VolleyMania

Subscribe to VolleyMania feed VolleyMania
La voce della pallavolo di Roma e del Lazio
Updated: 8 hours 53 min ago

B1F La Chromavis Abo e la “benzina nel motore”

11 hours 21 min ago

parla il preparatore atletico Massimiliano Mazzilli

Il punto della situazione con Offanengo in piena corsa per i play off quando mancano due giornate al termine della regular season. “Condizione fisica buona, continuiamo a lavorare con l’orizzonte settimanale”

OFFANENGO (CREMONA), 24 APRILE 2019 – Una squadra in salute, con una grande forza morale supportata da una notevole tenuta fisica, come testimoniano i tanti tie break vinti in un periodo importante e delicato come la parte finale della stagione. Nella grande rimonta verso i play off della Chromavis Abo c’è anche lo “zampino” del preparatore atletico Massimiliano Mazzilli, confermato quest’anno a Offanengo dopo l’ottimo lavoro della scorsa stagione.

Classe 1992, originario della Puglia e residente in Lombardia, Mazzilli ha conseguito la laurea magistrale in Scienze motorie a Milano nel ramo “Scienza, tecnica e didattica dello sport” con una tesi sulla bioimpedenziometria. Lavora nel campo della preparazione fisica, del personal training, del recupero infortuni e si occupa di formazione nel settore body composition. Attualmente è docente della didattica esercitativa per la laurea magistrale in scienze motorie presso l’eCampus University.

Innanzitutto, come ti trovi a Offanengo nel tuo secondo anno di lavoro?

“Bene, con l’arrivo di Leo Barbieri abbiamo alzato il livello di intensità e di volume del lavoro e ho trovato un allenatore sempre disponibile al confronto. Ho carta bianca nell’impostare il mio lavoro, come del resto la avevo con il suo predecessore Giorgio Nibbio. Ci sentiamo spesso per armonizzare il lavoro fisico con il lavoro tecnico. Io seguo la prima parte, più un programma differenziato specifico nel riscaldamento per le atlete reduci da infortunio”.

Siamo agli sgoccioli di questo campionato.

“E’ un bel gruppo, unito e che ci ha sempre creduto, dando il massimo anche nei momenti più bui. Poi vincere aiuta a vincere e ora siamo in corsa”.

In palio un obiettivo importante come i play off, con il terzo posto agganciato dopo una clamorosa rimonta e ora da difendere nelle ultime due partite. Come stai impostando il lavoro in questa parte conclusiva dell’annata?

“Lavoriamo sempre con il periodo settimanale come riferimento, modificando la densità del l’allenamento in base alle situazioni individuali e alle squadre da affrontare”.

Come arriva fisicamente la Chromavis Abo al momento cruciale dell’anno?

“La condizione della squadra è buona, anche Veronica Minati è in recupero. In sala pesi lavoriamo bene e vedo un entusiasmo contagioso che poi ritrovo anche in partita. Questo parallelo vale anche per i risultati dei parametri prestativi delle atlete e le loro successive performance in gara”.

Nella foto Molaschi, Massimiliano Mazzilli, preparatore atletico della Chromavis Abo

Ufficio stampa Volley Offanengo 2011

Luca Ziliani

Print PDF

A1F> Igor a Siena per gara 4

11 hours 23 min ago

Prosegue senza sosta il cammino della Igor Volley nei playoff Scudetto. Le azzurre di Massimo Barbolini sono partite per Siena, dove disputeranno alle 18.30 (diretta su Rai Sport +HD) gara 4 della semifinale con Scandicci. La serie è attualmente sul punteggio di 2-1 per le azzurre che, dopo aver perso per un soffio la prima sfida, hanno fatto valere il fattore campo favorevole in gara 2 e 3. Senza storia l’altra semifinale, con Conegliano che ha superato in tre partite Monza, perdendo un solo set, e si è qualificata così per la finalissima. Con questo risultato, la Igor Volley è già sicura di disputare anche per la stagione 2019-2020 la Champions League: sarà la quarta volta per il club azzurro.

“La serie è equilibrata e tosta, come ci aspettavamo – spiega il capitano azzurro Francesca Piccinini –. Abbiamo fatto il nostro dovere facendo valere il fattore campo e adesso andiamo a giocarci una partita molto importante a Siena. Scandicci darà il massimo perché non può più sbagliare nulla, altrettanto faremo noi perché vogliamo chiudere prima possibile questa serie e conquistare la nostra quarta finale stagionale. Per riuscirci, però, servirà una prestazione senza sbavature e di altissimo livello”.

Ufficio Stampa

Print PDF

B1F> Ultima trasferta per il Santa Teresa Volley. Si va a Palmi

11 hours 25 min ago

Si disputerà sabato 27 aprile la gara Expert Palmi – Sanitaria Si.Com Prestasì Santa Teresa, valida per la penultima giornata del campionato di volley serie B1 girone D. L’orario di inizio, le ore 18.00, è uguale per tutti gli incontri della giornata per assicurare la contemporaneità delle stesse visto che i giochi non sono ancora fatti per stabilire quali saranno le due squadre che disputeranno i play-off. La gara che vedrà opporsi calabresi e siciliane non ha molto da dire sia per le santateresine che per le reggine in quanto già salve, visto che aritmeticamente ha abbandonato la categoria il Bari, l’unico team battuto sia all’andata che al ritorno dalle rosso-blu.
Nella gara di andata fece sensazione la vittoria esterna per 2-3 delle calabresi al Palabucalo; era da circa un anno infatti che il fortino del Palabucalo non veniva violato e ci riuscirono proprio le ragazze di mister Santacaterina al quinto set per 14-16 in una rocambolesca partita nella quale le locali sotto di due set a zero erano riuscite a conquistare la parità per poi soccombere nell’ultimo set in un finale al cardiopalma. A nulla valsero i 27 punti di una stratosferica Monica Lestini, rigorosamente, come solitamente accade, best scorer di giornata.
Largo anche in questa circostanza a chi ha giocato di meno sia nelle file santateresine che in quelle calabresi; il torneo volge ormai al termine e sia negli ambienti tecnici che in quelli societari c’è solo voglia di staccare la spina dopo un anno tribolato, specie in quelli santateresini che hanno vissuto un girone d’andata da protagonisti e un girone di ritorno con medie da retrocessione.
L’addetto stampa Leotta Orazio

Print PDF

B2F> Sabato al Palabucalo la Farmacia Schulzte – Villa Zuccaro potrebbe scrivere un capitolo importantissimo

11 hours 29 min ago

Sabato al Palabucalo la Farmacia Schulzte – Villa Zuccaro, potrebbe scrivere un capitolo importantissimo della sua breve storia, centrando la promozione diretta alla serie B1, a soli 20 mesi dalla sua apparizione nello scenario Locale e Nazionale della Pallavolo Femminile. Per farlo sarà necessario battere la terza forza del campionato, quella Mediolanum Pizzo che con 47 punti è appaiata al Giarre nell’ultimo posto utile per l’accesso ai Play Off, vantando nei confronti della squadra etnea una migliore media set. Un dato importantissimo balza agli occhi: nelle ultime 11 partite 10 vittorie ed una sola sconfitta al tie break.

La squadra napitina, ben allenata dal giovane Monopoli, vanta un roster importante con nomi di categoria, quali quello della schiacciatrice Sara Speranza, delle centrali Labate e De Franco, della giovane ma promettente palleggiatrice Mercanti. Le calabresi venderanno cara la pelle, e la partita si preannuncia avvincente. Per altro il Palabucalo si presenterà gremito in ogni ordine di posti e parecchie autorità hanno dato conferma di partecipare alla partita della stagione.

Se c’è fibrillazione nell’ambiente, per contrappasso nelle ragazze dell’Amando traspare tranquillità e concentrazione. Grande impegno negli allenamenti alle dipendenze di mister Scala. Si sta lavorando sui fondamentali e sembra aver fatto bene qualche giorno di riposo concesso per il periodo pasquale. Ai nostri microfoni in sala stampa si presenta proprio l’allenatore locale che ci fornisce le sue impressioni sulla gara di sabato : “Avversario tosto, forse il peggiore che ci potesse capitare, capace di mettere sotto tutte le squadre di questo girone compresa l’Aragona. Invito a volare basso, squadra chiusa a riccio, isolata dall’ambiente esterno. Ottime individualità nelle calabresi e squadra che difende molto bene. Servirà una partita attenta, durante la quale ci saranno sicuramente dei passaggi difficili nei quali dovremo saper soffrire mantenendo la lucidità, per raggiungere quell’obiettivo, che la città e il comprensorio sognano”

Non resta che aspettare Sabato pomeriggio per vivere insieme un pomeriggio di grande sport.

Arbitreranno le Signore Rossino e Galletti

Ufficio Stampa

Print PDF

Fipav Messina: cinque giorni di grande formazione

11 hours 36 min ago

Una cinque giorni dedicata alla formazione e alla qualificazione. Ancora una volta Fipav Messina punta sui giovani e sul settore giovanile. Dal 27 aprile all’1 maggio, Messina e provincia saranno teatro di grandi appuntamenti grazie ad HdeMe, l’Accademia del Volley messinese.

Si parte sabato 27 aprile, dalle ore 16, al PalaNebiolo, con Luca Pieragnoli, responsabile dei Processi Selettivi e Pasquale d’Aniello, tecnico della Nazionale Under 16 campione d’Europa in carica che metteranno al servizio dei nostri tecnici e delle nostre atlete, in forma completamente gratuita, la loro indiscussa esperienza e professionalità.

Dal 28 al 30 aprile, invece, le strutture del Cus Unime ospiteranno uno Stage Nazionale Under 16 femminile. Lo staff del Settore Squadre Nazionali Fipav, guidato da Luca Pieragnoli (responsabile dei processi selettivi), Pasquale d’Aniello e Oscar Maghella (tecnici della Nazionale U16), nelle tre giornate di attività, visioneranno i migliori prospetti giovanili del Sud Italia. Gli allenamenti, fruibili al pubblico, si svolgeranno presso il PalaNebiolo – Via Umberto Fiore (Me) secondo il calendario qui riportato:
• Domenica 28 Aprile 2019 dalle ore 16:30 alle ore 19:30.
• Lunedì 29 Aprile 2019: Dalle ore 9:30 alle 12:00 e dalle ore 16:30 alle ore 19:00.
• Martedì 30 Aprile dalle ore 9:00 alle ore 11:30 e dalle ore 14:30 sino alle 16:30.

Contestualmente, il 29 aprile alle ore 11, presso il Castello Gallego di S. Agata di Miltello, si terrà la conferenza stampa di presentazione dell’evento che l’1 maggio, concluderà questa serie di attività, ovvero la fase finale del Trofeo dei Territori.

COMITATO TERRITORIALE FIPAV MESSINA
Via Adolfo Celi Km 4,1 – Palazzo Orione (ex S.S. 114)
98125 MESSINA
Tel. 090/363049 – Fax 090/5728514 e-mail: segreteria@fipavmessina.it web: www.fipavmessina.it

Si tratta di uno degli eventi più importante della pallavolo siciliana che quest’anno sarà organizzato a S. Agata di Militello e Brolo.

All’evento presenzierà Franco Bertoli, la “mano di pietra” del volley italiano che il 30 aprile incontrerà le selezioni messinesi in un momento di confronto sull’importante tematica del mental coaching.
“Ancora una volta – sottolinea entusiasta il presidente Fipav Messina, Alessandro Zurro – puntiamo sui giovani e lo facciamo con una cinque giorni dedicata alla formazione. Sono davvero soddisfatto di tutta l’attività che si sta svolgendo e che si svolgerà e per questo devo ringraziare lo staff Fipav Messina, un insieme di persone appassionate di volley, che in questi anni hanno dato prova della loro professionalità rendendo sempre più solida la nostra struttura organizzativa”.

Ufficio Stampa FIPAV Messina

Print PDF

Giovanile> Erice Entello Under 14 femminile campione provinciale FIPAV e PGS.

11 hours 38 min ago

In collaborazione con il Progetto Volley di Marsala abbiamo costruito un gruppo
per raggiungere l’obiettivo di campione provinciale FIPAV e ci siamo riusciti alla
grande.
Iniziato il lontano 20 ottobre 2018 e terminato il 3 aprile 2019, dopo un lungo
ed interminabile girone dove abbiamo perso una sola gara al tie breack, la prima,
e ben 12 gare vinte 3-0. Le ragazze hanno avuto una crescita esponenziale senza
trovare un avversario in grado di contrastarle e per questo motivo abbiamo
deciso di candidarci per ospitare le Finali Regionali che si giocheranno nella
palestra “Pala Cardella” di Erice e la palestra Comunale Misericordia di Valderice.
Non contenti di questo ci siamo cimentati anche nel campionato PGS U14F
conquistando lo stesso titolo che ci dà il pass per accedere alle finali regionali
Pigiessiadi che si terranno a Ragusa – Athena Resort dal 16 al 19 maggio

Ufficio Stampa

Print PDF

Giovanile> Fipav Milano: Giovani atleti in campo per le Finali di Campionato e Trofeo U13 maschile

11 hours 42 min ago

Ad Arluno le partite per l’assegnazione dei titoli territoriali
Il lungo percorso delle finali territoriali di fine stagione fa tappa ad Arluno. Sarà proprio la
società Volley Arluno ad ospitare domani le gare per l’assegnazione del Campionato e del
Trofeo U13 Maschile del Comitato Territoriale Fipav Milano Monza Lecco.
Il sipario sui campi di gioco del PalaArluno si alzerà alle 10.30 con il primo match della
giornata che vedrà Pallavolo Gsa e Asd San Massimiliano Kolbe fronteggiarsi per
conquistare il Trofeo 2019. Nella passata edizione il primo posto era andato a Gs Agliatese.
La gara per l’assegnazione del terzo posto del Trofeo tra Gonzaga Milano e Pallavolo
Missaglia non sarà disputata poiché quest’ultima formazione si è ritirata dalla
competizione.
Dopo la pausa prevista all’ora di pranzo le partite riprenderanno alle 15 con le Finali del
Campionato. Volley Milano e Vittorio Veneto Visconteo si contenderanno il terzo posto
del Campionato mentre i giovani pallavolisti di Diavoli Rosa Black e Powervolley Revivre si
sfideranno per la conquista del titolo territoriale che lo scorso anno era andato proprio ai
Diavoli Rosa.

Print PDF

A2F> Zambelli Orvieto ancora tra le migliori della serie A2 femminile

11 hours 52 min ago

ORVIETO (TR) – La storia a volte si ripete e nel caso della Zambelli Orvieto ciò significa accesso alla semifinale dei play-off, come dire ritagliarsi un posto tra le magnifiche quattro della serie A2 femminile.

Un campionato fantastico per le tigri gialloverdi che al secondo anno nella categoria sono arrivate nuovamente al penultimo atto degli spareggi che mettono in palio una promozione, estromettendo la bestia nera San Giovanni in Marignano.

Paiono senza freni le rupestri che, così come dodici mesi fa, hanno sbalordito tutti raggiungendo un traguardo davvero eccellente, che rende merito ad un gruppo di atlete molto unite e ad uno staff tecnico che ha svolto una grande mole di lavoro in palestra.

Se si eccettuano le formazioni che sono passate nella massima categoria, le orvietane sono le uniche ad essersi confermate a questo straordinario livello, segno di una costanza di rendimento che è anche frutto della crescita perseguita dalla società sportiva.

Dopo la vittoria esterna alla vigilia di Pasqua la squadra ha potuto disporre di due giorni di assoluto riposo, e sono tornate ad allenarsi martedì per cominciare a preparare il prossimo e ancor più difficile incontro.

Sarà Torino l’avversaria da affrontare in una serie che si gioca stavolta sulla distanza delle tre partite (andata, ritorno ed eventuale bella), chi vince per due volte approda alla finalissima che rappresenta l’epilogo della stagione.

A tale proposito va specificato che le date hanno subito delle variazioni, la prima sfida in terra piemontese si disputerà lunedì 29 aprile alle ore 17, la seconda in terra umbra giovedì 2 maggio alle ore 17, confermata invece l’eventuale terza che sarebbe domenica 5 maggio.

Le torinesi avranno il vantaggio di giocare in casa gara-uno, e semmai gara-tre, in virtù del miglior piazzamento di classifica che le ha viste chiudere al terzo posto mentre la Zambelli ha terminato al settimo.

Attorno al palasport Alessio Papini comincia dunque a salire la febbre per la pallavolo, la tifoseria organizzata è già in fermento per questo ulteriore appuntamento che sarà ospitato tra le mura amiche e che dà lustro alla città.

(foto Maurizio Lollini)

Alberto Aglietti

347-3409440

Ufficio Stampa

Pallavolo A.Z. Zambelli Orvieto

www.pallavoloazzambelli.com

Print PDF

Superlega> Lube: Giovedì (ore 18.00) Gara 4 di Semifinale con Trento

12 hours 20 min ago

capitan Stankovic: “Voglio tutti all’Eurosuole Forum”

E’ arrivato il momento più caldo e importante della stagione, quello in cui ogni pallone scotta e dove la spinta del pubblico può essere decisiva: giovedì (ore 18.00, diretta streaming Lega Volley Channel) all’Eurosuole Forum va in scena Gara 4 della Semifinale scudetto tra Cucine Lube Civitanova e Itas Trentino. Un match fondamentale per i cucinieri, che hanno l’occasione di staccare il biglietto per la sesta finale della loro storia, dopo aver sfiorato il passaggio del turno contro i trentini in sole tre gare. Ma questi sono i Playoff: conta soltanto la vittoria finale e servirà un Eurosuole Forum bollente per spingere gli uomini di Fefè De Giorgi verso un importantissimo traguardo stagionale, contro una Itas Trentino mai doma e capace di prolungare la serie a Gara 4.

Validi solo gli abbonamenti All-in. Biglietti disponibili, come acquistarli

Ricordiamo innanzitutto che solo gli abbonamenti All-In sono validi per assistere al match. Chi è in possesso dell’abbonamento Standard deve acquistare il tagliando di ingresso per la gara. Prevendita a gonfie vele, c’è grande entusiasmo e si preannuncia un Palas molto caldo per la sfida con Trento. Ancora alcuni biglietti in vendita online, collegandovi al sito lubevolley.vivaticket.it, oppure recandovi nei punti vendita Vivaticket in Italia. Biglietti in vendita anche all’Eurosuole Forum di Civitanova mercoledì fino alle 19.30, giovedì giorno della gara mattino 10.00-12.30 e dalle 15.00 in poi, fino ad esaurimento tagliandi. Per informazioni telefonare allo 0733-1999422 negli orari suddetti.

Alla scoperta dell’avversario Itas Trentino

Il tecnico dell’Itas Angelo Lorenzetti dovrebbe partire ancora con la diagonale Giannelli-Vettori (in alternativa l’altro opposto Nelli, spesso chiamato in causa dal tecnico fanese, al centro Lisinac-Candellaro, Kovacevic-Russell in banda, Grebennikov libero.

Parla Dragan Stankovic (capitano Cucine Lube Civitanova)

“La sconfitta di gara 3, anche se arrivata per un soffio, ci ha fatto capire ancora di più che nei Play Off conta soltanto vincere. Domani abbiamo l’occasione di chiudere la serie in gara 4 di fronte ai nostri tifosi e vogliamo sfruttare il fattore campo, conquistando l’ultimo passo insieme e con la forza del gruppo. Aspetto tanta gente all’Eurosuole Forum che ci spinga alla vittoria finale, è una delle partite più importanti della stagione e siamo concentrati e determinati per conquistare la Finale Scudetto: sarà fondamentale tenere alto il nostro livello di gioco e mettere sotto pressione gli avversari dal primo all’ultimo punto”.

Parla Uros Kovacevic (schiacciatore Itas Trentino)

“La Cucine Lube è una delle squadre più forti al mondo e lo ha dimostrato in tutte le partite giocate sino ad ora in questa serie. Gara 4 sarà quindi ancora più difficile di quella che abbiamo giocato e vinto a Pasquetta, perché giocheremo in casa dei nostri avversari dove non abbiamo mai vinto. Abbiamo però addosso tanta voglia di lottare, senza alcun tipo di timore e siamo pronti a riprovarci ancora”.

Gli arbitri di Cucine Lube Civitanova – Itas Trentino

Gara 4 della Semifinale playoff sarà diretta da Luca Sobrero di Savona e Marco Braico di Torino.

Gara numero 8 della stagione contro Trento

Dodicesima sfida nei Playoff scudetto tra le due formazioni e addirittura ottava gara stagionale: Cucine Lube sempre avanti nel bilancio 2018-2019 con 6 vittorie contro le 2 di Trento. Il conteggio totale nella storia dei due Club fa segnare il match numero 68 (35 vittorie biancorosse, 32 trentine).

Gli ex di turno

Davide Candellaro a Civitanova dal 2016 al 2018, Jenia Grebennikov a Civitanova dal 2015 al 2018, Osmany Juantorena a Trento dal 2009 al 2013, Tsvetan Sokolov a Trento dal 2009 al 2012 e nel 2013-2014.

Giocatori a caccia di record

Solo nei Play Off: Osmany Juantorena – 5 battute vincenti alle 100 (Cucine Lube Civitanova).

In Carriera: Bruno Mossa De Rezende – 12 punti ai 500 (Cucine Lube Civitanova); Uros Kovacevic – 3 muri vincenti ai 200, Gabriele Nelli – 4 battute vincenti alle 100, Aaron Russell – 3 muri vincenti ai 100 (Itas Trentino).

Come seguire Cucine Lube Civitanova – Itas Trentino

Diretta streaming Lega Volley Channel (Elevensports.it) con la telecronaca di Gianluca Pascucci. Diretta Radio Arancia Network con la radiocronaca di Fabio Petrelli e Stefano Donati. Aggiornamenti live anche sui profili ufficiali Lubevolley Instagram, Facebook e Twitter. Replica televisiva venerdì alle ore 21.00 su Arancia Television (canale 210 digitale terrestre).

UFFICIO STAMPA A.S. Volley Lube

Print PDF

Superlega> Perugia cerca il pass per la finale scudetto

12 hours 25 min ago

Quarto atto della serie di semifinale con Modena. Fischio d’inizio alle ore 16:00 e diretta Raisport in un PalaPanini sold out. Block Devils avanti 2-1 nel conto delle vittorie, in caso di affermazione si va in finale. Formazioni tipo per entrambe le squadre -

PERUGIA – In arrivo gara 4!
Si fa fatica in questo periodo a tenere il conto dei match, intanto domani pomeriggio va in scena il quarto atto della serie di semifinale scudetto con la Sir Safety Conad Perugia in campo in casa dell’Azimut Leo Shoes.
Sarà sold out il PalaPanini quando alle ore 16:00 la coppia arbitrale Puecher-Cappello fischierà il via davanti alle telecamere di Raisport.
Perugia avanti 2-1 nel conto delle vittorie in una serie che si mantiene al momento assolutamente equilibrata e spettacolare. Possibilità dunque per i Block Devils, in caso di successo domani pomeriggio, di staccare il pass per la finale scudetto.
Parte oggi pomeriggio alla volta di Modena la comitiva bianconera. Lo fa con in dote l’entusiasmo per la vittoria in rimonta di gara 3, la consapevolezza dei propri mezzi e sapendo che domani al PalaPanini sarà un’altra grande battaglia sportiva.
Domattina rifinitura nell’impianto emiliano, poi nel pomeriggio il match con i Block Devils che potranno contare, tra i cinquemila presenti, su trecento Sirmaniaci pronti a sostenerli.
Formazione tipo al via per Lorenzo Bernardi con De Cecco in diagonale ad Atanasijevic, con Podrascanin e Ricci al centro, con Lanza e Leon in posto quattro e con Colaci libero.
Formazione collaudata anche per l’Azimut Leo Shoes Modena di coach Velasco che presenterà in campo Christenson in regia con Zaytsev opposto, Holt e Mazzone al centro, Bednorz ed Urnaut in posto quattro e Rossini libero.
Difficile parlare di tecnica o tattica tra due squadre che sono alla quarta partita consecutiva in dieci giorni (la settima stagionale) e che ovviamente si conoscono a memoria per quanto riguarda pregi e difetti, traiettorie e scelte di gioco. Questi aspetti conteranno ovviamente, perché finora tutte e tre i match precedenti si sono decisi per pochi palloni e per un bagher piuttosto che un muro fatto meglio dell’avversario. Ma conteranno soprattutto la testa, l’aspetto mentale, la motivazione ed il cuore. Modena avrà dalla sua, rispetto a gara 3 l’urlo del PalaPanini, Perugia dovrà rispondere giocando palla su palla, sapendo di avere le carte in regola per recuperare i momenti dove l’avversario spingerà forte.
Dopotutto questi sono i playoff, lo spettacolo massimo che la pallavolo possa offrire. E allora che spettacolo sia!

PRECEDENTI

Ventitre i precedenti tra le due formazioni con nove vittorie di Perugia e quattordici successi di Modena. L’ultimo confronto diretto risale a lunedì per gara 3 di semifinale scudetto con vittoria di Perugia al PalaBarton 3-1 (21-25, 25-17, 27-25, 25-22).

EX DELLA PARTITA

Tre ex in campo e tutti giocano con la maglia di Modena. Sono Ivan Zaytsev a Perugia dal 2016 al 2018, Denys Kaliberda in maglia Sir nella stagione 2015-2016 e Simone Anzani a Perugia nella stagione 2017-2018.

DIRETTA TV SU RAISPORT

Il match di domani tra Modena e Perugia sarà visibile in diretta tv su Raisport HD a partire dalle ore 16:00 con il commento di Maurizio Colantoni ed Andrea Lucchetta.

PROGRAMMAZIONE SU TEF CHANNEL

Tef Channel (canale 12 della piattaforma digitale), televisione ufficiale della Sir Safety Conad Perugia, sarà al PalaPanini domani con le proprie telecamere per il consueto post partita. La replica del match andrà in onda venerdì alle ore 16:30 ed alle ore 21:30 sul canale 112.

PROBABILI FORMAZIONI:

AZIMUT LEO SHOES MONENA: Christenson-Zaytsev, Mazzone-Holt, Urnaut-Bednorz, Rossini libero. All. Velasco.
SIR SAFETY CONAD PERUGIA: De Cecco-Atanasijevic, Podrascanin-Ricci, Leon-Lanza, Colaci libero. All. Bernardi.
Arbitri: Andrea Puecher – Gianluca Cappello

UFFICIO STAMPA SIR SAFETY CONAD PERUGIA

Print PDF

Coppa Lombardia, la Finale il 25 aprile ad Arosio

Wed, 24/04/2019 - 10:22

Tutto pronto per le due gare che assegneranno giovedì 25 aprile la Coppa
Lombardia Maschile e Femminile. Come vuole ormai una tradizione
consolidata sarà nuovamente il Palazzetto dello Sport di Arosio (via Buonarroti,
6) ad ospitare la manifestazione. Alle 15 prenderà il via il match che vedrà
contrapposte Warmor Volley Gorle e Provasi Cambiate, che si contenderanno
il titolo femminile, mentre alle 17.30 scenderanno in campo Gonzaga Milano e
Adolescere Voghera per il maschile. Chiuderà la giornata la cerimonia di
premiazione delle formazioni vincitrici e dei migliori atleti in campo.
La competizione, riservata a formazione di Serie D e Serie C, è organizzata dal
Comitato Regionale Fipav Lombardia. La fase finale vede la collaborazione di
Pallavolo Arosio, con il Patrocinio del Comune di Arosio e il sostegno di Mikasa,
Kinder + Sport, Unet Energia Italiana, Tiebreaktech e Lawdis.
Lo scorso anno la Coppa Lombardia è stata vinta da Pallavolo Milano Vittorio
Veneto (maschile), che ha battuto al tie brek in finale proprio il Centro
Adolescere Voghera in corsa per la conquista della Coppa anche in questa
edizione, e Pallavolo Tradate (femminile) vittoriosa sulla Pallavolo Agrate.
Le squadre vincitrici della Coppa Lombardia parteciperanno alla Coppa delle
Alpi 2019, se indetta.
(Nelle immagini in allegato le due formazioni vincitrici della passata edizione)

Print PDF

A2M> Fonteviva: le parole e le emozioni di Montagnani e Miscione

Wed, 24/04/2019 - 10:13

Le parole di due dei protagonisti della estenuante serata di gara due. Paolo Montagnani e Mirko Miscione, a loro il compito di spiegare emozioni e motivi della gara che ha lanciato la Fonteviva nella serie decisiva per la conquista della prossima Serie A2 Credem Banca d’élite.

“Ci attendevamo una battaglia sportiva e così è stato – dice a caldo Paolo Montagnani – Approdiamo a quella che a tutti gli effetti è una finale e ci giochiamo la promozione nella prossima A2 élite con Lagonegro. E’ stata una grande partita. Ortona ha avuto una bellissima reazione dal terzo set ci ha fatto capire quanto avevamo giocato bene in casa loro e quanto abbiamo giocato bene nei primi due set a Livorno. Forse due tra i migliori parziali giocati quest’anno, davvero di altissimo livello. Sono felice per quello ma poi ci siamo complicati la vita nel terzo set. Abbiamo avuto tre o quattro palle break che non abbiamo sfruttato e lì ci siamo innervositi. Abbiamo quindi avuto frenesia di risolvere velocemente la questione. Invece avevamo bisogno di freddezza e pazienza. Dal canto loro Marks ha fatto una grande gara ed a tratti ci ha messo alle corde. Alla fine siamo stati bravi a risolvere di squadra. Sul 9-12 nel tie break ho chiesto ai ragazzi di risolvere di squadra, con battuta in campo e correlazione muro-difesa, e non individualmente. Diamo appuntamento ai nostri tifosi per il 1 maggio perché alla Bastia ci si gioca la prossima A2”.

Serie molto particolare quella con Ortona soprattutto per il grande ex Mirko Miscione a cui al termine di gara due abbiamo chiesto le emozioni vissute in questo doppio confronto.

“Ad Ortona ho vissuto il primo anno in Serie A2 e quindi è logico che sia rimasto legato a quella squadra. Diciamo che ho vissuto questa doppia sfida con il cuore diviso a metà ma siamo professionisti e quando poi scendi in campo certe cose le metti da parte. E’ stata una gara strana. Nei primi due set abbiamo giocato molto bene. Nel terzo parziale, però non siamo riusciti a giocare con la mente libera, non siamo riusciti a staccare definitivamente Ortona e ci siamo innervositi. Come noi siamo calati loro allo stesso tempo hanno acquisito sicurezza e fiducia. Per fortuna alla fine siamo riusciti comunque ad avere la meglio ed adesso ce la vedremo con Lagonegro. Un altro turno difficile. Loro sono un’ottima squadra ed il loro campo è sempre difficile da affrontare. Noi, però, abbiamo dimostrato di esserci e di potercela giocare fino in fondo”.

Ufficio Stampa

Print PDF

Giovanile> Fipav Brescia: ultimi ritocchi prima del Volley del Garda

Wed, 24/04/2019 - 10:08

Due allenamenti per i ragazzi di Luca Antonini e Alessio Baroncini giovedì e sabato a Cazzago e Azzano Mella, una giornata intera al Polivalente Raffaello di Brescia per le ragazze di Claudio Bianchin, Francesca Cò ed Erika Squassina.
L’intesa all’interno dei gruppi sta aumentando e c’è tanta voglia di misurarsi con altre formazioni: l’ultima partita ufficiale dei maschi risale al Trofeo Città di Mantova di dicembre mentre le femmine hanno giocato a gennaio al trofeo della Befana in Valle Camonica.
Poi lo stop a causa dell’infittirsi del calendario territoriale, con le fasi finali dei campionati giovanili.
Il responsabile della Selezione maschile e dell’organizzazione del Volley del Garda, Giovanni Pezzaioli, è sicuro: “Qualunque sia il risultato delle nostre squadre, il Torneo è comunque una vittoria: i ragazzi e le ragazze si divertono e migliorano, facendo esperienze importanti in vista del Trofeo dei Territori di giugno. Sono sicuro che portare i colori di Brescia non abbia prezzo, un’esperienza unica che i ragazzi si ricorderanno per anni”.
Nonostante l’assenza di elementi importanti, le due formazioni del nostro territorio possono fare bene, portando avanti la serie di ottimi risultati degli ultimi anni.
Il ritrovo è alle ore 9 presso il Pala George di Montichiari, alle 10.30 sfida nel maschile con Mantova e nel femminile con Verona.

Selezione maschile: Belpietro, Biemmi, Corradini, Dalbon, Donandoni A., Donadoni F., Frignani, Ghirardi, Lazzari, Lusardi, Pasini, Pinna, Ravera, Togni, Zaniboni.

Staff selezione maschile

LUCA ANTONINI – Selezionatore

ALESSIO BARONCINI – Assistente selezionatore

GIOVANNI PEZZAIOLI – Dirigente responsabile del Comitato

Selezione femminile: Alberti, Beduschi, Bendotti, Bergamaschi, Bossini, Danesi, Gavezzoli, Grammatica, Martina, Okonofua, Rocchi, Salamone, Sandrini, Scaluggia, Tosi, Villa.

Staff selezione femminile

CLAUDIO BIANCHIN – Selezionatore

FRANCESCA CO’ – Assistente selezionatore

ERIKA SQUASSINA – Assistente selezionatore

GIULIANA PASOLINI – Dirigente responsabile del Comitato

PAOLO BIASIN – Dirigente responsabile del Comitato

Allego la locandina dell’evento, realizzata da una brava artista bresciana (Giulia Maccaboni, TimeOut Stories).

Foto: Daniele Bianchin

Daniele Bianchin

Resp. Comunicazione Fipav BS

Print PDF

A1F> La Saugella Monza interrompe la corsa tricolore in Semifinale: passa Conegliano

Wed, 24/04/2019 - 10:03

Grande prova delle monzesi nel primo set, incapaci però di contenere il rientro delle venete nel secondo e terzo set: Conegliano si aggiudica la serie 3-0.

Imoco Volley Conegliano – Saugella Monza 3-1 (22-25, 25-20, 25-19, 25-14)
imoco Volley Conegliano: Hill 15, De Kruijf 20, Wolosz, Sylla 6, Folie 5, Fabris 19, De Gennaro (L), Danesi 4, Lowe 4, Tirozzi 3, Moretto, Bechis. Non entrate: Fersino, Rodriguez. All. Santarelli.
Saugella Monza: Hancock 3, Ortolani 16, Adams 5, Orthmann 10, Melandri 4, Buijs 13, Arcangeli (L), Bianchini 1, Begic, Devetag. Non entrate: Bonvicini, Balboni, Facchinetti. All. Falasca.

NOTE

Arbitri: Frapiccini Bruno, Canessa Maurizio

Durata set: 26′, 27′, 31′, 26′; Tot: 2h01′.

Imoco Volley Conegliano: battute vincenti 3, battute sbagliate 12, muri 10, errori 26, attacco 44%
Saugella Monza: battute vincenti 3, battute sbagliate 7, muri 11, errori 21, attacco 30%

Impianto: Palaverde di Villorba (TV)

Spettatori: 4131

MVP: De Kruijf (centrale Conegliano)

VILLORBA (TV), 23 APRILE 2019 – Il sogno Scudetto della Saugella Monza finisce in Gara 3 della Semifinale della Samsung Volley Cup A1 femminile 2018/2019. Ad accedere alla Finale sono le campionesse d’Italia in carica dell’Imoco Volley Conegliano, che vincono anche il terzo incontro con le monzesi passando in rimonta davanti al pubblico di casa del PalaVerde. Una Saugella però molto diversa rispetto alle prime due sfide contro le venete, che interrompe la sua corsa verso il tricolore a testa alta grazie ad una prestazione di carattere e qualità. Monza approccia il match con la giusta determinazione, ritrovando nelle sue bocche da fuoco (Ortolani, Buijs e Orthmann) punti di riferimento costanti per bucare la difesa di casa. Il servizio funziona a dovere, con Hancock e Ortolani a fare male, Melandri e Adams salgono sugli scudi al centro, guidando le loro alla conquista del gioco. Dall’andamento del secondo gioco sembra che per Monza sia la serata giusta per riaprire la serie, ed invece sul più bello arriva la reazione delle padrone di casa, che salgono di velocità in fase d’attacco e vanno a segno con Fabris e Hill. Le lombarde accusano il colpo perdendo secondo, terzo parziale e la continuità del primo gioco ma non mettono da parte il cuore. L’allungo di Conegliano nel prologo di quarto set non impedisce infatti a Monza di provarci con tutte le forze. Alla fine però la spunta l’imoco che, con una scatenata De Kruijf (20 punti di cui 6 muri), chiude set, gara e qualificazione. Per la Saugella la stagione termina qui. Una stagione comunque da ricordare.

LE DICHIARAZIONI POST PARTITA
Miguel Angel Falasca (allenatore Saugella Monza): “Grande soddisfazione per una stagione molto bella, con una coppa vinta in Europa ed un quarto posto in regular season ottenuto. Abbiamo avuto un inizio difficile nei Play Off ma poi siamo riusciti a superare Busto con grinta e qualità. Volevamo fare di più in questa serie Semifinale, decisa nel finale di secondo e terzo set in cui siamo stati un po’ imprecisi nelle fasi calde. La squadra però ha dimostrato di avere cuore, fino alla fine. Più che Gara 2 direi che in Gara 1 non siamo riusciti ad esprimere la nostra pallavolo, soprattutto in attacco e in battuta. Gara 2 loro hanno giocato molto bene in tutti i fondamentali. Oggi invece abbiamo difeso molto, risultando più continui e giocando il nostro volley. Abbiamo toccato tanto a muro e servito bene: gli abbiamo creato più problemi. Peccato non esserci riusciti in Gara 1″.
Francesca Devetag (centrale Saugella Monza): “Siamo entrate in campo con grinta, con pazienza e cuore dopo aver perso due gare di fila. Non abbiamo rimpianti, visto che è stata una grande stagione. Una stagione che ci ha fatto crescere, sia individualmente che di squadra, per guardare in alto e poter essere sempre più uniti con la società”.
Anne Buijs (schiacciatrice Saugella Monza): “Abbiamo provato a spingere forte, partendo molto bene nel primo set, ma poi il nostro livello d’attacco è un po’ calato. Sono molto felice per come ha giocato la squadra e per come siamo arrivati fin qui. Le prime due gare abbiamo perso male, ma oggi abbiamo fatto qualcosa in più: purtroppo non è bastato”.

LA CRONACA IN BREVE
PRIMO SET
Break Saugella Monza grazie all’errore di De Kruijf dai nove metri e al muro di Hancock su Sylla, 3-1. Conegliano firma il pari con Fabris e passa avanti con Folie e grazie alla pipe out di Orthmann (5-3). Il muro di Melandri su Hill e due sbavature delle padrone di casa valgono il sorpasso Saugella, 6-5. Si viaggia sull’equilibrio fino al 7-7, poi Buijs e l’errore di Folie portano avanti Monza (9-7). Con un filotto di tre punti le venete tornano avanti, 11-10, ma le lombarde tengono il passo, rimettendo il naso avanti, 12-11. Punto a punto (14-14), poi ace di Orthmann e murodi Adams su Sylla, 16-14 e Santarelli chiama la pausa. Attacco vincente di Buijs, errore di Fabris e Monza scappa, 18-15. Punto di Sylla, ace di Tirozzi ma Buijs tiene avanti la Saugella (19-17). Muro di Melandri su Hill e le lombarde mantengono il break (21-19), che Fabris spezza dopo il mani fuori di Orthmann (22-21). Folie risponde ad Ortolani (23-22 Saugella), ma è Monza a chiudere il gioco 25-22 grazie ad Ortolani e all’errore di Wolosz.

SECONDO SET
Inizio punto a punto (3-3), poi muro di De Kruijf su Melandri e giocata vincente di Fabris, 5-3 Imoco. Le padrone di casa mantengono il break (6-4), ma la Saugella non cala nonostante i tentativi di allungo delle venete guidati da Fabris (7-6). Conegliano scappa con Hill (9-6), ma la Saugella torna a meno uno con Adams e Buijs, 9-8. Buijs e l’errore di Hill valgono la parità per le monzesi, e set che prosegue punto a punto fino al 13-13. Conegliano scappa con Hill (15-13), Monza insegue con Orthmann (15-14) ma due errori non gli consentono di acciuffare la parità e Falasca chiama time-out (17-14 per le venete). Ortolani tiene in corsa le sue prima con un attacco vincente e poi con un muro (20-18) ma De Kruijf guida le sue all’allungo, 22-18 e Falasca chiama time-out. Muro di Ortolani su Hill e questa volta è Santarelli a chiamare la pausa sul 23-20 per le sue. Fabris e Hill chiudono il gioco 25-20 per Conegliano.

TERZO SET
Giocata di Orthmann dopo l’cce di Ortolani ed il primo tempo vincente di Adams e la Saugella parte forte, 3-1. De Kruijf guida le sue alla parità (3-3), poi break Monza, 5-3. Le lombarde tengono la testa avanti con Buijs e grazie all’errore di Sylla (8-4). Fabris a segno, Folie mura Buijs e Conegliano si rifà sotto (8-7). Orthmann e Ortolani piazzano due punti consecutivi (10-7), poi un errore al servizio per parte ed il punto di Ortolani accompagnano il gioco sul 13-9 Monza e Santarelli chiama la pausa. Alla ripresa del gioco Fabris e Hill riportano Conegliano a meno uno, 13-12 e Falasca chiama a raccolta le sue. Buijs tiene avanti la Saugella (16-14), ma Conegliano pareggia e sorpassa complici due errori monzesi e la giocata di Tirozzi (17-16). La Saugella aggancia e mette la freccia con Hancock e Buijs (18-17), ma arriva il controsorpasso Conegliano con Fabris e Danesi (ottimo turno al servizio di Tirozzi) e Falasca chiama time-out sul 20-18 Imoco. Finale tutto per le padrone di casa, che accelerano con Hille Fabris, chiudendo il set, 25-19.

QUARTO SET
Break Conegliano con l’ace di Hill ed il muro di De Kruijf su Adams, 4-2. Le padrone di casa volano sul 7-4 con l’ottimo turno al servizio di Wolosz, ma Monza reagisce con Ortolani (7-5). Hill e Fabris, però, portano Conegliano sul 9-5 e Falasca chiama la pausa. Le lombarde tentano di non uscire dal set appoggiandosi alle giocate di Buijs, ma Hill inizia a martellare forte, spingendo le padrone di casa all’allungo, 13-7 e Falasca chiama la pausa. Conegliano guida nel punteggio, Monza perde brillantezza e lucidità offensiva degli altri set ma ci mette comunque il cuore per tentare di ricucire il gap (16-12) e Santearelli chiama time-out. Alla ripresa del gioco De Kruijf si fa sentire sia in attacco che a muro (20-12). Ortolani tenta di dare una scossa alla Saugella (22-13) ma è troppo tardi. Conegliano vince set, 25-14 e gara 3-1.

Ufficio Stampa

Print PDF

A1F> Igor, il D.G. Marchioni fa chiarezza sul caso cinque straniere

Wed, 24/04/2019 - 09:59

Nel corso del match di lunedì 22 aprile 2019, gara tre della serie di semifinale Scudetto, tra Novara e Scandicci, la Igor Volley si è trovata per un paio di scambi a schierare in contemporanea cinque atlete straniere su sette, una in più di quanto consenta il regolamento. A far chiarezza, anche in virtù delle polemiche nate sui social network nelle ore successive al match, è il d.g. azzurro Enrico Marchioni: “Si è verificato sicuramente un problema, ovviamente in quel frangente non è stato rispettato il vincolo legato al numero minimo di italiane da schierare in campo, tre. E’ una situazione che era già capitata in gara 1 di questa semifinale, a Siena, quando Scandicci si era trovata a sua volta a mettere in campo una formazione non regolare poiché composta da cinque straniere e due sole italiane. La stranezza sta nel fatto che il sistema che comanda il referto elettronico e i tablet con cui si richiede il cambio, non abbiano funzionato correttamente. Ci sarebbe dovuto essere un blocco che non ci consentisse il cambio e altrettanto sarebbe dovuto accadere in gara uno a Siena: la stessa situazione ci era capitata a Verona, nelle finali di Coppa Italia, e in quel caso il sistema aveva correttamente bloccato il cambio che il nostro allenatore aveva impostato erroneamente al tablet. Quando si lavorava con sistema manuale, gli allenatori, gli arbitri e il refertista prestavano molta più attenzione ma ora, con la tecnologia a disposizione, si pensava che bastasse il controllo effettuato dal sistema, invece qualcosa si è evidentemente inceppato. Bisogna capire cosa sia successo ma questo, che si tratti di una forzatura manuale o di un bug nel sistema di rilevazione del referto elettronico, lo valuteranno i tecnici responsabili”.

Ora, per il club, stante un ricorso che sarebbe effettuato da Scandicci a fine match, il rischio è quello di una multa: “A livello regolamentare, il ricorso che sarebbe stato presentato da Scandicci dovrebbe produrre una multa per irregolarità nel cambio, anche se non mi sento di incolpare la nostra panchina: il sistema avrebbe dovuto bloccare il cambio se tutto avesse funzionato correttamente. In determinati momenti del match si è sotto pressione e può capitare una svista. Sarebbe toccato al sistema non autorizzare il cambio. Di certo non è stata una scorrettezza voluta, primo perché i “mezzucci” non fanno parte del nostro stile e secondo perché, come detto, ogni errore viene prontamente “bloccato” dal sistema. In questo caso non è accaduto, come non era accaduto a Siena in gara 1”.

Ufficio Stampa

Print PDF

Samsung Volley Cup: L’Imoco Volley Conegliano è la prima finalista dei Play Off!

Wed, 24/04/2019 - 09:33

In Gara-3 la Saugella Team Monza si arrende sul 3-1 al Palaverde. Giovedì 25 aprile prosegue la serie tra Scandicci e Novara

L’Imoco Volley Conegliano è la prima finalista dei Play Off Scudetto 2018-2019. Le campionesse d’Italia in carica chiudono in tre gare la serie di semifinale della Samsung Volley Cup contro la Saugella Team Monza: dopo aver vinto per 3-0 i due incontri precedenti, questa volta le pantere devono rimontare un set di svantaggio, ma davanti agli oltre 4000 spettatori del Palaverde riescono a imporsi per 3-1, conquistando la quarta finale della loro storia. Le gialloblu suggellano così una stagione in cui la squadra di Santarelli è arrivata in fondo a tutte le competizioni a cui ha partecipato, mentre per la Saugella termina un’annata comunque storica.

L’Imoco reagisce nel modo migliore a un primo set ricco di errori (10) e di murate subite, piazzando il break decisivo sul 17-14 del secondo parziale; il terzo set, il più combattuto, si sblocca solo sul 20-18, mentre il quarto è un monologo di Conegliano. La squadra di casa mette in mostra un’eccezionale Robin De Kruijf, premiata a fine gara come MVP (20 punti con 6 muri per la centrale); sopra le righe anche Samanta Fabris e Monica De Gennaro. Per la Saugella Team Monza l’ultima ad alzare bandiera bianca è Serena Ortolani, top scorer ospite con 16 punti.

La cronaca. Rispetto a gara 2 Conegliano schiera Folie al centro al posto di Danesi, mentre la Saugella sceglie Buijs in diagonale con Orthmann. Monza prova a farsi sentire in avvio con il muro di Hancock (1-3), ma sbaglia troppo in attacco e viene superata sul 5-3. Ortolani e Buijs si riscattano regalando alle ospiti il break del 7-9, neutralizzato però da Fabris (11-10). A dispetto delle spettacolari difese dell’Imoco (13-12), è la Saugella a spezzare di nuovo l’equilibrio con un ace di Orthmann e un muro di Adams per il 14-16. L’errore di Fabris concede l’allungo alle monzesi (15-18), ma Conegliano si riavvicina subito con l’ace di Tirozzi; da qui si procede sul filo del cambio palla (19-21, 20-22) finché Ortolani si procura due set point. Un errore di misura di Wolosz regala a Monza il 22-25 e il primo set dell’intera serie di semifinale.

Conegliano approccia il secondo set con altri due errori, ma Fabris e Sylla si fanno presto perdonare (5-3). Le venete provano a scappare con Hill (9-6); Buijs però le contiene in attacco e a muro, e l’attacco out della statunitense vale il pari (11-11). Sono gli errori di Monza a riportare avanti le pantere: sbagliano Melandri (14-12), Buijs e Adams (17-14). Conegliano prende fiducia, piazza l’ace del 20-16 con Fabris e va in fuga con De Kruijf e Hill (23-18). Ci pensa poi ancora Fabris a vincere la resistenza della Saugella e chiudere il set al primo tentativo: 25-20.

Nel terzo set la Saugella parte ancora bene sul servizio di Ortolani (1-3), e allunga sul 4-8 approfittando di una serie di errori avversari. Conegliano non trova la misura dai nove metri (8-11) e Ortolani ne approfitta per il 9-13, ma nel momento più difficile De Kruijf e Hill accorciano di nuovo le distanze (12-13). La rimonta si completa con l’attacco out di Ortolani e Tirozzi mette la freccia: 17-16. L’appassionante testa a testa si sblocca grazie alla neoentrata Danesi, che mette a terra il pallone del 20-18 facendo esplodere il Palaverde; Falasca chiama time out, ma sul turno di battuta della stessa Danesi sono Fabris e Hill a sigillare il vantaggio dell’Imoco (23-19). Il muro di Fabris e l’errore di Melandri mettono subito fine al parziale sul 25-19.

Santarelli conferma Danesi per il quarto set, mentre Falasca sceglie Devetag per Melandri. L’Imoco trova subito il break sul servizio di Hill (4-2), che poi mette a segno anche l’attacco del 6-3. Un micidiale uno-due di Fabris costringe al time out Monza (9-5), poi è Hill a confezionare il 13-8: la strada è in discesa per Conegliano. Orthmann spara fuori l’attacco del 16-9, le gialloblu concedono qualcosa di troppo ma poi sale in cattedra De Kruijf: due attacchi e due muri consecutivi per il parzialone che porta fino al 22-12! La partita è ormai in archivio e a suggellare il trionfo delle gialloblu è l’attacco vincente di Tirozzi per il 25-14.

Monica De Gennaro (libero Imoco Volley Conegliano): “Non è facile recuperare energie fisiche e mentali giocando ogni due giorni, e oggi si è vista un po’ di stanchezza. Monza è una buona squadra e lo ha dimostrato, noi siamo state brave a rimanere attaccate alla partita finché loro sono calate. Conosciamo bene le difficoltà di questi playoff: anche se nelle partite precedenti può essere sembrato tutto facile, in realtà abbiamo avuto sempre bisogno di concentrazione e aggressività, e appena abbiamo mollato un attimo ci hanno ripreso”.

Miguel Angel Falasca (allenatore Saugella Team Monza): “C’è grande soddisfazione per una stagione molto bella, con una coppa vinta in Europa ed un quarto posto in regular season ottenuto. Volevamo fare di più in questa serie di semifinale, decisa nel finale di secondo e terzo set in cui siamo stati un po’ imprecisi nelle fasi calde. La squadra però ha dimostrato di avere cuore, fino alla fine. Più che in Gara 2 direi che in Gara 1 non siamo riusciti ad esprimere la nostra pallavolo, soprattutto in attacco e in battuta. Oggi invece abbiamo difeso molto, risultando più continui e giocando il nostro volley. Abbiamo toccato tanto a muro e servito bene: gli abbiamo creato più problemi. Peccato non esserci riusciti a Monza”.

Giovedì 25 aprile alle 18.30 nuovo appuntamento con la Samsung Volley Cup: si gioca Gara-4 tra Savino Del Bene Scandicci e Igor Gorgonzola Novara, in diretta dal PalaEstra di Siena su Rai Sport + HD.

IL TABELLINO
IMOCO VOLLEY CONEGLIANO – SAUGELLA TEAM MONZA 3-1 (22-25 25-20 25-19 25-14) – IMOCO VOLLEY CONEGLIANO: Hill 15, De Kruijf 20, Wolosz, Sylla 6, Folie 5, Fabris 19, De Gennaro (L), Danesi 4, Lowe 4, Tirozzi 3, Moretto, Bechis. Non entrate: Fersino, Rodriguez. All. Santarelli. SAUGELLA TEAM MONZA: Hancock 3, Ortolani 16, Adams 5, Orthmann 10, Melandri 4, Buijs 13, Arcangeli (L), Bianchini 1, Begic, Devetag. Non entrate: Bonvicini, Balboni, Facchinetti. All. Falasca. ARBITRI: Frapiccini, Canessa. NOTE – Spettatori: 4131, Durata set: 26′, 27′, 31′, 26′; Tot: 110′.

LVF TV
La Samsung Volley Cup è su LVF TV, la web-tv ufficiale della Lega Pallavolo Serie A Femminile. Tutte le partite in diretta e on demand, highlights, interviste e format originali dedicati agli abbonati. Tutte le informazioni su www.lvftv.com.

PLAY OFF SCUDETTO
IL TABELLONE
(1) Imoco Volley Conegliano – (4) Saugella Team Monza 3-0
(2) Igor Gorgonzola Novara – (3) Savino Del Bene Scandicci 2-1

IL PROGRAMMA DELLE SEMIFINALI
Gara-1
Giovedì 18 aprile, ore 20.30 (diretta Rai Sport + HD)
Savino Del Bene Scandicci – Igor Gorgonzola Novara 3-2 (25-16 15-25 25-17 23-25 15-12)
Venerdì 19 aprile, ore 20.30 (diretta LVF TV)
Saugella Team Monza – Imoco Volley Conegliano 0-3 (16-25, 14-25, 16-25)

Gara-2
Sabato 20 aprile, ore 18.00 (diretta Rai Sport + HD)
Igor Gorgonzola Novara – Savino Del Bene Scandicci 3-1 (27-25 25-18 23-25 25-19)
Domenica 21 aprile, ore 20.30 (diretta Rai Sport + HD)
Imoco Volley Conegliano – Saugella Team Monza 3-0 (25-19 25-12 25-22)

Gara-3
Lunedì 22 aprile, ore 16.00 (diretta Rai Sport + HD)
Igor Gorgonzola Novara – Savino Del Bene Scandicci 3-2 (14-25 25-22 23-25 25-18 15-11)
Martedì 23 aprile, ore 20.30 (diretta Rai Sport + HD)
Imoco Volley Conegliano – Saugella Team Monza 3-1 (22-25 25-20 25-19 25-14)

Gara-4
Giovedì 25 aprile, ore 18.30 (diretta Rai Sport + HD)
Savino Del Bene Scandicci – Igor Gorgonzola Novara

Ev. Gara-5
Sabato 27 aprile, ore 20.30 (diretta Rai Sport + HD)
Igor Gorgonzola Novara – Savino Del Bene Scandicci

LA FORMULA
I quarti di finale (1^ vs 8^, 4^ vs 5^, 2^ vs 7^, 3^ vs 6^) si sono disputati al meglio delle tre gare, con Gara-1 sul campo della peggiore classificata e Gara-2 e l’eventuale spareggio sul campo della squadra meglio classificata.

Le semifinali, con accoppiamenti da tabellone, si disputeranno al meglio delle cinque gare con Gara-1 e l’eventuale Gara-4 in casa della peggiore classificata e Gara-2, Gara-3 e l’eventuale Gara-5 sul campo della squadra meglio classificata.

La finale si disputerà anch’essa al meglio delle cinque gare, con Gara-1 e l’eventuale Gara-4 sul campo della peggiore classificata e Gara-2, Gara-3 e l’eventuale Gara-5 sul campo della squadra meglio classificata.

Print PDF

A2F> Zambelli Orvieto in estasi, Valeria Mucciola è fiduciosa

Wed, 24/04/2019 - 09:29

ORVIETO (TR) – Sono terminate le brevi ferie della Zambelli Orvieto che ha osservato assoluto riposo a Pasqua e Pasquetta, godendosi il bel risultato colto nei quarti di finale dei play-off per la promozione.

È una serie A2 femminile che non smette di stupire e nella quale le tigri gialloverdi cominciano ad essere una costante di riferimento per tutte le protagoniste della categoria, se n’è accorta a sue spese San Giovanni in Marignano che ha dovuto cedere loro il passo.

Adesso la squadra rupestre può guardare avanti con rinnovato ottimismo e con la consapevolezza di aver acquisito una mentalità positiva che può rivelarsi determinante, lo dimostrano le ultime vittorie esterne.

C’è chiaramente soddisfazione all’interno del gruppo e la vice palleggiatrice Valeria Mucciola lo testimonia: «San Giovanni in Marignano era un campo difficile ed ostico, siamo partite consapevoli di avere di fronte una squadra di buon livello, ma altrettanto determinate e fiduciose di poter portare la vittoria a casa. Ci siamo allenate duramente ed abbiamo studiato l’avversaria affrontandola come fosse una partita a scacchi. È importante curare tutti i dettagli nei play-off, quando giochi con una stessa squadra più volte sono quelli a fare la differenza. Eravamo tutte pronte».

Le attestazioni di merito e le congratulazioni con il club e con le atlete hanno riempito di orgoglio ogni componente dell’organico che adesso cerca di recuperare tutte le energie per poter affrontare gli ultimi impegni della stagione.

«Essere arrivate in semifinale è stata una grande gioia ed una grande soddisfazione, adesso cercheremo di fare altrettanto bene contro Torino. Abbiamo già ripreso gli allenamenti dopo aver riposato solo domenica e lunedì. Quella piemontese è una squadra ben attrezzata con molte atlete di ottimo livello, ma noi non siamo da meno. Siamo due formazioni competitive, credo che la voglia di vincere e la concentrazione saranno l’ago della bilancia in questa serie».

Tra qualche giorno comincia la serie della semifinale, per la Zambelli Orvieto sarà la seconda volta, ci sarà dunque un pizzico di esperienza in più a disposizione del gruppo che ha già conquistato un grande traguardo ma non si vuole fermare.

(foto Maurizio Lollini)

Alberto Aglietti

347-3409440

Ufficio Stampa

Pallavolo A.Z. Zambelli Orvieto

www.pallavoloazzambelli.com

Print PDF

Superlega> PERUGIA – Le emozioni della pallavolo, le emozioni dei playoff scudetto!

Tue, 23/04/2019 - 15:14

Solo chi c’era, ed erano quattromila, ieri sera al PalaBarton può capire in pieno di cosa si parla e che concentrato di sussulti è stata gara 3 di semifinale scudetto tra la Sir Safety Conad Perugia e l’Azimut Leo Shoes Modena.
L’hanno portata a casa i Block Devils 3-1, portandosi di nuovo avanti nella serie che mette in palio un posto in finale. Ma, se provate a chiedere al pubblico chi se l’aspettava sull’1-1 e sotto 10-19 nel terzo, troverete davvero poche adesioni.
“Questa è una serie di playoff incredibile, mi sto divertendo una sacco perchè si gioca ad altissimi livelli, magari con degli errori, ma è tutto veramente bello”. È Max Colaci, guida spirituale e della seconda linea bianconera a parlare. “Ieri è stata una sfida difficilissima, il terzo set è stato uno dei più incredibili e intensi che abbia mai giocato nel quale ci abbiamo messo del nostro prima noi, poi a seguire anche loro. Ma sono sicuro che la gente si sia divertita”.
Alla fine sicuramente, durante quell clamoroso terzo set le palpitazioni probabilmente avevano il sopravvento.
Resta la vittoria per Perugia, che soprattutto nei playoff conta più di tutto. Resta il fattore campo difeso. Resta la consapevolezza che Modena è osso durissimo e che dopodomani al PalaPanini per gara 4 (con fischio d’inizio alle ore 16:00 e diretta Raisport) sarà un’altra battaglia per cuori forti. Ancora Colaci.
“A Modena sarà difficile ed è giusto così in una semifinale scudetto. Mantenere il vantaggio del fattore campo nei playoff è fondamentale, ma non possiamo aspettare di giocare solo in casa, dobbiamo cercare di andare da loro e vincere. Sarà dura è chiaro perchè loro se perdono sono fuori ed il palazzetto sarà ancora più caldo di qualche giorno fa. Noi sicuramente dovremo essere un po’ più continui se vogliamo provare a batterli”.
Oggi la squadra sosterrà un allenamento fisico e di scarico, perchè le fatiche di questo ultimo periodo (8 partite negli ultimi 24 giorni tra playoff scudetto e semifinali di Champions) si fanno sentire ed è fondamentale recuperare sia nella testa che nel corpo. Poi domani seduta tecnica e partenza per Modena. Dove giovedì andrà in scena il quarto atto di questa romanzesca serie!

UFFICIO STAMPA SIR SAFETY CONAD PERUGIA

Print PDF

A2M> Ortona sfiora l’impresa a Livorno. Alla fine è A3

Tue, 23/04/2019 - 14:57

Non riesce alla SIECO di ribaltare la situazione in quel di Livorno, che
mette in campo di nuovo una prova altalenante sebbene migliore rispetto
a quella di giovedì. Il cammino impavido finisce dunque ai quarti di
finale, rimane il rimpianto di non essere stati in grado di tenere botta
durante la regular season e riuscire ad accaparrarsi quella manciata di
punti in più che avrebbero significato la permanenza in Serie A2.
Sebbene si tratti di un regolamento ben chiaro sin dall’inizio della
stagione il cammino dei bianco-azzurri non può essere definito proprio
“da retrocessione”. La SIECO si è classificata SESTA nel girone blu, che
nella “classifica avulsa” la fa precedere addirittura la quinta del
girone bianco. In un giorno triste come questo, i Tifosi Impavidi
possono dunque aggrapparsi ancora ad una speranza di ritrovare i propri
beniamini al loro posto nella prossima stagione. Grazie al buon
piazzamento nella Stagione Regolare, il sestetto ortonese godrebbe dei
migliori privilegi per rientrare a far parte della storica Serie A2, nel
caso che alla Lega Pallavolo dovessero averne bisogno. È stata una gara
di grossa sofferenza con la SIECO capace di ribaltare una partita che
ormai era perduta (2-0) fino ad essere in vantaggio 11-13 nel TIE-BREAK
e nonostante questo incapaci di mettere a terra due palle decisive, che
avrebbero allungato la serie con la “Bella” da disputare in campo amico.
Non c’è storia per gli Impavidi nei primi due set, letteralmente
schiacciati dal muro dei livornesi e fortemente penalizzati da una
ricezione che proprio non va e che va ad inficiare poi tutto il lavoro
della fase offensiva, che risulta, di conseguenza scadente. Di contro le
percentuali degli avversari sono alte e la SIECO soccombe. Poi la
ripresa terzo e quarto set con la SIECO che ha dimostrato di essere
tutt’altra squadra, anche se sempre a corrente alternata. Ad un allungo
seguiva una fase di calo dove gli avversari si rifacevano sotto ma tutto
sommato, grazie anche ad un paio di ingenuità (finalmente) degli
avversari la gara sembrava raddrizzata. La beffa, amara e cocente arriva
però al tie-break. Impavida sempre avanti, sempre. Addirittura avanti
11-13 e a soli due punti dalla vittoria, incredibilmente la SIECO si
spegne. La ricezione torna a soffrire, gli attacchi si fanno inefficaci,
il muro degli ospiti ha tutta la tranquillità di andare sul sicuro e il
match si chiude 14-16. E così le luci del palazzetto, giovedì 25
rimarranno spente. Troppo tardivo il risveglio della SIECO e con una
parte finale da dimenticare forse più della parte iniziale del match.
Appuntamento dunque alla prossima stagione sportiva, per quanto riguarda
la pallavolo giocata. Grazie a tutti i tifosi che anche in questo
campionato ci hanno seguiti con affetto

PRIMO SET. Padroni di casa che confermano il sestetto che già ha avuto
ragione sugli impavidi: Jovanovic al palleggio e De Santis opposto.
Paoli e Miscione al centro, Zonca e Wojcik di banda e Pochini libero.
Formazione confermata che per Nunzio Lanci con in campo il Capitano
Andrea Lanci e Marks opposto. Al centro ci saranno Menicali e Simoni
mentre schiacciatori Ogurčák e Fiscon. Si alterneranno nel ruolo di
Libero Toscani, in ricezione e Pesare in fase di copertura. La prima
palla è tra le mani di Menicali. È subito Zonca, tuttavia a trovare il
punto 0-1. Arriva il primo errore al servizio ed è di Marks 2-1. Primo
break per Livorno che con Wojcik porta il punteggio sul 4-2. Ace, errore
di Fiscon vale il 5-3. Fermato Ogurčák, 7-4. Come se non bastasse, anche
la fortuna è dalla parte dei padroni di casa, una palla colpisce
dall’alto la rete e sorprende l’incolpevole Ogurčák 9-4. Out l’attacco
di Marks che sbatte contro la rete ed esce 10-4. Out l’attacco di De
Santis 10-6. Ancora muro su Marks 12-7. Out la pipe di Fiscon 13-7. Out
il servizio di Marks 14-8. Ogurčák gestisce una palla difficilissima nel
migliore dei modi 15-10. Free-ball Livorno che sfrutta l’occasione
17-11. Il muro ortonese non riesce a prendere le misure sugli attaccanti
di Livorno 18-12. Ace di De Santis su Toscani che valuta male una palla
che sarebbe finita fuori 20-13. Ancora Zonca affonda il colpo, dopo che
la SIECO non riesce ad attaccare con forza ma solo con un innocuo
pallonetto 21-13. Ricezione ortonese ancora in forte difficoltà su una
bomba di Zonca dai nove metri, il gioco non può essere pulito e quindi
ancora punto per Livorno 22-14. Ace per Zonca 24-14. Murato ancora il
tentativo di pallonetto di Marks ed il primo set finisce 25-14.

SECONDO SET. Si riparte e la SIECO deve cambiare registro ad ogni costo.
Il primo punto di questo secondo parziale ha la firma di Marks 0-1.
L’invasione di Wojcik manda Ortona sullo 0-2. Il pallonetto di Wojcik è
invece efficace 2-3. Ace ancora ace per Livorno che con Wojcik pareggia
i conti 4-4. Arriva il punto in diagonale per De Santis ed è vantaggio
Livorno 6-5. Zonca la tira fuori, strano 6-6. Fischiata una spinta ai
padroni di casa 6-7. 8-7, punto per Zonca che passa sul muro da
posizione difficile. Errore in ricezione per Fiscon, ancora una
free-ball per Livorno 9-7. Out il servizio di Simoni, dall’altra parte
Zonca fa ACE e quindi 11-8. Il muro toglie le mani e De Sanctis passa in
pallonetto 12-9. Murato Menicali 14-10. Ancora out l’attacco di Marks
15-10. Marks fa muro che sbatte sul corpo dell’avversario 15-13.
Menicali mette in difficoltà la ricezione di Livorno, Sorrenti chiude
15-14. Out il servizio di Wojcik 17-15. Finalmente ace per Marks 17-16.
Marks spara fuori la schiacciata che poteva valere il pari 18-16. Errore
in ricezione per la SIECO, nulla può Lanci e Livorno sfrutta la free
ball 19-16. Ogurčák ha buon gioco sul muro 20-18. Primo tempo ben
giocato da Livorno che si avvia verso la chiusura anche di questo
secondo et 22-18. Errore per Ogurčák, che arriva stremato su una palla
che finisce sulla rete 23-18. Il muro ortonese non contiene ed è ancora
set ball per Livorno che chiude subito con un primo tempo di Jovanovic:
25-19.

TERZO SET. Si rientra in campo con il morale sotto i tacchi, a
differenza di quello dei padroni di casa. Tocca il muro ortonese e mette
fuori tempo Pesare: 1-0. Non riesce la SIECO a finalizzare una azione
lunga ed elaborata, alla fine il punto è per gli avversari 2-2. Il muro
di Livorno frena Menicali, Livorno attacca out ma Toscani ci mette la
mano 3-2. Ace per Marks 3-5. Secondo ace per Marks 3-6. Sorrenti tiene a
distanza gli avversari 4-7. Marks la spara fuori ma per fortuna il muro
tocca 4-8. Trova la Magia Marks, che finalmente fa vedere qualche colpo
4-9. Altra azione bella, intensa e prolungata ma sempre a favore di
Livorno 7-10. Murato Ogurčák 8-10. De Santis non contiene Marks 9-12.
Fermato Marks a muro 11-12. Ace per Zonca ed è 13-13. Out l’attacco di
Sorrenti 15-14. Primo tempo tutta potenza di Michele Simoni 16-16.
Finalmente arriva un muro impavido, Menicali trova il pari 17-17. Zonca
attacca senza muro una palla difficilissima ed è ancora 18-17. L’attacco
di Livorno attacca due volte sull’asta così la SIECO si ritrova avanti
18-19. Fischiata una doppia a Paoli 18-21. Sorrenti la butta giù 19-23.
La SIECO vede la fine del set a due passi. Ancora ace di Zonca,
micidiale 21-23. Il tocco del muro salva la SIECO che guadagna un
set-ball 21-24. Marks regala speranze alla SIECO, ace e set aggiudicato
21-25.

QUARTO SET. Zonca riprende il bombardamento dai nove metri 1-0. Sorrenti
firma il sorpasso 1-2. Marks fa il 4-2 giocando un mani-out. Ace,
ennesimo ace per Livorno 5-5. Palla toccata dal muro e punto per Marks
5-7. Arriva il muro della coppia Ogurčák/Menicali 5-8. Non riesce un
difficilissimo recupero a Simoni che corre fino a fondo campo 6-9. Palla
di Marks contro la rete 7-9. Errore/Orrore per De Santis, che non da la
forza giusta ed il suo pallonetto rimane nella sua parte del campo 8-10.
Fischiata una trattenuta a Livorno 8-12. Ace per Ogurčák, 9-14. Ancora
Ace per lui 9-15. Errore di Menicali al servizio 11-16. Ace di Paoli
13-16. Out l’attacco di Loglisci 14-18. Murato Marks 16-18. Mani out per
Zonca 17-19. Out la pipe di Fiscon 19-19. Passa Marks 20-21. Zonca la
tira sulla rete 21-22. Out De Santis 21-23. Il muro di Marks regala 3
punti set alla SIECO 21-24. Out il primo set-ball … con il servizio di
Menicali. Ed è Marks che tira la bomba del pareggio. 2-2 e si va al
TIE-BREAK

QUINTO SET: La prima palla è per i padroni di casa ma il primo punto è
di Marks 0-1. Ancora Marks, con un mani-out 0-2. Zonca gran palla 2-2.
Ace per Marks 2-4. Ace fortunoso per Paoli la palla è stoppata dalla
rete 4-4. Marks è di nuovo Marks 4-6. Muro per Ogurčák 4-7. Errore per
Fiscon che la spedisce in rete 5-7. Cambio campo quando la SIECO conduce
5-8. In campo la schiacciata di De Santis 6-8. 8-8 grazie ad un ace di
Zonca. Ogurčák riesce a passare 9-10. Marks trova la punta delle dita
del muro 9-11. Fischiata una “seconda linea” a Livorno 9-12 per un muro
che non poteva essere fatto. Murato Marks 11-12. Ha buon gioco l’opposto
tedesco sul muro dei padroni di casa 11-13. Efficace il muro di Livorno
13-13. Out il servizio di Loglisci 13-14. Out Marks, 14-14. Non è un
buon gioco quello della SIECO, la ricostruzione è faticosa, nulla può
Sorrenti che subisce il muro e la SIECO viene condannata alla
“riclassificazione” in serie A3.

Uno sconsolato Giancarlo Pesare: «Perdere una gara così fa male. Fa
davvero male. Eravamo riusciti a raddrizzare la partita e proprio quando
eravamo pronti a farla nostra, la fortuna ci ha voltato le spalle. Ho le
lacrime agli occhi. È un vero peccato»
Uno sconsolato Giancarlo Pesare: «Perdere una gara così fa male. Fa
davvero male. Eravamo riusciti a raddrizzare la partita e proprio quando
eravamo pronti a farla nostra, la fortuna ci ha voltato le spalle. Ho le
lacrime agli occhi. È un vero peccato»

Acqua Fonteviva Apuana Livorno – Sieco Service Impavida Ortona 3-2
(25-14 / 25-19 / 21-25 / 22-25 / 16-14)

Sieco Service Impavida Ortona: De Waard n.e., Simoni 3, Pesare (L),
Berardi n.e. Lanci S. n.e., Toscani (L), Gaetano n.e, Sorrenti 5, Lanci
A., Marks 35, Fiscon 6, Ogurčák 9, Menicali 7. Allenatore: Lanci N.

Acqua Fonteviva Livorno: Briglia, Loglisci 1, Grieco, Miscione 11, Paoli
18, Zonca 23, Bacci (L), Minuti, Wojcik 6, Pochini (L), Jovanovic 3, De
Santis 15, Facchini, Maccarone. Allenatore: Montagnani

Durata Set: I (22’), II (30’), III (30’), IV (27’), V(22’) Durata
Totale: 2h 11’
Ace: Ortona 8 – Livorno 12 Errori Al Servizio: Ortona 13 – Livorno
17 Muri Punto: Ortona 9 – Livorno 15 Arbitri dell’Incontro: a
Alessandro Rosi (IM) e Rachela Pristenà (TO)


Ufficio Stampa Sieco Service Impavida Ortona

Print PDF

Superlega> Vero Volley Monza: si chiude la stagione 2018-2019

Tue, 23/04/2019 - 14:53

Cala il sipario sulla quinta stagione in SuperLega della Vero Volley Monza: uno sguardo ai traguardi raggiunti, con il pensiero già rivolto alla prossima annata sportiva.

MONZA, 23 APRILE 2019 – Si chiude un’altra stagione, la quinta consecutiva nella SuperLega Credem Banca, per la Vero Volley Monza. Una stagione positiva, con momenti esaltanti e anche qualche record, non solo personale. La prima squadra maschile del Consorzio Vero Volley, guidata per la prima volta dal tecnico Fabio Soli, ha infatti fatto registrare un’annata sportiva di qualità, impreziosita non solo dall’approdo, alla prima esperienza assoluta in Europa, alla Finale della CEV Challenge Cup 2019, persa contro Belgorod nella gara di ritorno dopo il successo firmato all’andata, ma soprattutto dall’emozionante cavalcata che è valsa l’accesso, per la seconda volta nella sua storia, ai Play Off Scudetto.

La Vero Volley ha firmato il maggior numero di vittorie da quando è in SuperLega (13) ed il minor numero di sconfitte (13), impreziosendo il suo cammino con il successo in Gara 2 dei Quarti di Finale sui campioni d’Italia di Perugia, costretti a giocare la decisiva Gara 3 prima di staccare il biglietto per la Semifinale. In mezzo a questi risultati importanti, ripercorrendo le giornate, della stagione 2018/2019 rimarranno la vittoria a Perugia ottenuta in Campionato 3-2 (unica sconfitta della squadra perugina in casa nella stagione regolare), oltre a quella del Pala Panini di Modena contro l’Azimut 3-1. Gioie ma anche qualche piccolo rimpianto, come quella della mancata qualificazione per un soffio alla Final Four della Del Monte® Coppa Italia, sfumata nelle Marche, ai vantaggi del tie-break, contro Civitanova. Monza in Campionato ha dato filo da torcere a chiunque, facendo soffrire alla Candy Arena proprio i marchigiani, oltre che Trento, vincenti solo al termine del quinto set.

Per Monza, dunque, la quinta annata sportiva nella massima serie del volley nazionale termina con tanti buoni propositi in vista della prossima. E non solo. Perché al momento i monzesi sono protagonisti anche nella storia della SuperLega. Monza-Civitanova di questa stagione è stata la gara che ha fatto registrare il maggior numero di ace nel Campionato (32), mentre Monza-Trento è il match che è durato di più nell’era del Rally Point System con 2 ore e 45 minuti di gioco. Numeri che certificano una crescita, oltre all’ambizione di voler fare, ogni anno, un piccolo passo in avanti per migliorarsi sempre di più.

VIDEO – EMOTIONS VERO VOLLEY MONZA

https://www.youtube.com/watch?v=XebILnoRWng

I NUMERI DELLA STAGIONE
IN SUPERLEGA
Partite giocate: 26 (13 vittorie, 13 sconfitte)
Partite casalinghe: 13 (5 vittorie, 8 sconfitte)
Partite in trasferta: 13 (8 vittorie, 5 sconfitte)
Punti al termine della regular season: 39 (8a posizione)
Punti dopo il girone di andata: 20 (6a posizione)
Punti dopo il girone di ritorno: 19 (8a posizione)
Vittorie per 3-0: 2
Vittorie per 3-1: 8
Vittorie per 3-2: 3
Sconfitte per 2-3: 3
Sconfitte per 1-3: 5
Sconfitte per 0-3: 5
NUMERI DI SQUADRA
Punti totali: 1.666 – 4° posto (103 set giocati, 16,17 punti/set, 606 break point), 1° posto Siena con 1737
Ace: 163 – 4° posto (103 set giocati, 1,58 ace a set), 1° posto Perugia con 245
Muri vincenti: 247 – 2° posto (103 set giocati, 2,40 a set), 1° posto Verona con 274
NUMERI INDIVIDUALI
Top scorer: Donovan Dzavoronok 395 punti (26 gare, 98 set disputati, 4,03 punti a set) 8° posto, primo Petkovic di Sora con 590 punti.
Top ace: Oleh Plotnytskyi 48 ace (22 gare, 77 set disputati) 4° posto, primo Leon di Perugia con 48 ace.
Top muro: Viktor Yosifov 70 muri (25 gare, 93 set disputati) 2° posto, primo Solè di Verona con 73 muri.

COPPA ITALIA
NUMERI DI SQUADRA
Punti totali: 76 punti – 5° posto (5 set giocati, 15,20 punti/set, 25 break point), 1° posto Civitanova con 223.
Ace: 11 ace – 5° posto (5 set giocati, 2,20 ace a set), 1° posto Perugia con 28.
Muri vincenti: 8 muri – 6° posto (1 set giocati, 1,60 a set), 1° posto Civitanova con 32.
NUMERI INDIVIDUALI
Top scorer: Amir Ghafour 29 punti (1 gara, 5 set disputati, 5,80 punti a set) 9° posto, primo Sokolov di Civitanova con 67 punti.
Top ace: Donovan Dzavoronok 8 ace (1 gara, 5 set disputati) 2° posto, primo Leon di Perugia con 9 ace.
Top muro: Amir Ghafour 4 muri (1 gara, 5 set disputati) 6° posto, primo Simon di Civitanova con 14 muri.

CEV CHALLENGE CUP
Partite giocate: 10 (8 vittorie, 2 sconfitte)
Partite casalinghe: 5 (4 vittorie, 1 sconfitta)
Partite in trasferta: 5 (4 vittorie, 1 sconfitta)
Vittorie per 3-0: 5
Vittorie per 3-1: 2
Vittorie per 3-2: 1
Sconfitte per 2-3: 1
Sconfitte per 1-3: 0
Sconfitte per 0-3: 1
NUMERI DI SQUADRA
Punti totali: 601 – 1° posto (36 set giocati), 2° posto Belgorod con 597
Ace: 43 – 5° posto, 1° posto SC Portugal Lisboa con 58
Muri vincenti: 112 – 1° posto, 2° posto Belgorod con 94
NUMERI INDIVIDUALI
Top scorer: Donovan Dzavoronok 139 punti (10 gare, 33 set disputati, 4,21 punti a set) 1° posto, secondo Wallace di SC Portugal Lisboa con 106 punti.
Top ace: Oleh Plotnytskyi 9 ace (7 gare, 21 set disputati, 0,43 a set) 12° posto, primi Kaatrasalo di Savo Volley Kuopio e Wallace di SC Portugal Lisboa con 13 ace.
Top muro: Viktor Yosifov 27 muri (10 gare, 33 set disputati, 0,82 a set) 1° posto, secondo Honore di Sport Lisboa e Benfica con 22 muri.

Ufficio Stampa

Print PDF

Pages

VNews

VolleyPlayers e Sport System hanno stretto un accordo che consente alle società iscritte al portale uno sconto extra del 5% per l’acquisto di attrezzature ed articoli per il volleyball. Dal 1979 Sport System progetta, produce, installa e commercializza in Italia e nel resto del mondo attrezzature ed articoli per la ginnastica, l’atletica, gli sport individuali e di squadra oltre ad una linea articolata di arredi ed accessori destinati ai vari locali annessi al campo di gioco quali spogliatoi, infermerie, sale stampa o sale riunione.

Volleyplayers.it, il più grande social database sulla pallavolo italiana, inaugura una nuova fase del progetto partito nel settembre 2014 e inaugura la sezione dedicata al beachvolley: si parte con il profilo “beacher” e con le schede dedicate alle Scuole di beachvolley.

Più di 1.000 players, 2.000 utenti  e più di 300 Società sportive hanno già fatto la loro scelta: essere sul database della Pallavolo più grande d'Italia. 
Potremmo darvi tanti motivi (è gratis, è una vetrina unica di promozione e visibilità, è un mercato sempre aperto,...) ma uno su tutti è l'essenza del nostro portale: "Facciamo girare la nostra Pallavolo"

Feedback