Volleyball.it

Subscribe to Volleyball.it feed Volleyball.it
Dal 2000 tutta la pallavolo italiana e internazionale
Updated: 8 hours 37 min ago

Europei: Le altre 7 partite della 4° giornata. Debutta Leon, rimonta clamorosa della Bielorussia sulla Finlandia

Sun, 15/09/2019 - 23:49

MODENA – Panoramica sulle altre 7 partite della 4° giornata degli Europei maschili.

Pool A (a Montpellier)
Portogallo – Francia 0-3 (11-25, 20-25, 23-25)
Top Scorer: Bruno Cunha 9, Alexandre Ferreira 9, Lourenco Martins 7; Boyer 17, Lyneel 11, K. Tillie 10, Le Goff 10.
Terza vittoria per 3-0 per i padroni di casa che si presenteranno dunque alle sfide con Bulgaria e Italia senza set al passivo. Il match di oggi è scorso via piuttosto liscio (67% in att., 9 muri e 7 ace per la formazione di coach Tillie) presentando qualche difficoltà solo nel set conclusivo quando il Portogallo è rimasto in corsa sino al 22-22. Un ace di Boyer ha creato il break decisivo (22-24) ed i lusitani hanno poi fallito il contrattacco del possibile 24-24.

Classifica Pool A: Francia 3v-0p 9p, Bulgaria 3v-0p 9p, Italia 3v-0p 9p, Grecia 0v-3p 0p, Portogallo 0v-3p 0p, Romania 0v-3p 0p.


Pool B (a Bruxelles)

Spagna – Belgio 0-3 (17-25, 21-25, 14-25)
Top Scorer: V. Rodriguez Perez 10, Villena 8, Colito 6, J. M. Gonzalez 6; Deroo 21, T. Rousseaux 11, Tuerlinckx 10, Van De Voorde 7.
Trascinato dai 21 punti di Deroo (80% in att., 4 muri, 1 ace, 0 err. e 0 murate in att.!) il Belgio conquista la sua terza vittoria e resta in testa alla classifica del girone.

Serbia – Slovacchia 3-0 (25-19, 25-20, 25-21)
Top Scorer: U. Kovacevic 17, Krsmanovic 11, Ivovic 11, Luburic 10; M. Patak 12, Michalovic 8, Lux 7.
Kovac lascia inizialmente a riposo Atanasijevic, Petric e Podrascanin, ma nonostante le percentuali modeste di Luburic (39% di vinc. e 6% di eff. in att.) la sua Serbia batte comunque 3-0 la Slovacchia (inizialmente a riposo Michalovic) e resta a punteggio pieno.

Classifica Pool B: Belgio 3v-0p 8p, Serbia 2v-0p 6p, Slovacchia 2v-1p 5p, Spagna 0v-2p 1p, Germania 0v-2p 1p, Austria 0v-2p 0p.

Pool C (a Lubiana)
Bielorussia – Finlandia 3-2 (13-25, 17-25, 30-28, 25-22, 15-13)
Top Scorer: Udrys 21, Miskevich 11, Busel 10, Charapovich 9, Antanovich 7; Sivula 20, Siltala 15, Siirila 14, Ronkainen 10, Kaurto 8.
Dopo essere stata travolta nei primi 2 parziali e dopo aver inseguto per tutto il terzo set (3-8 al primo time-out tecnico, 13-16 al secondo e 20-23 nel finale), la Bielorussia annulla 5 match point alla Finlandia e completa una rimonta sensazionale che potrebbe valere l’accesso agli ottavi di finale. Decisivi gli ingressi dalla panchina di Burau, Tsiushkevich, Antanovich, Udrys (top scorer del match) e Charapovich.

Turchia – Slovenia 0-3 (28-30, 16-25, 23-25)
Top Scorer: Gungor 13, Lagumdzija 10, Ulu 6; T. Urnaut 16, Gasparini 12, Pajenk 9, Cebulj 8.
La Slovenia di Giuliani impiega qualche minuto a carburare (9-4 per la Turchia in avvio di primo set) poi sale di livello e trascinata dagli attacchi di Urnaut (78% di vinc. e 72% di eff.) e dai sempri redditizi turni di battuta di Kozamernik batte 3-0 un’ostica Turchia che si arrende solo in volata nel primo e nel terzo set.

Classifica Pool C: Slovenia 3v-0p 9p, Russia 3v-0p 9p, Finlandia 1v-2p 4p, Turchia 1v-2p 3p, Bielorussia 1v-2p 2p, Macedonia del Nord 0v-3p 0p.

Pool D (a Rotterdam)
Olanda – Polonia 0-3 (19-25, 18-25, 19-25)
Top Scorer: Abdel-Aziz 19, Van Garderen 8, Ter Horst 5; Leon 12, Muzaj 10, Bieniek 10, Kubiak 8, P. Nowakowski 7.
Nonostante i 19 punti col 59% in att. dell’ottimo Abdel-Aziz l’Olanda di Piazza, oggi troppo fallosa in battuta (20 err. con soli 3 ace), non riesce mai ad impensierire la favoritissima Polonia che quest’oggi ha fatto debuttare nell’europeo l’atteso Leon: l’ex-cubano è stato comunque poco servito in attacco (8 su 12, 0 murate, 1 err.) anche se grazie a 3 muri e 1 ace è risultato comunque il top scorer dei suoi con 12 punti. Ottima la prova a muro del team di Heynen: 11 vincenti contro i soli 4 degli olandesi. Da segnalare l’ottima affluenza di pubblico: 11000 spettatori.

Rep. Ceca – Estonia 3-0 (25-18, 34-32, 28-26)
Top Scorer: Hadrava 23, Dzavoronok 15, Zajicek 12, Galabov 11; Taht 17, Kollo 12, Kreek 9, Aganits 7.
Tradita nuovamente dall’opposto Teppan (3 punti, 3 murate e 1 errore su 14 attacchi) l’Estonia vede ridursi ulteriormente le chance di passare il primo turno. Trascinata da Hadrava e Dzavoronok la Rep. Ceca si impone 3-0 spuntandola all’undicesima palla set nel secondo set e alla prima nel terzo (doppio ace di Hadrava) dopo aver annullato 3 set point.

Classifica Pool D: Polonia 2v-0p 6p, Olanda 2v-1p 6p, Rep. Ceca 1v-1p 3p, Montenegro 1v-1p 3p, Ucraina 1v-1p 3p, Estonia 0v-3p 0p.

L'articolo Europei: Le altre 7 partite della 4° giornata. Debutta Leon, rimonta clamorosa della Bielorussia sulla Finlandia proviene da Volleyball.it.

Europei: Giannelli “Dobbiamo rivedere qualcosa soprattutto in difesa”

Sun, 15/09/2019 - 23:37

MONTPELLIER – Le dichiarazioni azzurre dopo il successo sulla Romania.

Simone Giannelli, regista azzurro: “Sono contento per come stanno andando le cose, soprattutto per le vittorie. Ora abbiamo un altro giorno di riposo che ci aiuterà. Sappiamo che la difficoltà principale di un torneo molto lungo come questo è proprio la durata, ma non siamo qui per cercare alibi. Tutti siamo nelle stesse condizioni e sappiamo cosa dobbiamo fare. Dobbiamo migliorare, lavorare e crescere. Ci sarà da rivedere qualcosa soprattutto in difesa contro squadre come Bulgaria e Francia. Il ritmo lo stiamo acquisendo gara dopo gara; è fisiologico, ci alleniamo davvero poco e situazioni come quella di oggi ci stanno. E’ normale, è un Europeo e il livello di gioco è notevole. Tutti stanno perdendo qualche set per strada. Noi dobbiamo solo pensare a noi e fare del nostro meglio perché ci sarà da lottare”.  

Filippo Lanza, schiacciatore: “Abbiamo disputato un’altra bella gara, non è semplice affrontare questo tipo di squadre contro le quali non giochiamo molto spesso. Noi siamo stati bravi a giocare concentrati, peccato solo per il terzo set che gli abbiamo lasciato. E’ normale avere delle volte dei momenti un po’ così ma devo dire che nel quarto set ci siamo rifatti subito e abbiamo messo nuovamente la partita sui binari giusti. Sono felice di aver giocato e aver dato il mio contributo in questa partita. Mi sento bene e perfettamente a mio agio in queste situazioni. Finalmente arrivano le gare toste, non vedevamo l’ora di trovarci a questo punto. Noi vogliamo sempre confrontarci con i migliori, quindi ben vengano partite così. Sarà emozionante e bello, non vediamo l’ora. L’Europeo è un torneo molto affascinante e duro, ma che regala sempre grandi emozioni”.    

L'articolo Europei: Giannelli “Dobbiamo rivedere qualcosa soprattutto in difesa” proviene da Volleyball.it.

Europei: Zaytsev “Gran feeling con la battuta, efficaci a muro e difesa”

Sun, 15/09/2019 - 23:22

MONTPELLIER – Le dichiarazioni azzurre dopo il successo sulla Romania.

Gianlorenzo Blengini, ct azzurro: “Oggi nel terzo set ci è mancata un po’ di cattiveria, loro poi hanno cercato di fare un po’ meno errori, a noi sono sfuggiti dei palloni in difesa che invece erano gestibili. In sostanza in quel parziale siamo mancati un po’, ma va bene lo stesso; volevamo arrivare a questo punto con tre vittorie e lo abbiamo fatto. Adesso ce la vedremo con due squadre molto forti. Noi abbiamo effettuato la nostra preparazione con l’obiettivo di arrivare a queste partite nella migliore condizione possibile dopo il torneo di qualificazione olimpica. Affronteremo due squadre che se giocano al massimo del loro livello esprimono una pallavolo di primissima qualità. La Bulgaria nel Torneo Preolimpico ad esempio ha espresso un livello di pallavolo davvero molto alto. Ci aspettano due partite molto difficili, ma come sempre ne affronteremo una alla volta quindi al momento ci concentreremo sulla Bulgaria. Tra l’altro domani in programma c’è Francia-Bulgaria quindi avremo delle indicazioni in più”.

Ivan Zaytsev, capitano azzurro:Oggi siamo stati parecchio ispirati in battuta, è piacevole sentirsi così in confidenza con un fondamentale. Questo ci ha permesso di essere particolarmente efficaci anche nella fase muro- difesa e naturalmente tutto il sistema di gioco ne ha beneficiato. Abbiamo trovato un buon ritmo sin dall’inizio. Ora ci aspetta il doppio confronto con Bulgaria e Francia che ci darà importanti indicazioni, una doppietta di sfide toste e decisive che ci diranno realmente come stiamo a metà competizione. Nel terzo set la Romania ha cambiato qualcosa, mentre noi ci abbiamo messo un po’ di tempo per trovare le contromisure. Ci può stare di perdere un set in partite come queste perché di fronte abbiamo sempre delle avversarie che non regalano mai nulla”.

 

L'articolo Europei: Zaytsev “Gran feeling con la battuta, efficaci a muro e difesa” proviene da Volleyball.it.

Dubai: Savani vince la Supercoppa

Sun, 15/09/2019 - 22:53

DUBAI – Cristian Savani, 37 anni, ha vinto la Super Coppa con la sua nuova squadra il Shabab Al Ahli (Dubai). La partita, giocata sabato tra il Shabab al Ahili e Al Ain, è finita 3-1 per la squadra di Savani.

L’ex azzurro ha segnato 18 punti.

 

L'articolo Dubai: Savani vince la Supercoppa proviene da Volleyball.it.

Asiatici M.: Terminata la prima fase a gironi. Vittoria a sorpresa dell’Australia sull’Iran

Sun, 15/09/2019 - 22:07

TEHRAN – Si è chiusa quest’oggi la prima fase a gironi dei Campionati Asiatici maschili.
L’unico risultato a sorpresa è stato il successo dell’Australia sull’Iran nel big-match della Pool A mentre in tutte le altre partite hanno vinto le formazioni favorite.
Domani è prevista l’unica giornata di riposo della manifestazione mentre il 17 e 18 settembre si giocheranno le partite dei gironi della seconda fase.

Pool A
Qatar – Sri Lanka 3-0 (25-21, 25-14, 25-15)
Top Scorer: a seguire.

Iran – Australia 1-3 (25-22, 23-25, 21-25, 21-25)
Top Scorer: a seguire.

Classifica: Australia 3v-0p 8p, Iran 2v-1p 6p, Qatar 1v-2p 4p, Sri Lanka 0v-3p 0p.

Pool B
Taipei Cinese – Giappone 1-3 (15-25, 18-25, 26-24, 21-25)
Top Scorer: a seguire.

Hong Kong – Thailandia 1-3 (25-22, 13-25, 20-25, 21-25)
Top Scorer: a seguire.

Classifica: Giappone 3v-0p 9p, Taipei Cinese 2v-1p 6p, Thailandia 1v-2p 3p, Hong Kong 0v-3p 0p.

Pool C 
India – Oman 3-1 (22-25, 25-12, 25-21, 25-19)
Top Scorer: a seguire.

Cina – Kazakhstan 3-0 (25-23, 25-19, 25-20)
Top Scorer: a seguire.

Classifica: Cina 3v-0p 9p, India 2v-1p 5p, Kazakhstan 1v-2p 4p, Oman 0v-3p 0p.

Pool D
Kuwait – Pakistan 1-3 (19-25, 25-20, 22-25, 16-25)
Top Scorer: a seguire.

Korea – Indonesia 3-0 (25-22, 25-19, 25-20)
Top Scorer: a seguire.

Classifica: Korea 3v-0p 9p, Pakistan 2v-1p 5p, Indonesia 1v-2p 4p, Kuwait 0v-3p 0p.

Formula
Le prime due di ogni pool alle Pool E ed F (1°-8° posto), le ultime due alle Pool G ed H (9°-16° posto). Poi quarti di finale, semifinali e finali dal primo al sedicesimo posto.
Le prime 8 (escluso il Giappone già qualificato a Tokyo) si qualificano per il torneo di qualificazione olimpica di gennaio 2020.

Le classifiche della seconda fase
Pool E
Cina 1v-0p 3p
Australia 1v-0p 3p
Iran 0v-1p 0p
India 0v-1p 0p

Pool F
Korea 1v-0p 3p
Giappone 1v-0p 3p
Taipei Cinese 0v-1p 0p
Pakistan 0v-1p 0p

Pool G
Qatar 1v-0p 3p
Kazakhstan 1v-0p 3p
Oman 0v-1p 0p
Sri Lanka 0v-1p 0p

Pool H
Thailandia 1v-0p 3p
Indonesia 1v-0p 3p
Kuwait 0v-1p 0p
Hong Kong 0v-1p 0p

L'articolo Asiatici M.: Terminata la prima fase a gironi. Vittoria a sorpresa dell’Australia sull’Iran proviene da Volleyball.it.

Europei: La photogallery esclusiva di Italia-Romania

Sun, 15/09/2019 - 22:04

MONTPELLIER –  La photogallery esclusiva di Daniela Tarantini da Montpellier  di Italia-Romania.

www.danielatarantini.it
www.danielatarantini.com

[See image gallery at www.volleyball.it]

L'articolo Europei: La photogallery esclusiva di Italia-Romania proviene da Volleyball.it.

Balkan Cup F.: Il THY Istanbul vince il trofeo e diventa la grande favorita per la Challenge Cup

Sun, 15/09/2019 - 19:05

ISTANBUL – Anche senza la nazionale Buijs il THY Istanbul vince agevolmente come da pronostico la Balkan Cup e si qualifica per il 2° turno preliminare della Challenge Cup, coppa di cui ora diventa la principale favorita per il successo finale vista l’assenza di squadre italiane.

Risultati
13 settembre
Zeleznicar Lajkovac – Dinamo Bucarest 0-3 (21-25, 30-32, 20-25)
Top Scorer: Lukic 13, Canak 11, Mitrovic 11, Gajic 10; Karakasheva 17, Pirv 12, Burazer 11, Natalia Martins 11, Iancu 8.

14 settembre
THY Istanbul – Dinamo Bucarest 3-0 (25-10, 28-26, 25-20)

15 settembre
Zeleznicar Lajkovac – THY Istanbul 0-3 (15-25, 19-25, 22-25)
Top Scorer: Lukic 10, Canak 8, N. Mitrovic 7; Havlickova 14, Kingdon 12, F. Aelbrecht 9, Ercan 9, Yurtdagulen 9.

L'articolo Balkan Cup F.: Il THY Istanbul vince il trofeo e diventa la grande favorita per la Challenge Cup proviene da Volleyball.it.

Europei: L’Italia archivia le sfide alle squadre di seconda fascia. 3-1 alla Romania

Sun, 15/09/2019 - 15:56

POOL A – QUARTA GIORNATA
ITALIA-ROMANIA: 3-1 (25-15, 25-14, 23-25, 25-14) – la gallery
ITALIA: Giannelli 6, Zaytsev 27, Lanza 13, Juantorena 11, Piano 8, Anzani 3, Colaci (L). Nelli 5, Candellaro 2, Sbertoli, Lavia, Balaso (L). Ne: Russo, Antonov. All. Blengini
Romania: Mihalcea 5, Aciobanitei 10, Bartha 2, Lica 3, Bala 2, Spinu 2, Kantor (L). Cristudor (L), Gheorghita 4, Balean 7, Matei 8, Olteanu 2, Dumitru 1, Suson. All: Pascu
Arbitri: Cambre (BEL), Markelj (SLO)
Durata set: 20’, 23’, 29’, 23’
Italia a 15 bs 17 mv 9 et 22
Romania a 1 bs 18 mv 9 et 23

MONTPELLIER –  Terzo successo consecutivo per la Nazionale Maschile che dopo il turno di riposo osservato ieri, oggi è tornata in campo battendo 3-1 (25-15, 25-14, 23-25, 25-14) la Romania. Giannelli e compagni hanno disputato davvero un’ottima gara conducendo il gioco con costanza ed esprimendosi davvero su buoni livelli. Nella gara odierna il servizio molto efficace degli azzurri ha messo in costante apprensione la ricezione dei romeni che hanno sempre faticato nel fondamentale e, più in generale, ad arginare la trama offensiva dell’Italia. Unico momento di difficoltà nel terzo set con la Romania più combattiva e in grado di ar rivare a condurre per la prima volta nel match. Nel finale gli azzurri non sono riusciti a ribaltare la situazione finendo per cedere il parziale; unico neo in una gara per il resto giocata molto bene.
Domani altro giorno di riposo prima degli ultimi due match clou della prima fase contro Bulgaria (martedì ore 19.30 diretta Rai Sport + HD e DAZN) e Francia (mercoledì ore 20.30 diretta Rai Sport + HD e DAZN) che decreteranno i verdetti del raggruppamento A.
Per quanto riguarda la formazione di partenza Blengini ha concesso riposo precauzionale a Oleg Antonov che ha accusato un riacutizzarsi di una lieve tendinopatia rotulea sinistra. Al suo posto il CT tricolore ha schierato Filippo Lanza. Resto della squadra con la diagonale Giannelli-Zaytsev, centrali Anzani e Piano, Juantorena altro martello e Colaci libero.
La Romania è scesa in campo con Bartha in palleggio, Lica opposto, Aciobanitei e Bala gli schiacciatori, Mihalcea e Spinu i centrali, Kantor libero.

CRONACA –
Primo set nel quale l’Italia è partita bene prendendo il controllo del gioco dalle prime battute riuscendo ad amministrare la situazione senza particolari patemi (81% in attacco e 7 ace). Giannelli ha ben gestito il gioco sfruttando la buona vena dei suoi attaccanti sempre precisi e puntuali negli attacchi. La buona conduzione generale ha permesso agli azzurri di chiudere la prima frazione sul 25-15 grazie a 3 ace consecutivi di Nelli nel finale.

Secondo set sulla falsa riga del primo con la differenza tra i valori tecnici apparsa troppo evidente. Zaytsev e compagni hanno continuato a giocare la loro pallavolo non concedendo mai campo ai romeni che da parte loro non sono mai riusciti a contrastare efficacemente le trame di gioco della nazionale tricolore abile a condurre fino al 25-14 che ha decretato il 2-0 con buone percentuali in tutti i fondamentali (4 ace nel parziale e attacco al 64%).

Terzo parziale con i romeni più combattivi e in grado di rimanere attaccati agli azzurri fino a portarsi in vantaggio sul 18-15, 19-16 e 21-17. Nel finale poi sul 24-20 in favore della formazione dell’Est Europa gli azzurri erano riusciti a rimontare tre lunghezze fino al 24-23 prima di cedere 25-23. Nel mezzo una mancata chiamata arbitrale (evidentemente fuori banda un attacco dei romeni) che ha lasciato perplessi i più e che avrebbe portato la situazione nuovamente in parità.

Nel quarto set i valori tecnici sono nuovamente ristabiliti con una partenza lanciata dell’Italia (9-3). Candellaro schierato dall’inizio continua a dare il suo contributo proseguendo sulla falsa riga del set precedente quando era già entrato. Nel complesso nessun problema con il 25-14 che decreta la conclusione della gara sul 3-1.   

L'articolo Europei: L’Italia archivia le sfide alle squadre di seconda fascia. 3-1 alla Romania proviene da Volleyball.it.

World Cup F.: I risultati della 2° giornata. Russia-Giappone 3-2 nel match clou

Sun, 15/09/2019 - 15:01

GIAPPONE – Si è giocata quest’oggi la 2° giornata della World Cup femminile.
Nelle prime 2 partite ancora 2 sconfitte in 3 set per le formazioni africane che però hanno dato qualche segnale di crescita: il Kenya è stato a lungo vicino nel punteggio all’Olanda nel 2° set mentre il Camerun si è portato addirittura avanti 11-4 in avvio di 3° set contro la Cina (in campo per lo più con le riserve).
Oltre a Cina e Olanda la terza formazione a punteggio pieno sono gli Usa che dopo l’ingresso di Lowe per la spenta Drews hanno superato facilmente 3-1 in rimonta la Serbia (che in questo torneo non schiera le big).
Il quarto incontro di giornata è stato uno dei più combattuti ed ha visto il successo per 3-1 della Rep. Dominicana di Brayelin Martinez (27 punti e 52% in att.) e De La Cruz (19 punti) sulla Korea di Lavarini a cui non sono bastati i punti di Kim Hee-Jin (20) e Kim Yeon-Koung (19).
Senza storia invece la sfida tra Brasile e Argentina che ha visto come da copione il comodo successo per 3-0 delle verdeoro.
E’ arrivato invece al 5° set l’ultimo incontro odierno: la Russia di Busato ha superato al tie-break il Giappone. Dopo un primo set dominato dalle ospiti l’ingresso della giovane Ishikawa per la spenta Koga ha rianimato il Giappone che ha vinto di misura 2°, 3° set. Dal 4° set però la Russia è tornata a dominare in attacco e a muro e grazie alle belle prestazioni di Goncharova (31 punti e 49% in att.), Koroleva (21 79% in att. e 6 muri) e Voronkova (15 punti, 44% in att. e 3 ace) ha vinto la partita.

Risultati 2° giornata (15 settembre)
Kenya – Olanda 0-3 (12-25, 19-25, 17-25)
Top Scorer: Moim 9, Makuto 7, Chepchumba Kiprono 6; Balkestein-Grothues 11, Sloetjes 9, Buijs 8, Lohuis 7.

Camerun – Cina 0-3 (18-25, 14-25, 19-25)
Top Scorer: Tchoudjang 10, Moma Bassoko 9, Bashorun 7, Adiana 7; Li Yingying 22, Liu Xiaotong 9, Zeng Chunlei 6, Zheng Yixin 6.

Usa – Serbia 3-1 (23-25, 25-17, 25-16, 25-15)
Top Scorer: Lowe 18, Washington 16, Robinson 15, Larson 12, Ogbogu 11; Bjelica 19, Lazovic 14, Aleksic 9, Lozo 7.

Korea – Rep. Dominicana 1-3 (17-25, 26-24, 23-25, 23-25)
Top Scorer: Kim Hee-Jin 20, Kim Yeon-Koung 19, Park Jeong-Ah 9, Kim Su-Ji 8, Lee Jae-Yeong 7; Brayelin Martinez 27, De La Cruz 19, Jineiry Martinez 11, Rivera 10.

Brasile – Argentina 3-0 (25-17, 25-19, 25-16)
Top Scorer: Gabi 18, Amanda 11, Lorenne 10, Fabiana 9; Nizetich 10, Piccolo 9, Bulaich 6, Rodriguez 6.

Russia – Giappone 3-2 (25-11, 23-25, 25-27, 25-19, 15-7)
Top Scorer: Goncharova 31, Koroleva 21, Voronkova 15, Parubets 15; Ishii 27, Ishikawa 20, Shinnabe 9, Araki Shinomiya 8.

CLASSIFICA

L'articolo World Cup F.: I risultati della 2° giornata. Russia-Giappone 3-2 nel match clou proviene da Volleyball.it.

Sudamericano: Oro ancora tabù per l’Argentina. Il Brasile rimonta da 0-2 e 10-16 salvando 4 match point

Sun, 15/09/2019 - 04:23

Finale 1°-2° posto
Brasile – Argentina 3-2 (24-26, 22-25, 31-29, 25-20, 15-13)
Brasile: Fernando Krelinga “Cachopa” 0, Alan Souza 20; Isac Santos 6, Flavio Gualberto 12; Douglas Souza 8, Yoandy Leal 14; Thales Hoss (L); Maique Nascimento (L), Felipe Roque 4, Victor Cardoso “Birigui” 0, Hugo Hamacher Da Silva 3, Eduardo Carisio Sobrinho 1, Matheus Bispo dos Santos 4. Non entrato: Cledenilson Batista. All: Renan Dal Zotto.
Argentina: Matias Sanchez 0, Bruno Lima 26; Agustin Loser 15, Martin Ramos 10; Jan Martinez Franchi 15, Ezequiel Palacios 21; Santiago Danani (L); Nicolas Lazo 4, Matias Giraudo 0. Non entrati: Nicolas Zerba, Joaquin Gallego, Luciano Palonsky, Luciano Vicentin, German Johansen. All: Marcelo Mendez.

SANTIAGO – Pur sfavorita dai pronostici l’Argentina sfiora l’impresa di tornare a vincere il Campionato Sudamericano dopo 55 anni (vinse l’unica volta nell’edizione casalinga del 1964 in cui però era assente il Brasile), ma dopo aver accarezzato il successo (vantaggio di 16-10, 22-20 e poi 4 match point ai vantaggi nel 3° set) si vede rimontata dal Brasile che così si laurea campione per la 32° volta in 33 edizioni.

Nonostante le formazioni ampiamente rimaneggiate da ambo i lati il match ha dunque regalato spettacolo, incertezza ed emozioni sino all’ultimo e che dato l’equilibrio in campo avrebbe meritato il supporto del videocheck alla luce di molte palle dubbie e di diversi errori della coppia arbitrale.

LA PARTITA 
1° set: Primo set punto a punto in cui il Brasile non riesce mai a staccare l’Argentina che anzi prende in qualche circostanza qualche punto di vantaggio. Il finale è comunque in volata. Gli errori in battuta di Isac (23-24) e Leal (24-25) portano due set point all’Argentina che alla seconda occasione chiude con un contrattacco di Martinez (24-26).

2° set: Il match resta equilibrato anche nel 2° set, ma è l’Argentina che prova a scappare con il muro di Loser su Leal (11-12) e l’ace di Bruno Lima ancora su Leal (13-15). Il Brasile reagisce e sorpassa (17-16), ma va di nuovo in affanno in ricezione sul turno di battuta di Palacios che prima è premiato dal nastro (19-20) e poi sorprende Douglas (19-21). Gli arbitri regalano un ace ad Alan (palla lunga, ma è 21-21), ma il Brasile non ne approfitta: né Flavio, né Leal vanno a palleggiare dopo una copertura di Thales (21-23), altro errore in ricezione e slash di Martinez: 22-25.

3° set: La partita sembra volgere di male in peggio per la formazione verdeoro già sotto di 4 quando Lima trova l’ace su Leal (4-8) e poi addirittura sotto di 6 sul 10-16. Quando il match sembra finito è la jump float mancina del secondo opposto Felipe Roque (in campo per il doppio cambio con Carisio) a riaprire clamorosamente il match: prima arriva un muro su Palacios (12-16), poi l’errore di Martinez (13-16) e poi 3 ace su consecutivi su tutta la linea di ricezione (Palacios, 14-16; Danani, 15-16; Martinez, 16-16). Il Brasile sorpassa con un muro (17-16), ma torna subito sotto per l’ace fortunoso di Lima (17-18). Ace anche per Leal (19-18) e contrattacco di Isac (20-18), ma il Brasile si blocca: sbagliano in attacco Felipe Roque (20-19) ed Hugo (20-20), poi arrivano anche il contrattacco di Palacios (20-21) e l’ace di Martinez su Leal (20-22). Palacios ha la palla del 20-23, ma secondo la modesta coppia arbitrale non trova le mani del muro. Le proteste argentine, forse giustificate, costano un cartellino rosso (22-22), ma l’Argentina potrebbe ancora chiudere il match visto che si conquista 4 match-point (23-24, 24-25, 25-26, 26-27). Il Brasile però li annulla tutti, mette la freccia con un contrattacco di Alan (28-27) e chiude alla terza occasione con un muro su Palacios (31-29).

4° set: L’Argentina pare non accusare il colpo e scatta avanti 2-5, ma il Brasile risponde ed impatta a quota 9 con Alan. Un ace di Matheus (subentrato per Isac) vale il sorpasso (11-10), poi Douglas in contrattacco (12-10) ed Alan dai 9 metri allungano (14-11). Leal prende la murata del 16-15, ma si rifà con la pipe del 20-17. L’Argentina cede: il contrattacco di Alan (23-19) e l’ace di Flavio (25-20) portano il match al tie-break.

5° set: Primo break col muro di Alan su Martinez (2-1), ma Loser mura Leal e trova un ace con l’aiuto del nastro (2-3). Matheus premia una difesa di piede dei compagni col contrattacco del 4-3 e poi piazza anche l’ace del 6-4. Non basta però per mettere ko l’Argentina che dopo il cambiocampo (8-6) reagisce con 2 contrattacchi (sul secondo è inventata dagli arbitri la deviazione del muro) di Lazo (9-10), ora in campo per Martinez. Torna Hugo per Douglas, ma è Alan a firmare il sorpasso dopo 3 difese dei compagni (11-10). L’Argentina ne ha ancora e si riporta in vantaggio con l’ace di Loser (11-12) su Hugo (di nuovo dentro Douglas). Loser però poi sbaglia mentre Leal mette dentro 2 buone battute: contrattacco di Alan (13-12) e muro di Matheus sull’ottimo Lima (14-12). Lazo annulla il primo match point (14-13) e Lima avrebbe anche il contrattacco del pari, ma il Brasile difende e chiude con Douglas: 15-13.

I risultati delle altre finali
Finale 3°-4° posto
Cile – Venezuela 3-0 (25-21, 25-18, 25-13)
Il Cile torna sul podio del sudamericano dopo 26 anni!

Finale 5°-6° posto
Colombia – Perù 2-3 (23-25, 25-13, 25-20, 24-26, 10-15)

Finale 7°-8° posto
Ecuador – Bolivia 3-1 (22-25, 25-15, 25-23, 25-21)

Il sestetto ideale
Miglior palleggiatore: Matias Sanchez (Argentina)
Migliori schiacciatori: Dusan Bonacic (Cile), Yoandi Leal (Brasile)
Migliori centrali: Gabriel Araya (Cile), Flavio Gualberto (Brasile)
Miglior opposto: Bruno Lima (Argentina)
Miglior libero: Santiago Danani (Argentina)
MVP: Alan Souza (Brasile)

Nota
Le prime 4 (escluse Brasile ed Argentina già qualificate a Tokyo 2020) si sono qualificate per il torneo di qualificazione olimpica continentale di gennaio 2020: trattasi dunque di Cile, Venezuela, Perù e Colombia.

L'articolo Sudamericano: Oro ancora tabù per l’Argentina. Il Brasile rimonta da 0-2 e 10-16 salvando 4 match point proviene da Volleyball.it.

Mondiali U18 F.: Mencarelli “Italia con costanza ai piani alti con Cina e USA”

Sun, 15/09/2019 - 00:59

ISMAILIAMarco Mencarelli, si conferma sul podio del Mondiale Under 18. Dopo due ori consecutivi, 2015 e 2017, l’argento 2019.

“Loro sta sera hanno giocato con più continuità, ma non credo meglio di noi. Siamo state brave a recuperare alcune situazioni di difficoltà e a venirne fuori a testa alta, ma poi non siamo riuscite a dare continuità in alcune situazioni di gioco. Gli Stati Uniti hanno spinto tanto in battuta, il fondamentale che alla fin e ha fatto la differenza. Anche a muro si sono dimostrate una grandissima squadra, mentre nelle sfide contro Cina e Messico è proprio a muro che noi siamo riuscite a prevalere, questo dimostra la completezza della squadra che ha vinto il mondiale, dunque complimenti a loro”.

“Resta la lunga cavalcata e un risultato che dà continuità a tutto il settore giovanile. Già raggiungendo la semifinale avevamo certificato la presenza costante dell’Italia nelle posizioni che contano in questa categoria. Penso a Rosario, dove tra le prime quattro c’erano Russia e Turchia e quest’anno invece no. Mentre la Repubblica Dominicana non ha neanche preso parte al Mondiale. Si può dire che l’Italia, insieme a Stati Uniti e Cina è ormai una costante e questo lo si deve al lavoro quotidiano dell’attività di base, dei processi selettivi e di un bacino ampio da cui poter attingere”.

“A livello personale, questo per me era il quinto Mondiale da primo allenatore e ho conquistato la quarta medaglia (otto totali tra U18 e U20 ndr), dunque è un dato che mi gratifica. Ora c’è un pizzico di amarezza per la sconfitta, ma la gioia, come sempre in questi casi, arriverà nei giorni successivi”.

EMMA GRAZIANI: “In generale siamo contente del percorso fatto per arrivare fino a qui, abbiamo superato squadre molto forti raggiungendo una finale del Mondiale. Poi contro gli Stati Uniti sta sera è stata dura, di fronte avevamo una squadra che ha dimostrato di essere ad un livello altissimo in tutti i reparti e in una finale le componenti che incidono sono davvero tante. Domani ci accorgeremo della grande impresa che abbiamo compiuto. Il nostro motto in questa manifestazione è stato: “in campo sempre con un neurone” una frase che ci ripetevamo tutti i giorni e che vuol dire semplicemente giocare con la testa sgombra, senza fare troppi calcoli per vedere man mano a che punto potevamo arrivare. Credo che alla fine siamo arrivate lontano e una volta assorbita l’amarezza di sta sera potremo godercelo a pieno. Per quanto riguarda il premio, invece, ero orgogliosa del torneo che avevo disputato, ma a dire il vero non mi aspettavo un riconoscimento così importate, è banale dire che ne vado fiera”.

LOVETH OMORUYI: “Purtroppo in una finale c’è una squadra vincitrice e una squadra perdente, ma la differenza tra le due il più delle volte è minima e penso che anche sta sera sia andata in questo modo. La gara che abbiamo fatto è la dimostrazione che anche nei momenti di difficoltà non molliamo e sappiamo reagire, poi in una finale mondiale ci sono tante piccole cose che fanno la differenza. Complimenti ovviamente agli Stati Uniti, ma anche noi dobbiamo essere orgogliose di quanto fatto: è un risultato che volevamo fortemente e arrivato passando per tante vittorie difficili, ultima solo in ordine di tempo l’emozionante semifinale contro la Cina. Adesso ci sarà tempo per elaborare mentalmente il tutto, ma nei prossimi giorni realizzeremo che abbiamo raggiunto un risultato importante”.

L'articolo Mondiali U18 F.: Mencarelli “Italia con costanza ai piani alti con Cina e USA” proviene da Volleyball.it.

Europei: Tonfo dell’Estonia col Montenegro. Slovenia, Bulgaria e Slovacchia vincono 3-1

Sat, 14/09/2019 - 23:55

MODENA – Panoramica sulle ultime 4 partite della 3° giornata degli Europei maschili.

Pool D (a Rotterdam)
Estonia – Montenegro 0-3 (23-25, 28-30, 23-25)
Top Scorer: Taht 14, Kollo 13, Teppan 11, Kreek 9; M. Bojic 18, Cacic 13, Culafic 11, G. Cuk 4, Jecmenica 4.
La sorpresa di giornata arriva da Rotterdam: il Montenegro (alla sua prima partecipazione ad un campionato europeo) ha sconfitto 3-0 la più quotata Estonia rimontando dal 23-21 nel primo set e dal 23-19 (anche 2 set point annullati) nel secondo. La formazione di Cretu è stata tradita dalla prestazione dell’opposto Teppan: 35% di vinc. e -8% di eff. in attacco.

Classifica Pool D: Olanda 2v-0p 6p, Polonia 1v-0p 3p, Montenegro 1v-1p 3p, Ucraina 1v-1p 3p, Rep. Ceca 0v-1p 0p, Estonia 0v-2p 0p.

Pool B (a Bruxelles)
Slovacchia – Austria 3-1 (19-25, 25-20, 25-21, 25-15)
Top Scorer: Michalovic 26, Krajcovic 14, T. Krisko 13, Ondrovic 7; Zass 19, Berger 13, Wohlfahrtstatter 9.
Dopo un disastroso finale di primo set (parziale di 0-7 dal 18-17 al 18-24) la Slovacchia dell’ottimo Michalovic (26 punti, 59% in att. e 2 muri) batte in rimonta 3-1 l’Austria e sale a 5 punti in classifica.

Classifica Pool B: Belgio 2v-0p 5p, Slovacchia 2v-0p 5p, Serbia 1v-0p 3p, Spagna 0v-1p 1p, Germania 0v-1p 1p, Austria 0v-2p 0p.

Pool C (a Lubiana)
Slovenia – Finlandia 3-1 (25-18, 26-24, 24-26, 25-15)
Top Scorer: T. Urnaut 21, Z. Stern 15, Kozamernik 13, Pajenk 9; Kaislasalo 12, Suihkonen 8, Kaurto 5.
La Slovenia di Giuliani (che oggi ha schierato Ziga Stern al posto di Cebulj) ottiene la seconda vittoria battendo 3-1 la Finlandia che però ha dato molto battaglia nei 2 set centrali terminati solo ai vantaggi. Nel secondo set la Finlandia è stata capace di risalire dal 21-18 al 22-23 senza però completare l’opera, mentre nel terzo è rimasta a metà la rimonta della Slovenia (dal 16-20 al 24-23).

Classifica Pool C: Russia 3v-0p 9p, Slovenia 2v-0p 6p, Turchia 1v-1p 3p, Finlandia 1v-1p 3p, Bielorussia 0v-2p 0p, Macedonia del Nord 0v-3p 0p.

Pool A (a Montpellier)
Bulgaria – Portogallo 3-1 (25-23, 28-30, 25-23, 25-22)
Top Scorer: Sokolov 33, Skrimov 13, A. Grozdanov 7, Atanasov 4, Todorov 4; A. Ferreira 22, M. Ferreira 16, Cveticanin 7, Joao Simoes 7.
Nonostante i 33 punti dell’ottimo Sokolov (61% in att.) la Bulgaria di Prandi deve faticare molto (anche svantaggio di 13-16 nel 4° set) per superare 3-1 il Portogallo che ha avuto il merito di rimontare dal 18-12 nel 2° set. Nella Bulgaria serata no per Atanasov (finito in panchina con saldo punti-errori di -6) ed in generale per la battuta (ben 22 errori con soli 4 ace).

Classifica Pool A: Bulgaria 3v-0p 9p, Francia 2v-0p 6p, Italia 2v-0p 6p, Portogallo 0v-2p 0p, Grecia 0v-3p 0p, Romania 0v-2p 0p.

L'articolo Europei: Tonfo dell’Estonia col Montenegro. Slovenia, Bulgaria e Slovacchia vincono 3-1 proviene da Volleyball.it.

Mondiali U18 F.: I premi individuali. Tre azzurre al top

Sat, 14/09/2019 - 23:46

ISMAILIA – Il sestetto ideale del Mondiale Under 18  femminile. Tre i premi individuali alle azzurre.

• Palleggiatrice: Kennedi Orr (USA)
• Opposta: Georgia Frosini (Italia)
• Schiacciatrici: Ana Cristina Menezes (Brasile) e Oghosasere Omoruyi (Italia)
• Centrali: Devyn Robinson (USA) e Emma Graziani (Italia)
• Libero: Zhu Xingchen (Cina)

• MVP: Jessica Mruzik (USA)

L'articolo Mondiali U18 F.: I premi individuali. Tre azzurre al top proviene da Volleyball.it.

Mondiali U18 F.: L’Italia si ferma ad un bell’argento iridato. Vincono gli USA 3-2

Sat, 14/09/2019 - 21:14

FINALE 1° POSTO
STATI UNITI – ITALIA 3-2 (25-17 19-25 25-18 22-25 15-10)
Italia: Gardini 3, Graziani 9, Guiducci, Omoruyi 17, Nwakalor 8, Bolzonetti 19, libero: Armini, Monza 4, Malual 10, Nervini. Ne: Frosini, Marconato. All. Mencarelli.
Stati Uniti: Oglivie 9, Robinson 13, Orr 11, Mruzik 20, Crawford 8, Londot 19, libero: Rodriguez, Taylor, Miner, Krause 1. Ne: Booth, Jacobs. All. Stone.
Durata: 24’, 27’, 24’, 27’, 16’
Italia: 7 a, 5 bs, 14 mv, 25 et
Stati Uniti: 8 a, 7 bs, 16 mv, 25 et

ISMAILIA
– L’Italia under 18 di coach Marco Mencarelli chiude il Mondiale Under 18 con un argento. La prima sconfitta dopo un percorso netto tra Pool, Ottavi, Quarti e Semifinale è quella con gli Stati Uniti che vincono 3-2 la finalissima (15-10 il tie break dopo che le azzurre si erano trovate avanti 7-5 e 8-6).

Per Mencarelli, dopo due ori consecutivi nel 2015 e 2017 nella rassegna iridata Under 18, arriva quindi un’altra importante medaglia.

Per la Fipav l’ennesimo importante attestato di buon lavoro a livello giovanile. Quest’anno erano già arrivati l’argento Europeo femminile Under 16, l’argento mondiale Under 20 femminile, l’oro mondiale Under 19 maschile e l’argento mondiale Under 21 maschile.

CRONACA – Per quanto riguarda le scelte iniziali, a causa del forfeit dell’opposto Giorgia Frosini dopo la distorsione procurata ieri sera nella gara contro la Cina, il Ct Marco Mencarelli ha schierato la diagonale Guiducci-Bolzonetti, centrali Nwakalor e Graziani, Gardini e Omoruyi le schiacciatrici e Armini Libero, dando tuttavia ampio spazio alle ragazze lasciate in panchina già dal primo set.

In avvio di gara, le azzurrine hanno subito il gioco molto organizzato delle statunitensi, che sono riuscite ad allungare dopo il primo tempo tecnico (12-16). Nel finale, qualche errore di troppo in ricezione ha dato la possibilità di chiudere alla selezione a stelle e a strisce, che è stata brava ad approfittarne (17-25).

Pronta reazione azzurra nel secondo parziale. Qui, dopo una fase di equilibrio iniziale, le azzurrine hanno recuperato l’iniziale svantaggio (8-12), acquisendo sicurezza soprattutto in servizio e riuscendo ad allungare sul (19-15). Nel finale, poi, la gestione del risultato è stata efficace e l’Italia ha riportato la situazione in parità (25-19).

Nel terzo set, però, la selezione tricolore non è stata in grado di dare continuità al gioco offerto nel parziale precedente, concedendo troppo e trovandosi immediatamente a rincorrere (4-8). Qui, poi, le statunitensi sono state brave a non far rientrare in gioco le azzurrine, mantenendo il pallino del gioco nelle proprie mani (18-21) e trovando nel finale un parziale di 4-0 che ha chiuso i conti sul (18-25).
Nel quarto, poi, è uscito tutto lo spirito combattivo di questo gruppo, con le azzurrine che, dopo un set passato a rincorre (14-19), hanno raggiunto con le unghie e con i denti il tie-break, accorciando le distanze prima (21-19) e trovando il sorpasso poi sul (23-22).

Nel finale le ragazze di Mencarelli sono rimaste in battuta fino al conclusivo (25-22).
Dopo un avvio di tie-break targato Italia (4-1), con gli Stati Uniti che sembravano in balia del contraccolpo psicologico derivato dalla rimonta subita nel set precedente, le azzurrine non sono riuscite a concretizzare gli sforzi fatti, cedendo al colpo di reni della formazione di James Stone arrivato nel finale (10-15).

 

L'articolo Mondiali U18 F.: L’Italia si ferma ad un bell’argento iridato. Vincono gli USA 3-2 proviene da Volleyball.it.

Asiatici M.: I risultati della 2° giornata. Vincono 3-0 tutte le big

Sat, 14/09/2019 - 21:13

TEHRAN – I risultati della seconda giornata del campionati asiatici maschili. Ben 7 le partite terminate 3-0, tutte in favore delle favorite. Equilibrio solo tra Pakistan e Indonesia con successo al tie-break di Aimal e compagni.

Pool A
Qatar – Iran 0-3 (18-25, 15-25, 17-25)
Top Scorer: Mubarak 10; Ebadipour 14, Ghafour 13, Purya Fayazi 10.

Sri Lanka – Australia 0-3 (25-15, 25-17, 25-23)
Top Scorer: Deepthi 11, Lasindu 8; Sanderson 13, Edgar 13, Walker 13.

Classifica: Iran 2v-0p 6p, Australia 2v-0p 5p, Qatar 0v-2p 1p, Sri Lanka 0v-2p 0p.

Pool B
Taipei Cinese – Hong Kong 3-0 (25-11, 25-10, 25-17)
Top Scorer: Liu H. M. 12, Chen C. C. 12, Wang M. C. 11, Liu H. J. 10; H. Y. Leung 3, C. H. Siu 3, C. L. Poon 3, T. C. Yau 3.

Giappoen – Thailandia 3-0 (25-19, 25-20, 25-13)
Top Scorer: Nishida 15, Ishikawa 13, Onodera 8; S. Jakkraphop 11, K. Kantapat 7.

Classifica: Giappone 2v-0p 6p, Taipei Cinese 2v-0p 6p, Thailandia 0v-2p 0p, Hong Kong 0v-2p 0p.

Pool C 
Oman – Kazakhstan 0-3 (21-25, 26-28, 16-25)
Top Scorer: Fallah 11, Saud 9; Michsehnko 15, Vorivodin 11, Ustinov 8, Kadirkhanov 8, Prokofyev 8.

India – Cina 0-3 (16-25, 15-25, 21-25)
Top Scorer: Amit 6; Jiang Chuan 16, Liu Libin 14.

Classifica: Cina 2v-0p 6p, Kazakhstan 1v-1p 4p, India 1v-1p 2p, Oman 0v-2p 0p.

Pool D
Kuwait – Korea 0-3 (14-25, 16-25, 11-25)
Top Scorer: Anbar 8; Na Gyeongbok 9, Im Donghyeok 8, Choi Minho 7.

Pakistan – Indonesia 3-2 (25-20, 26-24, 19-25, 20-25, 15-13)
Top Scorer: Aimal 26, Murad 19, Mubashir 12; Tamamilang 23, Sigit 22, Doni 14.

Classifica: Korea 2v-0p 6p, Indonesia 1v-1p 4p, Pakistan 1v-1p 2p, Kuwait 0v-2p 0p.

Formula
Le prime due di ogni pool alle Pool E ed F (1°-8° posto), le ultime due alle Pool G ed H (9°-16° posto). Poi quarti di finale, semifinali e finali dal primo al sedicesimo posto.
Le prime 8 (escluso il Giappone già qualificato a Tokyo) si qualificano per il torneo di qualificazione olimpica di gennaio 2020.

L'articolo Asiatici M.: I risultati della 2° giornata. Vincono 3-0 tutte le big proviene da Volleyball.it.

Europei: Antonov pronto per la sfida alla Romania. “Torneo duro, ci sarà da lottare”

Sat, 14/09/2019 - 20:39

MONTPELLIER – Giornata di riposo in casa azzurra. Oggi i ragazzi di Blengini, infatti, hanno trascorso il loro primo giorno di break dopo un avvio di manifestazione che li ha visti collezionare un doppio successo contro Portogallo e Grecia. Quello dell’Italia è stato un buon avvio anche se le performance di Zaytsev e compagni non sono state impeccabili. Principalmente nella gara di ieri gli azzurri hanno concesso un po’ troppo agli avversari che non a caso sono riusciti a fare loro il primo set. Nonostante gli alti e bassi l’Italia ha comunque fatto sua l’intera posta in palio e in un torneo come quello continentale è importante non lasciare nulla al caso.

Domani la Nazionale Italiana tornerà in campo a lle ore 14 contro la Romania in diretta su Rai Due e DAZN – Segui live l’Europeo su DAZN. Attiva il tuo mese gratis entro il 6/10/2019 – clicca qui

Consapevole di questi aspetti è apparso Oleg Antonov, schiacciatore che in questo avvio di rassegna continentale è stato schierato titolare: “Credo che il bilancio di questo inizio di torneo sia positivo” – ha dichiarato il martello azzurro -. “Partire con due vittorie era importante e noi lo abbiamo fatto. A volte in manifestazioni così non è sempre facile raccogliere subito punti e vittorie, ma noi abbiamo ottenuto quello che volevamo. Oggi sfrutteremo questo giorno di pausa per lavorare, ma anche per riordinare le idee, studiando quegli aspetti che sono mancati in questa primissima fase; sappiamo che sarà importante esprimerci meglio nelle prossime partite”.

Antonov poi prosegue: “Ci siamo espressi a fasi alterne, abbiamo conosciuto alti e bassi; nel complesso, a mio parere, ci è mancata un po’ di costanza. Abbiamo alternato cose molto buone ad altre fatte non al meglio, ma ci sta. Siamo consapevoli che ci sarà sempre da fare e limare continuamente ogni singolo dettaglio per poter ambire a traguardi importanti. E’ ovvio che quando cali un po’ di intensità l’avversario ne approfitta, sarà quindi importante concentrarci su di noi e fare al meglio le nostre cose perché qui nessuno ci regalerà nulla”.

Lo schiacciatore parla delle avversarie: “Queste prima gare stanno testimoniando come nessuno sia disposto a concedere campo o farsi da parte senza vendere cara la pelle; noi siamo in grado di vincere con tutti, ma si può anche inciampare contro chiunque; sarà importante affrontare gara dopo gara, ma con la massima concentrazione; niente deve essere lasciato al caso”.

Gli obiettivi del gruppo azzurro sono chiari: “Noi vogliamo crescere partita dopo partita consapevoli che il coefficiente di difficoltà aumenterà progressivamente, basta pensare a quelle che saranno le nostre due ultime avversarie in questa prima fase; queste tre gare che ci mancano saranno decisive per il prosieguo del nostro cammino”.

Un ultimo commento sulle sue prestazioni: “Sono soddisfatto del contributo che sono riuscito a dare in questa prima parte di torneo; come tutti posso fare di più e meglio, ma è chiaro che sono felice di essere partito titolare; la strada però è ancora lunga e complessa”.

L'articolo Europei: Antonov pronto per la sfida alla Romania. “Torneo duro, ci sarà da lottare” proviene da Volleyball.it.

VNL: La FIVB ufficializza i gironi 2020. Due tappe in Italia

Sat, 14/09/2019 - 20:25

LOSANNA – Ufficializzate le Pool 2020 della Volleyball Nations League maschile e femminile. In Italia due tornei, uno maschile nel secondo weekend con Iran, Canada e Bulgaria, e uno femminile nel primo weekend – molto appetibile – con Serbia, Polonia e Turchia.

L'articolo VNL: La FIVB ufficializza i gironi 2020. Due tappe in Italia proviene da Volleyball.it.

Europei: Germania ancora ko (3-2). Vincono Olanda, Francia, Russia e Belgio

Sat, 14/09/2019 - 20:21

MODENA – Panoramica sulle prime 4 partite odierne degli Europei maschili.

Pool D (a Rotterdam)
Ucraina – Olanda 0-3 (26-28, 27-29, 21-25)
Top Scorer: Plotnytskyi 13, Viietskyi 11, Iereshchenko 11, Semeniuk 8, Teryomenko 6; Abdel-Aziz 21, Ter Horst 16, Parkinson 7, Plak 6, Van Garderen 5.
L’Olanda di Piazza fa un bel passo avanti verso il possibile secondo posto nella pool vincendo una partita difficile contro l’Ucraina. Gli ospiti giocano infatti una buona partita (54% di squadra in att., 6 muri e 5 ace), ma mancano nei momenti topici fallendo 2 set point sia nel primo che nel secondo set. Dopo un avvio positivo delude Plotnytskiy: prima la murata del 26-26 nel 1° set subita da Van Garderen, poi quella del 26-28 ed infine una prestazione opaca nei 2 parziali successivi. Altra ottima prova invece per Abdel-Aziz: 21 punti, 59% di vinc. e 41% di eff. in att., 4 ace.

Pool A (a Montpellier)
Grecia – Francia 0-3
(14-25, 18-25, 24-26)
Top Scorer: Zoupani 13, Raptis 11, Protopsaltis 10, Petreas 6; Boyer 25, Lyneel 13, K. Tillie 8, Le Goff 8.
La Francia batte come da pronostico 3-0 la Grecia soffrendo solo nel finale di 3° set. In evidenza Boyer con 25 punti e il 66% in attacco.

Pool C (a Lubiana)
Macedonia del Nord – Russia 0-3 (15-25, 16-25, 28-30)
Top Scorer*: N. Gjorgiev 17, Ljaftov 7, Milev 6; Mikhailov 13, Kurkaev 12, Volvich 11, D. Volkov 10, Karpukhov 8.
Dopo i set lasciati a Turchia e Bielorussia la Russia ottiene il primo 3-0 del suo europeo, ma anche quest’oggi il passaggio a vuoto non è mancato: nel terzo set la Macedonia del Nord ha infatti rimontato dal 3-8 e 22-24 fino a giocare 2 set point ai vantaggi.
*nel tabellino ufficiale figurano 11 ace di Madjunkov nel 3° set, ma in realtà ne ha realizzati solo 2, riportiamo il tabellino dello scoutman russo

Pool B (a Bruxelles)
Germania – Belgio 2-3 (23-25, 17-25, 25-22, 25-15, 13-15)
Top Scorer: Fromm 27, Grozer 17, Brehme 13, Schott 12, Krick 9; Deroo 19, Tuerlinckx 16, Van De Voorde 6.
Una Germania troppo fallosa (40 errori contro 15) non riesce a completare la rimonta contro il Belgio. Alla formazione di Giani non bastano i 27 punti col 63% in att. di Fromm ed il buon ingresso di Schott per Kaliberda. Di Tuerlinckx (64% in att. e 2 muri) il punto della vittoria nel tie-break.

L'articolo Europei: Germania ancora ko (3-2). Vincono Olanda, Francia, Russia e Belgio proviene da Volleyball.it.

Pages

VNews

VolleyPlayers e Sport System hanno stretto un accordo che consente alle società iscritte al portale uno sconto extra del 5% per l’acquisto di attrezzature ed articoli per il volleyball. Dal 1979 Sport System progetta, produce, installa e commercializza in Italia e nel resto del mondo attrezzature ed articoli per la ginnastica, l’atletica, gli sport individuali e di squadra oltre ad una linea articolata di arredi ed accessori destinati ai vari locali annessi al campo di gioco quali spogliatoi, infermerie, sale stampa o sale riunione.

Volleyplayers.it, il più grande social database sulla pallavolo italiana, inaugura una nuova fase del progetto partito nel settembre 2014 e inaugura la sezione dedicata al beachvolley: si parte con il profilo “beacher” e con le schede dedicate alle Scuole di beachvolley.

Più di 1.000 players, 2.000 utenti  e più di 300 Società sportive hanno già fatto la loro scelta: essere sul database della Pallavolo più grande d'Italia. 
Potremmo darvi tanti motivi (è gratis, è una vetrina unica di promozione e visibilità, è un mercato sempre aperto,...) ma uno su tutti è l'essenza del nostro portale: "Facciamo girare la nostra Pallavolo"

Feedback