 e la Serie D, senza perdere di vista la under13/14, per dare continuità alle metodologie di allenamento.

Inizio ad allenare a Perugia nelle giovanili dell'allora Sirio Despar. Finita l'università e a causa di un infortunio che...

Feedback