Fipav

Abbonamento a feed Fipav
Notizie Federvolley
Aggiornato: 11 ore 30 min fa

Giovedì a Palazzo Chigi la presentazione del libro “Il Miracolo Volley” di Enzo D'Arcangelo

Mar, 11/12/2018 - 18:52

Si terrà giovedì 13 dicembre alle ore 13 la presentazione alla stampa del libro “Il Miracolo Volley”, redatto dal professor Enzo D'Arcangelo. All’evento, che si terrà presso la Sala degli Arazzi di Palazzo Chigi, interverranno il Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei ministri, onorevole Giancarlo Giorgetti, il presidente federale Pietro Bruno Cattaneo ed Enzo D’Arcangelo.

Sit2Play, il progetto europeo che porta il sitting volley nelle scuole

Mar, 11/12/2018 - 11:22

La Fipav punta con decisione sul Sitting Volley. Dopo il grande successo di Volley Insieme con oltre 8000 giovanissimi (tra normodotati e disabili) coinvolti in tutta Italia grazie al supporto della Fondazione Vodafone nell’ambito del bando OSO – Ogni Sport Oltre, nasce Sit2Play. Con i fondi Europei erogati dall'EACEA (Education, Audiovisual and Culture Executive Agency), la Fipav nel corso del 2019, in collaborazione con il Comitato Italiano Paralimpico, ParaVolley Europe, il Ministero Bulgaro dello Sport e della Gioventù, la Federazione Pallavolo turca, quella estone, slovena e l’Associazione Finnica di sport per persone con disabilità, darà vita al primo progetto scolastico di inclusione sociale attraverso la pratica del sitting volley su scala europea. Sit2Play, infatti, entrerà nelle scuole per ridefinire il concetto di “disabilità” proponendo una visione costruttiva e positiva della “diversità”.
Nel corso degli eventi organizzati nei paesi partner ed in Italia saranno i normodotati a doversi mettere nei panni dei disabili sedendosi a terra e sfidandosi in un torneo promozionale volto a integrazione ed abbattimento delle barriere culturali e fisiche che ancora separano i disabili dalla vita sportiva. Il torneo, nello specifico, sarà suddiviso in una fase nazionale, con ogni Partner chiamato ad organizzare un momento nazionale di Sitting Volley che coinvolga almeno 3 scuole sul proprio territorio, ed una internazionale con le vincenti di ciascun torneo promozionale, impegnate nella fase finale in programma in Italia a fine 2019. Parallelamente al torneo, Sit2Play sarà arricchito da seminari, workshop e meeting sul tema della disabilità che coinvolgeranno studenti, docenti, educatori, formatori, genitori ed operatori sociali.
Dopo il successo del progetto Volley Insieme del 2018 promosso e finanziato dalla Fondazione Vodafone – ha dichiarato il presidente federale Pietro Bruno Cattaneo – continueremo a promuovere il sitting volley tra i più giovani. Con grande orgoglio, stavolta, valicheremo i confini nazionali condividendo con altre nazioni esperienza e metodi. Siamo certi che Sit2Play sarà un progetto di successo – ha concluso il Presidente – che ci aiuterà a far crescere il sitting volley contribuendo alla nascita ed il radicamento della cultura dell’inclusione sociale”.  

Serie A1 Femminile: il Club Italia CRAI cede 0-3 contro Firenze

Dom, 09/12/2018 - 20:34

La nona giornata della Samsung Volley Cup di A1 vede il Club Italia CRAI cedere per 0-3 (21-25, 19-25, 24-26) con Il Bisonte Firenze. Un risultato, quello uscito dal campo del Palazzetto del Centro Federale Pavesi, che non dice tutto sul bel gioco e sulla tenacia delle azzurrine. 
Per l’avvio di partita il tecnico Massimo Bellano si affida al sestetto composto da Omoruyi, Kone, S. Nwakalor, Populini, L. Nwakalor, Morello e al libero De Bortoli. Assente Elena Pietrini fa il suo esordio a referto in A1 Maria Teresa Bassi, schiacciatrice classe 2002. La partita di oggi segna anche il rientro in campo dopo qualche settimana di assenza del campitano delle azzurrine Marina Lubian, che è tornata a giocare a metà del primo set. 
Presente al Pavesi anche il Ct della Nazionale Davide Mazzanti.
CRONACA - Il primo set si snoda tutto sul filo dell’equilibrio. Il Club Italia CRAI dimostra buon gioco e continua a dimostrare i progressi già evidenziati nelle ultime sfide. Dall’altra parte della rete è soprattutto l’opposto tedesco Louisa Lippmann (per lei 8 punti nel primo set) a risolvere la situazione per le ospiti e a tenere Firenze incollata alle azzurrine. Il videocheck chiamato per verificare la bontà dell’attacco di Populini sigla il primo allungo per le ragazze allenate da Giovanni Caprara (15-17). Lenta ma inesorabile l’accelerazione di Firenze che chiude la prima frazione sfruttando un errore al servizio della squadra di casa (25-21).
Il secondo set si apre con le due squadre in perfetto equilibrio. Sono le toscane a tentare il primo allungo del parziale (8-11) e a indurre il tecnico Bellano a chiamare time out. Servono due videocheck per assegnare il 13 punto delle azzurrine (13-15). Subito dopo un fallo di formazione di Firenze riporta a -1 le padrone di casa. Le azzurrine però non riescono a riagguantare il pareggio e le toscane possono chiudere senza patemi il set (19-25).
Avvio sul filo dell’equilibrio anche nel terzo parziale. Sull’8-8 è Sylvia Nwakalor a siglare il primo allungo del Club Italia CRAI con due attacchi vincenti. Dopo il time out chiamato dalla panchina ospite un ace di Populini e l’attacco vincente di Omoruyi valgono il +4 per le padrone di casa (12-8). Timida la reazione di Firenze e le azzurrine possono allungare agevolmente (20-14). Un attacco a segno di Daalderop e un muro vincente delle toscane (20-17) inducono il tecnico Bellano a chiamare il time out. Con l’ingesso in campo di Lippmann e Dijkema le ospiti si riavvicinano, annullano due set point per le azzurrine e si aggiudicano i tre punti in palio (24-26).
MASSIMO BELLANO: “Alla fine si raccoglie quello che semina e probabilmente non abbiamo seminato abbastanza. Abbiamo tenuto un livello di cambio palla molto buono anche se abbiamo fatto troppa fatica nella fase break, un po’ perché prendere ritmo nel muro-difesa-attacco è difficilissimo e un po’perché siamo decisamente troppo fallosi in fase di battuta. Sicuramente dobbiamo creare qualche riferimento in più in attacco nelle situazioni cruciali, perché questa sera, in tutti e tre i set, ci siamo creati delle occasioni per poter scappare via, ma in contrattacco abbiamo fatto troppa fatica. Quando nel break riesci a difendere e a contrattaccare ma non riesci mai a mettere palla a terra diventa un problema. Ci sono degli aspetti che funzionano e mi dispiace molto perché durante la settimana funzionano ancora meglio di quanto abbiamo visto stasera. Un po’ alla volta ci mettiamo in ordine e proseguiamo nel nostro percorso. Poi c’è da considerare che mancano anche le ragazze che hanno maggiore esperienza anche se le atlete in campo stanno facendo delle buonissime cose. Se teniamo conto che i due centrali lo scorso anno giocavano in B1 possiamo affermare che stanno facendo molto bene il loro lavoro. Dobbiamo solo crescere complessivamente nel gioco”.

CLUB ITALIA CRAI–IL BISONTE FIRENZE 0-3 
(21-25, 19-25, 24-26)
CLUB ITALIA: Omoruyi 9, Kone 4, S. Nwakalor 12, Populini 9, L. Nwakalor 3, Morello 1; De Bortoli (L), Lubian 2, Panetoni, Malual, Scola. Ne: Battista, Bassi, Fahr. All. Bellano. 
FIRENZE: Popovic 6, Lippmann 14, Santana 10, Candi 6, Dijkema 2, Degradi 7; Parrocchiale (L), Daalderop 2, Sorokaite 1, Bonciani. Ne: Alberti, Venturi. All. Caprara.  
ARBITRI: Bassan-Sessolo
Durata set: 26’, 31’, 28’. 
Club Italia CRAI: a 1, bs 14, mv 3, et 28. 

 

Serie A2 Credem Banca: il Club Italia CRAI cede 3-1 contro Catania

Sab, 08/12/2018 - 19:52

Nella decima giornata della Serie A2 Credem Banca, il Club Italia Crai cede 1-3 (23-25, 21-25, 25-19, 22-25) contro la Elios Messaggerie Catania. Nella gara di questo pomeriggio, tra le altre cose, i ragazzi di Monica Cresta hanno pagato la rimonta subita nel primo parziale, dove seppur con un piccolo margine, erano riusciti a mantenere il vantaggio fino alle battute finali, quando poi è stata Catania ad avere la meglio con maggiore concretezza (23-25).
Dopo aver perso anche il secondo parziale, poi, gli azzurrini hanno provato a riaprire la gara, vincendo il terzo set con convinzione (25-19). Tuttavia, non sono bastati gli sforzi fatti e dopo un quarto parziale tiratissimo si sono dovuti arrendere ai propri avversari.
Nel prossimo turno, gli azzurrini saranno impegnati nella dura trasferta contro Grottazzolina, squadra che attualmente occupa la terza posizione.
CRONACA - Per quanto riguarda le scelte iniziali, con l’opposto Kristian Gamba di nuovo a disposizione (aveva saltato le tre gare precedenti per un infortunio alla mano sinistra), Motzo è tornato a ricoprire il ruolo di schiacciatore insieme a Recine. Per il resto Monica Cresta ha confermato capitan Salsi in palleggio, con Mosca e Cianciotta al centro e Federici come libero.
Come prevedibile, equilibrato l’andamento nel primo parziale, con le due squadre che hanno giocato a distanza ravvicinata fino alle battute finali (16-13). Qui, però, gli azzurrini non sono stati in grado di sfruttare il piccolo vantaggio conservato per lunghi tratti (18-16) permettendo così a Catania di ribaltare la situazione (23-24), prima di chiudere sul definitivo (23-25).
Diverso l’andamento nel secondo set, con Catania che ha trovato subito il vantaggio (8-10), allungando poi sul (10-16). A questo punto coach Cresta ha mandato in campo Dal Corso, che grazie a un buon approccio condito da un ace ha aiutato la squadra ad accorciare le distanze fino al (20-22). Gli sforzi fatti, tuttavia, non sono bastati e Catania è riuscita a concretizzare il vantaggio nel finale, chiudendo avanti (21-25).
Buona reazione del Club Italia nel terzo set, che con un colpo di coda riesce a rialzarsi dominando il parziale dall’inizio alla fine. Dopo il buon margine acquisito fin dall’inizio (14-7), infatti, gli azzurrini hanno saputo gestire il vantaggio, chiudendo ogni spazio ad una possibile rimonta di Catania e concludendo sul (25-19).

FEDERICI: “Sicuramente siamo consapevoli che potevamo fare di più, anche se di fronte a noi oggi c’era una squadra dura ed esperta, che ha giocato una grande partita e ha meritato la vittoria. C’è d dire che noi non stiamo attraversando un periodo facile sotto il punto di vista degli infortuni e purtroppo non riusciamo mai ad allenarci con il gruppo al completo, questa settimana oltre a Gamba che stava recuperando altri due compagni hanno avuto la febbre. Ovviamente questo non può essere un alibi quindi da domani testa a Grottazzolina, anche perché sarà un’altra partita molto complicata.”

RECINE: E’ scontato dire che siamo delusi, perché anche se il periodo sotto il punto di vista fisico non è dei migliori, con alcuni acciacchi in settimana e qualche influenzato, tra cui il sottoscritto, potevamo comunque fare di più. Siamo consapevoli comunque di aver perso contro una squadra ostica, che aveva tutte le carte in regola per venire qui e metterci in difficoltà. Probabilmente quel primo set condotto fino alla fine e non vinto può aver pesato sotto il punto di vista mentale, ma ribadisco, Catania è una squadra che non molla mai quindi anche se avessimo vinto il primo set la partita sarebbe rimasta molto dura.

CLUB ITALIA CRAI-ELIOS MESSAGGERIE CATANIA 1-3 (23-25, 21-25, 25-19, 22-25)
Club Italia: Mosca 6, Salsi 2, Recine 3, Cianciotta 5, Gamba 19, Motzo 5, Libero: Federici, Dal Corso 5, Zonta 2. Ne: Stefani, Biasotto, Magalini, Benedicenti, Di Marco.  
Catania: Finoli 4, Bonacic 22, Porcello 7, Gradi 7, Corrado 4, Mazza 8, Libero: Pricoco, Petrone, De Costa, Chilemi 15, Reina 1.
Durata: 28’, 31’, 27’,
Arbitri: Lorenzo Mattei, Andrea Rossetti
Club Italia: 7 a, 10 bs, 9 mv, 26 et
Catania: 6 a, 16 bs, 5 mv, 31 et

 

Serie A2 Credem Banca: il Club Italia CRAI ospita Catania per ripartire

Ven, 07/12/2018 - 20:56

Sarà Club Italia Crai-Elios Messaggerie Catania l'anticipo di questa decima giornata della serie A2 Credem Banca. La gara che si disputerà domani alle ore 17.00 (diretta Lega Volley Channel) al Palazzetto dell'Aeronautica Militare di Vigna di Valle, ha tutti i presupposti per essere, almeno sulla carta, un match divertente ed equilibrato .
Le due formazioni, infatti, stanno attraversando un periodo di forma molto simile e si trovano entrambe a quota 15 punti in classifica, appaiate alla quinta posizione.
I ragazzi di Monica Cresta avranno il compito di rialzarsi dopo la battuta d'arresto di Piacenza, prima gara senza ottenere punti in questa stagione. Sarà necessaria dunque la consapevolezza di non aver subito alcun ridimensionamento, in quanto la sconfitta di Piacenza rappresenta solo un piccolo passo falso, preventivabile, all'interno di un percorso di crescita che ha portato gli azzurrini ad ottenere cinque successi sfoderando prestazioni sempre convincenti, e che può riprendere serenamente proprio dalla gara di domani.
Dall'altra parte della rete, come detto, il rendimento della squadra allenata da coach Puleo è stato molto simile in questa prima parte di stagione. Anche la formazione siciliana, infatti, ha ottenuto cinque vittorie e quattro sconfitte, tre delle quali arrivate contro le prime tre squadre in classifica, la più recente contro Grottazzolina in casa rimediata nella scorsa giornata. 
Per quanto riguarda i precedenti, il match di domani  rievoca sicuramente la serie play-out della scorsa stagione, grazie alla quale gli azzurrini di Monica Cresta hanno centrato la salvezza. Anche nella regular season, lo storico dà ragione al Club Italia, uscito vittorioso sia dal match di andata concluso al tie-break sia dalla gara di ritorno, nella quale aveva conquistato i tre punti. 
L’incontro di domani sarà diretto dai due arbitri Lorenzo Mattei e Andrea Rossetti.

MONICA CRESTA: Arriviamo a questa partita dopo la prima sconfitta pesante della stagione, che pur non essendo compromettente in nessun senso, è stata comunque difficile da mandar giù. In settimana dunque abbiamo lavorato molto per correggere alcuni aspetti che non ci sono piaciuti ma anche e soprattutto in vista della partita di domani, nella quale dovremo essere bravi a rialzarci. Catania è una squadra che sta esprimendo ottime cose e ha un rendimento molto simile al nostro, dunque mi aspetto una gara equilibrata. Ha un palleggiatore importante come Finoli, di cui conosciamo bene il valore e che ci ritroveremo in campo domani a differenza invece dei play-out della scorsa stagione, un motivo i più per stare attenti”

NICOLA SALSI: Nella gara di domani dovremo essere bravi a ripartire dopo la sconfitta di Piacenza, sapendo che non deve influire mentalmente sul nostro percorso. In quella partita abbiamo sofferto molto in ricezione e a muro e dunque sono stati due aspetti su cui abbiamo insistito molto in settimana. Catania è una squadra forte, che ha i nostri stessi punti in classifica quindi sarà una gara da giocare a viso aperto. Sicuramente un valore aggiunto per loro è Finoli, un palleggiatore esperto che fa girare molto bene la squadra. Bisognerà approcciare nello stesso modo in cui lo abbiamo fatto in tutte le altre gare di campionato, Piacenza inclusa anche se il risultato non ci ha premiato, cercando di sfruttare il servizio, che è una della armi migliori che abbiamo a disposizione”

Il Club Italia CRAI Femminile domenica sfida il Bisonte Firenze

Ven, 07/12/2018 - 16:24

Il nono turno della Samsung Volley Cup di A1 vedrà il Club Italia CRAI impegnato in campo per sfidare Il Bisonte Firenze. Le azzurrine allenate da Massimo Bellano domenica alle 17 torneranno nel Palazzetto del Centro Federale Pavesi di Milano dopo la bella prova in trasferta sul campo dell’Imoco Conegliano. Nell’ultimo turno le giovani del Club Italia hanno conquistato un set e per quasi tutta la gara sono riuscite a mettere in difficoltà le titolate gialloblu. Il match di domenica sarà l’occasione per proseguire nel cammino di crescita costante mostrato fin qui dalle ragazze della squadra federale che, partita dopo partita, hanno dimostrato un gioco sempre più efficace. La sfida con Firenze si preannuncia comunque da non sottovalutare.
Mi aspetto una partita difficile – commenta il tecnico Bellano -. Firenze è una buona squadra con atlete importanti come ad esempio Lippmann, Dijkema e Parrocchiale, probabilmente ancora non del tutto espresse ma nel complesso temibili. Sulla carta si preannuncia un turno che può essere paragonato a quello con Busto: le nostre avversarie hanno un buon rendimento muro-difesa e dal canto nostro dobbiamo alzare l’efficienza in battuta, continuando a incrementare i progressi che abbiamo già riscontrato in questo fondamentale, e scegliere bene i colpi in fase di attacco”.
Da consolidare ulteriormente anche il nuovo assetto del Club Italia che si troverà di nuovo in campo senza le atlete più grandi per le quali si prolunga l’assenza dal campo. Il nuovo sestetto, che ha ben figurato nell’ultima partita, in settimana ha lavorato bene e “con le ragazze stiamo cercando di ritrovare nuovi equilibri”, conclude Bellano.
Dal canto loro le atlete allenate da Giovanni Caprara vorranno riscattare il 3-1 subito nell’ultimo turno a Cuneo. “Dobbiamo essere più aggressive e attente – ha dichiarato il tecnico delle toscane al termine della partita – non è accettabile concedere tutto quello che abbiamo concesso nel primo set”.
Analizzando la classifica troviamo al primo posto l’Igor Gorgonzola Novara saldamente al comando con 23 punti, cinque in più dell'Imoco Volley Conegliano (18). A quota 17 ci sono Savino Del Bene Scandicci, Unet E-Work Busto Arsizio e Pomì Casalmaggiore. Seguono a 11 punti Banca Valsabbina Millenium Brescia e Saugella Team Monza, a 9 Il Bisonte Firenze e Zanetti Bergamo. Scendendo troviamo Bosca San Bernardo Cuneo (8 punti), Lardini Filottrano (3), Club Italia CRAI (1) e Reale Mutua Fenera Chieri (0).
Arbitreranno l’incontro Fabio Bassan e Maurina Sessolo.
DIRETTA TV: www.lvftv.com (on demand)

Trentino Itas accede agli ottavi di CEV Cup

Ven, 07/12/2018 - 10:00

ll ritorno alla BLM Group Arena è dolce per la Trentino Itas. I Campioni del Mondo ieri sera si sono ripresentati al cospetto del proprio pubblico staccando senza particolari problemi la qualificazione agli ottavi di finale di 2019 CEV Cup. Il compito iniziato nel migliore dei modi in Svizzera quindici giorni fa col promettente successo in tre set nel match d’andata, è stato portato a termine oggi grazie al nuovo e perentorio 3-0 ottenuto sul Lausanne UC nella sfida di ritorno.  Anche dopo aver vinto i due set che le servivano per garantirsi la qualificazione, la formazione di Lorenzetti ha ugualmente voluto concludere con un successo la propria prestazione, cogliendo l’undicesima vittoria consecutiva, la quindicesima stagione su diciotto incontri disputati. A risaltare più di tutti, in questo caso, è stato il palleggiatore Nicola Daldello, utilizzato per tutta la partita al posto di Giannelli a cui è stato giustamente concesso un turno di riposo. L’esperto regista veneto si è calato subito nella parte, facendo girare l’intero fronte di attacco su ottime percentuali (57% di squadra) ed innescando particolarmente bene specialmente Van Garderen (13 punti col 56%), Kovacevic (12 con lo stesso dato) e Lisinac (100%). Prova positiva anche per Nelli (undici volte a segno col 48%) e, più in generale, per il servizio, andato a segno 7 volte (3 solo con Uros) con appena dodici errori. Nel terzo turno del tabellone ci sarà spazio per la sfida contro i tedeschi dell’AlpenVolleys Haching, che saranno di scena a Trento già il 19 dicembre (data ed orario da confermare) per la gara d’andata.

Trentino Itas-Lausanne UC 3-0 (25-22, 25-20, 25-17)
Trentino Itas: Van Garderen 13, Candellaro 5, Nelli 11, Kovacevic 12, Lisinac 9, Daldello 1, Grebennikov (L); Cavuto, Codarin 2. N.e. Vettori, De Angelis, Giannelli. All. Angelo Lorenzetti.
Lausanne UC: Pfund 1, Hoehne 10, Zerika 5, Kvalen 8, Prevel 15, Stevanovic 4, Del Valle (L); Montavon, Chevallier. N.e. Kaeser, Sueur, Feughouo. All. Massimiliano Giaccardi.
Arbitri: Voudouris di Atene (Grecia) e Zguri di Tirana (Albania).
Durata set: 26’, 24’, 22’; tot. 1h e 12’.
Note: 2.453 spettatori.
Trentino Itas: 7 muri, 7 ace, 12 errori in battuta, 4 errore azione, 57% in attacco, 60% (30%) in ricezione.
Lausanne UC: 4 muri, 5 ace, 14 errori in battuta, 8 errore azione, 49% in attacco, 57% (25%) in ricezione. Mvp Daldello.

CEV Cup: i Campioni del Mondo per Club trentini questa sera in campo per il ritorno contro il Lausanne

Gio, 06/12/2018 - 14:50

Messo in bacheca il quinto trofeo iridato conquistato domenica sera in Polonia al Mondiale per Club, vinto nella Finale tutta italiana contro la Cucine Lube Civitanova, la Trentino Itas torna subito ad indossare i panni europei questa sera alle 20.30 nella sfida di ritorno dei sedicesimi di CEV Cup. Il pubblico trentino potrà festeggiare i propri beniamini nuovamente protagonisti alla BLM Group Arena per il secondo match contro il Lausanne UC, valido per la qualificazione agli Ottavi di Finale della competizione. Nella trasferta in Svizzera dell’andata i ragazzi di Lorenzetti hanno sbancato facilmente la University Sports Hall di Losanna e il netto 0-3 consente quindi ai trentini di qualificarsi con la vittoria di soli due set.

La formula

La formula prevede una fase a eliminazione suddivisa in Trentaduesimi, Sedicesimi, Ottavi e Quarti di Finale, con 24 squadre al via più altre 14 eliminate durante la seconda e terza fase preliminare della 2019 Champions League. Al termine di questa fase le quattro vincenti accederanno alle Semifinali e Finali. Tutti i turni si giocheranno con gare di andata e ritorno.

Azzurrini al lavoro subito dopo Natale

Gio, 06/12/2018 - 12:53

La Nazionale Under 17 Maschile lavorerà presso il Centro Sportivo Aeronautica Militare di Vigna di Valle dal 26 al 30 dicembre per un collegiale in vista della preparazione al Torneo Wevza che si terrà in Portogallo a gennaio. Il tecnico federale Renato Barbon ha convocato 18 atleti:

Cosimo Balestra, Leonardo Carta, Gabriele Laurenzano, Riccardo Milano (SSD Matervolley Castellana)
Federico Bonacchi, Gabriele Chiloiro (Power Volley Milano)
Edoardo Cunial (Volley Treviso)
Lorenzo Esposito, Michele Menchi (Volley Lube)
Francesco Gianotti, Gianluca Rossi (Volley Milano)
Filippo Menchetti (Volley Prato)
Raul Parolari (Trentino Volley)
Luca Porro (Colombo Genova)
Matteo Staforini (Diavola Rosa Brugherio)
Ranieri Truocchio (Avis Volley Pistoia)
Niccolò Vergnaghi (ASD Cuneo VBC)

Al termine del collegiale saranno selezionati 14 atleti che torneranno a radunarsi dal 1 al 5 gennaio, giorno in cui il tecnico sceglierà poi i 12 che disputeranno il Wevza.

La Vero Volley Monza batte Parnu e accede agli ottavi di Challenge Cup

Gio, 06/12/2018 - 12:51

Esordio casalingo in Europa senza intoppi per la Vero Volley Monza che, battendo Parnu 3-0 nella gara di ritorno dei sedicesimi di finale della Challenge Cup 2019, bissa il successo in tre set ottenuto in Estonia e vola agli ottavi di finale della competizione dove affronterà la Stella Rossa di Belgrado (andata in Serbia, ritorno a Monza). Soli sceglie Giannotti al posto di Ghafour in diagonale con Orduna ed è proprio il suo opposto, insieme a Dzavoronok, Plotnytskyi (top scorer della gara 15 punti, 1 ace ed il 76% in attacco) e Yosifov, a guidare i padroni di casa alla conquista del primo e secondo gioco, decisivi per il passaggio del turno. Nel terzo parziale girandola di cambi da entrambe le parti ma stesso andamento: Monza quasi sempre padrona del punteggio nonostante qualche accelerazione ospite guidata da Neves (14 punti, 1 ace e 1 muro), miglior realizzatore dei suoi, e brava a risolvere la pratica in poco più di un’ora.
Stefano Giannotti (schiacciatore Vero Volley Monza): “Sicuramente una gara come questa, di fronte ad un avversario che era venuto qui a cuor leggero, non era così semplice da affrontare. Noi siamo stati bravi a non perdere mai la concentrazione, dimostrando di essere una squadra coesa che, indipendentemente da chi va in campo, gioca con il giusto approccio. Ora testa agli ottavi dove affronteremo Belgrado”.

Vero Volley Monza – Parnu VK 3-0 (25-21, 25-22, 25-19)
Vero Volley Monza: Beretta 1, Orduna, Plotnytskyi 15, Yosifov 7, Giannotti 8, Dzavoronok 8; Rizzo (L). Buti 4, Calligaro, Galliani 3, Arasomwan 3, Botto 6. N.e. Ghafour, Picchio (L). All. Soli
Parnu VK : Svans 6, Keel, Kovalov 7, Nassar 5, Neves 14, Leppik 5; Maar (L). Lilles, Voogel, Keskulla (L), Maier, Pool, Parrol, Ozolins 2. All. Keel
Durata set: 24′, 25′, 20′; Tot: 1h09′ 
Arbitri: Husejnovic, Tanti
Vero Volley Monza: battute vincenti 4, battute sbagliate 16, muri 5, errori 22, attacco 61%
Parnu VK: battute vincenti 6, battute sbagliate 8, muri 4, errori 20, attacco 45%

La formula della competizione
La Challenge Cup prevede turni a eliminazione diretta dai sedicesimi fino alla finale. Ogni confronto si disputa su gare di andata e ritorno e a passare il turno sarà la formazione che avrà guadagnato più punti nel doppio scontro (considerando che i risultati di 3-0 e 3-1 assegnano tre punti a chi vince e zero a chi perde, mentre il 3-2 assegna due punti a chi vince e uno a chi perde).

CEV Cup: la Yamamay E-Work Busto Arsizio fa la voce grossa in Germania, 3-0 al Dresdner e ottavi di finale conquistati

Gio, 06/12/2018 - 09:35

La Yamamay E-Work Busto Arsizio si toglie dalle scarpe il sassolino Dresdner SC e conquista gli ottavi di finale della CEV Cup. Se nella partita di andata, disputata al PalaYamamay, le tedesche avevano reso difficile la vita alle farfalle e messo in dubbio la qualificazione al turno successivo, nel match di ritorno in Germania la superiorità del team italiano è netta e determina un successo per 3-0, in bilico solo nel primo set. Dopo aver vinto ai vantaggi il primo parziale con Grobelna e Gennari decisive, le bustocche infatti dominano la scena. Nel secondo game la pazzesca prestazione di Bonifacio a muro (5 nel parziale, 6 in totale) spiana la strada alla UYBA, mentre nel terzo, nonostante i cambi di coach Waibl, le ragazze di Marco Mencarelli giocano in fiducia e mostrano il meglio del proprio repertorio, chiudendo agevolmente il match. Oltre alla già citata Bonifacio (12 a tabellino), da segnalare la prova estremamente convincente di Grobelna, top scorer con 18 punti e il 49% offensivo, sempre ben innescata da una lucida Orro, brava a mandare in doppia cifra anche Herbots (11) e la sempre generosa Gennari (10). Ottimo il muro difesa biancorosso, con Leonardi protagonista di più di un recupero miracoloso, esaltando la squadra e la decina di tifosi Amici delle Farfalle sugli spalti.
Starting six. UYBA: Orro - Grobelna, Bonifacio - Berti, Gennari - Herbots, Leonardi libero. Dresdner: Von Romen - Stigrot, Mrdak - Planinsec, Radosova - Schwabe, libero Benson. Nel primo set la UYBA parte forte e il muro di Berti fa chiamare time-out a Waibl (5-10); anche Orro mura (5-11), mentre Stigrot e Schwabe tentano il recupero (9-12);Radosova e Stigrot ritrovano il pari (14-14 time-out Mencarelli), poi Radosova e Schwabe schiacciano sull'acceleratore e costringono la UYBA a fermare ancora il gioco (18-15). Berti torna a -1 sfruttando il servizio di Botezat, entrata in battuta, Gennari conferma (19-18), mentre Radosova in pipe trova il 20-18. Gennari e Bonifacio non mollano (22-21), Orro al servizio propizia il nuovo pari sul 22. Grobelna supera a muro (22-23), Stigrot regala il 22-24, ma Radosova e Schwabe annullano (24-24). Ai vantaggi implacabili Grobelna e Gennari (24-26).
Secondo set: le farfalle partono cariche con Gennari e Grobelna, a cui si aggiunge Berti che a muro fa chiamare tempo alle padrone di casa (0-4); la centrale passa anche in fast, Orro e Bonifacio murano alla grande (1-8), poi Radosova trova cambiopalla (2-8 dentro Mollers al palleggio). L'impatto della regista è buono e Mencarelli ferma il gioco (5-9), Mrdak mura il -3 (6-9), Radosova è scatenata da 4 e trova il -1 (8-9). Bonifacio con tre muri di fila ridà forza alla UYBA (7-12 tempo Dresdner), Gennari mura  sua volta il 7-13 e le farfalle volano (rientra Von Romen al palleggio). Grobelna tira a tutto braccio la doppietta dell'8-15, Herbots in pipe e da 4 porta al 13-19, di nuovo Grobelna da 2 inchioda il 13-20. Nel finale le farfalle amministrano, trovano il 17-24 con Grobelna e chiudono con Berti (17-25).
Terzo set: Dresda riparte con Wezorke per Mrdak e Segura in 4 (dentro per Radosova);  la spagnola si presenta con attacco ed ace per il primo 3-1; Gennari (doppietta) trova il pari sul 5 e tiene sempre incollata la UYBA (8-7), che riesce a sorpassare con i muri di Herbots e Orro (8-10 time-out tedesco); l'ace fortunoso di Von Romen rimette tutto in gioco (10-10), Bonifacio trova buoni spunti (12-13), Stigrot e Segura regalano il 12-15 con due errori in attacco. Herbots firma l'ace del 12-16 e fa chiamare tempo a Waibl, mentre Grobelna continua a martellare in attacco (15-18 e 16-19); Segura riporta sotto le sue (18-19), ma Herbots chiude il lungo ed importante scambio che porta al 18-20 (dentro anche Maase per le tedesche). Grobelna sfonda ancora da posto 1 (18-21), Bonifacio mura il 18-22, Herbots di forza mette a terra la doppietta del 19-24. Chiude Bonifacio con un potente attacco dal centro (20-25).

Marco Mencarelli: "Complimenti alle ragazze, che dopo la partita di andata hanno cambiato completamente regime di allenamento, entrando perfettamente nel clima di questo match di ritorno; non voglio dire che ciò sia andato a discapito della partita con Scandicci, dove abbiamo dimostrato di esserci, almeno per i primi due set, ma senza dubbio un pensiero ad oggi c'era. C'era perchè sapevamo che il Dresdner è una squadra forte, non da primo turno: a differenza della gara del Palayamamay, oggi siamo riusciti a sfruttare qualche loro limite. Nel primo set eravamo un po' contratti, soprattutto in ricezione, condizionati dal rendimento dell'andata, poi ci siamo sbloccati in tutti i fondamentali: era dunque un blocco mentale più che tecnico".

La Yamamay E-Work Busto Arsizio se la vedrà negli ottavi di finale con la vincente del confronto tra TJ Ostrava (Repubblica Ceca) e UVC Holding Graz (Austria): nell'incontro di andata le ceche si sono imposte con il punteggio di 3-2 (28-26, 16-25, 18-25, 25-15, 15-9), rimandando il verdetto alla gara di ritorno in programma giovedì 6 dicembre a Graz. Nell'andata degli ottavi, tra il 18 e il 20 dicembre, le bustocche giocheranno sicuramente in trasferta.

IL TABELLINO
DRESDNER SC - Yamamay e-work BUSTO ARSIZIO 0-3 (24-26, 17-25, 20-25) - DRESDNER SC: Von Romer 1, Stigrot 12, Radosova 11, Mrdak 4, Schwabe 8, Planinsec 2, Benson (L), Mollers 1, Maase 2, Weitzel. Non entrate: Petter, Korhonen (L). All. Waibl. Yamamay e-work BUSTO ARSIZIO: Herbots 11, Grobelna 18, Gennari 10, Orro 1, Bonifacio 12, Berti 7, Leonardi (L), Meijners, Botezat. Non entrate: Piani, Peruzzo, Cumino. All. Mencarelli. ARBITRI: Micevski, Rejaeyan. NOTE - Durata set: 27', 26', 25'; Tot: 78'.

LA FORMULA
La Cev Cup prevede turni a eliminazione diretta dai sedicesimi fino alla finale. Ogni confronto si disputa su gare di andata e ritorno e a passare il turno sarà la formazione che avrà guadagnato più punti nel doppio scontro (considerando che i risultati di 3-0 e 3-1 assegnano tre punti a chi vince e zero a chi perde, mentre il 3-2 assegna due punti a chi vince e uno a chi perde). 

LE DATE
Ottavi di finale: andata 18-20 dicembre, ritorno 22-24 gennaio
Quarti di finale: andata 5-7 febbraio, ritorno 12-14 febbraio
Semifinali: andata 26 febbraio, ritorno 5 marzo
Finale: andata 19 marzo, ritorno 26 marzo.

Ravenna, la festa dei 1500 per Volley S3 e Sitting Volley

Mer, 05/12/2018 - 17:52

100 anni di pallavolo a Ravenna, 1500 giovanissimi sotto rete, il Volley S3 in campo con il Sitting Volley. Al PalaDeAndrè di Ravenna la Fipav ha fatto festa schierando in campo le S di Schiacciata, Sorriso e Sitting. Giornata indimenticabile che ha sugellato il connubio tra i progetti Volley S3, percorso tecnico-didattico della Fipav sostenuto da Kinder + Sport, e Volley Insieme, progetto vincitore del bando OSO – Ogni Sport Oltre promosso dalla Fondazione Vodafone Italia. La schiacciata come vettore di valori universali per i più giovani e la promozione del sitting volley per includere abbattendo le barriere fisiche e culturali che ancora oggi allontanano i disabili dallo sport: ecco i due obiettivi pienamente centrati a Ravenna,una delle culle della pallavolo italiana. Protagonisti in campo con i 1500 giovanissimi provenienti da scuole e associazioni del territorio, sono stati i testimonial e campionissimi azzurri, Andrea “Lucky” Lucchetta, Samuele, o fenomeno, Papi e Giacomo Giretto. Tre ori mondiali sotto rete, in piedi e da seduti che, alternandosi ai CT delle nazionali azzurre di sitting, Emanuele Fracascia (maschile) e Amauri Ribeiro (femminile), e alle giocatrici e ai giocatori di Teodora Ravenna (A2 femminile) e Porto Robur Costa (Superlega), hanno reso ancor più indimenticabile la grande festa del PalaDeAndrè.  “Abbiamo festeggiato i 100 anni della pallavolo italiana nata qui a Ravenna con 1500 bambini che hanno giocato a Sitting e Volley S3 – ha dichiarato il Responsabile dell’Area Sviluppo e Formazione della Fipav, Stefano Bellotti -. Sorriso, divertimento e voglia di stare insieme hanno prevalso ancora una volta con la speranza mista a sicurezza che questi bambini conservino un ricordo speciale di questa giornata importante ma soprattutto quei valori necessari per vivere in maniera più semplice e autentica”. Soddisfatti dalla risposta di regione e provincia anche i presidenti del C.R. della Fipav Emilia-Romagna, Silvano Brusori, e il presidente del Comitato Territoriale della Fipav Ravenna, Mauro Masotti: “Vedere il PalaDeAndrè così festoso, con tanti campi e bambini è una grande soddisfazione che coinvolge Ravenna ma più in generale tutta l’Emilia che è da tutti riconosciuta come la grande culla della pallavolo italiana. Il progetto Volley S3 trasmette valori importanti che accompagnano la vita e la crescita dei nostri ragazzi ed ora, affiancando il Sitting Volley e il progetto Volley Insieme, è diventato ancor più speciale e di impatto per i nostri ragazzi”. “è stata una giornata molto coinvolgente con oltre 1500 ragazzi che ci hanno entusiasmato e travolti – ha ribadito Mauro Masotti del C.T. Ravenna -. Abbiamo ospitato per primi il villaggio ampliato della schiacciata che ha proposto sitting volley e volley S3 assieme ottenendo ottimi risultati sia in termini numerici che di impatto sociale”. Con la grande festa del PalaDeAndrè si è ufficialmente concluso Volley Insieme, progetto vincitore del bando OSO – Ogni Sport Oltre, promosso dalla Fondazione Vodafone Italia. Napoli, Pisa, Roma, Firenze e Ravenna sono state le tappe di un percorso che ha fatto conoscere a migliaia di giovanissimi, disabili e normodotati, il concetto dell’inclusione sociale attraverso la sana e divertente pratica del sitting volley. Un significativo passo compiuto dalla Federazione Italiana Pallavolo grazie al supporto della Fondazione Vodafone nella promozione del sitting volley che si sta imponendo sempre più come opportunità di riscatto per migliaia di disabili e che la Fipav intende coinvolgere con convinzione nella vita sportiva di tutti i giorni. 

Dopo i Gazzetta Awards azzurrine di nuovo in palestra in vista della sfida con Firenze

Mer, 05/12/2018 - 14:59

Sul palco dei Gazzetta Awards (la cerimonia di premiazione andrà in onda alle 21.15 su La7 mercoledì 5 dicembre) le ragazze del Club Italia CRAI Elena Pietrini, Marina Lubian e Sylvia Nwakalor hanno ritrovato il ct Davide Mazzanti e le compagne della nazionale italiana femminile di pallavolo Cristina Chirichella e Carlotta Cambi. Le azzurre, grazie al successo riscosso ai Mondiali dove hanno conquistato l’argento, si sono aggiudicate il titolo di “Squadra dell'anno”.
Messo in bacheca il nuovo prestigioso riconoscimento per le azzurrine è tempo di tornare in palestra per riprendere la preparazione del campionato. La nona giornata della Samsung Volley Cup vedrà le ragazze allenate da Massimo Bellano impegnate sul campo del Centro Federale Fipav Pavesi con il Bisonte Azzurra Volley di Firenze.
Per le azzurrine sarà l’occasione di confermare quanto di buono dimostrato sul campo fino a questo momento. La stagione ha visto la formazione federale crescere partita dopo partita e nell’ultimo turno della regular season il Club Italia CRAI ha messo a dura prova le campionesse dell’Imoco Volley Conegliano, conquistando un set e tenendo sempre sotto pressione le gialloblu. Nella preparazione si dovrà però tener conto delle assenze di Elena Pietrini, Marina Lubian e Sarah Fahr, per le quali si prolunga l’assenza dal campo.
Per Elena Pietrini gli accertamenti medici svolti in settimana hanno evidenziato una instabilità alla spalla destra per la quale è necessario un lavoro di rinforzo muscolare che servirà per la stabilizzazione. I tempi di recupero saranno valutati progressivamente.
Domenica non sarà disponibile anche Sarah Fahr che ha riportato la frattura del pollice della mano sinistra: in base al decorso per lei saranno necessarie 3-4 settimane di stop.
Marina Lubian è invece alle prese con una tendinopatia al tendine rotuleo del ginocchio destro e ha ripreso ad allenarsi con il gruppo.
In attesa di rivedere le azzurrine in campo per la Samsung Volley Cup, oggi al Centro Pavesi le ragazze più giovani della formazione federale saranno impegnate con le “piccole” dell’Igor Volley Novara per un allenamento congiunto che prenderà il via alle 17, mentre per le altre il programma prevede le consuete sessioni di pesi e tecnica.
 

 

Challenge Cup: la Saugella Team Monza agli ottavi, 3-0 alle austriache del Perg

Mer, 05/12/2018 - 09:46

Si rivela agevole per la Saugella Team Monza l’esordio casalingo in Europa. Nella gara di ritorno dei sedicesimi di finale della Challenge Cup, opposte al Prinz Brunnenbau Volleys Perg. le ragazze di Miguel Angel Falasca bissano il 3-0 ottenuto in Austria una settimana fa e volano agli ottavi di finale della competizione: prossima avversaria, tra il 18 e il 20 dicembre, una tra il Gent (Belgio) e il Pihtipudas (Finlandia). Ritmi non elevatissimi ma Saugella brava a sfruttare una maggiore qualità in tutti i fondamentali per fermare le ospiti, apparse carenti soprattutto nella fase di muro. Falasca sceglie Orthmann al posto di Begic, confermando il sestetto vincente all’andata. La tedesca chiude come top scorer del match con 19 punti e 5 ace, supportata dalle giocate di Bianchini e Devetag (13 e 11 punti, con la seconda autrice di 4 muri). A rispondere per Perg Mitrengova (10 punti e 2 ace), incapace però di guidare le sue ad un recupero apparso quasi sempre praticamente impossibile. La cronaca in breve. Primo set. Filotto di tre punti della Saugella (ace di Facchinetti, due giocate di Orthmann), 3-0. Giocata vincente di Jusufi dopo una disattenzione monzese e Perg si riavvicina, 3-2. Due attacchi vincenti di Tucker riportano le ospiti in parità (4-4), ma due assoli di Bianchini e l’ace di Orthmann valgono la nuova fuga monzese, 7-4. Monza mantiene il vantaggio approfittando dell’errore di Ferguson al servizio (10-7), poi allunga con Devetag, 12-8 e Pecha-Tlstovicova chiama time-out. La Saugella Monza sale d’intensità a muro con Devetag (15-10) e in attacco con Orthmann (16-11). Muro di Balboni su Mitrengova (18-12), ma qualche sbavatura in attacco e al servizio delle padrone di casa ed il muro di Tucker su Orthmann tengono viva la speranza di recupero delle austriache (20-16). Giocata di Balboni, poi seconda vincente di Ferguson (23-17) ma due ace di Orthmann chiudono il primo gioco per le monzesi, 25-17.
Secondo set. Dopo un punto a punto nel prologo (2-2), la Saugella Monza fa le prove di fuga con due fast di Devetag ed un attacco vincente di Orthmann, 5-2. Doppia di Ferguson, ace di Orthmann e time-out Pecha-Tsltovicova sul 7-3 per le padrone di casa. Mani fuori di Walter ed ace di Tucker, le austriache accorciano 8-6. Palla out di Balboni dopo l’attacco vincente di Walter, le ospiti arrivano a meno uno, 10-9 e Falasca chiama time-out. Pipe di Orthmann, fallo di Ferguson e giocata vincente di Bianchini, due fast di Facchinetti e 15-9 Saugella Monza (filotto di cinque punti) e Pecha-Tsltovicova chiama time-out. Ancora Orthmann e Devetag a trainare le loro al nuovo allungo (17-11) e la Prinz Brunnenbau che tenta di reagire con Konig (18-13). Due giocate di Devetag spianano la strada alla Saugella Monza (21-13) che chiude il gioco con il muro di Devetag su Mitrengova, 25-14.
Perg parte convinta nel terzo gioco, nonostante il matematico passaggio delle monzesi agli ottavi complice la conquista di due set. Mitrengova e Walter portano le austriache sul 6-4, ma la Saugella reagisce con le giocate di Devetag e Bianchini (7-7). Punto a punto fino al 10-10, momento in cui Balboni mura Tucker e Pecha-Tsltovicova chiama time-out sull’11-10 per le padrone di casa. Al ritorno in campo la Saugella Monza prende il largo sul buon turno al servizio di Facchinetti (13-10), Perg infila un filotto di quattro punti guidato da Ferguson, Jusufi e Tucker, passa avanti, 17-16 e Falasca chiama time-out. Riprende il gioco e con lui le monzesi, che sorpassano 20-17 (ace di Bianchini) e si regalano la prima vittoria in Europa a Monza 3-0 grazie al 25-18 finale.
Marika Bianchini (schiacciatrice Saugella Monza): "In queste partite, dove il ritmo non è altissimo, è importante rimanere concentrate per non abbassare il livello della qualità del gioco. Noi siamo state brave a lasciare pochissimo al nostro avversario, chiudendo il confronto senza particolari problemi. Abbiamo ottenuto questo doppio 3-0 che ci regala il passaggio del turno, morale e grande motivazione per affrontare la gara di andata degli ottavi al massimo".
La vincente del doppio confronto tra Saugella Team Monza e Perg affronterà negli ottavi di finale la squadra che supererà il turno tra LiigaPloki Pihtipudas (Finlandia) e VDK Bank Gent (Belgio). Nella gara di andata la formazione belga si è imposta per 2-3 (19-25, 25-20, 24-26, 25-20, 12-15) in casa delle finlandesi. Il ritorno si disputerà mercoledì 5 dicembre in Belgio. 

IL TABELLINO
Saugella MONZA - Prinz Brunnenbau Volleys PERG 3-0 (25-17, 25-14, 25-18) - Saugella MONZA: Partenio 8, Balboni 4, Devetag 11, Orthmann 19, Facchinetti 4, Bianchini 13, Bonvicini (L). Non entrate: Ortolani, Arcangeli (L), Adams, Hancock, Begic, Melandri. All. Falasca Fernandez. Prinz Brunnenbau Volleys PERG: Mitrengova 10, Tucker 6, Ferguson 3, Leka, Walter 6, Jusufi, Haselsteiner (L), Trauner, Bauernfeind.. All. Pecha-Tlstovicova. ARBITRI: Onopas, Kovac. NOTE - Durata set: 20', 22', 24'; Tot: 66'.

LA FORMULA DELLA COMPETIZIONE
Sia Cev Cup che Challenge Cup prevedono turni a eliminazione diretta dai sedicesimi fino alla finale. Ogni confronto si disputa su gare di andata e ritorno e a passare il turno sarà la formazione che avrà guadagnato più punti nel doppio scontro (considerando che i risultati di 3-0 e 3-1 assegnano tre punti a chi vince e zero a chi perde, mentre il 3-2 assegna due punti a chi vince e uno a chi perde). 

LE DATE
Ottavi di finale: andata 18-20 dicembre, ritorno 22-24 gennaio
Quarti di finale: andata 5-7 febbraio, ritorno 12-14 febbraio
Semifinali: andata 27 febbraio, ritorno 6 marzo
Finale: andata 20 marzo, ritorno 27 marzo

Gazzetta Sports Awards 2018: le azzurre vincono il premio squadra dell'anno

Mar, 04/12/2018 - 23:14

Prestigioso riconoscimento per la nazionale italiana femminile di pallavolo che questa sera si è aggiudicata ai Gazzetta Sports Awards 2018 il titolo di "Squadra dell'anno". Le azzurre con la splendida medaglia d'argento al Campionato del Mondo in Giappone hanno conquistato non solo il pubblico, ma anche la giuria di esperti che ha assegnato il premio. Chirichella e compagne hanno superato in finale la Juventus e la nazionale femminile di ginnastica ritmica.

Nella categoria "Donna dell'anno", dove era in corsa anche Paola Egonu, ha vinto Sofia Goggia. 

Massimiliano Allegri, invece, ha ottenuto il premio "Allenatore dell'anno" davanti al ct Davide Mazzanti e a Lorenzo Bernardi.

I Gazzetta Sports Awards 2018 saranno trasmessi in prima serata da La7 mercoledì 5 dicembre (ore 21.15).

 

CEV Cup: Yamamay E-Work Busto Arsizio in Germania per il ritorno dei sedicesimi

Mar, 04/12/2018 - 15:56

E' già partita per la Germania la Yamamay E-Work Busto Arsizio, in vista della gara di ritorno dei sedicesimi di finale di CEV Cup contro il Dresdner SC. Mercoledì sera, con inizio alle ore 19.00, le farfalle di Marco Mencarelli saranno di scena alla Margon Arena di Dresda per staccare il pass per il turno successivo: una settimana fa, al PalaYamamay, le bustocche ebbero la meglio per 3-2, soffrendo a tratti la potenza avversaria e sprecando un vantaggio di 19-12 nel quarto set.  In virtù di quel risultato, le biancorosse avranno la necessità di vincere in Germania per conquistare gli ottavi, con qualsiasi risultato. Andrebbero avanti le tedesche di Alexander Waibl in caso di successo per 3-0 o 3-1, mentre un 3-2 rimanderebbe il verdetto al decisivo Golden Set. Per la Yamamay E-Work, che nella competizione vanta già due successi nel 2010 e nel 2012 e una finale nel 2017, obiettivo vittoria non solo per continuare il percorso europeo, ma anche per cancellare il primo ko stagionale, patito domenica per mano della Savino Del Bene Scandicci. 
La vincente della doppia sfida tra Yamamay E-Work Busto Arsizio e Dresdner SC se la vedrà negli ottavi di finale con TJ Ostrava (Repubblica Ceca) o UVC Holding Graz (Austria): nell'incontro di andata le ceche si sono imposte con il punteggio di 3-2 (28-26, 16-25, 18-25, 25-15, 15-9), rimandando il verdetto alla gara di ritorno in programma giovedì 6 dicembre a Graz. Il quadro completo dei risultati è disponibile sul sito ufficiale CEV a questo link.

LA FORMULA
La Cev Cup prevede turni a eliminazione diretta dai sedicesimi fino alla finale. Ogni confronto si disputa su gare di andata e ritorno e a passare il turno sarà la formazione che avrà guadagnato più punti nel doppio scontro (considerando che i risultati di 3-0 e 3-1 assegnano tre punti a chi vince e zero a chi perde, mentre il 3-2 assegna due punti a chi vince e uno a chi perde). 

 

Challenge Cup: Saugella Team Monza in campo questa sera per il ritorno dei sedicesimi

Mar, 04/12/2018 - 15:19

Dopo il debutto assoluto in competizioni europee, avvenuto mercoledì scorso e bagnato con una netta vittoria in Austria, la Saugella Team Monza si appresta ad affrontare la gara di ritorno dei sedicesimi di finale della Challenge Cup. Questa sera, alle ore 20.00, le brianzole ospiteranno alla Candy Arena l’SG Prinz Brunnenbau Volleys Perg, già sconfitto per 3-0. Per il passaggio del turno al team di Miguel Angel Falasca saranno sufficienti due set. In casa Monza, però, c’è la volontà di ottenere un’altra affermazione per dimenticare lo stop di domenica a Novara e prendere ulteriore fiducia in vista delle fasi più calde della stagione. Benché di un livello tecnico inferiore, le austriache non saranno avversario così facile. Nel campionato austriaco, le ragazze di Pecha Tlstovicova hanno ottenuto nel weekend un successo per 3-2 grazie al quale hanno raggiunto il secondo posto in classifica.
Siamo pronte ad affrontare al massimo questo impegno per chiudere la serie e qualificarci agli ottavi – afferma Fabiola Facchinetti, centrale della Saugella -. È vero, dopo il risultato dell’andata partiamo favorite, ma non vogliamo sottovalutare il nostro avversario. Sarà certamente emozionante giocare davanti al nostro pubblico la prima gara in Europa, motivo per cui cercheremo di dare il massimo e guadagnarci questo pass con una bella prova“.
La vincente del doppio confronto tra Saugella Team Monza e Perg affronterà negli ottavi di finale la squadra che supererà il turno tra LiigaPloki Pihtipudas (Finlandia) e VDK Bank Gent (Belgio). Nella gara di andata la formazione belga si è imposta per 2-3 (19-25, 25-20, 24-26, 25-20, 12-15) in casa delle finlandesi. Il ritorno si disputerà mercoledì 5 dicembre in Belgio. Il quadro completo del programma del primo turno è disponibile sul sito ufficiale CEV a questo link.

LA FORMULA DELLA COMPETIZIONE
Sia Cev Cup che Challenge Cup prevedono turni a eliminazione diretta dai sedicesimi fino alla finale. Ogni confronto si disputa su gare di andata e ritorno e a passare il turno sarà la formazione che avrà guadagnato più punti nel doppio scontro (considerando che i risultati di 3-0 e 3-1 assegnano tre punti a chi vince e zero a chi perde, mentre il 3-2 assegna due punti a chi vince e uno a chi perde).

 

Proseguono i lavori dei processi selettivi maschili

Mar, 04/12/2018 - 12:17

Proseguono gli appuntamenti dei processi selettivi maschili. Ieri è stato il turno di Valle d'Aosta. Umbria e Sicilia, regioni dove sono stati visionati molti giovani pallavolisti.
Lo staff del progetto di Qualificazione Nazionale maschile presentato dal direttore tecnico Gianlorenzo Blengini è composto dal Coordinatore Responsabile Monica Cresta e dai tecnici federali Bruno Morganti (Lazio), Renato Barbon (Veneto), Vincenzo Fanizza (Puglia). Sotto la loro supervisione lavorano 15 tecnici rappresentativi del territorio nazionale. Questo lo staff completo: Adriano Pierantoni (Abruzzo), Daniele Morato (Lombardia), Giuseppe Gennaro (Sicilia), Francesco Conci (Trentino),  Francesco Malagoli (Emilia Romagna), Franscesco Mattioli (Toscana), Giacomo Tomasello (Calabria), Giacomo Panzini (Campania), Luca Leoni (Liguria),  Marco Gagliardi (Sardegna), Marco Rizzo (Piemonte), Paolo Mattia (Friuli Venezia Giulia), Pierpaolo De Pace (Basilicata), Roberto Rotari (Veneto), Simone Roscini (Marche). 

La foto fa riferimento all'appuntamento di ieri in Sicilia (gruppo atleti 2004)

Sitting Volley: a Fermo si è svolto il primo Regional Day

Lun, 03/12/2018 - 14:06

Si è svolto domenica 2 dicembre a Fermo il primo Regional Day di sitting volley, al quale hanno preso parte i tecnici azzurri Emanuele Fracascia e Amauri Ribeiro, rispettivamente ct della nazionale maschile e di quella femminile       
Voluto dal settore nazionale Fipav ed organizzato grazie alla collaborazione del comitato regionale Marche, l’evento ha dato il via al nuovo percorso di sviluppo del settore che si pone l’obiettivo di visionare e reclutare atleti ed atlete diversamente abili da coinvolgere nelle squadre azzurre.
“Da marchigiano è per me un privilegio avviare questo importante progetto proprio nelle Marche – commenta Emanuele Fracascia – Il sitting volley è in forte crescita e i Regional Days ci permetteranno di coinvolgere in maniera capillare tutto il territorio nazionale”
Partecipata e coinvolgente la sessione di allenamento non solo con atleti diversamente abili alla prima esperienza, ma anche con i ragazzi della Scuola di Pallavolo Fermana, medaglia di bronzo all’ultima edizione dei Campionati Italiani Assoluti, e della FEA Telusiano di Monte San Giusto, realtà che si sta avvicinando a questa coinvolgente disciplina.​
Significativo anche l’interesse del pubblico che ha assistito al training in una Palestra CONI non nuova a questo genere di iniziative come dichiarato dall’Assessore allo Sport del Comune di Fermo Alberto Scarfini.   
Presenti all’appuntamento il presidente del comitato regionale Marche Franco Brasili e il vicepresidente Flavio Patrizi, oltre al delegato del CIP provinciale Daniele Malavolta.   

     

 

Trentino Diatecx Campione del Mondo per la quinta volta

Lun, 03/12/2018 - 08:12

“Campioni del Mondo” da scrivere in inciso per cinque volte! A sei anni di distanza dall’ultima volta, la Trentino Diatecx torna a incidere il proprio nome nell’albo d’oro del Mondiale per Club, conquistando il suo quinto titolo iridato di sempre. Lo straordinario e per certi versi inaspettato exploit si è completato in serata alla Hala Sportowa di Czestochowa, dove i gialloblù hanno superato in una Finale a sole tinte tricolori la Cucine Lube Civitanova, grande indiziata per il successo alla vigilia. Nemmeno i favori del pronostico e una comunque battagliera formazione marchigiana hanno potuto nulla contro la feroce determinazione di questa Trentino Volley, capace di completare il suo percorso netto nel torneo polacco con un 3-1 in finale al termine di una prestazione monstre in tutti i fondamentali, che ha messo costantemente sotto pressione gli avversari.
Sostenuta da un’ottima ricezione, la Trentino Diatecx ha sempre potuto fare il proprio gioco variandolo su tutto il fronte d’attacco (57% di squadra con appena quattro errori diretti) e trovando nel muro e nella difesa armi importanti per togliere certezze alla Lube. Anche nel momento più difficile della partita, ovvero sull’1-1 nel computo dei parziali, la formazione di Lorenzetti è ripartita sfruttando al massimo le qualità della regia di Giannelli e l’efficacia a rete dei posti 4 Kovacevic (16 punti col 61% in attacco con due ace) e Russell, best scorer del match con 20 palloni a terra, il 55% in attacco, un muro e un ace, alla fine meritatamente premiato come mvp. Il rotondo successo sulla Lube, che interrompe una striscia di dieci vittorie dei marchigiani nello scontro diretto, è arrivato anche per merito dello strepitoso lavoro in seconda linea di Grebennikov, dei 12 punti di Vettori e dei centrali Lisinac (69% in primo tempo con 3 muri) e Candellaro, che ha firmato una partita da ex di turno in cui ha realizzato 6 block personali e l’80% in primo tempo.

La cronaca. 
La Trentino Diatecx si presenta in formazione tipo al cospetto degli oltre 5600 spettatori della Hala Sportowa di Czestochowa: Giannelli in regia, Vettori opposto, Kovacevic e Russell in posto 4, Lisinac e Candellaro al centro e Grebennikov libero. La Cucine Lube Civitanova risponde con Bruno al palleggio, Sokolov opposto, Juantorena e Leal schiacciatori, Stankovic e Simon centrali, Balaso libero. L’avvio dei gialloblù è molto efficace; grazie alla rotazione al servizio dell’ex Candellaro. Trento va in fuga (14-10). Medei interrompe il gioco e alla ripresa arriva la risposta della Lube, che con Juantorena a muro e un errore di Russell a rete ricuce sino al 15-14. La Trentino Diatecx riparte dopo il secondo time out tecnico con un muro di Giannelli su Leal e con due break point di Kovacevic si porta sul +5 (22-17) per chiudere i conti sul 25-20 con lo slash di Lisinac. Il copione non cambia in avvio di secondo set con Trento avanti 9-7, prima che la Lube con Simon al servizio pareggi prima i conti e poi metta la freccia (9-11, time out di Lorenzetti). Parziale combattutissimo con Trento avanti 20 a 19. La Lube reagisce con i muri di Leali e Stankovic su Kovacevic (22-23) e poi pareggia i conti con un altro grande block di Simon su Russell (22-25).
Il terzo set riparte sul filo dell’equilibrio (8-8), poi Trento con Lisinac allunga (12-10) e aumenta ancora il margine in corrispondenza del secondo time out tecnico (16-13) grazie a un muro a uno di Vettori su Leal. La Lube con lo stesso cubano al servizio recupera subito (16-16), ma il nuovo affondo gialloblù è firmato da Candellaro (21-18) con i muri su Stankovic e Simon. E’ lo spunto decisivo, perché poi i biancorossi cedono sul 25-20.
Nel quarto parziale Medei si gioca la carta D’Hulst in cabina di regia, ma l’inizio della Lube è ancora problematico (4-1); Trento non ne approfitta, facendosi riprendere da Stankovic già a quota cinque. La Lube passa a condurre sul 9-10 e poi sul 10-12 con il muro dello stesso capitano dei cucinieri. I gialloblù rispondono con Russell in attacco (15-15) e poi allungano con Kovacevic al servizio (19-15). E’ lo spunto decisivo; il set si chiude già sul 25-18 con l’attacco finale di Aaron Russell.

Angelo Lorenzetti (allenatore Trentino Diatecx): “E’ ancora difficile capire bene cosa abbiamo fatto e perché abbiamo vinto un torneo chiamato Mondiale per Club, ma è un qualcosa che ci piace davvero tantissimo In finale siamo stati più bravi degli avversari, meritando la vittoria che ci dà sicuramente energia ma anche stabilità. Sono felicissimo e lo sono soprattutto per la Società. Voglio dedicare questa vittoria a quei tifosi che nel 2017 ci avevano seguito in pullman nella sfortunataFinale di Coppa CEV persa a Tours. Era un ricordo negativo da cancellare e ci siamo riusciti con questa affermazione”.

Risultato Finale Mondiale per Club: 
Cucine Lube Civitanova (ITA) – Itas Trentino (ITA) 1-3 (20-25, 25-22, 20-25, 18-25)

Cucine Lube Civitanova - Trentino Volley 1-3 (20-25, 25-22, 20-25, 18-25) - Cucine Lube Civitanova: Sokolov 17, D'Hulst 0, Juantorena 11, Massari 0, Stankovic 7, Leal 7, Cantagalli 1, Cester 0, Simon 14, Bruno 1, Balaso (L). N.E. Marchisio, Diamantini, B.Sander. All. Medei. Trentino Volley: Russel 20, Van Garderen 0, Nelli 0, Vettori 12, Giannelli 1, Grebennikov (L), Candellaro 10, Kovacevic 16, Lisinac 12. N.E. Cavuto, Daldello, De Angelis, Codarin. All. Lorenzetti. ARBITRI: Maroszek, Casamiquela. NOTE - durata set: 27', 29', 30', 29'; tot: 115'. MVP: Russell.

Finale per il terzo posto:
Asseco Resovia - Fakel Novy Urengoy 1-3 (25-19, 20-25, 23-25, 23-25) - Asseco Resovia: Shoji 2, Perry (L), Jarosz 9, Schulz 4, Rossard 17, Mika 12, Mozdzonek 9, Smith 9. N.E. Lemanski, Redwitz, Szerszen, Buszek, Czyrek, Dryja. All. Cretu. Fakel Novy Urengoy: Kolenkovskii 0, Ananiev 9, Kolodinskiy 2, Udrys 14, Iakovlev 4, Bogdan 5, Rukavishnikov 0, E.Shoji (L), Volkov 13, Kliuka 10. N.E. Getman, Petrushov, Shenkel, Kimerov. All. Placi. ARBITRI: Cespedes, Espicalsky. NOTE - durata set: 25', 28', 32', 36'; tot: 121'

Mondiale per Club 2018 :
1 Trentino Diatecx (ITA)
2 Cucine Lube Civitanova (ITA)
3 Fakel Novy Urengoy (RUS)
4 Asseco Resovia Rzeszów (POL)
5 Sada Cruzeiro (BRA)
5 Zenit Kazan (RUS)
7 Khatam Ardakan (IRI)
7 SKRA Belchatow (POL)

Premi Individuali: 
MVP Aaron Russell (Trentino Diatecx)
Miglior alzatore: Simone Giannelli (Trentino Diatecx)
Miglior opposto: Tsvetan Sokolov (Cucine Lube Civitanova)
Miglior schiacciatore 1: Uros Kovacevic (Trentino Diatecx)
Miglior schiacciatore 2: Dmitry Volkov (Fakel Novy Urengoy)
Miglior centrale 1: Robertlandy Simon (Cucine Lube Civitanova)
Miglior centrale 2: Dragan Stankovic (Cucine Lube Civitanova)
Miglior libero: Jenia Grebennikov (Trentino Diatecx)

ALBO D’ORO
1989 Maxicono Parma (ITA)
1990 Mediolanum Milano (ITA)
1991 Il Messaggero Ravenna (ITA)
1992 Misura Mediolanum Milano (ITA)
2009 Trentino BetClic (ITA)
2010 Trentino BetClic (ITA)
2011 Trentino Diatec (ITA)
2012 Trentino Diatec (ITA)
2013 Sada Cruzeiro (BRA)
2014 Belogorie Belgorod (RUS)
2015 Sada Cruzeiro (BRA)
2016 Sada Cruzeiro (BRA)
2017 Zenit Kazan (RUS)
2018 Trentino Diatecx (ITA)

Pagine

VNews

VolleyPlayers e Sport System hanno stretto un accordo che consente alle società iscritte al portale uno sconto extra del 5% per l’acquisto di attrezzature ed articoli per il volleyball. Dal 1979 Sport System progetta, produce, installa e commercializza in Italia e nel resto del mondo attrezzature ed articoli per la ginnastica, l’atletica, gli sport individuali e di squadra oltre ad una linea articolata di arredi ed accessori destinati ai vari locali annessi al campo di gioco quali spogliatoi, infermerie, sale stampa o sale riunione.

Volleyplayers.it, il più grande social database sulla pallavolo italiana, inaugura una nuova fase del progetto partito nel settembre 2014 e inaugura la sezione dedicata al beachvolley: si parte con il profilo “beacher” e con le schede dedicate alle Scuole di beachvolley.

Più di 1.000 players, 2.000 utenti  e più di 300 Società sportive hanno già fatto la loro scelta: essere sul database della Pallavolo più grande d'Italia. 
Potremmo darvi tanti motivi (è gratis, è una vetrina unica di promozione e visibilità, è un mercato sempre aperto,...) ma uno su tutti è l'essenza del nostro portale: "Facciamo girare la nostra Pallavolo"

Feedback